Articoli

Al S. Lorenzo l’Albi fronteggia Roncade

Al rientro nel fortino di via Torino, sabato alle 18.30, l’Albignasego Basket si trova di fronte al Roncade. La formazione trevigiana è una delle matricole della C Silver, che ha maggiormente impressionato nel girone d’andata. Staccati di due sole lunghezze in graduatoria dai gialloneri, meno di due settimane fa i ragazzi di Fabrizio Geromel hanno firmato il colpaccio, sbancando il palazzetto Atleti Azzurri d’Italia di Cavallino Treporti (64-74).

La scorsa giornata, Roncade è riuscito a spuntarla di misura sul Mirano dopo una gara molto tirata (71-70), confermando di attraversare un grande momento di forma, iniziato in seguito a un ko in rimonta – curiosamente con il medesimo risultato – a Cittadella (71-70). La squadra della Marca, che prima della rinuncia alla categoria nella stagione 2011-2012 militava in DnB, ha conservato l’organico, che la scorsa annata ha conquistato la promozione diretta in serie C.

Un roster composto da alcuni giocatori di livello superiore, il cui faro è sicuramente il veterano Omar Visentin (’79). Una cospicua dose d’esperienza proviene anche in cabina di regia dall’ex play della 3P Crm Mortise, Antonio “Toto” Butera (’86) tra i fautori di una miracolosa salvezza in DnC della truppa condotta proprio da Maurizio Benetollo. A rendere solido il Roncade, però, sono anche il lungo Matteo Davanzo (’89) e l’ex guardia del Petrarca Andrea Pavan (’88), giocatore di striscia tra i più degni interpreti del ruolo.

Arbitrano Andrea Pellizzon di Noale (Ve) ed Emiliano Marignoni di Trento.

Il derby di Solesino è dell’Albignasego

Anche a Solesino il derby arride all’Albignasego Basket. Davanti a una bella cornice di pubblico, il secondo confronto tutto padovano della stagione vede i ragazzi di “Chuck” Benetollo fornire una prova di forza, che legittima la terza vittoria dell’anno in trasferta (la seconda consecutiva dopo Mirano). Risultato mai in discussione per i gialloneri, che hanno approcciato con decisione alla stracittadina, portandosi dopo appena 4’ sul +8 (2-10). Sei punti consecutivi di Vit sembravano riportare in linea di galleggiamento i padroni di casa (8-10), ma erano solo un fuoco di paglia. Nei minuti successivi gli ospiti detenevano infatti il comando delle operazioni (8-12 al 6’), salendo prima a +10 (10-20) e poi scappando a +13 alla fine del primo quarto (12-25).

Nel secondo periodo lo spartito restava sempre lo stesso, con l’Albignasego a fare l’andatura fino a guadagnare un ventello di margine (17-37 al 14’). Solesino, che schierava il neo acquisto Diego Fiorin (ex 3P Crm Mortise), tesserato alla vigilia della sfida, provava a scuotersi, ma recuperava soltanto un punto in 4’ (22-41 al 18’). Nanti e compagni erano in pieno controllo e continuavano a scorazzare per tutto il campo, tagliando il traguardo della prima metà di gioco sul +21 (26-47).

Dopo la pausa lunga, un altro allungo al termine del terzo quarto valeva il +26 (39-65). Albignasego, però, non si accontentava premendo ancora sull’acceleratore fino a toccare il +29 del massimo vantaggio a 5’ dallo scadere (41-70). Nell’ultima frazione, coach Benetollo dava fondo alle rotazioni inserendo anche Cristiano Gallocchio, che tornava a calcare il parquet firmando anche una delle 12 bombe messe a referto dal quintetto giallonero.

LE INDIVIDUALITÀ. Nell’eccellente prestazione del collettivo giallonero emergono le individualità del top scorer dell’incontro Filippo Rizzi (19 punti), di Giacomo Vizzotto (foto) (14 punti con 4 triple) e Alberto Livio (12 punti e tanto contributo sotto le plance), ormai pienamente recuperato dopo l’infortunio delle scorse settimane.

