Articoli

Albignasego spegne il fanalino Virtus Lido

L’Albignasego sceso in campo sapendo di dover riscattare la brutta sconfitta subita a Riva del Garda (avversaria che d’ora in avanti creerà serie difficoltà a chiunque) e riscatto è stato.

La Virtus Lido è sì ultima in classifica, ma è una squadra ostica e poi arrivava al Pala Gazzabin con il morale alto dopo la vittoria ottenuta in casa sabato scorso contro il Litorale Nord. Da parte nostra, ricordiamo bene che le partite con le ultime della classe sono le più insidiose e non vanno sottovalutate.

Nella prima frazione di gioco si gioca alla pari (5-5) poi Albignasego scappa ritrovando subito avanti quasi in doppia cifra (14-5). Alla sua seconda partita in panchina (la prima in trasferta), Ragazzi chiama subito minuto per riordinare le idee. In effetti il timoeut porta i suoi frutti, perché perdiamo tre palloni di seguito incassando un parziale (3-9), che riduce le distanze al possesso pieno (17-14). Nel secondo periodo coach Benetollo catechizza i suoi giocatori, che piazzano un parziale di 9-2 (26-16). Fino al termine il distacco oscillerà sempre fra 6 e 8 punti (45-37).

Nel terzo periodo il primo canestro arriva dopo 3’: è Vigna a interrompere l’astinenza e da quel momento Albignasego non sbaglia più allungando fino al +16 con Berto, Marco Nanti, Livio e Vizzotto (61-45).

Il quarto periodo è di puro controllo e consente a Benetollo di ruotare tutti i giocatori presenti in panchina. Da notare la serata di grazia al tiro da tre (12 triple) con mattatore Vizzotto, autore di ben 7 triple (21 punti), ben coadiuvato da Vigna (18) e Livio (12).

Adesso mancano sei giornate alla fine di campionato: tre partite in casa (Riese, Summano e Mirano) e tre partite in trasferta (Conegliano, Litorale Nord e Roncade) contro squadre d’alta classifica. Qui dovremo mostrare il nostro vero valore e capiremo dove possiamo arrivare.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS LIDO 79-65

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 7, Nanti M. 9, Paccagnella 1, Nanti F. n.e., Livio  12, Fabian 2, Berti 3, Gallocchio 6, Vigna 18, Vizzotto 21. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS LIDO: Marzaro 4, Pasqualetto 13, Parisatti, Vianello, Ragazzi G. 13, Stefani 19, Carrer, Mazzarolo 2, Saoner 6, Ciulu 8. All. Ragazzi A.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Niero di Borgoricco.

Note: parziali: 17-14, 28-23, 16-8, 18-20; tiri liberi: Albignasego 4/7, Lido di Venezia 13/17; tiri da tre: Albignasego 12 (Berto, Nanti M., Berti, Gallocchio 2, Vizzotto 7), Lido di Venezia 6 (Pasqualetto, Ragazzi G. Stefani 4); falli di squadra: Albignasego 17, Lido di Venezia 16; fallo antisportivo: Parisatti (17’); uscito per 5 falli: Berto.

 

Albignasego solido con Ponzano, ma poi annaspa a Riva del Garda

Partiamo da questa considerazione: nel girone d’andata dopo cinque giornate di campionato portavamo a casa 4 punti, nel girone di ritorno dopo cinque giornate raccogliamo 8 punti perdiamo solamente contro Verona, prima in classifica giocando anche una buona partita. Sabato è arrivato al Pala Gazzabin il Ponzano, che avrebbe dovuto scendere in campo senza ben tre giocatori squalificati: Alberti, Prandini e Lena, ma la società trevigiana ha fatto ricorso e con la pena sospesa tre giocatori in questione sono regolarmente in campo. Meglio così, perché giochiamo senza alibi e dubbi di nessun genere.

