Dopo l’addio di Caiolo, si apre il dilemma sulla direzione tecnica del Carvens. Nel frattempo, la Fip modica la denominazione del campionato, che ora si chiama C Regionale. Il bilancio dell’ultimo triennio passa in consultivo con gli ottimi risultati conseguiti dal punto di vista sportivo e socio-economico, che hanno visto la società impegnata anche a gestire il palasport comunale di via Torino.

paperini

Toni Paperini

PAPERINI. È il 2009-10, il presidente De Marchi decide d’ingaggiare un allenatore di comprovata esperienza. Alla corte giallonera approda il decano degli allenatori padovani: Toni Paperini. Lo assiste Andrea Penso, artefice dei successi della Pallacanestro Albignasego, che lo stesso anno festeggia la sua terza promozione consecutiva con il passaggio al campionato di Promozione. In C Regionale, si riparte con rinnovato entusiasmo, ma il gruppo martoriato dagli infortuni non riesce a ingranare terminando la regular season al quarto posto. Il cammino si interrompe al girone di qualificazione dinnanzi al Buster Verona, che estromette i gialloneri dai playoff.

favaro

Favaro, pivot di lusso

CAMPAGNA DI RAFFORZAMENTO. Durante il mercato estivo, Albignasego si rafforza (nel vero senso della parola) guadagnando in potenza con i lunghi Diego Favaro e Nicola Pizzocaro, prelevati da Limena e Piovese. Grazie agli ottimi rapporti di collaborazione con la Virtus, Paperini implementa la cabina di regia con Corrado Lazzarini.

ANNATA 2010-11. La squadra finisce la seconda fase al comando della graduatoria vincendo 10 partite consecutive. Ma ancora una volta gli infortuni frenano l’ascesa dell’Albignasego. L’assenza di Favaro e l’indisponibilità di Pizzocaro, Scarpa e Lazzarini nella prima fase del torneo, rallenta la marcia verso l’accesso diretto in C Dilettanti. Superato ai quarti l’ostacolo Sportschool Dueville, le ambizioni svaniscono ai quarti, dove la Trevigiana passa il turno in due partite agganciando la finale di “conference” col Buster.

FUORI SUBITO. Albignasego approda con fatica agli spareggi promozione. Senza Favaro (ritirato) e Pizzocaro (accasatosi al Petrarca), i gialloneri non sono la più stessa squadra e pur aquisendo nel mercato di riparazione un giocatore di un’altra categoria, come Carlo Agostinetto, escono al primo turno dei playoff contro Ormelle, che raggiungerà poi la finalissima contro i cugini della 3P Crm Mortise, promossi in Divisione Nazionale C (DnC). Gli albignasegeghesi cederanno secco in due partite vendendo però cara la pelle nell’ultima apparazione della post season, con la bomba di Matteo Suman per i supplementari, che si stampa incredibilmente sul ferro.

NUOVO DIRETTORE TECNICO. Sarà l’ultimo anno del “Papero” sulla panchina del Carvens, che passa il testimone al vice Penso. L’esperto coach padovano sente infatti che il suo ciclo in giallonero si è esaurito e i tempi sono maturi perché Penso sia il plenipotenziario del gruppo albignaseghese. Dopo quasi dieci anni da assistente della prima squadra e allenatore della formazione iscritta al campionato di Promozione ad Albignasego, il tecnico di origini veneziane assume dunque l’incarico di head coach. Nella sua nuova avventura viene affiancato da Sergio Bisello, ex coach della 3P, nonché amico di vecchia data dello stesso Penso. Intanto, Paperini assume un nuovo ruolo all’interno del clan albignaseghese, diventando il direttore tecnico delle squadre del Pool Albignasego Conselve Padova Sud Basketball (AlbiAviCo).

BIENNIO 2012-2014. La formazione, che prende forma nell’estate del 2012, conta diversi volti giovani. Dalla Pallacanestro Noventa, che rinuncia alla C Regionale, arrivano Andrea Menegolli, Francesco Viaggi e Luca Fabian, mentre la Virtus Padova di Gianfranco Bernardi gira all’Albi, affinché vengano “svezzati” a dovere, Davide Romeres e Giacomo Rizzi. Lo slot del centro viene invece assegnato a un uomo d’ordine e d’esperienza, che Toni Paperini conosce molto bene: Enrico De Agostini. Salutano in tanti, ma resta il nucleo storico composto da Pietro Scarpa, Marco e Francesco Nanti, Giacomo Vizzotto, Corrado Lazzarini e Matteo Suman, il quale però lascerà a gennaio scendendo in D Regionale all’Armistizio Patavium. Per supplire all’assenza di quest’ultimo, la società si rivolgerà ancora alla Virtus aggiundendo al suo roster due Under: Riccardo Drigo e Nicola Navaglia. In campionato gli albignaseghesi agganciano ancora una volta i playoff, dove al primo turno piegano in due partite il Basket Riese. Il viaggio, però, finisce in semifinale contro il Piani Bolzano, che salirà fino in DnC. L’anno sportivo 2013-2014 inizia con diverse novità. Abbandona Romeres e partono anche Lazzarini e De Agostini, rispettivamente in direzione Limena e Mestrino. Il mercato estivo, però, porta in dote tre rinforzi: Daniele Bertollo (dai Raptors Mestrino), Davide Cominato (in uscita da Cittadella) e il giovane Matteo Basaldella (dalla D Regionale friulana del Cordenons), studente all’Università di Padova, proveniente da Pordenone. In panca si accomoda sempre Penso, ma non c’è più Bisello ad affiancarlo. Lo assiste un allenatore quasi coetaneo con esperienze in serie D e Promozione: Michele Celi. Nel frattempo, si allarga la famiglia del Pool, a cui si aggiunge in via informale un nuovo membro: la Polisportiva Montegrotto.


(continua…)