Articoli

Albignasego spegne il fanalino Virtus Lido

L’Albignasego sceso in campo sapendo di dover riscattare la brutta sconfitta subita a Riva del Garda (avversaria che d’ora in avanti creerà serie difficoltà a chiunque) e riscatto è stato.

La Virtus Lido è sì ultima in classifica, ma è una squadra ostica e poi arrivava al Pala Gazzabin con il morale alto dopo la vittoria ottenuta in casa sabato scorso contro il Litorale Nord. Da parte nostra, ricordiamo bene che le partite con le ultime della classe sono le più insidiose e non vanno sottovalutate.

Nella prima frazione di gioco si gioca alla pari (5-5) poi Albignasego scappa ritrovando subito avanti quasi in doppia cifra (14-5). Alla sua seconda partita in panchina (la prima in trasferta), Ragazzi chiama subito minuto per riordinare le idee. In effetti il timoeut porta i suoi frutti, perché perdiamo tre palloni di seguito incassando un parziale (3-9), che riduce le distanze al possesso pieno (17-14). Nel secondo periodo coach Benetollo catechizza i suoi giocatori, che piazzano un parziale di 9-2 (26-16). Fino al termine il distacco oscillerà sempre fra 6 e 8 punti (45-37).

Nel terzo periodo il primo canestro arriva dopo 3’: è Vigna a interrompere l’astinenza e da quel momento Albignasego non sbaglia più allungando fino al +16 con Berto, Marco Nanti, Livio e Vizzotto (61-45).

Il quarto periodo è di puro controllo e consente a Benetollo di ruotare tutti i giocatori presenti in panchina. Da notare la serata di grazia al tiro da tre (12 triple) con mattatore Vizzotto, autore di ben 7 triple (21 punti), ben coadiuvato da Vigna (18) e Livio (12).

Adesso mancano sei giornate alla fine di campionato: tre partite in casa (Riese, Summano e Mirano) e tre partite in trasferta (Conegliano, Litorale Nord e Roncade) contro squadre d’alta classifica. Qui dovremo mostrare il nostro vero valore e capiremo dove possiamo arrivare.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS LIDO 79-65

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 7, Nanti M. 9, Paccagnella 1, Nanti F. n.e., Livio  12, Fabian 2, Berti 3, Gallocchio 6, Vigna 18, Vizzotto 21. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS LIDO: Marzaro 4, Pasqualetto 13, Parisatti, Vianello, Ragazzi G. 13, Stefani 19, Carrer, Mazzarolo 2, Saoner 6, Ciulu 8. All. Ragazzi A.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Niero di Borgoricco.

Note: parziali: 17-14, 28-23, 16-8, 18-20; tiri liberi: Albignasego 4/7, Lido di Venezia 13/17; tiri da tre: Albignasego 12 (Berto, Nanti M., Berti, Gallocchio 2, Vizzotto 7), Lido di Venezia 6 (Pasqualetto, Ragazzi G. Stefani 4); falli di squadra: Albignasego 17, Lido di Venezia 16; fallo antisportivo: Parisatti (17’); uscito per 5 falli: Berto.

 

Albignasego ferma la corsa di Murano e aggancia il quinto posto

Come avevamo già accennato, la terza giornata di ritorno del campionato di Serie C Silver ci metteva di fronte ad un avversario, che veniva da ben cinque vittorie consecutive. Murano, quinto in classifica con 18 punti, è sceso in quel di Albignasego con l’intento di portare a casa il sesto sigillo consecutivo e continuare così la sua striscia positiva. I veneziani avevano vinto con squadre blasonate (in ordine Conegliano, Riese, Roncade, Summano e Litorale Nord), ma hanno dovuto fare i conti con un Albignasego, che già all’andata era andato vicino all’impresa sull’isola.

Noi eravamo ancora privi del nostro capitano Francesco Nanti, in panchina per sostenere i suoi compagni, ma eravamo convinti che anche questa volta l’impresa fosse possibile a patto però di giocare di squadra e da leoni in difesa. Iniziamo, a dire il vero, un po’ contratti e al 2’ il tabellone segna 1-6 per Murano. Poi piano piano, però, cominciamo a giocare e al 7’ mettiamo il naso avanti (10-9). Peccato che nel frangente perdiamo troppi palloni e tiriamo quando non serve, subendo un altro parziale di 1-6. La prima frazione termina così 11-15 per Murano.

