Articoli

Albignasego doma Murano: ai playoff sarà ancora sfida ai laugnari

Termina con un bel successo la regular season dell’Albignasego: nell’ultima giornata di C Silver, Nanti e compagni impongono lo stop alla terza forza del campionato, chiudendo il proprio bilancio stagionale in perfetta parità con il 50% di vittorie e sconfitte. Già certo dei playoff, Albignasego è sceso in campo con Murano per giocarsi il sesto posto, spuntandola in rimonta nel quarto conclusivo (29-11) dopo aver essere finito sotto in doppia cifra verso il tramonto del terzo periodo (9-21).

Cominciata a rilento con un quarto iniziale, che fatturava appena 19 punti, la gara ha stentato a decollare nel primo tempo. Si è segnato con il contagocce su entrambi i lati del campo: l’unico canestro nei primi 7’ di gioco per i padroni di casa porta la firma di Francesco Nanti (2-8). A dare la stura all’attacco di casa sono Nicola Nanti e Fabian con una tripla (7-12). Lentamente, Albignasego trova il ritmo in attacco (16-14), anche se concede troppi spazi all’offensiva ospite (16-19). Sul parquet, dopo una lunga assenza, si rivede anche Pippo Rizzi. Al suo rientro il numero 10 in giallo si presenta subito con cinque punti consecutivi, che aprono la scatola della difesa veneziana (26-22).

Dall’altra parte, però, Zorzi continua a seminare avversari realizzando in arresto e tiro (26-26). Murano può contare anche sul gigante Leyba Marine nel pitturato (28-31), dove Francesco Nanti e Livio arrivano puntualmente al raddoppio (33-33). Ma sono tre tiri dall’arco di fila griffati Frison (2) e Sartor a creare il primo importante break della partita (35-44).

Al via dell’ultima frazione, i gialloneri ripartono dal -10 (35-45). Qui, altri sette punti consecutivi di Rizzi, frutto anche di un siluro da distanza siderale, restituiscono fiducia ai ragazzi di Benetollo, ricucendo lo strappo al pieno possesso (42-45). È Marco Nanti a salire in cattedra, trovando prima in penetrazione il -1 (44-45) e poi il sorpasso dalla lunetta (46-45). Sempre il play albignaseghese realizza in seguito anche il +5 (50-45). Leyba Marine interrompe un parzialone di 15-0 (50-47), ma il tiro dalla lunga di Vizzotto e ancora Marco Nanti proiettano al +8 (55-47).

Murano resta in piedi grazie al solito Frison, riportandosi a distanza di un possesso (55-52). Si decide tutto nell’ultimo giro di lancette: Marco Nanti mantiene la freddezza dalla linea della carità, riaprendo la forbice sulle 8 lunghezze (61-53), Frison accorcia ancora con una bomba (61-56), ma sul fallo sistematico Marco Nanti conserva ancora la lucidità al tiro da fermo (3/4) chiudendo i conti (64-56).

Si tratta tuttavia di una vittoria di Pirro: le contemporanee affermazioni di Virtus Resana a Cittadella (79-90) e Benetton Treviso con Europa Bolzano (80-54) “retrocedono” infatti l’Albignasego in ottava posizione. Al quarto di finale playoff, l’abbinamento sarà quindi proprio con Murano, seconda testa di serie. Gara-1 verrà disputata il prossimo weekend in casa dei lagunari. Il ritorno è invece previsto nell’infrasettimanale del Pala Gazzabin. L’eventuale bella è in programma nel fine settimana successivo sull’isola muranese.

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 64-56

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 16, Nanti N. 7, Roin 2, Paccagnella n.e., Rizzi 12, Nanti F. 9, Livio 12, Fabian 3, Berti, Gallocchio, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Zorzi 10, Ragazzi n.e., Vian 2, Pranzo 6, Sartor 6, Parisatti 2, Frison 17, Leyba Marine 11, Crivellari 2, Vianello, Bottaro n.e. All. Bettera.

Arbitri: Parisi di Padova e Montagnoli di Cologna Veneta (Vr).

Note: parziali: 7-12, 26-24, 35-45; tiri liberi: Albignasego 15/17, Murano 5/12; tiri da tre: Albignasego 5 (Rizzi 2, Nanti F., Fabian, Vizzotto), Murano 7 (Pranzo 2, Sartor, Frison 4); falli di squadra: Albignasego 15, Murano 21.

