Articoli

alberto_livio_spalle_canestro vs murano

Albignasego doma Murano: ai playoff sarà ancora sfida ai laugnari

Termina con un bel successo la regular season dell’Albignasego: nell’ultima giornata di C Silver, Nanti e compagni impongono lo stop alla terza forza del campionato, chiudendo il proprio bilancio stagionale in perfetta parità con il 50% di vittorie e sconfitte. Già certo dei playoff, Albignasego è sceso in campo con Murano per giocarsi il sesto posto, spuntandola in rimonta nel quarto conclusivo (29-11) dopo aver essere finito sotto in doppia cifra verso il tramonto del terzo periodo (9-21).

Cominciata a rilento con un quarto iniziale, che fatturava appena 19 punti, la gara ha stentato a decollare nel primo tempo. Si è segnato con il contagocce su entrambi i lati del campo: l’unico canestro nei primi 7’ di gioco per i padroni di casa porta la firma di Francesco Nanti (2-8). A dare la stura all’attacco di casa sono Nicola Nanti e Fabian con una tripla (7-12). Lentamente, Albignasego trova il ritmo in attacco (16-14), anche se concede troppi spazi all’offensiva ospite (16-19). Sul parquet, dopo una lunga assenza, si rivede anche Pippo Rizzi. Al suo rientro il numero 10 in giallo si presenta subito con cinque punti consecutivi, che aprono la scatola della difesa veneziana (26-22).

Dall’altra parte, però, Zorzi continua a seminare avversari realizzando in arresto e tiro (26-26). Murano può contare anche sul gigante Leyba Marine nel pitturato (28-31), dove Francesco Nanti e Livio arrivano puntualmente al raddoppio (33-33). Ma sono tre tiri dall’arco di fila griffati Frison (2) e Sartor a creare il primo importante break della partita (35-44).

Al via dell’ultima frazione, i gialloneri ripartono dal -10 (35-45). Qui, altri sette punti consecutivi di Rizzi, frutto anche di un siluro da distanza siderale, restituiscono fiducia ai ragazzi di Benetollo, ricucendo lo strappo al pieno possesso (42-45). È Marco Nanti a salire in cattedra, trovando prima in penetrazione il -1 (44-45) e poi il sorpasso dalla lunetta (46-45). Sempre il play albignaseghese realizza in seguito anche il +5 (50-45). Leyba Marine interrompe un parzialone di 15-0 (50-47), ma il tiro dalla lunga di Vizzotto e ancora Marco Nanti proiettano al +8 (55-47).

Murano resta in piedi grazie al solito Frison, riportandosi a distanza di un possesso (55-52). Si decide tutto nell’ultimo giro di lancette: Marco Nanti mantiene la freddezza dalla linea della carità, riaprendo la forbice sulle 8 lunghezze (61-53), Frison accorcia ancora con una bomba (61-56), ma sul fallo sistematico Marco Nanti conserva ancora la lucidità al tiro da fermo (3/4) chiudendo i conti (64-56).

Si tratta tuttavia di una vittoria di Pirro: le contemporanee affermazioni di Virtus Resana a Cittadella (79-90) e Benetton Treviso con Europa Bolzano (80-54) “retrocedono” infatti l’Albignasego in ottava posizione. Al quarto di finale playoff, l’abbinamento sarà quindi proprio con Murano, seconda testa di serie. Gara-1 verrà disputata il prossimo weekend in casa dei lagunari. Il ritorno è invece previsto nell’infrasettimanale del Pala Gazzabin. L’eventuale bella è in programma nel fine settimana successivo sull’isola muranese.

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 64-56

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 16, Nanti N. 7, Roin 2, Paccagnella n.e., Rizzi 12, Nanti F. 9, Livio 12, Fabian 3, Berti, Gallocchio, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Zorzi 10, Ragazzi n.e., Vian 2, Pranzo 6, Sartor 6, Parisatti 2, Frison 17, Leyba Marine 11, Crivellari 2, Vianello, Bottaro n.e. All. Bettera.

Arbitri: Parisi di Padova e Montagnoli di Cologna Veneta (Vr).