Nel secondo periodo l’inerzia è favorevole e grazie ai canestri di Vizzotto e Vigna saliamo sul +7 (27-20). Sembra che tutto fili per il verso giusto, quando invece accusiamo un blackout ritrovandoci in un amen di nuovo sotto dopo un controparziale di 2-13, firmato da Vianello, Causin e Rosada (29-33). Dopo l’intervallo lungo, cerchiamo di recuperare le forze e riordinare le idee, ma purtroppo la musica non cambia e alla fine del terzo quarto dobbiamo ancora rincorrere (43-50).

Il divario non è comunque enorme: un passo alla volta, diventiamo sempre più aggressivi e dopo un calo di alcuni giocatori avversari piazziamo un break (16-4) con Vigna, Marco Nanti, Berto e Livio, che indirizza la gara dalla nostra parte (59-54). Negli ultimi minuti, gli ospiti alzano la difesa per rimontare, ma siamo bravi a gestire e a restare lucidi fino in fondo portando a casa una vittoria importante. Si tratta infatti di due punti molto preziosi, che ci permettono di agganciare proprio i lagunari in quinta posizione.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 67-58

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 17, Nanti M. 6, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 14, Fabian 2, Berti 2, Gallocchio, Vigna 15, Vizzotto 11. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Toppan Ledo n.e., Zorzi 3, Causin 16, Rosada 15, Ortolan 4, Fortunati n.e., Sperti 4, Utenti 4, Leyba Marine 2, Vianello 10. All. Romanin.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Rebellato di Crespano del Grappa (Tv).

Note: parziali: 11-15, 18-18, 14-17, 24-8; tiri liberi: Albignasego 15/20, Murano 12/25; tiri da tre: Albignasego 4 (Berto, Vizzotto 3), Murano 6 (Causin, Rosada 3, Vianello 2); falli di squadra: Albignasego 22, Murano 21; fallo antisportivo: Rosada (27’); usciti per 5 falli: Nanti M., Livio e Zorzi.

Super Berto affonda il Litorale, dopo Summano Albignasego concede il bis

Albignasego si lascia alle spalle le due battute d’arresto consecutive con Riese e Roncade pareggiando i conti con la doppia affermazione a spese di Summano e Litorale Nord.

 

ALBIGNASEGO BASKET – LITORALE NORD 74-60

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 29, Nanti M. n.e., Paccagnella n.e., Nanti F. 7, Livio 12, Fabian, Berti 10, Gallocchio, Vigna 8, Vizzotto 8. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

LITORALE NORD: Vendramini, Komadina 10, Costa n.e., Crestani 5, Montino 4, Battagliarin n.e., Guisse 16, Ostan 6, Agostinetto 10, Coassin 9. All. Teso.

Arbitri: Sandu di Ponzano Veneto (Tv) e Lenzo di Galzignano Terme (Pd).

Note: progressivi: 24-11, 43-28, 52-50; tiri liberi: Albignasego 8/13, Litorale 8/16; tiri da tre: Albignasego 6 (Berto 3, Berti, Vizzotto 2), Litorale 4 (Crestani, Ostan 2, Coassin); falli di squadra: Albignasego 16, Litorale 20; usciti per 5 falli: Livio, Komadina, Crestani; fallo tecnico: Crestani e Agostinetto (8’), Komadina (37’).

 

La cronaca/commento della vittoriosa trasferta di Summano

Se vittoria doveva essere vittoria è stata. Dovevamo dimostrare di giocare di squadra e squadra è stata. Arrivavamo da due sconfitte consecutive con Riese (fuori casa) e Roncade (in casa), dove non avevamo brillato in nessuna delle due partite. Questa settimana dovevamo giocare fuori casa contro una squadra dove fino ad ora in casa aveva perso solo una volta e che aveva anche due punti in più in classifica. Abbiamo vinto agganciando Summano in classifica e superandolo per effetto dello scontro diretto. Siamo partiti senza Marco Nanti (sarà assente fino alla Epifania per il solito problema al polpaccio) e quindi sapevano che avremmo dovuto soffrire e restare uniti.