IL PUNTO. Grazie al successo nel derby, Albignasego raggiunge quota 12 punti, agganciando in classifica al quarto posto lo Sportschool Dueville (66-83 con la Cestistica Verona) con lo scontro diretto favorevole. In testa, invece, comandano sempre Jesolo e Litorale Nord, che si sono imposti su Virtus Resana (79-62) e Benetton Treviso (71-74), tallonate da Verona attardata di due sole lunghezze.

 

BASKET CLUB SOLESINO – ALBIGNASEGO BASKET 52-80

BASKET CLUB SOLESINO: Fiorin 9, Fraccarollo, Rizzo 5, Bortolami, Quaglia 3, Carol Menendez 10, Braggion 5, Vit 16, Gasparetto 2, Ortoman, Longo, Pinato 2. All. Ventura.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 6, Roin n.e., Rizzi 19, Nanti F. 4, Livio 12, Fabian n.e., Vieno 7, Berti 9, Gallocchio 3, Vizzotto 14. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Mazzali di Gazzo Veronese (Vr) e Azzali di Verona.

Note: parziali: 12-25, 14-22 (26-47), 13-18 (39-65), 13-15 (52-80); tiri liberi: Solesino 8/9, Albignasego 16/22; tiri da tre: Solesino 2 (Braggion, Fiorin), Albignasego 12 (Nanti N. 2, Rizzi 3, Vieno, Berti, Gallocchio, Vizzotto 4); falli di squadra: Solesino 21, Albignasego 14; usciti per 5 falli: Gasparetto e Rizzi.

Albignasego, debutto vincente: Dueville piegato all’overtime

Esordio da cardiopalma nel ridenominato campionato di C Silver per l’Albignasego Basket, che tra le mura domestiche del Pala San Lorenzo riesce a spuntarla sullo Sportschool Dueville soltanto nel tempo supplementare. La partenza a razzo aveva illuso i gialloneri di poter condurre agevolmente il match (21-9). Il secondo parziale (8-18) era però tutto a favore degli ospiti, che prima dell’intervallo lungo recuperavano il disavanzo tornando a un possesso di distanza (29-27). Molte sbavature da ambo le parti mantenevano basso il punteggio nel terzo periodo (7-7). Nell’ultimo quarto i vicentini avanzavano anche fino al +6, ma nella volata finale i padroni di casa colmavano il gap: sotto di 4 lunghezze (47-51), a 46’’ dallo scadere, Nicola Nanti in lunetta realizzava il -2 (49-51); Dueville perdeva palla nell’attacco seguente e Livio con altri due liberi poteva impattare a quota 51, quando mancavano pochissimi secondi alla sirena.

All’extratime, Roin (nella foto) faceva 1/2 dalla linea della carità, mentre Shcherbyna segnava quattro punti consecutivi con un piazzato e un viaggio in lunetta (52-55). Il finale, però, era tutto della coppia Roin-Livio. Era infatti Roin a trasformare il nuovo -1 (54-55) e poi infilare la tripla del sorpasso (58-55), subito dopo il libero del pari firmato da Livio (55-55). Dueville provava ancora a riacciuffare i gialloneri con Shcherbyna a cui però tremava la mano al tiro da fermo. Sul ribaltamento di fronte, la palla finiva dentro in area tra le mani di Livio, che spediva a +5 gli albignaseghesi. Uscito per 5 falli anche il tedesco Mink, allo Sportschool restava soltanto il tempo per un ultimo sussulto con Sinicco (61-58). A mettere in ghiaccia la vittoria toccava a Roin in penetrazione e Livio da sotto (64-58).

Da segnalare tra le fila giallonere l’ingresso ufficiale dell’ala Cristiano Gallocchio, ultimo acquisto del mercato estivo in arrivo dalla Virtus Padova, e del vice allenatore Martino Gabaldo, già assistente di Maurizio Benetollo alla 3P Crm Mortise ed ex tecnico della Pallacanestro Albignasego in Promozione.