Note: parziali: 7-12, 26-24, 35-45; tiri liberi: Albignasego 15/17, Murano 5/12; tiri da tre: Albignasego 5 (Rizzi 2, Nanti F., Fabian, Vizzotto), Murano 7 (Pranzo 2, Sartor, Frison 4); falli di squadra: Albignasego 15, Murano 21.

maurizio_benetollo_giocatori

Ultima giornata: sabato, alle 20.30, i gialloneri attendono Murano

Giunti all’ultima giornata della stagione regolare di C Silver permane ancora l’incertezza sul tabellone playoff definitivo. Tolto lo Jesolo, promosso in C Gold, e la Cestistica Verona matematicamente certa della piazza d’onore, il gradino più basso del podio se lo contendono Virtus Murano (46) e Litorale Nord (44), mentre lo Sportschool Dueville è ormai sicuro del quinto posto. Resta ancora aperta invece la lotta per la sesta posizione con tre squadre in lizza: Resana (30), Albignasego (28) e Benetton Treviso (28), che nel recupero infrasettimanale ha schiantato la Virtus Lido (86-55) agganciando e al tempo stesso scavalcando i gialloneri per effetto del doppio confronto. La medesima situazione si presenta per la nona casella con il trio formato da Europa Bolzano, Roncade e Cus Trento (tutte a pari merito a quota 24 punti), alla ricerca dell’ultimo pass utile per i playoff.

Come anticipato, le partite del turno conclusivo verranno disputate sabato sera in simultanea alle 20.30, con il match dell Pala Gazzabin, che vedrà i gialloneri opposti al Murano. All’andata, furono i veneziani a imporsi nettamente contro un Albignasego a ranghi ridotti, orfano di Livio, Francesco e Marco Nanti (76-58). «È una delle neopromosse, che ha fatto meglio in questo campionato – sottolinea coach Maurizio Benetollo (foto) – Murano verrà qui ad Albignasego per difendere il terzo posto. Incontreremo un’avversaria dotata di grande qualità e velocità sugli esterni. In cabina di regia può alternare Zorzi e Pranzo, arrivato con il mercatino invernale dal Mirano. Il reparto è completato dagli ex Lido, Frison, Nicolò Vianello e Saoner, giocatore di notevole talento. In area, invece, dispone di un centro di stazza come Leyba Marine, a cui si aggiungono Parisatti e l’esperto ex Roncade Sartor con alle spalle campionati di categoria superiore. Il nostro compito sarà quello di giocare con grande intensità per provare a conquistare la vittoria. Per il sesto posto, però, non dipenderà soltanto da noi».

francesco_nanti_fazioli

Lotta aperta per il sesto posto playoff: sabato Albignasego è in missione a Jesolo

Dopo aver agganciato aritmeticamente i playoff, Albignasego (nella foto Francesco Nanti) deve ora salvaguardare il sesto posto. Appaiati in classifica a Resana, i gialloneri precedono virtualmente i trevigiani per effetto degli scontri diretti favorevoli, ma il calendario delle ultime due giornate di regular season si presenta decisamente difficile per i ragazzi di Maurizio Benetollo, chiamati ad affrontare una proibitiva trasferta a Jesolo e ospitare infine Murano. Resana riceverà invece un Solesino già retrocesso per poi chiudere a Cittadella. La lotta per la sesta posizione vede coinvolta anche la Benetton Treviso, attardata di 4 lunghezze dal tandem Albignasego-Resana, ma con una partita casalinga da recuperare mercoledì 27 aprile contro la Virtus Lido. Prima e dopo il recupero infrasettimanale, i giovani verdi trevigiani saranno impegnati in questo weekend a Roncade e in seguito alla Ghirada contro Bolzano.

Intanto, sabato sera alle 20.30, Albignasego dovrà compiere una vera e propria impresa per battere la corazzata Jesolo, ancora imbattuta tra le mura amiche del Pala Cornaro. Neopromossa in C Gold, dopo essere stata ammessa in estate dalla D Regionale, la formazione lagunare ha perso soltanto due gare nel corso del suo trionfale campionato. L’ultimo ko è maturato proprio sabato scorso a Mirano (74-71) nella tredicesima giornata di ritorno, interrompendo una lunga serie di vittorie iniziata proprio dalla tredicesima d’andata con i miranesi. In occasione del match con gli albignaseghesi, la società presieduta da Ugo Cavallin ha intenzione di festeggiare ancora una volta la promozione davanti ai propri tifosi. Starà ad Albignasego riuscire nell’intento di guastarle la festa.