Giochiamo una buona pallacanestro: facciamo girare palla serviamo i nostri lunghi, che sono in serata di grazia e andiamo avanti anche di 16 lunghezze (20-36 al 14’). Poi cala il buio assoluto e non vediamo più la luce del canestro per oltre 6’. Pensavamo di ritornare al film visto nelle partite precedenti. E invece dopo il riposo lungo (qualche strigliatina da parte del coach Benetollo in spogliatoio) e i primi minuti di gioco ancora di sofferenza muoviamo il punteggio un libero di Francesco Nanti. A questo punto, la partita procede con punteggi, che variano di pochi punti fino al +5 per Summano (51-46 al 28’).

Qui dovevamo reagire altrimenti la gara si sarebbe messa su binari diversi: abbiamo difeso in modo più aggressivo e abbiamo giocato gli attimi finali punto a punto. A 1’ 30’’ dal termine, Summano impattava con 1 su 2 di Reese (65-65) e all’ultimo giro di lancette abbiamo subito su fallo sistematico di Summano e un antisportivo, che ha portato in lunetta Berto (65-67, nella foto di Giovanni Bevilacqua-D’Ambrosi), il quale ha poi chiuso il discorso sempre dalla linea della carità (67-71).

Un plauso a tutti giocatori e allenatori: abbiamo rivisto il vero Albignasego. Speriamo sia di buon auspicio per le prossime partite con Litorale Nord in casa e Mirano in trasferta prima della pausa natalizia. Un’ultima parola vorrei spenderla a favore del duo arbitrale che secondo me ha diretto la partita bene.

Massimo Pavan

 

BASKET SUMMANO – ALBIGNASEGO BASKET 67-71

BASKET SUMMANO PIOVENE: Delgado Dos Santos 4, Felix Paulino 2, Bordignon, Filippini 13, Agnolin, Testolin, Ceresara, Reese 28, Borgo 6, Rossi, Stella 14. All. Miotti.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 17, Paccagnella n.e., Nanti F. 13, Livio 16, Fabian, Berti 7, Gallocchio 5, Vigna 10, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Baldo di Albaredo d’Adige (Vr) e D’Andrea di Peschiera del Garda (Vr).

Note: parziali: 16-24, 16-12, 19-13, 16-22; tiri liberi: Summano 13/20, Albignasego 20/28; tiri da tre: Summano 4 (Reese 3, Stella), Albignasego 7 (Berto, Nanti F. 2, Berti 2, Gallocchio, Vizzotto); falli di squadra: Summano 23, Albignasego 13; fallo antisportivo: Borgo (40’).

Albignasego, due giornate no: doppio ko, a Riese e in casa con Roncade

Dopo le cinque vittorie consecutive, Albignasego sperava di continuare la serie invece contro Riese è arrivata una sconfitta contro una squadra, che gli addetti ai lavori riferiscono sia una pretendente al salto di categoria. Albignasego non aveva certo brillato e sabato sera in casa ha dovuto cedere ancora contro Roncade disputando una pessima partita, sotto i suoi standard abituali, segnando solo 48 punti. Personalmente, ho visto una squadra spenta senza la necessaria forza per reagire.

Le attenuanti vanno ricercate nella settimana di preparazione alla gara, in cui la squadra si è allenata in ranghi ridotti: Sebastiano Berto (nella foto di Giovanni D’Ambrosi-Bevilacqua) ha sostenuto soltanto l’allenamento di venerdì per un infortunio al polpaccio, Marco Nanti non ha mai potuto partecipare agli allenamenti con la squadra per il solito problema al polpaccio, che lo ha tenuto fermo per molto tempo anche la scorsa stagione, mentre Francesco Nanti non era al massimo della forma a causa di un influenza intestinale.

Adesso bisogna ritrovare quella serenità interiore che ci porti a lavorare al meglio in palestra. Sperando di recuperare gli infortunati. Anche perché non credo che siamo quelli visti nelle ultime due partite di campionato. Abbiamo stoffa e talento e i giocatori lo devono dimostrare in questi momenti di difficoltà. Ci aspettano le ultime tre giornate del girone di ritorno contro squadre agguerrite, ma alla nostra portata: Summano in trasferta, Litorale Nord in casa e Mirano di nuovo al Pala Gazzabin.

Forza ragazzi! Forza Albignasego!!

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – BASKET RONCADE 48-63

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 2, Berto 13, Nanti M. n.e., Paccagnella n.e., Nanti F. 10, Livio 4, Fabian, Berti 6, Gallocchio, Vigna 4, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

BASKET RONCADE: Visentin 9, Butera 12, D’Amelio, Moro 17, Bettin M. 12, Seno 2, Guerra, Bettin L. 4, Martinelli 7, Benedet, Fava, Davanzo n.e. All. Geromel.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe (Pd) e Scandaletti di Padova.