Nella seconda giornata di C Silver, domenica prossima, ore 18, Vizzotto e compagni saranno impegnati in terra scaligera contro la Cestistica Verona.

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET – SPORTSCHOOL DUEVILLE 65-58

(dopo un tempo supplementare)

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti N. 4, Roin 13, Paccagnella n.e., Rizzi 8, Nanti F. 10, Livio 15, Vieno, Berti 3, Gallocchio, Vizzotto 12. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

SPORTSCHOOL DUEVILLE: Ronzani 2, De Marco 11, Frigo 1, Caneva 6, Perin 3, Forner, Cervo 10, Shcherbyna 13, Mink 9, Sinicco 3, Lunardon n.e. All. Bortoli.

Arbitri: Pinna di Salgareda (Tv) e Bortolotto di Castello di Godego (Tv).

Note: parziali: 21-9, 8-18 (29-27), 7-7 (36-34), 15-17 (51-51), 14-7 (65-58); tiri liberi: Albignasego 16/33, Dueville 10/17; tiri da tre: Albignasego 5 (Roin, Rizzi, Berti, Vizzotto 2), Dueville 8 (De Marco 3, Caneva 2, Cervo, Shcherbyna, Mink); falli di squadra: Albignasego 15, Dueville 28; fallo tecnico: Mink (43’ sul 54-55); usciti per 5 falli: Ronzani, De Marco, Caneva, Mink.

L’Albignasego è impegnato a Resana

Tre vittorie in altrettante giornate hanno restituito fiducia all’Albignasego Basket. Sabato sera, alle 21, però, la banda di “Chuck” Benetollo dovrà cercare di allungare la striscia positiva andando a punti anche a Resana. La squadra trevigiana occupa una posizione di classifica bugiarda rispetto a quanto mostrato in campo, soprattutto a partire dalla prima gara del girone di ritorno. Nell’ultimo turno di C Regionale, il quintetto dell’ex coach dell’Albignasego, Toni Mormile, ha chinato il capo al cospetto di un Bussolengo decimato, con soli 7 elementi a disposizione di cui soltanto 5 in campo (80-73).

IL PUNTO. Chi però ha visto giocare la Virtus Resana riferisce di una formazione di ottima fattura, rafforzata dall’inserimento di Filippo Gambarotto (ex Cittadella, Limena e 3P Crm Mortise), che ha ripreso l’attività dopo un periodo di riposo “forzato” per motivi di studio. «È una squadra tosta – commenta Benetollo – Ci aspetta un altro impegno difficile, ma siamo in un buon momento e dobbiamo assolutamente sfruttarlo». Tra le fila albignaseghesi, dovrebbe rientrare Luca Roin, assente da oltre un mese per infortunio. Un’arma in più per il gruppo giallonero, che avrà bisogno dell’apporto di tutti i suoi effettivi per continuare la propria corsa verso la salvezza.

Pellecchia esonerato, subentra Benetollo

La società comunica di aver sollevato Giovanni Pellecchia dall’incarico di capo allenatore dell’Albignasego Basket. La squadra è stata affidata a Maurizio Benetollo (57 anni, foto), tecnico padovano che in passato ha guidato la Virtus Padova in C Dilettanti e DnC, portandola per cinque volte ai playoff. D’accordo con il club d’appartenenza, l’anno scorso Benetollo aveva scelto di chiudere la propria esperienza biennale alla 3P Crm Mortise. Con la 3P, aveva agguantato una difficile salvezza in DnC nella stagione 2012-2013, subentrando in corso d’opera ad Adriano Primon, mentre la passata stagione arrivò ad un passo dalla promozione diretta in C Regionale, dopo l’“auto-retrocessione” e la successiva ammissione in serie D da parte della Fip Veneto.