Albignasego coraggioso: gialloneri vicini al colpo grosso a Jesolo

Impresa soltanto sfiorata per l’Albignasego nel fortino inviolato del Pala Cornaro di Jesolo. I ragazzi di Benetollo accarezzano a lungo il sogno del colpaccio in casa della formazione dominatrice indiscussa del campionato e neopromossa in C Gold, salvo poi cedere alla veemente rimonta jesolana nell’ultimo parziale di gioco (32-14). Supportato da Francesco Nanti, Livio e Berti, Gallocchio (foto) al suo high score stagionale con 12 punti, frutto di 4 tiri dalla lunga, ha illuso i suoi dando fuoco alle polveri nel terzo quarto (9-29).

Erano stati gli ospiti a fare l’andatura anche nei primi minuti dell’incontro pervenendo al +7 con una tripla di Vizzotto e il centro di capitan Nanti (10-17 al 7’). Jesolo risponde con Ruffo e Matteo Maestrello tornando a contatto alla fine del primo periodo (22-23). E proprio in questo frangente, i locali conquistano l’inerzia della gara, ribaltando la prospettiva alla fine del secondo periodo (38-31) per poi andare al riposo lungo con un comodo vantaggio doppia cifra (42-31).

Al rientro dagli spogliatoi, però, la partita cambia fisionomia. I gialloneri serrano le maglie difensive rosicchiando punto su punto fino a ricucire lo strappo al possesso (48-46). Spinto dalle bombe di Gallocchio, Albignasego riesce a sorpassare (48-51) toccando il +9 alla fine della terza frazione con un altro siluro dello stesso Gallocchio (51-60).

Nanti e compagni devono tuttavia fare i conti con la reazione rabbiosa dei padroni di casa, che nei 10’ finali piazzano un primo break mortifero (14-3), rimettendo il naso avanti a 5’ dallo scadere (65-64). Albignasego trova ancora la forza per controbattere trasformando dalla lunetta con Berti (2/3), dopo un fallo subìto (1/2) e un tecnico fischiato a coach Guerra (68-70). Ma entrati negli ultimi due giri di lancette, i tiri pesanti di Munaretto, Ambrosin e Ruffo spengono definitivamente le velleità giallonere (77-71). Sul fallo sistematico, la mano di Ruffo non trema mai (4/4) e Jesolo può dunque coronare nel migliore dei modi la sua entusiasmante stagione mantenendo anche l’imbattibilità casalinga.

Benetton Treviso permettendo, Albignasego (già sicuro dei playoff) dovrà ora vincere l’ultimo match di regular season della C Silver al Pala Gazzabin contro Murano, ma per accedere agli spareggi promozione da quinta testa di serie dovrà sperare anche in un favore del Cittadella. I cugini gialloviola ospiteranno infatti Resana, che nel frattempo ha battuto Solesino issandosi solitaria al sesto posto. Per esigenze di contemporaneità, tutte le gare verranno disputate alle ore 20.30 di sabato 30 aprile.

 

BASKET CLUB JESOLO – ALBIGNASEGO BASKET 83-74

BASKET CLUB JESOLO: Munaretto 7, Lucchetta 3, Dal Maso 4, Ambrosin 20, Maestrello M. 12, Cia 2, Maestrello N. 9, Di Marzo n.e., Visentin n.e., Ruffo 18, Bassetto n.e., Delle Monache 8. All. Guerra.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M., Nanti N., Roin 4, Paccagnella n.e., Nanti F. 15, Livio 20, Fabian, Berti 18, Gallocchio 12, Vizzotto 5. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Libralesso di Morgano (Tv) e Maculan di Grumolo delle Abbadesse (Vi).

Note: parziali: 22-23, 42-31, 51-60; tiri liberi: Jesolo 15/21, Albignasego 11/22; tiri da tre: Jesolo 7 (Munaretto, Lucchetta, Ambrosin 3, Maestrello M., Ruffo), Albignasego 9 (Nanti F. 2, Berti 2, Gallocchio 4, Vizzotto); falli di squadra: Jesolo 22, Albignasego 20; fallo tecnico: Delle Monache (31’) e Guerra (36’); uscito per 5 falli: Delle Monache.