esultanza_albignasego vs bolzano

Albignasego vola con Bolzano: salvezza e playoff diventano certezza

A distanza di soli due giorni dallo stop nell’infrasettimanale con la Benetton Treviso, l’Albignasego ottiene il pronto riscatto contro l’Europa Bolzano con una prestazione solida e convincente sul piano del gioco. A differenza del recupero con i verdi trevigiani, i gialloneri hanno approcciato con maggiore determinazione assumendo subito le redini dell’incontro di fronte ai verdi altoatesini: dopo appena 3’, una palla scippata da Berti, involatosi in contropiede, muoveva infatti il tabellone luminoso sulla doppia cifra (10-3). Coach Massai chiamava timeout per spezzare il ritmo dei padroni di casa, che continuavano tuttavia a premere sull’acceleratore aprendo un parziale (9-0) chiuso dal centro di Livio (21-7). Dopo aver toccato il +15 alla prima pausa (24-9), Albignasego raggiungeva a metà del secondo quarto anche il +18 con la bomba di Marco Nanti (32-14), costretto poi a lasciare momentaneamente il campo per una gomitata fortuita al naso. Un’altra tripla di Vizzotto permetteva di scollinare le 21 lunghezze (35-14); Bolzano tentava di replicare con Gaye e Vettori, ma prima dell’intervallo lungo era ancora Berti a insaccare da dietro l’arco (40-22).

In avvio di ripresa, un altro miniallungo di Livio incrementava il gap al +23 (45-22), conservato senza particolari problemi fino al termine del terzo periodo (60-37). Nel frangente, Benetollo ruotava quasi tutti i suoi uomini in panchina sostituendo anche Marco Nanti, rientrato dopo il colpo al setto nasale, ma uscito nuovamente per un’altra recidiva alla solita caviglia. Al via degli ultimi 10’ gli ospiti alleggerivano il divario sotto il ventello con Basile e Ronconi (60-42), ma un altro tiro dai 6.75 di un ispiratissimo Berti propiziava l’ennesimo break locale (9-0). Sul +27 del massimo vantaggio (69-42), calava il sipario sul match, suggellato a ridosso della sirena dalla prima tripla in C Silver di Paccagnella.

Grazie alla sua quattordicesima vittoria in stagione, Albignasego può festeggiare la matematica salvezza e qualificazione ai playoff. Nelle ultime due giornate di regular season, i ragazzi di Benetollo avranno ora il difficile compito di preservare il sesto posto (detenuto in coabitazione con Resana, ma scavalcata nel computo degli scontri diretti) a Jesolo e tra le mura amiche con Murano.

 

ALBIGNASEGO BASKET – EUROPA BOLZANO 77-58

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 7, Nanti N. 3, Roin 9, Paccagnella 3, Nanti F. 7, Livio 14, Fabian 4, Berti 23, Gallocchio, Vizzotto 7. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

EUROPA BOLZANO: Bailoni 8, Bazzan 2, Dolzan 3, Basile 6, Tobaldi 6, Gaye 6, Vettori 14, Marchetto 3, Ronconi 6, Rossi 4. All. Massai.

Arbitri: Lavarda di Thiene (Vi) e Baldo di Albaredo d’Adige (Vr).

Note: parziali: 24-9, 40-22, 60-37; tiri liberi: Albignasego 14/22, Bolzano 9/16; tiri da tre: Albignasego 7 (Nanti M., Paccagnella, Nanti F., Berti 2, Vizzotto 2), Bolzano 4 (Bailoni, Tobaldi 2, Ronconi); falli di squadra: Albignasego 16, Bolzano 18; fallo antisportivo: Ronconi (30’); fallo tecnico: Tobaldi (37’); usciti per 5 falli: Nanti F. e Bazzan.