Benetollo, conosciuto da tutti nell’ambiente cestistico come “Chuck”, condurrà già stasera il suo primo allenamento, in vista dell’importante sfida di sabato contro l’Europa Bolzano. «Avevamo bisogno di lanciare un segnale – spiega il presidente Franco De Marchi – Speriamo che la nuova gestione possa dare una svolta alla stagione e regalarci la salvezza. Siamo dispiaciuti per Giovanni, che ha accettato con serenità la decisione della dirigenza, e con il quale i rapporti restano di reciproca stima e amicizia».

"Chuck" Benetollo

«Dopo aver lasciato la 3P la scorsa estate, non ho mai chiuso nessuna porta – afferma Benetollo – Ho continuato ad allenare a livello giovanile con l’Under 13 dei Raptors Mestrino. Sarei rimasto fermo anche per tutta la stagione, prendendomi un anno sabbatico con i senior, ma è saltata fuori questa occasione prospettatami dal presidente De Marchi e l’ho colta al volo. Dispiace perché quando arriva un nuovo allenatore, c’è ne sempre un altro che se ne va, ma d’altronde funziona così per il nostro mestiere. Qui ad Albignasego c’è un nucleo storico molto saldo. Conosco già molti ragazzi della squadra, con altri invece avrò modo di entrare in contatto soltanto per la prima volta. Penso però che sia un gruppo con le potenzialità giuste per fare molto bene».

  • A Giovanni Pellecchia va il ringraziamento dell’Albignasego Basket per la disponibilità dimostrata e il lavoro svolto negli ultimi mesi con grande professionalità e dedizione. A Maurizio Benetollo rivolgiamo il nostro benvenuto e un caloroso in bocca al lupo per la sua nuova avventura sulla panchina giallonera.

Albignasego per il Basket Project Padova

È stato presentato a Palazzo Moroni il nuovo consorzio Basket Project Padova, nato da un’idea dell’agenzia di marketing sportivo 4Sport, che ha unito le seguenti realtà della pallacanestro padovana: Petrarca, Virtus Padova, 3P Crm Mortise, Albignasego Basket (con la Scuola Basket Padova Sud) e Roncaglia. Già a partire da questa stagione sportiva, tutte le formazioni aderenti porteranno sulle divise il logo del pool. Alla presentazione ufficiale hanno partecipato circa 200 fra atleti e famiglie di alcune squadre giovanili delle società cestistiche coinvolte (nella foto d’apertura), anche se almeno per il momento il consorzio non prevede ancora un piano sportivo condiviso. Presenti al varo dell’innovativo progetto anche i massimi dirigenti dei club consorziati, Franco De Marchi (Albignasego), Franco Bernardi (Virtus), Gigi Peroni (vicepresidente del Petrarca), Antonio Vendraminelli (3P Crm Mortise) e Antonio Dicensi (Roncaglia), insieme all’assessore allo sport del Comune di Padova, Cinzia Rampazzo.

I 5 rappresentanti del Basket Project Padova con l'assessore allo sport Cinzia Rampazzo

4 OBIETTIVI PER 4SPORT. In sintesi, sono quattro gli obiettivi, che si prefigge il neonato Basket Project Padova: creare una struttura di marketing efficiente, predisporre un piano di marketing e comunicazione ad hoc, introiettare una serie di sponsorizzazioni comuni, reperire nuove risorse sul mercato delle sponsorship e snellire i costi di gestione attuali. La For Sport (4Sport) dei soci Carlo Frangioni e Diego Colombana presiederà di fatto la gestione di spazi commerciali in palazzetti, materiale e abbigliamento tecnico di gioco, banner pubblicitari sui siti web societari, ma si occuperà anche di individuare un unico sponsor tecnico, coordinare l’attività promozionale nei social network e organizzare eventi e iniziative partecipate.