Note: progressivi: 16-16, 23-35, 37-44; tiri liberi: Albignasego 5/12, Roncade 9/15; tiri da tre: Albignasego 7 (Berto 2, Berti 2, Vizzotto 3), Roncade 3 (Moro, Bettin M. 2); falli di squadra: Albignasego 19, Roncade 14; fallo antisportivo: Vigna (32’).

 

THE TEAM RIESE – ALBIGNASEGO BASKET 67-48

THE TEAM RIESE: Buratto 13, Camazzola N. 14, Francescato 12, Dissegna 7, Camazzola M. 6, Polo 6, D’Incà 4, Tosetto 3, Annibale 2, Baccin. All. Sonda.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 10, Nanti M. 1, Paccagnella, Nanti F. 10, Livio 9, Fabian, Berti 2, Gallocchio 2, Vigna 12, Vizzotto 2. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Bernini di Lonigo (Vi) e Lavarda di Thiene (Vi).

Note: parziali: 24-18, 15-8 (39-26), 12-9 (51-35), 16-13 (67-48); tiri da tre: Riese 6 (Camazzola N. 4, Dissegna, Buratto), Albignasego 0; uscito per 5 falli: Livio.

Sabato sera a Resana una trasferta insidiosa per l’Albignasego

Sabato sera, alle 21, l’Albignasego Basket andrà a giocare in trasferta, visitando il campo della Virtus Resana. Negli anni scorsi, la sfida ai trevigiani è sempre concisa con il confronto, con l’ex tecnico giallonero, Toni Mormile. Da quest’anno, non sarà più così, dato che la società della Marca ha chiuso in estate un lungo ciclo ricco di soddisfazioni con coach Mormile (accasatosi a Feltre), affidando la guida tecnica a Massimo Cavalli.

Anche il roster presenta diversi volti nuovi. I primi ad approdare al sodalizio trevigiano sono stati l’ala forte Paolo Zanatta (’92) da Caorle, la guardia Matteo Scapinello (’90) da Riese e Giacomo Nalesso (’97), scuola Reyer, che l’anno scorso ha disputato il campionato Under 19 DnG con il Leoncino Mestre. Da Castelfranco, si è trasferito a Resana l’ex storico capitano Nevio Miatello, a cui si è aggiunto, sempre da Riese, Mattia Olivetto (’90) al ritorno nella propria società d’origine.

Il fiore all’occhiello della campagna acquisti è stato però Edoardo Cecchinato, guardia che la passata annata ha vestito il bianconero del Petrarca in C Nazionale, giunto nel Trevigiano per rimpiazzare il mancato innesto di Zanatta. Il cerchio si è chiuso infine nei primi giorni di settembre con un ulteriore rinforzo di lusso: Andrea Casati, 23enne guardia, proveniente dalla C Nazionale di Olginate (Lecco).

L’Albi piega Riese: salvezza raggiunta

Ha dovuto patire non poco l’Albignasego per aver ragione di Riese, fanalino di coda della C Regionale. Come avevamo anticipato in fase di presentazione della partita, la formazione trevigiana si rivela avversaria ostica per i gialloneri, che riescono a spuntarla solamente dopo aver rimontato un disavanzo di 14 lunghezze (31-45 al 19’). Grazie a questa vittoria e al contemporaneo successo di misura da parte di Mirano a Bolzano (56-57), Albignasego raggiunge matematicamente il primo importante obiettivo stagionale della salvezza, quando mancano tre giornate al termine della regular season.

PRIMO TEMPO. È stato un match dai due volti quello dell’Albi Basket. “Chuck” Benetollo, già costretto a rinunciare a capitan Scarpa (in panchina per uno stiramento alla coscia), nei primi 10’ dell’incontro perde anche Francesco Nanti, colpito da una gomitata allo zigomo e poi recatosi all’ospedale durante l’intervallo lungo. L’approccio molle dei padroni di casa agevola in principio gli ospiti: dopo la bomba di Vizzotto al 6’ (16-16), Riese passa a condurre con Scapinello e Sy (23-28). Nel secondo quarto, due canestri di Cecchinato riavvicinano gli albignaseghesi (27-28), ma da quel momento in poi prende il sopravvento il gruppo trevigiano, che avanza ancora con Scapinello e l’ex Petrarca Mojsovski (27-32) fino a prolungare il break ancora con Scapinello e Niass al +14 (31-45), che in pratica pone fine alla prima metà di gioco (32-45).