Lotta aperta per il sesto posto playoff: sabato Albignasego è in missione a Jesolo

Dopo aver agganciato aritmeticamente i playoff, Albignasego (nella foto Francesco Nanti) deve ora salvaguardare il sesto posto. Appaiati in classifica a Resana, i gialloneri precedono virtualmente i trevigiani per effetto degli scontri diretti favorevoli, ma il calendario delle ultime due giornate di regular season si presenta decisamente difficile per i ragazzi di Maurizio Benetollo, chiamati ad affrontare una proibitiva trasferta a Jesolo e ospitare infine Murano. Resana riceverà invece un Solesino già retrocesso per poi chiudere a Cittadella. La lotta per la sesta posizione vede coinvolta anche la Benetton Treviso, attardata di 4 lunghezze dal tandem Albignasego-Resana, ma con una partita casalinga da recuperare mercoledì 27 aprile contro la Virtus Lido. Prima e dopo il recupero infrasettimanale, i giovani verdi trevigiani saranno impegnati in questo weekend a Roncade e in seguito alla Ghirada contro Bolzano.

Intanto, sabato sera alle 20.30, Albignasego dovrà compiere una vera e propria impresa per battere la corazzata Jesolo, ancora imbattuta tra le mura amiche del Pala Cornaro. Neopromossa in C Gold, dopo essere stata ammessa in estate dalla D Regionale, la formazione lagunare ha perso soltanto due gare nel corso del suo trionfale campionato. L’ultimo ko è maturato proprio sabato scorso a Mirano (74-71) nella tredicesima giornata di ritorno, interrompendo una lunga serie di vittorie iniziata proprio dalla tredicesima d’andata con i miranesi. In occasione del match con gli albignaseghesi, la società presieduta da Ugo Cavallin ha intenzione di festeggiare ancora una volta la promozione davanti ai propri tifosi. Starà ad Albignasego riuscire nell’intento di guastarle la festa.

Albignasego ancora al Pala San Lorenzo per il derby con Solesino

Per la seconda settimana consecutiva, l’Albignasego (in foto Marcello Berti) scende in campo al Pala San Lorenzo. Davanti ai propri sostenitori, sabato, alle 18.30, i gialloneri dovranno interrompere una striscia negativa lunga tre giornate nell’incrocio tutto padovano con i cugini del Solesino. Da un derby all’altro: l’ultima vittoria in ordine cronologico dei ragazzi di Benetollo risale infatti proprio al derby di Cittadella dello scorso 13 febbraio. Dall’affermazione nella città murata, è iniziata la discesa albignaseghese coincisa con tre battute d’arresto consecutive (due delle quali in casa) rimediate con Virtus Lido (73-78), Litorale Nord (71-61) e Mirano (52-58). Limitato da infortuni e acciacchi di vario tipo, che hanno colpito diversi elementi del quintetto base (su tutti i lunghi Nanti e Livio), Albignasego dovrà ora riuscire a ricompattarsi, superando le difficoltà dell’ultimo mese contro un’avversaria alla disperata ricerca di un successo scaccia-crisi.

QUI SOLESINO. Reduce da sette stop di fila, anche Solesino non vince dal derby di Cittadella (57-60), disputato a inizio gennaio. Era la prima giornata di ritorno della C Silver e da quel momento la buona sorte non ha più arriso alla formazione di Maurizio Ventura, che ha perso quasi tutti i restanti confronti sempre per un’inezia. Domenica scorsa è arrivato l’ultimo beffardo ko con lo Sportschoool Dueville, maturato al termine di una gara condotta fino all’ultimo minuto (75-76). Nonostante il filotto di sconfitte, la squadra gialloblù ha però dimostrato di possedere buone qualità all’interno proprio roster. Soprattutto sugli esterni, dove operano con profitto le guardie Diego Fiorin, Nicola Braggion e Luca Vit, miglior marcatore solesinese. Nel pitturato, invece, agisce il cubano Osniel Carol Menendez, che fa quasi reparto da solo assistito dai giovani Giulio Gasparetto e Davide Serain.

QUI ALBIGNASEGO. In settimana, i gialloneri hanno sostenuto uno scrimmage contro il Roncaglia (girone Verde, serie D). Vizzotto e soci si sono imposti per 65-47 sul gruppo, composto dagli ex Penso, Rizzi, Taffara e Navaglia. Parziali e progressivi: 20-14, 12-11 (32-25), 24-10 (56-35), 9-12 (65-47).