Il logo del consorzio Basket Project Padova

Derby-scrimmage con la 3P per Albignasego

Salta il derby-amichevole con Limena e salta fuori quello con la 3P Crm Mortise. Ancora un impegno per l’Albignasego Basket, che prima della pausa pasquale, nella serata di venerdì, ha sostenuto uno scrimmage a Mortise contro i ragazzi di “Chuck” Benetollo. Risultato finale, nei quattro tempi, 53-56 a favore degli albignaseghesi con i seguenti parziali di gioco: 10-16, 29-31 (19-15), 42-43 (13-12), 53-56 (11-13). Le due formazioni hanno però disputato anche un quinto periodo, vinto nettamente dai padroni di casa (23-12).

Entrambe le squadre torneranno ora in campo il prossimo weekend per l’ultima giornata dei campionati di C e D Regionale. Domenica 27 aprile, ore 18.30, Albignasego (nella foto di Enrico Nale, Andrea Taffara alla rimessa) farà scalo in terra berica per sfidare l’invincibile Vicenza 2012, neopromosso in DnC, mentre sabato 26 aprile, ore 20.30, la 3P Crm se la vedrà con i retrocessi Giants Marghera, sperando in un passo falso della capolista Quinto (attesa ad Altavilla Vicentina), che le permetterebbe di accedere direttamente nella serie C veneta.

Albignasego prova la vice capolista Favaro

Il calendario mette di fronte l’Albignasego Basket a un’altra grande neopromossa di questa C Regionale. Sabato sera, ore 18.30, al Pala San Lorenzo approda infatti il Favaro Veneto di coach Alberto Buffo. Seconda in classifica, la squadra veneziana interamente composta dai talenti Under 19 di scuola Reyer può fregiarsi di un ruolino di marcia invidiabile, che nel primo scorcio dell’annata le ha consentito di tenere addirittura testa all’imbattibile Vicenza 2012. Finora, la giovane formazione orogranata ha dimostrato grande maturità e mentalità vincente, capitolando soltanto tre volte (l’ultima a Castelfranco Veneto a metà dello scorso dicembre). Merito di una nidiata eccezionale, che ha già portato alla ribalta della prima squadra di Zare Markovski in serie A/1, Nicola Akele, Alioune Guisse e il padovano Giovanni Vildera, prodotto delle giovanili petrarchine.

DIFESA SOLIDA. La solidità del Favaro è confermata anche dalla difesa, seconda soltanto (ovviamente) a quella del Vicenza 2012. All’andata, Albignasego ne ebbe la prova provata e pur concedendo poco all’attacco veneziano, riuscì nell’impresa di segnare la miseria di 34 punti, record negativo della stagione e forse anche della storia societaria e dei tornei regionali. Un match dall’andamento atipico, influenzato dalle fasi di totale sterilità degli ospiti, che patirono un doppio blackout di 8’ nel terzo e quarto periodo.

DIFESA DA RESETTARE. Da quella partita, i gialloneri sono cresciuti e nelle successive apparizioni hanno ritrovato con discreta puntualità il fondo della retina. Ora, però, sembra quasi sia emerso il problema opposto e da qualche settimana la difesa ha cominciato a scricchiolare un po’ troppo (253 punti subiti nelle ultime tre giornate, 84.3 di media a incontro). Coach Penso lo ha già detto a chiare lettere che occorre risintonizzare l’orologio difensivo. Magari già dalla sfida con Favaro. «Non è mai semplice giocare contro nessuno – sostiene il tecnico albignaseghese – È un campionato dai grandi equilibri, un possesso in meno o in più decide le sorti di una partita. Favaro ha tanta birra in corpo. Ci attende una gara complessa, ma ce la giocheremo come sempre».

SCRIMMAGE. È finita 72-81, a favore della 3P Crm Mortise (nella foto di Enrico Nale, la difesa di Davide Cominato), l’amichevole disputata mercoledì tra le mura domestiche del palazzetto di via Torino. Per l’Albignasego, un test interlocutorio, contraddistinto dall’alternanza di sprazzi di gioco più e meno buoni. I parziali: 12-21, 18-15 (30-36), 22-27 (52-63), 20-18 (72-81).