La prima frazione di gioco vede Albignasego prendere subito la partita in mano con una buona circolazione di palla e difesa aggressiva, che obbliga coach Osellame dopo cinque minuti di gioco a chiamare il primo timeout (10-2). Il discorso, però, non cambia e Albignasego scappa a +13 (22- 9).

La musica non muta neppure nella seconda frazione di gioco (31-24), ma qui forse per sufficienza, qualche tiro affrettato e passaggio sbagliato subiamo un parziale (0-7) e Ponzano pareggia con una tripla di Pozzebon (31-31). Timeout obbligato per coach Benetollo, che al rientro in campo porta il suo beneficio: controparziale di 8-2, firmato da Gallocchio, Vigna e Berto (39-33), ma subiamo ancora 4 punti da Alberti (39-37).

Al rientro dagli spogliatoi, il terzo periodo si gioca punto a punto: due i punti al massimo di scarto per entrambe le squadre (56-56). Nell’ultima frazione di gioco si procede sempre a braccetto (60-58), fino a quando nel giro di 2’ Livio e Vizzotto ci riportano a +7 (67-60). Da qui alla fine gestiamo la partita e incassiamo due punti, che valgono doppio avendo entrambi gli scontri diretti con Ponzano a nostro favore.

Pur non disputando una partita impeccabile, abbiamo mostrato impegno e determinazione, senza il nostro capitano Francesco Nanti. Se continuiamo in questo modo potremo toglierci le nostre belle soddisfazioni.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – PONZANO BASKET 72-66

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi n.e., Berto 13, Nanti M. 3, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 13, Fabian, Berti, Gallocchio 3, Vigna 20, Vizzotto 20. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

PONZANO BASKET: Prandini 11, Lena, Pozzebon 6, Alberti 12, Pacchioli n.e., Gatto 15, Cappellazzo, Ricciardi n.e., Alpago 8, Barzan 9, Groppo n.e., Corradini 5. All. Osellame.

Arbitri: Lavarda di Thiene (Vi) e Corrò di Camponogara (Ve).

Note: parziali: 25-16, 14-21, 17-19, 16-10; tiri liberi: Albignasego 15/18, Ponzano 16/21; tiri da tre: Albignasego 7 (Gallocchio, Vizzotto 6), Ponzano 6 (Prandini, Pozzebon 2, Gatto, Alpago, Corradini); falli di squadra: Albignasego 18, Ponzano 16; fallo tecnico: Pozzebon (24’).

 

L’ asse play-pivot (50 punti in due giocatori su 80 segnati) della Virtus Alto Garda mette in crisi l’Albignasego, che non riesce ad espugnare il campo di Riva del Garda. I trentini possono contare per l’occasione sull’innesto del play Nardini (18 punti), che fa impazzire i nostri e che non riusciamo mai a fermare in difesa. Nel primo periodo, Albignasego aveva lasciato la testa ancora in pullman subendo senza reagire (13-2 al 5’). Nel secondo quarto, ci ricordiamo che siamo venuti a fare una partita e non una gita: cominciamo a giocare e un passo alla volta ritorniamo in carreggiata, grazie a un parziale (12-24) con il quale impattiamo (34-34). E allo scadere Berti ci porta al riposo lungo in vantaggio (37-39).

Nella ripresa prevale l’equilibrio, anche se Bernardi è sempre più scatenato. La gara resta in bilico fino al 35’ (69-69); qui, infatti, subiamo un break (11-3) e noi invece di penetrare cercando di andare in lunetta e recuperare spariamo dalla linea dei tre punti senza concludere nulla.

Torniamo a casa sapendo che non abbiamo fatto il nostro dovere e non abbiamo difeso come saremmo stati in grado di difendere. Abbiamo subito 50 punti da due giocatori, ma sappiamo anche che fino ad ora abbiamo fatto delle buone cose e che una giornata storta può anche starci. Dovremo rifarci sabato prossimo quando affronteremo in casa il fanalino di coda Virtus Lido, senza prendere la partita sotto gamba. Perché questi sono in genere gli incroci più pericolosi.