Terzo ko per l’Albignasego, freddato anche da Mirano

Terzo stop consecutivo per l’Albignasego, che al Pala San Lorenzo deve cedere il passo a un motivatissimo Mirano alla sua terza vittoria di fila. Per i ragazzi di “Chuck” Benetollo, ancora alle prese con i postumi degli infortuni occorsi nel reparto lunghi a Francesco Nanti e Livio, una prestazione sottotono dell’intero collettivo, che ha palesato una condizione fisica approssimativa da parte di quasi tutti i suoi elementi. Rianimato dal maggiore equilibrio in regia apportato dall’ex reyerino Mihalic, Mirano sbanca con merito Albignasego, piazzando il colpo del ko nella ripresa.

I gialloneri hanno mantenuto la testa della gara soltanto nei primi 15’ di gioco: chiuso il primo quarto sopra di 5 lunghezze (18-13), i veneziani sono passati a condurre operando il break (0-9) a metà secondo periodo. Sul 27-21, dopo uno 0/2 in lunetta di Roin, gli ospiti mettevano infatti il naso avanti (27-30), andando al riposo lungo sul +4 (29-33). Da quel momento, Nanti e compagni erano costretti a rincorrere gli avversari fino allo scadere, senza tuttavia mai riuscire a coronare la propria rimonta.

Sotto di 7 (38-45) al via degli ultimi 10’, i padroni di casa scendevano fino a -9 (41-50) prima di provare a rientrare. In attacco, il più produttivo era Berti (7 punti nell’ultimo quarto): suo il canestro in contropiede del -5 (48-53) e la tripla del -4 (52-56) a una trentina di secondi dal termine, che riaccendeva le speranze locali. Riacquistato il possesso in difesa, Albignasego si affidava al suo tiro dalla distanza anche in una delle ultime azioni dell’incontro, ma la bomba del possibile -1 questa volta si stampava sul ferro.

A 11 secondi e 7 decimi dalla sirena, Vizzotto doveva spendere il fallo, che spediva un implacabile Scaramuzza sulla linea della carità (52-58). Avanzava ancora il tempo per provare qualche tiro dalla disperazione, ma le conclusioni dall’arco di Marco Nanti e ancora di Berti si infrangevano contro l’anello.

Un finale amaro per l’Albignasego, che dilapida l’ennesima occasione e mette in dubbio la sua permanenza in zona playoff, proseguendo il trend negativo iniziato dopo il derby di Cittadella. Sabato prossimo, alle 18.30, i gialloneri saranno chiamati al riscatto ospitando in un altro derby padovano il Solesino.

 

ALBIGNASEGO BASKET – PALLACANESTRO MIRANO 52-58

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 8, Roin 5, Paccagnella n.e., Rizzi 2, Nanti F. 6, Livio 7, Fabian 2, Berti 13, Gallocchio, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

PALLACANESTRO MIRANO: Mihalic 9, Negri 2, Scaramuzza 5, Salmaso n.e., Laggia n.e., Casarin A. 6, De Gobbi n.e., Casarin F. 3, Tasca 13, Gambato n.e., Serena 13, Ranzato 7. All. Girotto.

Arbitri: Montagnoli di Cologna Veneta (Vr) e Scandaletti di Padova.

Note: parziali: 18-13, 29-33, 38-45; tiri liberi: Albignasego 5/12, Mirano 14/19; tiri da tre: Albignasego 5 (Nanti M., Nanti N. 2, Berti, Vizzotto), Mirano 6 (Mihalic, Casarin F., Casarin A. 2, Tasca 2); fallo tecnico: Berti (37’).

I gialloneri tentano l’allungo con Lido

Sull’onda della vittoria nel derby di Cittadella, l’Albignasego Basket (nella foto Marcello Berti) potrà ora provare a sfruttare un nuovo impegno casalingo per allungare il passo in classifica. Sabato, alle 18.30, i gialloneri ricevono al Pala San Lorenzo la Virtus Lido. All’andata, la formazione lagunare si impose su Nanti e compagni, al termine di un match molto combattuto, deciso soltanto dopo un tempo supplementare (81-78). All’overtime, i ragazzi di coach Giangaspero sono riusciti a spuntarla anche nell’ultimo turno di campionato, regolando di misura Mirano tra le mura amiche del Pala Olivi (86-85). Ben cinque gli uomini in doppia cifra tra i veneziani: Cipolato (15), Rosada (15), Mazzarolo (18), Zanatta (18) e Bonivento (15).