Albignasego in amichevole con la 3P Crm

Test infrasettimanale per l’Albignasego Basket, impegnato domani sera (ore 21) al Pala San Lorenzo per un’amichevole di spessore contro la 3P Crm Mortise, attuale terza forza nel girone Blu della D Regionale. In estate, la società padovana ha mantenuto l’organico, che ha conquistato la salvezza in DnC, rinunciando alla competizione nazionale, ma dopo aver chiesto l’ammissione in C Regionale la Fip Veneto l’ha assegnata d’ufficio alla serie D. La 3P, reduce dall’inaspettato ko nel derby con la Piovese, resta una delle principali candidate al salto di categoria in virtù di un roster, che annovera giocatori di livello superiore, come i lunghi Samuele Zandonà e Antonio Pettarin, giunti proprio quest’anno alla corte di “Chuck” Benetollo a comporre con Daniele Maretto e Gianluca Germani una delle front line più forti dell’intero campionato. Albignasego e Mortise torneranno a fronteggiarsi poco più di un mese dopo il quadrangolare natalizio 3P Crm (nella foto di Enrico Nale). Allora, nella finale valida per il terzo gradino del podio, furono i gialloneri a spuntarla (60-66).

ARBITRI IN ALLENAMENTO. Durante l’incontro, è prevista anche una sessione d’allenamento per quattro arbitri di classe regionale, che si alterneranno alla direzione di gara ricevendo consigli e indicazioni tecniche da parte di Vincenzo Sardella, istruttore provinciale del Cia (Comitato italiano arbitri) di Padova e membro del collegio regionale dei fischietti veneti.

Albignasego riceve la capolista Vicenza 2012

Al ritorno dalle vacanze natalizie, l’Albignasego Basket misura le proprie ambizioni d’alta classifica sfidando, sabato sera (ore 18.30) al Pala San Lorenzo, la Pallacanestro Vicenza 2012, capolista imbattuta della C Regionale. In 14 giornate, i vicentini non hanno mai perso aggiudicandosi la maggior parte dei match in calendario con scarti superiori alla doppia cifra, ma dopo la striscia di sette successi filati i gialloneri sono determinati a chiudere in bellezza il girone d’andata regalandosi una vittoria prestigiosa, che impreziosisca ulteriormente la loro classifica. Per superare la prima della classe, però, occorrerà una prestazione magistrale: gli albignaseghesi, infatti, si troveranno di fronte a un’autentica corazzata, dove militano in buona parte giocatori di categoria superiore, volti noti della palla a spicchi padovana.

La neopromossa formazione del Vicenza 2012, capolista del campionato

BOZHENSKI & CO. In primis, la guardia bulgara Stanislav Bozhenski, capitano dei vicentini e qualche anno fa bandiera di Petrarca e Limena. Tra le file beriche giocano poi Umberto Campiello, Elia Crestani e Dario Mussolin, altri ex in stagioni diverse di Gattamelata, Virtus e Padova 1931. Proprio il centro Mussolin è il leader realizzativo del Vicenza 2012, in cui segna quasi 15 punti di media a partita. Il tecnico Massimiliano Giugni, però, dispone di diverse frecce nella sua faretra: il reparto più equilibrato e talentuoso è certamente quello degli esterni, che oltre agli “ex padovani” include anche l’esperto Davide Tisato (già Scaligera Verona, Marostica e Caorle come Mussolin) e il giovane Enrico Seganfreddo, prodotto del vivaio marostincense.

ALBI RABBERCIATO? Albignasego, reduce dal terzo posto al torneo di Natale 3P Crm (nella foto di Enrico Nale, la palla a due della gara contro la 3P Crm Mortise), ha ritrovato capitan Scarpa, ma conta di recuperare anche i due lunghi infortunati Francesco Nanti e Daniele Bertollo per reggere la forza d’urto di Mussolin e Campiello sotto le plance.