Articoli

Torna il derby: sabato Albignasego-Limena

Si torna a respirare l’aria del derby sul parquet del Pala San Lorenzo: sabato sera, alle 18.30, è infatti in calendario il confronto tra l’Albignasego Basket e i cugini del Limena. Tra le mura del palazzetto di via Torino, la sfida tutta padovana della C Regionale mancava all’appello dallo scorso aprile, quando i gialloneri di Andrea Penso s’imposero sui ragazzi di Alberto Anselmi acquisendo la matematica certezza dei playoff. Quest’anno, le cose vanno diversamente: entrambe le formazioni navigano nelle zone medio basse della classifica, anche se dall’inizio del girone di ritorno hanno ingranato un’altra marcia infilando quattro vittorie consecutive in cinque partite.

IL TECNICO. «Si affrontano due squadre in salute – conferma Maurizio Benetollo – Entrambe hanno recuperato gli infortunati. Limena ha diversi giocatori con il ventello nelle mani come Nanti, Frusi e Sandrin. Inoltre, troveremo un Lazzarini rientrato già da tre partite, che sta recuperando la forma ottimale. Ma anche sotto canestro i nostri avversari hanno delle prime scelte molto valide. Forse, noi abbiamo qualcosa in più nel reparto lunghi e dovremo essere bravi a sfruttare appieno il gioco interno. È senza dubbio interessante come derby, ma conta soprattutto in termini di classifica. All’andata abbiamo perso di 7 (73-66, ndr), riuscissimo a girare la differenza canestri a nostro favore la vittoria potrebbe valere doppio, se non addirittura di più. Non si tratta di una partita decisiva, anche se chi vince potrà compiere un bel passo avanti».

GLI EX E I CUGINI. Insieme a coach Benetollo, saranno altri due gli ex che animeranno il derby: da un lato il già citato Corrado Lazzarini, dall’altro Giacomo Vizzotto. Senza dimenticare poi il consueto duello tutto in famiglia tra i tre cugini Nanti: i pilastri dell’Albignasego, Marco e Francesco, opposti a Nicola, capitano di lunga data del Limena.

Albignasego è pronto per il derby di Limena

Dopo aver sfruttato il doppio turno casalingo al Pala San Lorenzo, l’Albignasego Basket torna in trasferta per il primo derby stagionale contro il Limena. Si gioca domenica, ore 18, alla palestra “Ilaria Alpi”. Non ci sarà però l’atteso ex Corrado Lazzarini, vittima domenica scorsa a Bussolengo di un grave infortunio al ginocchio. Tecnicamente, le due squadre hanno valori simili in alcune zone del campo e anche la classifica sembra avvalorare questa teoria. Appaiati, a quota 6 punti, gialloneri e gialloblù lottano per le parti nobili della C Regionale comandata proprio dal Bussolengo. Finora, la squadra di Alberto Anselmi, fatta eccezione per l’ultima parentesi con la capolista, ha sempre dimostrato notevole carattere. Due delle tre vittorie in campionato sono infatti maturate nei secondi finali del match e nel tempo supplementare: in casa con il San Giorgio Quinto (70-67) e a Bolzano (79-81).

L’AVVERSARIA. Rispetto alla passata annata, oltre allo staff dirigenziale capeggiato da Armando Laccetti, Limena ha cambiato qualche tassello, inserendo nel roster la guardia Giuseppe Frusi (14.6 punti di media), proveniente da Silea, e il pivot di lunghissima esperienza Leonardo Lago, in uscita da Riese. Il nuovo gruppo è poi stato completato dall’esterno Federico Frizzarin, dal lungo Andrea Rombaldi (entrambi prelevati dal Campo San Martino) e dai giovani del vivaio.

ULTIMI PRECEDENTI. La scorsa stagione, Albignasego si aggiudicò i due scontri diretti, sbancando all’andata Limena (52-70) e confermando l’affermazione anche al ritorno tra le mura amiche (72-66), dopo una grintosa rimonta nella seconda metà di gioco.

