Albi-Virtus al memorial Fincato di Limena

Dopo le luci e ombre intraviste al torneo di Solesino, l’Albignasego Basket si sposta verso l’ovest della provincia e l’Alta Padovana per partecipare a un altro quadrangolare con squadre di DnC, C e D Regionale. Stasera, i gialloneri calcano infatti il parquet della palestra Ilaria Alpi di Limena, dove alle 21.15 giocheranno la semifinale del memorial “Luca Fincato” contro la Virtus Padova. Al torneo, aperto per la prima volta alla categoria senior, sono presenti anche i padroni di casa del Limena e la 3P Crm Mortise, che si scontreranno nella prima semifinale in programma alle 19.30, sempre al Pala Alpi di via Verdi.

EX NEROVERDI. Avversaria dell’Albignasego, come detto, sarà la Virtus di coach Massimo Friso, che la scorsa stagione arrivò a un passo alla finale playoff di DnC. Non servono tanti giri di parole o presentazioni per i virtussini, che rappresentano di fatto la prima squadra di Padova a livello nazionale. Tanto più che diversi giocatori e dirigenti albignaseghesi vantano un passato in maglia neroverde: da Giacomo Vizzotto e Davide Cominato a Riccardo Drigo, Nicola Navaglia e Giacomo Rizzi, fino al responsabile tecnico del Pool Toni Paperini e al diesse Massimo Pavan.

LA VIRTUS. In estate la Virtus ha cambiato fisionomia salutando i senatori Davide Andreaus, Manuel Babetto e Francesco Pressanto (tornato proprio a Limena), ma ha mantenuto un nucleo di pura patavinitas, integrando Carlo Alberto Gasparello e il rientrante Filippo Sabbadin (da Cittadella). Anche Limena e 3P, però, fanno affidamento su organici di assoluto spessore, prodotti da una campagna acquisti, che ha portato in dote diversi atleti di categorie superiori. «Si prospettano partite importanti – commenta Andrea Penso – affronteremo una formazione di grande livello, ma anche Limena e 3P si sono attrezzate allestendo un roster all’altezza di una DnC. Mi auguro che i derby possano costituire un motivo d’orgoglio per i miei ragazzi».

  • Le finali si terranno domani (sabato 14 settembre), ancora al palazzetto Alpi, con “finalina” e “finalissima” del quadrangolare prefissate rispettivamente alle 19.30 e 21.15.

(nella foto con il numero “7” il capitano Pietro Scarpa difeso sulla rimessa dal fondo da Nicola Nanti, capitano del Limena)