L’AVVERSARIA. Squadra molto pericolosa dal perimetro, ma non profondissima, la Virtus Lido ha perso terreno cammin facendo dalle primissime posizioni. Qualche episodio sfortunato e alcune gare girate male, l’hanno fatta scivolare ai margini della zona playout. Il roster, però, specie sugli esterni, vale i playoff con l’eccellente duo di tiratori Bonivento-Zanatta una spanna sopra tutti. Sul quintetto lidense, si può quindi scommettere per un finale di stagione in crescendo. Nel frattempo, però, Albignasego dovrà far rispettare il fattore campo per tenere il ruolino di marcia delle ultime giornate e continuare a visualizzare nel mirino il quinto posto di Dueville.

Arbitrano Andrea Pellizzon di Noale (Ve) e Andrea Niero di Borgoricco (Pd).

Albignasego firma l’impresa nel derby di Cittadella

Un Albignasego in forma smagliante si aggiudica anche il terzo derby stagionale espugnando il fortino di Cittadella. Ancora orfano di Livio e Francesco Nanti, bloccati da problemi alla schiena, i gialloneri compiono l’impresa in casa dei cugini gialloviola gettando letteralmente il cuore oltre l’ostacolo. I ragazzi di Benetollo, che hanno condotto per ampi tratti, sono riusciti a spuntarla solo nel finale, dopo aver subìto la rimonta cittadellese nell’ultimo periodo. Per tre quarti, gli ospiti hanno infatti mantenuto il comando delle operazioni, ma complice anche la stanchezza dovuta alla sforzo profuso sono giunti alla fine con il fiato un po’ corto. Dal canto suo, Cittadella non ha mai mollato restando aggrappato alla partita anche quando la vittoria sembrava avesse ormai preso la via di Albignasego.

OUT FRANCESCO NANTI. Nonostante la pesante defezione di Francesco Nanti sotto le plance (già in mattinata aveva avvertito dolore alla schiena), la formazione ospite è riuscita a limitare l’impatto offensivo dei lunghi avversari difendendo forte su Lovisetto e Tosetto. È la difesa a fare la differenza nella prima metà di gara, ma anche Vizzotto che chiude i suoi primi 20’ di gioco tirando con un 6/8 dalla linea dei tre punti. Dopo la partenza sprint (10-22), i gialloneri hanno tenuto alto il ritmo andando al riposo lungo avanti di 13 lunghezze (29-42). Vantaggio, rimasto quasi immutato anche nel terzo periodo (29-42), ma dilapidato nell’ultima frazione, quando Cittadella, sospinto soprattutto da D’Incà e Beda, riusciva a colmare il gap.

SORPASSO E CONTROSORPASSO. A 4’ dallo scadere, dopo aver impattato, i locali piazzavano anche la zampata del sorpasso portandosi avanti di tre lunghezze. Qui, però, Albignasego aveva una reazione d’orgoglio, grazie alla quale riprendeva la testa della gara per non mollarla più fino alla sirena (70-75).

LO SCOUT. Oltre a Vizzotto (top scorer dell’incontro con 25 punti e 6 bombe), che ha coperto anche lo spot di ala forte alternandosi a Gallocchio (2 triple), altre note di merito vanno ascritte a Roin (20 punti, foto) e Rizzi (12 rimbalzi e 5 recuperi).

Coach Benetollo

IL COMMENTO. «Seppur con notevole difficoltà, siamo riusciti a portare a casa una vittoria importante – commenta Maurizio Benetollo –. Tutta la squadra ha fatto bene, dimostrando una gran voglia di vincere. Abbiamo giocato una partita veramente intensa. Nell’ultimo quarto, la stanchezza si è fatta sentire: avevamo perso l’inerzia e Cittadella ci aveva superato, ma siamo stati bravi a pareggiare subito i conti e conservare un margine di 5 punti fino alla fine».