Albi-Limena è derby con vista playoff

Coach Penso ama ripetere che «il derby fa storia a sé», ma sabato pomeriggio (ore 18.30), al palasport di via Torino, il match con Limena è uno scontro fratricida determinante per il futuro di entrambe le formazioni. Ad Albignasego mancano soltanto due punti per agganciare i playoff, ma in ballo c’è anche quel quinto posto, che permetterebbe di sfruttare il (presunto) vantaggio del fattore campo casalingo in caso di eventuale “bella” ai quarti di finale. Limena sta pagando a caro prezzo i tanti infortuni e negli ultimi tre turni altrettante sconfitte l’hanno fatta scivolare ai margini della zona playoff. Dietro, Cittadella e Resana, appaiate a quota 22 punti, sgomitano, insediando proprio quella nona posizione, che i limenesi dovranno ora difendere con le unghie e con i denti.

QUINTI. Nonostante il ko inaspettato con la Virtus Lido e il rocambolesco stop di Riese Pio X, i gialloneri hanno mantenuto la quinta posizione in coabitazione con Castelfranco, anche se di fatto la compagine castellana può ancora fregiarsi di una differenza canestri favorevole nel doppio confronto. Anche i ragazzi del duo Penso-Celi dunque hanno bisogno di una vittoria per giocarsi il tutto per tutto con i trevigiani negli ultimi 80’ di regular season.

L’AVVERSARIA. I gialloblù, allenati da Alberto Anselmi, però, sono un gruppo giovane con elementi di categoria superiore come il recuperato Francesco Pressanto e il gigante Federico Peruzzo (213 centrimetri), limitato nel minutaggio da qualche acciacco di troppo. Il capitano Nicola Nanti (cugino dei gialloneri Marco e Francesco ritratto nella foto di Nicolò Rossetto) e l’ex di turno Corrado Lazzarini sono le altre due guardie di ruolo, che spesso finiscono per alternarsi alla regia con Pressanto. In area, invece, Peruzzo è spalleggiato dagli ottimi lunghi ex Petrarca, Marco Properzi e Mattia Carlotto.

FAMELICI. All’andata, gli albignaseghesi in una bulimia di successi misero le mani sul derby (52-70) inanellando la sesta affermazione filata. «Limena ha bisogno di due punti per tirarsi fuori da una situazione rischiosa e verrà ad Albignasego per giocare la partita della vita – assicura Andrea Penso – Dovremo capire chi tra noi avrà più fame, ma sono sicuro che dopo due sconfitte la nostra squadra sarà alquanto affamata».

Albignasego al “Torneo di Natale 3P Crm”

Non si ferma neppure durante le vacanze di fine anno l’Albignasego Basket: il 2013 dei gialloneri culminerà infatti subito dopo Natale e Santo Stefano con la partecipazione al secondo torneo natalizio organizzato dalla 3P Crm Mortise. Quest’anno, la manifestazione, nata per celebrare i 60 anni della Pro Pace, vedrà scendere in campo quattro squadre padovane (nel 2012 era toccato a Virtus Padova, Cittadella e San Bonifacio). Oltre ai padroni di casa della 3P di Maurizio Benetollo e all’Albignasego, prenderanno parte al quadrangolare i cittadellesi, vincitori della passata edizione, e la Pallacanestro Limena.

Venerdì 27 dicembre, ore 21.15, la formazione di Andrea Penso calcherà il parquet del palazzetto San Domenico Savio di via Guido Cardan a Mortise per sfidare in un altro derby il Citta di Andrea Ferraboschi. Prima, però, alle 19.15, debutteranno i locali della 3P Crm, che torneranno ad affrontare nella prima semifinale il Limena di Alberto Anselmi a distanza di qualche mese dal memorial Luca Fincato. Sabato 28, alle 18.30, la finalina per il terzo e quarto posto, mentre a seguire, a partire delle 20.30, la finale, che assegna il trofeo.

– Di seguito il riepilogo del programma-gare, palazzetto San Domenico Savio, Mortise:

  • Venerdì 27 dicembre, ore 19.15: 3P Crm MortisePallacanestro Limena
  • Venerdì 27 dicembre, ore 21.15: Basket CittadellaAlbignasego Basket
  • Sabato 28 dicembre, ore 18.30: finale 3° e 4° posto
  • Sabato 28 dicembre, ore 20.30: finale 1° e 2° posto

Limena-Albignasego è derby tra ex e cugini

È scoccata di nuovo l’ora del derby: domenica, alle 18, l’Albignasego Basket calca il parquet della palestra “Ilaria Alpi” di Limena per un’altra sfida elettrica. Entrambe le formazioni attraversano infatti un periodo positivo, che gli ha permesso di marciare quasi di pari passo. Albignasego e Limena vantano una striscia aperta, rispettivamente di cinque e sei vittorie consecutive. In classifica contano 14 punti a testa, in coabitazione con la Trevigiana, sparring partner (per pura casualità), che ha inaugurato la loro trafila di successi filati. Vi sono pertanto tutti i presupposti per assistere a un match di ottimo livello.