Alberto Livio in lunetta. Nell'ultimo minuto di gioco, Albignasego ha registrato uno 0/7 ai liberi

SECONDO TEMPO. Dopo la strigliata di Benetollo negli spogliatoi, Albignasego rientra in campo più aggressivo e convinto, stringendo le maglie in difesa. Al 27’ la penetrazione di Roin dimezza il divario a -7 (43-50); la tripla di Vizzotto e una palla recuperata da Berti, bravo a realizzare in contropiede allo scadere della terza frazione, permettono di mettere il naso avanti per la prima volta (55-54). Nell’ultimo quarto i locali mantengono una buona intensità difensiva fermando l’attacco trevigiano per oltre 5’. Le penetrazioni di Roin, Vizzotto e Marco Nanti (sopra mentre sfrutta un blocco portato da Alberto Livio) mettono una luce di 7 punti (61-54) dalla squadra di Cavalli, che lotta però fino all’ultimo anche contro il tempo, ricorrendo al fallo sistematico per bloccare il cronometro. A 1’ 39’’ dalla sirena, i gialloneri viaggiano sul +9 (68-59), ma nell’ultimo giro di lancette rimedieranno uno 0/7 dalla lunetta, che tiene virtualmente aperta la contesa. Basta, però, per tenere a distanza di sicurezza Riese e stringere in pugno una sofferta vittoria.

  • Dopo la sosta per la Santa Pasqua, sabato 11 aprile (ore 21), Albignasego visiterà il difficile campo di Castelfranco per alimentare il sogno-playoff.

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-BASKET RIESE 71-61

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 14, Scarpa n.e., Roin 19, Ferro, Nanti F. 3, Livio 8, Fabian 2, Berti 6, Caraffa, Cecchinato 4, Navaglia 5, Vizzotto 10. All. Benetollo, viceall. Pavan.

BASKET RIESE: Olivetto, Polo 3, Fortunati F. 7, Niass 4, Scapinello 18, Baccin, Sy 18, Lucietti, Buratto 9, Bernardi, Mojsovski 2, Dankway Osei. All. Cavalli.

Arbitri: Mazzali di Gazzo Veronese (Vr) e Conte di Verona.

Note: parziali: 23-28, 9-17 (32-45), 23-9 (55-54), 16-7 (71-61); tiri liberi: Albignasego 11/24, Riese 9/17; tiri da tre: Albignasego 6 (Nanti M., Roin 2, Nanti F., Vizzotto 2), Riese 2 (Polo, Scapinello); falli di squadra: Albignasego 21, Riese 22; uscito per 5 falli: Mojsovski.

Via al rush finale: sabato Albignasego-Riese

Parte dal confronto casalingo con Riese, la volata playoff dell’Albignasego Basket (nella fotoa a lato Marco Nanti porta il pallone). Manca ancora la certezza matematica della salvezza ai gialloneri, a cui dovrebbe bastare una vittoria nelle ultime quattro gare di campionato. L’impegno di sabato (ore 18.30) al Pala San Lorenzo di fronte al fanalino di coda della C Regionale nasconde molte più insidie di quanto reciti la classifica. Riese, che conta in attivo soltanto quattro successi, ha finora raccolto molto meno di ciò che avrebbe meritato. Una delle quattro affermazioni, la prima della stagione, è maturata all’andata proprio contro Albignasego (63-55), che dovrà a maggior ragione prestare attenzione all’avversaria.

L’AVVERSARIA. La scorsa giornata, ha ceduto tra le mura amiche al Bussolengo (57-72) disputando un ottimo secondo tempo (29-24 il parziale favorevole). A brillare è stata la luce di Matteo Scapinello (18 punti), ben coadiuvato da Stefano Buratto (9) e dal senegalese Daouda Sy (8), che rappresentano il collante di una squadra molto giovane, con l’età media più bassa del campionato. Nel gruppo, allenato da coach Massimo Cavalli, i più “anziani” sono infatti Isaac Dankwa Osei (’85) e Talla Niass (’88).