marco_nanti_vs_mirano

Quinta piazza playoff più vicina, gialloneri corsari a Roncade

Ritrova il passo da trasferta l’Albignasego, che si aggiudica uno scontro diretto d’importanza capitale in funzione playoff violando l’ostico campo di Roncade. In sosta forzata dalle festività pasquali, complice lo spostamento del match casalingo con la Benetton Treviso, i gialloneri si sono fatti trovare pronti riappropriandosi della vittoria esterna dopo quasi due mesi. La partita non era iniziata esattamente sotto i migliori auspici: dopo meno di 2’ una nuova distorsione alla caviglia destra, infortunata in precedenza, metteva fuori causa Marco Nanti (foto), distintosi fino a quel momento per un canestro e alcune giocate di pregevole fattura. Durante uno scivolamento difensivo, il playmaker albignaseghese avvertiva una dolorosa fitta alla caviglia fasciata, che non lasciava presagire nulla di buono, ponendo termine anzitempo alla sua partita. Le sue condizioni verranno valutate nelle prossime ore, ma a meno di un miracolo sicuramente non sarà disponibile per il recupero di mercoledì (ore 21) al Pala Gazzabin contro gli Under 18 della Benetton, nella sfida valevole per l’undicesima giornata di C Silver.

Per tre quarti di gioco, l’incontro ha seguito i binari dell’estremo equilibrio, senza che nessuna delle due squadre fosse mai in grado di conquistare l’inerzia. Strappi minimi, che difficilmente sono andati oltre il singolo possesso. Dopo un centro di Pavan (44-42), era soltanto all’inizio dell’ultimo quarto che gli ospiti piazzavano il break decisivo ai fini della contesa (0-15). A propiziarlo erano le bombe di Berti (4 triple a referto in totale) e Nicola Nanti, che rivoltavano la gara come un calzino (44-57), consegnando due punti pesantissimi ai gialloneri.

È un’affermazione che vale infatti doppio per i ragazzi di Maurizio Benetollo: in classifica, Albignasego scavalca di fatto Roncade, già battuto all’andata, agganciando al sesto posto anche la Virtus Resana, che tuttavia al momento viene sopravanzata, considerando anche il doppio confronto. «Peccato non poter disporre di Marco Nanti e Pippo Rizzi – ammette “Chuck” Benetollo – La nostra stagione è sempre stata in costante emergenza, ma la prestazione di Roncade fatta di contenimento difensivo e buone giocate offensive ci lascia ben sperare per il finale di campionato. Giocheremo tre delle ultime quattro partite in casa: dovremo far rispettare il fattore campo con Benetton e Bolzano, perché poi ci attende una trasferta molto difficili a Jesolo e l’ultima giornata con Murano».

 

RONCADE BASKET – ALBIGNASEGO BASKET 50-61

RONCADE BASKET: Visentin 10, Butera 3, Cagnoni 10, Zottarel n.e., Bettin 6, Sadikoski 2, Pavan 2, Marchesin 11, Gobbo 2, Persico n.e., D’Avanzo 4. All. Geromel.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 2, Nanti N. 3, Roin 16, Paccagnella n.e., Rizzi n.e., Nanti F. 7, Livio 14, Fabian, Berti 16, Gallocchio, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Pinna di Salgareda (Tv) e Mazzali di Gazzo Veronese (Vr).

Note: parziali: 18-17, 31-29, 42-42; tiri liberi: Roncade 3/6, Albignasego 6/15.

PIPPO_RIZZI (BONALORE)

Albignasego si rituffa nel campionato: la volata playoff scatta a Roncade

Dopo la pausa pasquale e lo slittamento dell’incontro con la Benetton Treviso per la coincidenza del torneo internazionale di Mannheim, che ha visto impegnati tra le file della Nazionale azzurra Under 18 anche i trevigiani Isacco Lovisotto e Cesare Barbon, l’Albignasego torna finalmente a disputare una gara ufficiale. Domenica, alle 17.30, i ragazzi di Maurizio Benetollo calcano l’ostico parquet di Roncade. Tre settimane di sosta forzata sono servite ai gialloneri per recuperare da acciacchi e fastidi di varia natura, ma anche in terra trevigiana bisognerà fare i conti ancora una volta con una defezione nel reparto lunghi: Filippo Rizzi (foto Bonalore), infortunatosi nell’ultima partita della Virtus Padova nel campionato Under 20 Eccellenza, sarà costretto a restare fermo ai box. Il giovane, che gioca in doppio tesseramento ad Albignasego, ha rimediato una lieve lesione meniscale (fissurazione del menisco, annesso a un problema al legamento posteriore del ginocchio), che necessita di terapie e rinforzo muscolare per scongiurare l’intervento chirurgico. Per disinfiammare il menisco occorreranno almeno altre 2-3 settimane.