CORRADINI. I precedenti (nella foto d’apertura il match di ritorno del 2012-2013) recenti non giocano a favore dell’Albignasego, che ha perso anche gli ultimi due confronti di fronte ai gialloblù (la passata stagione 68-56 all’andata a Limena e 60-66 nel ritorno del Pala San Lorenzo). Da quest’anno, il quintetto di Alberto Anselmi ha acquisito Corrado Lazzarini, che durante il mercato estivo ha ceduto alle lusinghe del club limenese. Proprio l’ex guardia albignaseghese è uno dei migliori marcatori con 14.8 punti di media, insieme al top scorer Francesco Pressanto (15.6).

TOTEM. Il pacchetto lunghi è imperniato invece sullo scafato Federico Peruzzo (38 anni, 213 centimetri). Padovano di Campo San Martino, Peruzzo non ha certo bisogno di tante presentazioni avendo girato l’Italia tra A e B Dilettanti militando a Marostica, Torre de’ Passeri, Chieti, Gorizia, San Severo, Campli e Teramo.

DERBY NEL DERBY. Altri giocatori noti alle platee patavine della serie C sono Mattia Carlotto e Marco Properzi. Non sarà tuttavia soltanto un derby importante in ottica playoff. La gara di domenica proporrà anche il duello nel duello (tutto in famiglia) fra i tre cugini del nostro basket: Marco, Francesco e Nicola Nanti.

I due cugini Marco e Francesco Nanti in azione

“FRANZ” NANTI. «È una partita tosta – sostiene Francesco – le squadre si conoscono molto bene: oltre a noi cugini, penso ovviamente a Lazzarini, ma anche a Carlotto e Properzi, che sono già scesi in campo contro alcuni dei nostri compagni. Non abbiamo una tradizione favorevole a Limena, ma è pur vero che i tabù sono fatti apposta per essere sfatati. Il pronostico è aperto». Francesco, appena ristabilitosi dalla lussazione al mignolo («ma non era lo stesso dell’anno scorso», precisa), subita guarda caso contro la Trevigiana, è dunque pronto a combattere.

ASSENTI? Probabilmente, non saranno viceversa disponibili Paolo Ortolan, metronomo del gioco limenese, e Pietro Scarpa, che pure scalpita per rientrare. Come detto, il ritorno alla competizione per il capitano di lungo corso dell’Albignasego dovrebbe comunque avvenire nel breve periodo.

Albignasego sperpera, il derby va al Limena

Altro stop per l’Albignasego Basket, battuto tra le mura domestiche dal Felmac Limena nel derby padovano di C Regionale (60-66). In un duello molto serrato, combattuto e giocato su buoni ritmi da entrambe le contendenti, a pochi minuti dall’ultima sirena, i padroni di casa sembravano avere in pugno la vittoria, ma hanno sciupato tutto dilapidando un preziosissimo vantaggio costruito con immane fatica. Alla fine, ha prevalso la costanza di rendimento e la maggiore freschezza dei limenesi, che hanno messo le mani sul derby approfittando della flessione albignaseghese. Adesso, la formazione di Andrea Penso dovrà vincere almeno uno degli ultimi due confronti di regular season, con Hmr Petrarca e Piani Bolzano, per tagliare il benedetto traguardo dei playoff.

SALVEZZA. Comunque vada, Albignasego e Limena, entrambe appaiate a quota 32 punti, sono aritmeticamente salve. Nello sprint verso la post season, però, i gialloblù di Alberto Anselmi possono far leva su un fattore aggiuntivo, ovvero quel vantaggio maturato proprio nei due scontri diretti (all’andata finì 66-56). Nel frattempo, la sfida di sabato sera ha visto i locali arrivare all’ultimo quarto con il fiato corto e la mente offuscata, segno che le assenze di Rizzi e Drigo cominciano a farsi sentire, sia nell’economia di gara che nella gestione complessiva delle rotazioni.