(m.p.)

 

VIRTUS ALTO GARDA – ALBIGNASEGO BASKET 80-72

VIRTUS ALTO GARDA: Hainzl n.e., Nardini 18, Pace, Trivarelli 3, Egidi n.e., Madella n.e., Tobaldi 8, Maci, Lovisotto 10, Bernardi 32, Pastori 9. All. Gabrielli.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi n.e., Berto 13, Nanti M. 12, Paccagnella n.e., Livio 11, Fabian 2, Berti 14, Gallocchio 8, Vigna 8, Vizzotto 4. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Peretti di Verona e Maculan di Grumolo delle Abbadesse (Vi).

Note: progressivi: 22-10, 37-39, 60-60; tiri liberi: Alto Garda 20/30, Albignasego 12/18; tiri da tre: Alto Garda 8 (Nardini, Trivarelli, Tobaldi 2, Lovisotto, Bernardi 3), Albignasego 9 (Berto 2, Berti 4, Gallocchio 2, Vizzotto); falli di squadra: Alto Garda 21, Albignasego 24; usciti per 5 falli: Nanti M. e Vigna.

Albignasego non sbaglia a Resana, il quinto posto è saldo

Terzo successo in quattro giornate per l’Albignasego, che torna a casa con due punti preziosi dalla trasferta di Resana. I gialloneri, che volevano tenere saldo il quinto posto, hanno incrociato una squadra in un momento di difficoltà sia a livello di classifica sia d’infermeria, che andava pertanto presa con le dovute precauzioni. Nel primo periodo vige l’equilibrio, con gli ospiti che terminano comunque sopra di un possesso. Il secondo quarto vede invece Albignasego salire in cattedra dilatando il proprio vantaggio fino al +15, grazie alle giocate di Berto, Marco Nanti, Livio e Vigna.

In avvio di ripresa, Vizzotto e compagni perdono alcuni palloni di troppo e tra il 26’ e 28’ subiscono un parziale trevigiano di 9-0, propiziato da Basso e Pegoraro (47-50). Nella frazione conclusiva, però, i gialloneri tornano a gestire il punteggio, tenendo un margine di vantaggio, che oscillerà tra i quattro e i sei punti. Senza mai perdere il controllo, l’Albignasego incassa dunque i due punti. In ogni caso, la gara non è mai stata messa in discussione. Ottima la gestione di coach Benetollo, che ha permesso alla squadra di non complicarsi mai la vita chiudendo con quattro giocatori in doppia cifra.

Massimo Pavan

 

VIRTUS RESANA – ALBIGNASEGO BASKET 69-76

VIRTUS RESANA: Basso 14, Baldissera 3, Scapinello 13, Campagnaro 12, Pegoraro 7, Peroni n.e., Dainese 6, Olivetto 2, Marcon 5, Bertolo 7. All. Cavalli.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi n.e., Berto 16, Nanti M. 15, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 16, Fabian, Berti 3, Gallocchio 3, Vigna 18, Vizzotto 5. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Crivellaro di Breganze (Vi) e Azzali di Lazise (Vr).

Note: progressivi: 19-21, 21-43, 37-57; tiri liberi: Resana 12/21, Albignasego 20/24; tiri da tre: Resana 7/25 (Basso 4, Pegoraro 2, Baldissera), Albignasego 4/13 (Berto, Berti, Gallocchio, Vizzotto); rimbalzi: Resana 38 (27+11, Campagnaro 10), Albignasego 29 (24+5, Vigna 7); fallo tecnico: Cavalli (12’); fallo antisportivo: Marcon (37’); uscito per 5 falli: Scapinello.