«A parte Pippo, ci saremo tutti – osserva coach Benetollo – Purtroppo, tra la Pasqua e il rinvio con la Benetton, siamo fermi da tre settimane. Abbiamo disputato soltanto un’amichevole con l’Abano Montegrotto, in cui abbiamo fatto abbastanza bene. Fisicamente siamo apposto: Marco Nanti ha ripreso il suo posto e sia Livio che Francesco Nanti hanno ritrovato la condizione. Come Albignasego, Roncade non attraversa un momento brillantissimo, viene da tre sconfitte consecutive, ma proprio per questo sarà intenzionato a rifarsi. È un’avversaria molto tignosa, specie in casa: il fattore campo sarà sicuramente importante, ma noi andremo lì per fare risultato. Fortunatamente, la classifica si è mossa poco, entrambe le squadre sono appaiate a quota 24 punti. Sarà una sfida interessante, che potrebbe valere una posizione playoff. Chi vince staccherà l’altra di due lunghezze. Se riuscissimo a passare a Roncade, la nostra vittoria però varrebbe doppio, avendo già conquistato i due punti all’andata (63-51, ndr)».

Con la trasferta di domenica, scatterà la volata per i playoff, che vedrà i gialloneri chiamati a un autentico tour de force nei prossimi sette giorni: mercoledì prossimo, ore 21, al Pala Gazzabin verrà infatti recuperato il match con la Benetton, mentre sabato prossimo, ore 18.30, sempre al palasport di via Torino, sarà ospite l’Europa Bolzano.

Con la Befana arriva ad Albignasego anche la capolista Jesolo

Vacanze finite per l’Albignasego Basket (nella foto Marcello Berti al tiro): dopo la pausa natalizia si torna a fare sul serio con l’importantissima sfida valida per la penultima giornata d’andata di C Silver. Nel giorno della Befana, mercoledì 6 gennaio, i gialloneri calcano il parquet casalingo del Pala San Lorenzo per l’atteso big match contro lo Jesolo, capolista del campionato in codominio con la Cestistica Verona. Vista la concomitanza con le altre gare previste per il turno dell’Epifania, la palla a due verrà sollevata eccezionalmente alle 18 con mezzora d’anticipo rispetto all’orario usuale.

Ammesso in serie C, grazie alla logica dei ripescaggi, Jesolo è una matricola soltanto sulla carta. Il club lagunare ha infatti fatto le cose in grande rafforzando un roster già altamente competitivo in D Regionale. Rimpiazzato il centro-ala Maurizio Vorzillo (ex Caorle, ora al Bologna Basket 2011) con l’esperto Andrea Delle Monache (33 anni, ex Mestre), la società di Ugo Cavallin ha prelevato dalla C Nazionale del Mestre anche l’ala Thomas Munaretto per poi puntellare gli esterni con Lorenzo Ambrosin (’97), firmato in doppio tesseramento con l’Under 20 DnG della Reyer Venezia.

Il Basket Club Jesolo 2015-2016

Con le conferme dei fratelli Matteo e Nicola Maestrello, il risultato delle addizioni di mercato è stata una squadra forte e profonda, solida tecnicamente e fisicamente, che ha avanzato prepotentemente la propria candidatura per la promozione in C Gold.

Albignasego, reduce dalla battuta d’arresto in trasferta a Bolzano, spera che le feste abbiano favorito il pieno recupero di una condizione approssimativa per far rispettare il fattore campo, saltato in questa stagione soltanto in occasione dello sfortunato scontro con il Litorale Nord.

Arbitrano Giovanni Bastianel di San Vendemiano (Tv) e Alessandro Crivellaro di Breganze (Vi).

L’INTERVISTA. Il “Gallo” Cristiano Gallocchio: «Ce la metteremo tutta per arrivare fino in fondo»

Il 2015 della palla a spicchi può dirsi ufficialmente concluso. Sono state molte quest’anno le partite spettacolari, e i colpi di scena sui parquet di Padova non sono certo mancati. Nonostante ormai i campionati siano quasi tutti giunti al giro di boa, possiamo star certi di una cosa: il meglio deve ancora venire. La squadra che seguivamo più da vicino questo fine settimana era l’Albignasego, per vedere se sarebbe riuscito o meno a restare agganciato al gruppo di testa. Purtroppo, a Bolzano non c’è stato niente da fare: un secco 67-57 condanna gli uomini di coach Benetollo a una sconfitta pesante contro una formazione decisamente non imbattibile. Ha sicuramente influito anche l’infortunio di Rizzi, limitato a soli 5 minuti sul parquet per un problema all’inguine.