PROSSIMA GARA. Lunedì, Francesco Nanti e Livio si sottoporranno a risonanza magnetica per accertare l’entità dell’infortunio alla schiena. L’auspicio è che non sia nulla di grave e che i due lunghi possano tornare presto in campo. Per i gialloneri, ora l’appuntamento è fissato a sabato prossimo (ore 18.30) per il match casalingo con la Virtus Lido.

 

BASKET CITTADELLA – ALBIGNASEGO BASKET 70-75 

BASKET CITTADELLA: Policastri, Todesco, D’Incà 15, Zaniolo, Beda 9, Pierobon, Tosetto 13, Pressanto A., Pressanto F. 22, Lovisetto 11. All. D’Onofrio.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 1, Nanti N. 9, Roin 20, Rizzi 6, Nanti F., Fabian 2, Vieno, Berti 6, Gallocchio 6, Vizzotto 25. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Sandu di Ponzano Veneto (Tv) e Tadic di Pergine Valsugana (Tn).

Note: parziali: 10-22, 29-42, 46-58; tiri liberi: Cittadella 17/22, Albignasego 10/18; tiri da tre: Cittadella 5 (Pressanto F. 3, D’Incà 2), Albignasego 11 (Vizzotto 6, Gallocchio 2, Nanti N., Roin, Berti); uscito per 5 falli: Nanti M. (35’).

Sabato è derby a Cittadella per i gialloneri

Scocca ancora l’ora del derby padovano in C Silver. Sabato sera, alle 21, l’Albignasego è ospite del Cittadella per una sfida dal sapore playoff. Nonostante le difficoltà, in casa albignaseghese è forte la convinzione di poter fare bene, soprattutto in una stracittadina che potrebbe costituire un crocevia significativo del campionato. Entrambe le squadre si presentano all’appuntamento, reduci da un periodo altalenante sotto il punto di vista del gioco e dei risultati, ma con la volontà comune di trovare maggiore continuità per chiudere la regular season nella parte alta della classifica. In ambo i casi, il recente frangente negativo ha avuto come denominatore comune gli infortuni e le condizioni precarie di alcuni elementi: da una parte Livio, Rizzi, Francesco e Marco Nanti; dall’altra, prima D’Incà (fra i migliori realizzatori gialloviola assieme a capitan Tosetto con quasi 12 punti di media) e poi Baracchini (strappo), Toniato (pubalgia) e Corredig (frattura al malleolo), tutti assenti nell’ultima gara vinta a Mirano (79-88). Finora, nessuna delle due formazioni è riuscita ad aggiudicarsi più di tre partite in sequenza. Il momento migliore della stagione per i ragazzi di Benetollo coincise proprio nel girone d’andata, quando battendo i cugini del Citta inanellarono la loro terza vittoria consecutiva.

I PRECEDENTI. Fu un match che Nanti e compagni condussero dal secondo quarto in avanti, toccando anche le 16 lunghezze di vantaggio per poi contenere nel finale il rientro cittadallese (73-63). L’ultimo confronto nella città murata, datato dicembre 2014, vide invece uscire sconfitti i gialloneri al fotofinish, con l’ultimo tiro dell’incontro preso da Vizzotto (foto), che girò beffardamente attorno all’anello senza gonfiare la retina (74-73).

Albignasego fa sua una vittoria che vale doppio con Resana

Tiene il ruolino di marcia casalingo l’Albignasego Basket. I ragazzi di “Chuck” Benetollo centrano la decima vittoria stagionale, imponendosi nello scontro diretto in ottica playoff sulla Virtus Resana. In classifica, i gialloneri agganciano proprio i trevigiani al sesto posto, portandosi peraltro sul 2-0 nel computo dei confronti diretti. Senza Livio, dolorante alla schiena, l’Albignasego si è presentato all’appuntamento con Rizzi (foto) in dubbio fino all’ultimo per un fastidio al tallone d’Achille e Marco Nanti ancora convalescente dopo la ferita al volto rimediata contro il Cus Trento, ma ha approcciato alla sfida con determinazione, prendendo le distanze già nella frazione iniziale. Un break di 15-0, alimentato dalle bombe di Francesco Nanti (vicino alla doppia doppia con 10 punti e 9 rimbalzi) e Vizzotto ha infatti segnato l’andamento del match (22-8). Nei due quarti di mezzo (25-21 il parziale), i padroni di casa hanno potuto gestire il vantaggio, mostrando una notevole abnegazione difensiva, che ha concesso ben pochi margini di rientro alla formazione ospite. Toccato il +18, il divario si è attestato intorno alle 15 lunghezze, grazie anche all’ottimo lavoro a rimbalzo svolto da Rizzi (12 carambole). Dall’altra parte Resana, orfana di Cecchinato, ha avuto un sussulto d’orgoglio nell’ultimo quarto (12-20), ma pur aggiudicandosi alla resa dei conti il duello a rimbalzo non è mai riuscita a rimettere in discussione il risultato.