Albignasego ferma la corsa di Murano e aggancia il quinto posto

Come avevamo già accennato, la terza giornata di ritorno del campionato di Serie C Silver ci metteva di fronte ad un avversario, che veniva da ben cinque vittorie consecutive. Murano, quinto in classifica con 18 punti, è sceso in quel di Albignasego con l’intento di portare a casa il sesto sigillo consecutivo e continuare così la sua striscia positiva. I veneziani avevano vinto con squadre blasonate (in ordine Conegliano, Riese, Roncade, Summano e Litorale Nord), ma hanno dovuto fare i conti con un Albignasego, che già all’andata era andato vicino all’impresa sull’isola.

Noi eravamo ancora privi del nostro capitano Francesco Nanti, in panchina per sostenere i suoi compagni, ma eravamo convinti che anche questa volta l’impresa fosse possibile a patto però di giocare di squadra e da leoni in difesa. Iniziamo, a dire il vero, un po’ contratti e al 2’ il tabellone segna 1-6 per Murano. Poi piano piano, però, cominciamo a giocare e al 7’ mettiamo il naso avanti (10-9). Peccato che nel frangente perdiamo troppi palloni e tiriamo quando non serve, subendo un altro parziale di 1-6. La prima frazione termina così 11-15 per Murano.

Nel secondo periodo l’inerzia è favorevole e grazie ai canestri di Vizzotto e Vigna saliamo sul +7 (27-20). Sembra che tutto fili per il verso giusto, quando invece accusiamo un blackout ritrovandoci in un amen di nuovo sotto dopo un controparziale di 2-13, firmato da Vianello, Causin e Rosada (29-33). Dopo l’intervallo lungo, cerchiamo di recuperare le forze e riordinare le idee, ma purtroppo la musica non cambia e alla fine del terzo quarto dobbiamo ancora rincorrere (43-50).

Il divario non è comunque enorme: un passo alla volta, diventiamo sempre più aggressivi e dopo un calo di alcuni giocatori avversari piazziamo un break (16-4) con Vigna, Marco Nanti, Berto e Livio, che indirizza la gara dalla nostra parte (59-54). Negli ultimi minuti, gli ospiti alzano la difesa per rimontare, ma siamo bravi a gestire e a restare lucidi fino in fondo portando a casa una vittoria importante. Si tratta infatti di due punti molto preziosi, che ci permettono di agganciare proprio i lagunari in quinta posizione.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 67-58

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 17, Nanti M. 6, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 14, Fabian 2, Berti 2, Gallocchio, Vigna 15, Vizzotto 11. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Toppan Ledo n.e., Zorzi 3, Causin 16, Rosada 15, Ortolan 4, Fortunati n.e., Sperti 4, Utenti 4, Leyba Marine 2, Vianello 10. All. Romanin.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Rebellato di Crespano del Grappa (Tv).

Note: parziali: 11-15, 18-18, 14-17, 24-8; tiri liberi: Albignasego 15/20, Murano 12/25; tiri da tre: Albignasego 4 (Berto, Vizzotto 3), Murano 6 (Causin, Rosada 3, Vianello 2); falli di squadra: Albignasego 22, Murano 21; fallo antisportivo: Rosada (27’); usciti per 5 falli: Nanti M., Livio e Zorzi.

Albignasego scatenato: Virtus Lido colpita e affondata

Albignasego (nella foto di Giovanni Bevilacqua D’Ambrosi, Alberto Livio) inanella la quarta vittoria consecutiva travolgendo la Virtus Lido e per la terza volta in quattro giornate supera quota 90 punti segnati. Ancora costretta a rinunciare a Marco Nanti in cabina di regia, la truppa giallonera continua a beneficiare della vena della sua pattuglia di esterni con Berto, Berti e Gallocchio sugli scudi. In doppia cifra anche Francesco Nanti e Vigna.