La buona notizia per noi arriva quando riusciamo a incrociare, all’uscita del palazzetto, un giovane virtussino, neroverde dalla testa ai piedi, che quest’anno cerca di trovare spazio proprio all’Albignasego. Proprio lui, Cristiano Gallocchio, che gioca in Virtus da quando non era ancora esattamente proprio alto come adesso. Abbiamo colto la palla al balzo e puntato i riflettori su di lui.

Gallocchio al tiro dall'arco

Cris, la sconfitta pesa abbastanza: questo campionato qualche volta si dimostra davvero imprevedibile. Come procede la tua prima stagione senior?

«È senza dubbio un’esperienza nuova per me, anche se gli anni scorsi ho avuto la possibilità di giocare con la prima squadra in Virtus. Qui nessuno regala niente: per guadagnarsi minuti in campo bisogna lavorare molto, anche perché prima di me ci sono tanti giocatori con una grandissima esperienza. Penso a un veterano come Vizzotto, è difficile entrare al posto suo. La cosa positiva è che quando gioco bene l’allenatore me lo riconosce, lasciandomi in campo di più. È questo il compito dei giovani, credo».

Albignasego quest’anno convince sì, ma non troppo. Un pregio e un difetto di questa squadra?

«La cosa che ho notato subito arrivando qui è che c’è un nucleo di giocatori affiatatissimi, che giocano insieme ormai da tempo. C’è una grande coesione, un bel gruppo a cui noi giovani ci siamo aggregati benissimo. D’altro canto, però, credo che questa sicurezza in noi stessi ci porti spesso a giocare fuori dagli schemi: pensiamo che anche senza ordine il canestro arrivi comunque. A volte credo sia necessario ragionare un po’ di più, soprattutto in attacco».

Dove può arrivare l’Albignasego 2015-2016?

«Io spero fino in fondo. Bisogna tenere conto però che, con la riforma dei campionati, molti giocatori di altissimo calibro sono scesi di categoria, chiaramente alzando il livello generale. Noi siamo una buona squadra, ma le quattro che guidano la classifica sono veramente forti. Sarà dura salire, ma ce la metteremo tutta».

Il numero 18 dell'Albignasego in difesa

Quest’anno hai deciso di dedicare tutta la tua attenzione all’Albignasego. Perché non fare una serie D e l’Under 20 in Virtus come tanti tuoi ex compagni?

«Condivido l’idea dei dirigenti della Virtus: il mio percorso giovanile poteva benissimo essere concluso con la DnG l’anno scorso, quest’anno era il momento di sperimentare una squadra senior a tempo pieno. All’inizio ero stato contattato anche da Roncaglia, ma poi ho pensato che ad Albignasego posso confrontarmi con giocatori molto forti e quindi ho più possibilità di migliorare. Credo sia meglio così: l’anno scorso lo stress del doppio campionato era tanto, adesso ho più tempo per concentrarmi su una cosa sola e farla bene».

Se ripensi a via Tadi chi ti viene subito in mente?

«Ovviamente il mio amico “Pega” (Alberto Peghin, nda) che adesso studia a Milano. Con lui ho iniziato a giocare in Virtus a sei anni e ho finito l’anno scorso con la DnG, il massimo campionato giovanile. In pratica abbiamo giocato ogni nostra partita insieme. Spero che torni presto a Padova».

Con le parole di Gallocchio, il basket dei campionati regionali si prende un periodo di stop. Le prime partite ufficiali le rivedremo solo il 6 gennaio.