QUI ALBIGNASEGO. L’Albi, reduce dalla sfortunata trasferta con la Cestistica Verona, è determinato a prendersi i due punti sfuggiti in terra scaligera per cominciare con il passo giusto lo sprint di questo scorcio finale di regular season, che oltre al prossimo impegno di Castelfranco riserverà il derby interno con Cittadella e lo scontro diretto a Mirano.

Albignasego ferma la marcia della Vigor

Prosegue con una bella vittoria sulla Vigor Hesperia Conegliano il cammino verso la zona salvezza-playoff dell’Albignasego Basket. Al Pala San Lorenzo, i ragazzi di Benetollo raccolgono ancora i due punti, intascando il quarto risultato utile consecutivo tra le mura domestiche. In una partita molto intensa e combattuta, la sterzata arriva nei 10’ finali grazie alle giocate sull’asse Luca Roin-Francesco Nanti, ma anche per merito di una difesa a zona, che manda fuori giri l’attacco trevigiano sbarrando ogni varco a canestro. Albignasego si appresta ora ad affrontare l’ultimo impegnativo scorcio di campionato: nelle ultime cinque giornate, i gialloneri sono attesi ad altri due incontri sul campo amico, contro Riese e Cittadella, e a tre trasferte con Verona, Castelfranco e Mirano, determinanti per il suo destino in post season.

1° QUARTO. Dopo una tripla in avvio di Cescon, i padroni di casa si sbloccano infilando un break (8-0) interrotto però dal gioco da tre punti dello stesso Cescon (8-6 al 5’). E sempre Cescon non fa in tempo a sorpassare con una bomba, che Albignasego piazza un altro parziale (10-0) chiuso dal tiro pesante di Vizzotto (18-9). Lo spauracchio Mattiello timbra i suoi primi punti del match dalla lunetta, ma è un altro tiro dall’arco di Marco Bortolini a riavvicinare gli ospiti (22-16) con i locali avanti di 5 lunghezze alla fine del primo periodo (23-18).

2° QUARTO. Nei primi 5’ la gara vive di strappi e controstrappi (28-24), ma è una palla sanguinosa persa da una rimessa in attacco a regalare nuovamente il vantaggio a Conegliano (28-29 al 15’). Per uscire dal pressing trevigiano, occorrono i siluri di Berti (31-29) e Scarpa (35-29). Con le difese a farla da padrona, segnano solo Marco Bortolini e Francesco Nanti al tiro libero (36-31). Negli ultimi spiccioli della prima metà di gioco, Marco Nanti libera sotto canestro Caraffa (38-33), ma un fallo ingenuo dello stesso Caraffa, su una conclusione trevigiana a fil di sirena da metà campo, proietta Mariani in lunetta a tempo ormai scaduto, che accorcia il ritardo dei suoi a un solo possesso (38-36).

Luca Roin, miglior marcatore dell'Albignasego con 15 punti

3° QUARTO. La Vigor tiene alta l’intensità anche nella ripresa. Albignasego riesce comunque a eludere la trappola della zona press costruendo un altro solido parziale (9-0), propiziato da due bombe di Marco Nanti, agganciando il +12 del massimo vantaggio (50-38). La reazione del quintetto di Sfriso è immediata: ennesimo controbreak (0-7) e siamo di nuovo a -5 (50-45). Qui, però, i gialloneri sono bravi a reggere l’urto adeguando una difesa a zona, che gli permette di risalire in doppia cifra con i punti preziosissimi di Livio (nella sopra al tiro) e Roin (55-45). I viaggi in lunetta di Mattiello e Francesco Gellera riducono il divario a -7 (59-52 e 61-54), ma ancora due liberi, stavolta a firma Navaglia, valgono il +9 in chiusura di terzo periodo (63-54).

4° QUARTO. I movimenti da manuale sotto canestro di Cinganotto e il piazzato di Marco Bortolini rintuzzano il divario a -5 (65-60). L’Albi tiene testa con Roin (69-62) e rigioca la carta della zona per smorzare l’attacco avversario, ma con una bomba di Milan la Vigor recupera a -2 (69-67). Roin e Francesco Nanti rimettono una luce di 5 punti (72-67). E lo stesso duo albignaseghese subito dopo, con un libero aggiuntivo e una tripla d’importanza capitale, rimette apposto i conti allungando al nuovo +10 (78-68), che pone di fatto fine alle ostilità (81-72).