Al Lido di Venezia, gli ospiti hanno messo subito il naso avanti nel primo quarto (20-27), dilatando il margine oltre le 20 lunghezze già all’intervallo lungo (34-55). Nella seconda metà di gara, però, Nanti e compagni non si accontentavano di gestire dilagando fino al +29 alla fine del terzo parziale (48-77). L’ultimo quarto diventava utile soltanto a fini statistici e per rimpinguare il bottino personale. Sabato prossimo, ore 18.30, al Pala Gazzabin, Albignasego dovrà testare un banco di prova importante contro la Vigor Conegliano.

 

VIRTUS LIDO – ALBIGNASEGO BASKET 65-92

VIRTUS LIDO: Ragazzi A. 7, Marzaro 2, Pasqualetto 3, Ragazzi G. 21, Vianello 7, Ramazzotto, Stefani, Salerno 4, Carrer 2, Mazzarolo 6, Ciulu 9, Marella F. 4. All. Marella M.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 4, Berto 17, Paccagnella, Nanti F. 14, Livio 6, Fabian 2, Berti 14, Gallocchio 11, Vigna 16, Vizzotto 8. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Dal Bello di Castello di Godego (Tv) e Gavagnin di Marcon (Ve).

Note: progressivi: 20-27, 34-55, 48-77; tiri liberi: Lido 11/26, Albignasego 4/7; tiri da tre: Lido 4 (Ragazzi A., Pasqualetto, Ragazzi G., Vianello), Albignasego 14 (Berto 3, Nanti F. 2, Berti 4, Gallocchio 3, Vizzotto 2).

Albignasego vede la luce: prima vittoria in campionato con la Virtus Resana

Dopo tre giornate di campionato, Albignasego muove la propria classifica incamerando i primi due punti della stagione, al termine di un incontro dall’andamento imprevedibile contro la Virtus Resana. Al Pala Gazzabin, la tensione palpabile dei primissimi minuti di gioco ha condizionato entrambe le squadre, che hanno iniziato a basso ritmo segnando praticamente con il contagocce. Il primo break di marca trevigiana (8-18) scuoteva i gialloneri, bravi a ricucire lo strappo nel secondo periodo culminato con il sorpasso in prossimità dell’intervallo lungo (27-26).

Dopo una terza frazione equilibrata (17-15), i padroni di casa prendevano il comando delle operazioni pervenendo al +11. Resana, però, non mollava colmando il gap in un amen. La gara veniva così decisa a 2’ dalla sirena: una spettacolare rimessa a tutto campo di Vizzotto lanciava Berti in un contropiede solitario, che valeva il +5; in seguito, da un recupero difensivo e una difesa compatta di squadra, scaturivano i due liberi di Berto (nella foto di Ilaria Malerba), che blindavano a doppia mandata la prima vittoria dei ragazzi di Maurizio Benetollo.

«È stata una partita molto combattuta – commenta il tecnico giallonero – Nel primo quarto, Resana ha trovato facilmente la via del canestro. Poi però siamo riusciti a mettere i nostri avversari in difficoltà con cambi di difesa, alternando zona e uomo. Avevamo raggiunto la doppia cifra di vantaggio a 5’ dal termine, ma hanno saputo attaccare bene la nostra zona, con un paio di bombe di Peroni e facendo valere anche la fisicità a rimbalzo di Marcon. Nel finale, però, siamo riusciti a costruire dei giochi importanti con Livio, Vizzotto, Vigna e Berti, che ci hanno permesso di rimettere il naso avanti. Vincere era fondamentale. Averlo fatto con una prestazione di squadra e senza Marco Nanti, in una situazione di oggettiva difficoltà dove eravamo corti con le guardie, fa sicuramente morale».

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS RESANA 66-59

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 11, Paccagnella n.e., Nanti F. 12, Livio 11, Fabian n.e., Berti 12, Gallocchio, Vigna 10, Vizzotto 10. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS RESANA: Tessarin 2, Miatello 2, Bisinella, Nalesso 3, Scapinello 20, Campagnaro 3, Pegoraro, Peroni 13, Dainese 4, Olivetto, Marcon 12. All. Cavalli.

