L’Albignasego Basket porta in dote l’eredità del Basket club Gianesini, che nel 1981 si trasferisce ad Albignasego per promuovere il gioco della pallacanestro. A metà degli anni Novanta, la Gianesini si accinge a chiudere il suo ciclo storico con uomini come il presidente Enrico Scolari e Mario Zorzenon, ex giocatore nell’epoca aurea del Petrarca in serie A. Nel 1997, nasce difatti l’Associazione sportiva dilettantistica (Asd) Albignasego Basket.

Il presidente Franco De Marchi

DE MARCHI. Dopo la presidenza di Claudio Baessato, che si avvale della conduzione tecnica di Giorgio Spinello, il testimone passa nel ’98 all’imprenditore Franco De Marchi e il nome della squadra viene associato al marchio Carvens. Con l’aiuto di Romeo “Mec” Lazzarini e dell’indimenticato Franco Coin – elementi cardine anche nella nuova gestione, l’Albignasego si disimpegna per un lustro nel campionato di Promozione padovana.

BELZONI. La svolta, però, arriva soltanto nel 2003 attraverso l’acquisizione dei diritti del Salus Belzoni Piove di Sacco, che rinuncia all’iscrizione in serie D.  I gialloneri (questi i colori sociali) militano per un ulteriore quinquennio nel secondo campionato veneto, prima di spiccare il salto in C/2. È una fase d’assestamento in cui la società ricerca un maggiore equilibrio tecnico.

mike caiolo

Coach "Mike" Caiolo

PAVAN. Al timone di una delle prime formazioni dell’Albignasego c’è Emanuele Fiorotto seguito a ruota da Beppe Angela, che tuttavia abdica a giochi in corso lasciando spazio alla guida ad interim del direttore sportivo Massimo Pavan. Proprio il diesse rappresenta il tratto di continuità dell’Asd Albignasego con il Bc Gianesini. Pavan, infatti, è l’unico dirigente dell’attuale organigramma societario ad aver fatto parte del nucleo originario della Gianesini. Con lui, nel 2005-06 la squadra raggiunge il primo turno dei playoff.

CAIOLO. L’annata successiva, la panchina viene affidata a Toni Mormile, che rassegna le dimissioni inaugurando di fatto l’era Caiolo. Michele Caiolo è il coach che cambia il volto della squadra traghettandola fino ai quarti di finale degli spareggi promozione. Ma il sogno della C si concretizza soltanto nel 2007-08, quando gli albignaseghesi centrano l’impresa piegando in finale la Polisportiva Casier di Massimo Sfriso. L’anno successivo, il team del capitano Pietro Scarpa coadiuvato al solito dai cugini Marco e Francesco Nanti, agguanta la salvezza, ma Caiolo a fine stagione conclude la sua esperienza al Carvens.