Il diesse Massimo Pavan

IL COMMENTO. «Abbiamo disputato una partita molto importante in difesa, infliggendo uno scarto consistente ai nostri avversari in un incontro a basso punteggio. – riflette coach Benetollo – La squadra ha tirato bene da tre, ma dovremo migliorare le percentuali di tiro dalla media. Anche se non eravamo particolarmente allenati, come contro la Cestistica Verona la difesa ha fatto la differenza: siamo riusciti a mettere l’intensità giusta per affrontare questo genere di gare».

LA DEDICA. Società, tecnici e giocatori tenevano particolarmente a vincere con Resana per dedicare il successo al direttore sportivo Massimo Pavan, ricoverato da una settimana in ospedale per problemi di natura cardiaca. Rivolgendo a Massimo gli auguri di pronta guarigione, la squadra giallonera lavorerà sodo nei prossimi giorni per arrivare preparata all’atteso derby con il Cittadella, in programma sabato (ore 21) nella città murata.

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS RESANA 59-49

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 4, Nanti N., Roin 6, Paccagnella, Rizzi 8, Nanti F. 10, Fabian 5, Vieno 3, Berti 8, Gallocchio, Vizzotto 15. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS RESANA: Casati 12, Scapinello 6, Miatello, Campagnaro 7, Marcon 16, Nalesso 2, Basso 4, Bisinella 2, Tessarin, Olivetto. All. Cavalli.

Arbitri: Nati di Vicenza e Radoni di Roncade (Tv).

Note: parziali: 22-8, 34-18 (12-10), 47-29 (13-11), 59-49 (12-20); tiri liberi: Albignasego 5/11, Resana 8/22; tiri da tre: Albignasego 10/28 (Vizzotto 3, Berti e Nanti F. 2., Rizzi 2, Vieno), Resana 1/13 (Marcon); rimbalzi: Albignasego 34 (28+6), Resana 47 (34+13).

Al S. Lorenzo l’Albi fronteggia Roncade

Al rientro nel fortino di via Torino, sabato alle 18.30, l’Albignasego Basket si trova di fronte al Roncade. La formazione trevigiana è una delle matricole della C Silver, che ha maggiormente impressionato nel girone d’andata. Staccati di due sole lunghezze in graduatoria dai gialloneri, meno di due settimane fa i ragazzi di Fabrizio Geromel hanno firmato il colpaccio, sbancando il palazzetto Atleti Azzurri d’Italia di Cavallino Treporti (64-74).

La scorsa giornata, Roncade è riuscito a spuntarla di misura sul Mirano dopo una gara molto tirata (71-70), confermando di attraversare un grande momento di forma, iniziato in seguito a un ko in rimonta – curiosamente con il medesimo risultato – a Cittadella (71-70). La squadra della Marca, che prima della rinuncia alla categoria nella stagione 2011-2012 militava in DnB, ha conservato l’organico, che la scorsa annata ha conquistato la promozione diretta in serie C.

Un roster composto da alcuni giocatori di livello superiore, il cui faro è sicuramente il veterano Omar Visentin (’79). Una cospicua dose d’esperienza proviene anche in cabina di regia dall’ex play della 3P Crm Mortise, Antonio “Toto” Butera (’86) tra i fautori di una miracolosa salvezza in DnC della truppa condotta proprio da Maurizio Benetollo. A rendere solido il Roncade, però, sono anche il lungo Matteo Davanzo (’89) e l’ex guardia del Petrarca Andrea Pavan (’88), giocatore di striscia tra i più degni interpreti del ruolo.

Arbitrano Andrea Pellizzon di Noale (Ve) ed Emiliano Marignoni di Trento.