Arbitri: Frigo di Montagnana (Pd) e Pallaoro di Trento.

Note: parziali: 12-19, 15-7 (27-26), 17-15 (44-41), 22-18 (66-59); tiri liberi: Albignasego 8/14, Resana 9/14; tiri da tre: Albignasego 6/23 (Vizzotto 3, Berti 2, Nanti F.), Resana 4/22 (Peroni 2, Scapinello 2).

Albignasego rimonta, ma non completa l’opera a Murano

Non si muove ancora la classifica dell’Albignasego, sconfitto anche a Murano nella terza giornata del campionato di C Silver. Sull’isola muranese, i gialloneri sono stati ad un passo dal compiere un’autentica impresa: dopo aver rincorso per 40’, la squadra di Benetollo era riuscita a colmare un deficit piuttosto consistente, ma nel finale di gara la rimonta non è andata in porto.

Dopo una prima metà di gioco molto equilibrata (34-29), i padroni di casa sono scappati a inizio ripresa issandosi a +9 alla fine terzo parziale (55-46). Nell’ultima frazione, però, arrivava la reazione degli ospiti, che rosicchiavano punto su punto riportandosi a stretto contatto. Murano, che fino ad allora aveva sempre fatto l’andatura, ha iniziato a vacillare.

Nell’ultimo minuto di gioco, il testa a testa tra le due contendenti veniva deciso da un episodio a soli 11’’ dalla sirena: senza bonus a disposizione, sul 69-68 a favore dei locali, Albignasego era costretto a forzare i tempi, perdendo malamente il possesso. Berti commetteva fallo antisportivo e la mano dei muranesi tremava dalla lunetta tenendo ancora in vita i gialloneri. Da uno scippo da rimessa, però, il cronometro non concedeva più tempo all’ultimo disperato tentativo di Nanti e compagni (nella foto sopra Alberto Livio).

«Nell’ultimo quarto eravamo entrati dentro la partita – commenta rammaricato Maurizio Benetollo – Peccato perché avevamo l’inerzia dalla nostra parte. Purtroppo non siamo riusciti a concretizzare quell’attacco a 11 secondi dal termine. Pur disputando una buona partita, abbiamo perso troppi palloni e questo è un aspetto sul quale dobbiamo assolutamente migliorare».

 

VIRTUS MURANO – ALBIGNASEGO BASKET 69-68

VIRTUS MURANO: Zorzi 9, Causin 18, Rosada 4, Saoner 4, Sperti 3, Utenti 4, Frison 16, Ragazzi n.e., Fortunati 11, Pavanello n.e., Vianello. All. Romanin.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 2, Berto 11, Nanti M. 12, Nanti F. 13, Livio 13, Fabian, Berti 5, Gallocchio, Vigna, Vizzotto 12. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Tondato di Susegana (Tv) e Corrò di Camponogara (Ve).

Note: parziali: 16-12, 18-17 (34-29), 21-17 (55-46), 14-22 (69-68); tiri liberi: Murano 9/23, Albignasego 7/11; tiri da tre: Murano 5 (Zorzi, Causin 2, Frison 2), Albignasego 5 (Berto, Berti, Vizzotto 3); fallo tecnico: Causin (6’), Romanin (30’); fallo antisportivo: Nanti M. (11’), Rosada (20’), Berti (40’); falli di squadra: Murano 10, Albignasego 18.

Albignasego rimedia un ko al debutto, il Cus Trento si aggiudica i primi due punti

Parte in salita il campionato 2016-2017 dell’Albignasego. Dalla lunga trasferta in Trentino, i gialloneri tornano a casa a mani vuote, lasciando i primi due punti della stagione al Cus Trento. Con le rotazioni accorciate dalle assenze di Mauro Belinazzi e Giacomo Paccagnella e dalla rinuncia a Luca Fabian rimasto soltanto in panchina, la formazione di Maurizio Benetollo ha tenuto bene il ritmo nella prima metà di gioco (29-37), ma è poi incappata in una lunga serie di errori al tiro a cronometro fermo (39% complessivo) patendo la maggior freschezza e aggressività difensiva degli universitari, che sono riusciti a ribaltare il risultato nella terza frazione, conservando la testa della gara fino allo scadere.