Sebastiano Berto

A Bolzano l’Albignasego saluta il 2015 con una sconfitta

Chiude l’anno solare con una sconfitta l’Albignasego Basket. A Bolzano, i ragazzi di Maurizio Benetollo vengono bloccati dall’Europa nella terzultima giornata d’andata del campionato di C Silver. Con Marco Nanti, che non ha ancora il ritmo gara nelle gambe, i gialloneri hanno dovuto rinunciare anche all’apporto del gioiellino Filippo Rizzi, uscito dal campo dopo qualche minuto per un problema inguinale. Dopo un buon approccio (10-13), gli ospiti hanno sofferto gli attacchi portati dagli altoatesini, trascinati da un febbricitante Vettori in grande spolvero (20 punti), chiudendo la prima metà di gioco in ritardo di 13 lunghezze (36-23). Nanti e soci riuscivano a riportarsi a contatto nel terzo quarto, ricucendo lo strappo a un solo possesso di distanza (49-46). Nell’ultima frazione, però, Bolzano continuava a trovare la via del canestro riaprendo la forbice ancora attorno alle 13 lunghezze. Per Albignasego, non c’era più nulla da fare.

IL COMMENTO. «Come era già capitato in altre trasferte, abbiamo incrociato un’avversaria in un momento di grande forma – commenta coach Benetollo – Bolzano ha vinto meritatamente. Vettori ha giocato veramente molto bene, mettendoci in difficoltà in un ruolo delicato come quello del play, dove Marco Nanti ha troppi pochi allenamenti sulle gambe e Luca Roin sta ancora cercando di ritrovare il passo. Abbiamo retto bene con i lunghi, nonostante qualche defaillance dentro l’area su Basile, che ha segnato solo quattro punti, ma ha lavorato molto per i propri compagni. L’assenza di Rizzi si è fatta sentire. La pausa natalizia arriva propizia. Speriamo di recuperare la condizione in vista del rientro dalle festività».

AMICHEVOLI. Durante la sosta di campionato, prima del ritorno in campo per l’importante sfida alla capolista Jesolo, Albignasego sarà impegnato in due amichevoli: mercoledì 23 dicembre (ore 21) nell’Estense contro la Scuola Basket Ferrara e mercoledì 30 dicembre (ore 20) al Pala San Lorenzo con il Basket Abano Montegrotto.

 

EUROPA BOLZANO – ALBIGNASEGO BASKET 67-57

EUROPA BOLZANO: Bailoni 8, Bazzan, Dolzan 7, Basile 4, Tobaldi 2, Gaye 10, Vettori 20, Marcon n.e., Marchetto n.e., Ronconi 7, Rossi 9, Unechenskyi n.e. All. Massai

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M., Nanti N. 2, Roin 5, Rizzi, Nanti F. 11, Livio 19, Fabian, Vieno, Berti 7, Gallocchio, Vizzotto 13. All. Benetollo

Arbitri: Radoni di Roncade (Tv) e Pinna di Salgareda (Tv).

Note: parziali: 10-13, 36-23, 49-46; tiri liberi: Bolzano 12/13, Albignasego 13/17.

Ultima del 2015, Albignasego a Bolzano sfida l’Europa

L’ultima gara ufficiale del 2015 riserva all’Albignasego (in foto Luca Roin) una lunga trasferta in Alto Adige. Domenica, alle 18.30, i gialloneri saranno di scena al Pala Mazzali contro l’Europa Bolzano. La squadra altoatesina, che lo scorso anno da neopromossa conquistò la salvezza, viaggia al confine della zona playoffplayout, grazie anche ai due punti d’oro conquistati a Mirano nel turno precedente (67-79).

Rispetto alla passata annata, il roster dell’Europa è stato rafforzato da un unico innesto di lusso: il play ex Piani Bolzano Samuele Vettori. Nel reparto esterni operano anche i riconfermati Federico Bailoni e Jacopo Tobaldi, capaci di fatturare la doppia cifra di media. All’interno dell’area colorata si muove invece il lungo siculo Alessio Basile, chiamato a coprire anche il ruolo lasciato vacante da Dimitri Klyuchnyk, accasatosi in estate all’Unione Basket Padova, il neonato club frutto della sinergia tra Petrarca e Pro Pace Crm Mortise.

Con la sfida di Bolzano si chiuderà l’anno solare dei ragazzi di Maurizio Benetollo, che dopo un’amichevole in programma a Ferrara, durante la pausa natalizia, torneranno in campo il giorno dell’Epifania per il big match del Pala San Lorenzo (ore 18) con l’attuale capolista Jesolo.