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-VIGOR CONEGLIANO 81-72

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 10, Scarpa 7, Roin 15, Ferro n.e., Nanti F. 13, Livio 13, Fabian n.e., Berti 12, Caraffa 2, Cecchinato, Navaglia 2, Vizzotto 7. All. Benetollo, viceall. Pavan.

VIGOR HESPERIA CONEGLIANO: De Giusti 2, Milan 8, Cescon 11, Bortolini L., Mattiello, Mariani 3, Mutoi 3, Cinganotto 21, Gellera F. 6, Bortolini M. 10, Gellera A. All. Sfriso.

Arbitri: Bernini di Lonigo (Vi) e Dal Bello di Castello di Godego (Tv).

Note: parziali: 23-18, 15-18 (38-36), 25-18 (63-54), 18-18 (81-72); tiri liberi: Albignasego 14/22, Conegliano 23/25; tiri da tre: Albignasego 9 (Nanti M. 2, Scarpa, Roin, Nanti F., Berti 3, Vizzotto), Conegliano 7 (Milan 2, Cescon 2, Cinganotto 3); falli di squadra: Albignasego 24, Conegliano 21; uscito per 5 falli: Livio; fallo tecnico alla panchina della Vigor Conegliano (39’ sul 80-70).

Per la Befana, Albignasego ospita Mirano

Il nuovo anno dell’Albignasego Basket (nella foto Francesco Nanti) comincia, nel giorno della Befana, dal delicato confronto contro Mirano. Alle 18.30, la formazione veneziana sarà ospite al Pala San Lorenzo per vendicare la sconfitta patita nei quarti di finale playoff della passata stagione. Lo scorso maggio, i gialloneri faticarono non poco per piegare la resistenza miranese prima di aggiudicarsi la serie, al termine di due duelli agguerriti (78-73 in gara-1 e 71-56 in gara-3).

L’AVVERSARIA. Mirano ha cambiato poco in estate, confermando in blocco un roster, che ora può contare sull’apporto in mezzo all’area di Filippo Serena (’85), centro veneziano solido e di categoria prelevato da Roncade. Dallo Junior Leoncino è poi arrivato l’altro ex Mestre, Francesco Fabris (’97), playmaker promettente, che gioca con il doppio tesseramento in C Regionale e DnG. Finora, la squadra di Angelo Minincleri ha vinto in esterna già quattro volte, portando a casa la vittoria a Lido di Venezia (46-56), Riese (62-67), Cittadella (68-72), Dueville (56-70).

QUI ALBIGNASEGO. Albignasego, però, non vuole mancare l’appuntamento casalingo regalandosi un successo, che nell’ultima giornata del girone d’andata varrebbe l’aggancio in classifica ai danni di Casarin e soci (potenzialmente un sorpasso tenendo conto degli scontri diretti). Per i ragazzi di Pellecchia, c’è poi l’opportunità di sfruttare al meglio un doppio turno interno: tre giorni dopo la sfida con Mirano, infatti, sabato 10 gennaio (ore 18.30), si tornerà a calcare ancora il parquet amico di via Torino per affrontare l’Europa Bolzano. È un’occasione che gli albignaseghesi non possono e non devono lasciarsi sfuggire.

Albi, è scontro diretto con Castelfranco

Con il ritorno al Pala San Lorenzo, sabato alle 18.30, l’Albignasego Basket cerca riscatto e punti utili alla classifica contro Castelfranco. L’ennesimo ko esterno patito a Riese (il sesto della stagione) ha lasciato tanto amaro in bocca ai gialloneri, che adesso dovranno affrontare un altro scontro diretto in ottica salvezza-playout. I trevigiani, che hanno cambiato guida tecnica affidando la panchina al bassanese Fabio Ussaggi, subentrato a fine ottobre a Diego Perocco, hanno superato il contraccolpo del negativo avvio di campionato, inanellando 5 vittorie nelle ultime 7 giornate.

Soltanto sabato scorso con Bussolengo (63-75), la compagine castellana ha interrotto una striscia positiva, costituita da 4 successi filati, scontando le assenze pesanti di Matteo Alessio e Harry Lee Mc Cray. A riportare Castelfranco in quota salvezza, ci hanno pensato Fabio Binotto (11.8 punti di media) e Andrea Fantinato (14.9 a partita), due pezzi da novanta scesi dalla DnC del Montebelluna e subito diventati leader anche nella squadra della città murata.