Dopo aver preso le misure in avvio con una tripla di Berti (13-18), gli ospiti erano cresciuti progressivamente nel secondo periodo, grazie a un parziale (0-11) propiziato a 2’ dalla pausa lunga,  da Livio e Berto (29-37). Al rientro dagli spogliatoi, Albignasego dava la sensazione di restare in controllo (35-41 e 42-46), ma era invece il Cus a replicare tra il 27’ e 28’ con un controbreak (11-1).

Sotto di 6 lunghezze (53-47), Nanti e soci trovavano comunque la forza per limare il disavanzo al solo possesso (59-56 al 36’). A 1’ e 50’’ dalla sirena, però, la rincorsa veniva stoppata ancora una volta dal solito tallone d’Achille dei tiri liberi: sul 61-59, era infatti un 2/6 dalla lunetta a spegnere definitivamente ogni velleità di rimonta e a condannare i gialloneri alla sconfitta.

 

CUS TRENTO – ALBIGNASEGO BASKET 68-61

CUS TRENTO: Bailoni 19, Ricci n.e., Bonelli 7, Bojovic n.e., Montanarini 2, Valer, Zago 5, Dalla Vecchia n.e., Bijedic 20, Bazzan 3, Ciotoli 10, Agostini 2. All. Eglione.

ALBIGNASEGO BASKET: Berto 11, Nanti M. 6, Nanti F. 7, Livio 19, Fabian n.e., Berti 12, Gallocchio, Vigna 6, Vizzotto. All. Benetollo, viceall. Gabaldo e Pavan.

Arbitri: Azzali di Lazise (Vr) e Peretti di Verona.

Note: parziali: 15-18, 14-19 (29-37), 24-10 (53-47), 15-14 (68-61); tiri liberi: Trento 13/19, Albignasego 9/23; tiri da tre: Trento 7 (Bailoni 3, Bonelli, Zago, Bijedic 2), Albignasego 3 (Berto 2, Berti); falli di squadra: Trento 26, Albignasego 21; uscito per 5 falli: Nanti M.

Alberto Livio rinnova con l’Albignasego. Nicola Nanti, Filippo Rizzi e Luca Roin salutano i gialloneri

Tra le numerose conferme per la stagione 2016-2017 se ne aggiunge un’altra molto attesa in casa dell’Albignasego Basket: nel roster per la serie C Silver 2016-2017 rientrerà infatti anche l’ala forte Alberto Livio. Nonostante avesse ricevuto diverse proposte da società di C Silver e C Gold, il giocatore veneziano, classe 1991, ha scelto di restare ad Albignasego, dove a fine agosto inizierà la sua terza stagione consecutiva in maglia giallonera. Dopo tre annate a Spinea e due a Mestre, Livio ha saputo imporsi nel gruppo guidato coach Maurizio Benetollo (in seguito al subentro a Giovanni Pellecchia), come uno dei migliori interpreti della categoria.

Alberto Livio (Foto Bonalore)

Alberto Livio (Foto Bonalore)

Nelle due annate padovane, ha viaggiato sempre in doppia cifra, chiudendo da top scorer della squadra anche nell’ultimo campionato regionale (13.3 punti di media a gara) con un massimo di 25 contro la Cestistica Verona in regular season e 24 in gara-1 della semifinali playoff a Treviso. Ad Albignasego il suo apporto rappresenterà un plus, un valore aggiunto, grazie al quale la società giallonera punta a riconfermarsi nell’impegnativo campionato di C Silver ristretto a 15 formazioni.