Volpato al tiro, De Agostini tenta di stopparlo

DISTRATTI. In realtà, la partenza ad handicap dei gialloneri non aveva lasciato presagire nulla di buono: Gambarotto, a cui va l’ideale Mvp del match, ha spinto subito avanti i suoi (0-4). Albignasego, apparso un po’ svagato nelle fasi iniziali, ha dovuto battagliare a lungo per il possesso soffrendo a rimbalzo i lunghi ospiti (13-14). Per l’intero secondo quarto, il pubblico del Pala San Lorenzo ha assistito a un intenso punto a punto: 17-16 (Menegolli al 12’), 19-21 (Nicola Nanti al 14’), 25-23 (bomba di Lazzarini al 15’). Tre giochi di prestigio di Marco Nanti mantenevano i gialloneri incollati al Felmac, che provava a scappare affidandosi alle giocate nel pitturato di un incontenibile Volpato. Prima dell’intervallo lungo, Albignasego avanzava di nuovo, grazie a una rimessa con tiro vincente di Marco Nanti, ma era ancora Gambarotto a timbrare il pareggio limenese (35-35).

SBILANCIATI. Nella ripresa, Francesco Nanti, De Agostini e Navaglia, gravidi di falli, aumentavano lo sbilanciamento in termini di peso e altezza sul parquet, obbligando gli albignaseghesi a schierare un quintetto più basso e leggero. Sebbene Menegolli lottasse come un leone sotto le plance, in area Volpato continuava a dettare legge e proprio una sua magia riportava i gialloblù sopra di un possesso (37-40). Tuttavia, una manciata di minuti più tardi, il canestro di Romeres ribaltava la prospettiva restituendo all’Albi il +3 (47-44). Alcune cattive letture dei ragazzi di Penso, permettevano a Limena di ricucire, anche se a 2 secondi e 8 decimi dal termine del terzo quarto “Gas” De Agostini trasformava due liberi importantissimi (53-50).

BUTTATA VIA. Nell’ultimo periodo, dopo l’uscita anticipata di Francesco Nanti al quinto personale, Vizzotto raccattava una carambola offensiva concretizzando il +6 del massimo vantaggio albignaseghese (60-54). Pareva fatta, ma proprio al momento decisivo dell’incontro gli uomini in giallo spegnevano incredibilmente la lampadina beccando nel giro di 5’ un parzialone avversario (12-0). Da quell’istante in poi, l’Albi non segnava più e i gialloblù strappavano un meritato successo (60-66).

Alberto Anselmi

COACH “ANS”. «Siamo matematicamente salvi – osserva Alberto Anselmi – abbiamo centrato il nostro obiettivo stagionale dando spazio ai giovani del nostro vivaio e rendendo protagonisti giocatori come Gambarotto o Ruffa, che venivano dalla promozione con la 3P Crm Mortise. Non abbiamo giocato come nelle ultime gare, dove avevamo segnato circa 80 punti di media. Il break finale? È dipeso soprattutto dalla maggiore intensità e fisicità del Limena. Albignasego è stato condizionato da qualche problema di falli, ma siamo stati bravi a sfruttare i chili e i centimetri sotto canestro di Volpato e Lovisetto. Ora, possiamo qualificarci per i playoff, ma ci aspettano due partite molto difficili in casa con Mirano e a Resana, all’ultima giornata di campionato».

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-FELMAC LIMENA 60-66

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 13, Scarpa 3, Lazzarini 12, De Agostini 7, Nanti F. 8, Menegolli 11, Fabian n.e., Romeres 2, Navaglia 2, Vizzotto 2. All. Penso.

FELMAC LIMENA: Ortolan 7, Padovan, Sandrin, Nanti N. 2, Ruffa 5, Volpato 19, Gambarotto 20, Valentini n.e., Lovisetto 11, Ferrari 2, Bozzolan, Ciucevich n.e. All. Anselmi.

Arbitri: Perocco di Ponzano Veneto (Tv) e Radoni di Roncade (Tv).

Note: parziali: 13-14, 22-21, 20-15, 7-16. Tiri liberi: Albignasego 13/17, Limena 20/28. Tiri da tre: Albignasego 5 (Nanti M., Scarpa, Lazzarini 2, Menegolli), Limena 2 (Ortolan, Gambarotto). Falli di squadra: Albignasego 22, Limena 18. Uscito per 5 falli: Nanti F.

Nella foto, Lazzarini protegge il palleggio dalle mani di Sandrin.