La conferma di Livio va a delineare un organico, che deve tuttavia registrare alcune uscite. Hanno infatti intrapreso altri percorsi tre protagonisti dello storico traguardo delle finali playoff, conquistate alla fine dello scorso maggio. La dirigenza albignaseghese rivolge un saluto e un in bocca al lupo a Nicola Nanti, Filippo Rizzi e Luca Roin, nell’auspicio che le loro strade in futuro possono incrociarsi nuovamente a quelle dell’Albignasego.

Albignasego ha le mani gelate dalla lunga, a Dueville gara-1 delle finali

Sospinto da un tifo molto caloroso e rumoroso, lo Sportschool Dueville sigla l’1-0 nelle finali playoff di C Silver, regolando un Albignasego incappato nella classica giornata negativa al tiro a lunga gittata. Senza Mink, il suo centro di riferimento che ha salutato la squadra prima delle semifinali per motivi di lavoro, la formazione di Bortoli sfrutta appieno tutte le proprie armi tenendo sempre alta l’intensità per quasi tutti i 40’. Gli ospiti, invece, finiscono per avvitarsi su se stessi, soffrendo la pressione avversaria e sparando troppo a salve dietro la linea dei tre punti (2/22). Mancava Mink, ma la sua assenza è passata quasi inosservata, perché Sinicco ne ha fatto perfettamente le veci. A differenza degli esterni gialloneri, il lungo vicentino ha dimostrato anche un’invidiabile e inaspettata mano calda: 8 dei suoi 14 punti sono stati infatti il frutto di due triple e un tiro dalla media, che risulteranno decisivi nell’economia dell’incontro.

LA PARTITA. Albignasego è sempre stato costretto a rincorrere i padroni di casa, trovando il suo primo e unico vantaggio nell’abbrivio del match grazie a un Livio efficace vicino a canestro (13-14). Dal libero del pari di Marco Nanti (22-22), però, Dueville sorpassava (18-14) per tenere la testa avanti fino allo scadere (57-49). L’equilibrio, però, non si è mai realmente infranto. Dopo l’intervallo lungo (29-25), i vicentini avanzano a +7 alla fine del terzo periodo (42-35), issandosi in doppia cifra a 5’ dal termine (48-37), ma gli albignaseghesi non si sono dati per vinti. A 42’’ dalla sirena, Nanti e compagni costruivano un piccolo break rientrando a -4 (52-28). Sul fallo sistematico, però, Dueville era chirurgico dalla lunetta (5/6) e intascava il primo punto della serie.

 

IL RITORNO. Mercoledì, ore 21, al Pala Gazzabin sarà già ora di gara-2. Animata da un gran spirito di rivalsa, la squadra di Benetollo è fermamente intenzionata a trascinare i biancorossi alla bella, in programma domenica prossima (ore 18) ancora sul campo berico.

 

SPORTSCHOOL DUEVILLE – ALBIGNASEGO BASKET 57-49

SPORTSCHOOL DUEVILLE: Trevisan, Ronzani 6, De Marco 7, Frigo 1, Caneva, Perin 7, Finello n.e., Forner 6, Cervo, Shcherbyna 14, Fontana 2, Sinicco 14. All. Bortoli.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 1, Nanti N., Roin 8, Paccagnella n.e., Rizzi 5, Nanti F. 13, Livio 13, Fabian 2, Berti 1, Gallocchio, Vizzotto 6. All. Benetollo.

Arbitri: Castello di Sarcedo (Vi) e Pinna di Salgareda (Tv).

Note: parziali: 18-14, 11-11 (29-25), 13-10 (42-35), 15-14 (57-49); tiri liberi: Dueville 11/13, Albignasego 9/16; tiri da tre: Dueville 4 (De Marco, Perin, Sinicco 2), Albignasego 2 (Vizzotto); falli di squadra: Dueville 20, Albignasego 24; usciti per 5 falli: De Marco, Nanti M. e Nanti N.