Articoli

L’Albignasego inserisce Sebastiano Berto e blinda il gruppo storico

È Sebastiano Berto il primo innesto dell’Albignasego Basket per l’annata sportiva 2016-2017. Nato il 5 aprile del 1996, il giovane esterno, cresciuto nel vivaio della Virtus Padova, è reduce da una stagione in serie D a Roncaglia e con l’Under 20 dell’Union Vigonza. Giocatore duttile, dotato di ottima visione di gioco e intelligenza cestistica, ricopre in genere il ruolo di guardia, ma è in grado di destreggiarsi all’occorrenza anche in fase di playmaking. Prima di approdare l’anno scorso a Roncaglia, Berto ha fatto parte della formazione virtussina, che ha conquistato la promozione in serie B, ritagliandosi in campo minuti preziosi. Inserito nelle rotazioni da Massimo Friso, ha potuto accrescere ulteriormente la propria esperienza in C Nazionale, dopo aver esordito giovanissimo in DnC nel 2012-2013. Alla sua prima vera annata in un campionato senior in D Regionale, ha mantenuto la propria media realizzativa attestandosi a quasi 9 punti su un totale di 27 partite disputate.

Nello scacchiere del riconfermato coach Benetollo andrà a rinsaldare la batteria di esterni, che ha già registrato importanti conferme. Vestiranno infatti ancora la maglia giallonera: Marcello Berti, Cristano Gallocchio, Marco Nanti e Giacomo Vizzotto. Sul fronte interno, oltre all’albignaseghese Luca Fabian, è inoltre rinnovato il rapporto ormai decennale, che lega il capitano Francesco Nanti ai colori dell’Albignasego. Ala forte-centro, classe 1987, insieme al cugino Marco e a Vizzotto, è uno dei capostipiti della “vecchia guardia”, con i quali la società vuole provare a riconfermarsi nel prossimo impegnativo campionato di serie C Silver.

Nei prossimi giorni, verranno definite altre operazioni, che perseguiranno l’obiettivo di rafforzamento del gruppo, che lo scorso maggio ha agguantato meritatamente la finale playoff con lo Sportschool Dueville cullando a lungo il sogno dell’accesso in C Gold.

Albignasego ancora al Pala San Lorenzo per il derby con Solesino

Per la seconda settimana consecutiva, l’Albignasego (in foto Marcello Berti) scende in campo al Pala San Lorenzo. Davanti ai propri sostenitori, sabato, alle 18.30, i gialloneri dovranno interrompere una striscia negativa lunga tre giornate nell’incrocio tutto padovano con i cugini del Solesino. Da un derby all’altro: l’ultima vittoria in ordine cronologico dei ragazzi di Benetollo risale infatti proprio al derby di Cittadella dello scorso 13 febbraio. Dall’affermazione nella città murata, è iniziata la discesa albignaseghese coincisa con tre battute d’arresto consecutive (due delle quali in casa) rimediate con Virtus Lido (73-78), Litorale Nord (71-61) e Mirano (52-58). Limitato da infortuni e acciacchi di vario tipo, che hanno colpito diversi elementi del quintetto base (su tutti i lunghi Nanti e Livio), Albignasego dovrà ora riuscire a ricompattarsi, superando le difficoltà dell’ultimo mese contro un’avversaria alla disperata ricerca di un successo scaccia-crisi.

QUI SOLESINO. Reduce da sette stop di fila, anche Solesino non vince dal derby di Cittadella (57-60), disputato a inizio gennaio. Era la prima giornata di ritorno della C Silver e da quel momento la buona sorte non ha più arriso alla formazione di Maurizio Ventura, che ha perso quasi tutti i restanti confronti sempre per un’inezia. Domenica scorsa è arrivato l’ultimo beffardo ko con lo Sportschoool Dueville, maturato al termine di una gara condotta fino all’ultimo minuto (75-76). Nonostante il filotto di sconfitte, la squadra gialloblù ha però dimostrato di possedere buone qualità all’interno proprio roster. Soprattutto sugli esterni, dove operano con profitto le guardie Diego Fiorin, Nicola Braggion e Luca Vit, miglior marcatore solesinese. Nel pitturato, invece, agisce il cubano Osniel Carol Menendez, che fa quasi reparto da solo assistito dai giovani Giulio Gasparetto e Davide Serain.

QUI ALBIGNASEGO. In settimana, i gialloneri hanno sostenuto uno scrimmage contro il Roncaglia (girone Verde, serie D). Vizzotto e soci si sono imposti per 65-47 sul gruppo, composto dagli ex Penso, Rizzi, Taffara e Navaglia. Parziali e progressivi: 20-14, 12-11 (32-25), 24-10 (56-35), 9-12 (65-47).

L’INTERVISTA. Il “Gallo” Cristiano Gallocchio: «Ce la metteremo tutta per arrivare fino in fondo»

Il 2015 della palla a spicchi può dirsi ufficialmente concluso. Sono state molte quest’anno le partite spettacolari, e i colpi di scena sui parquet di Padova non sono certo mancati. Nonostante ormai i campionati siano quasi tutti giunti al giro di boa, possiamo star certi di una cosa: il meglio deve ancora venire. La squadra che seguivamo più da vicino questo fine settimana era l’Albignasego, per vedere se sarebbe riuscito o meno a restare agganciato al gruppo di testa. Purtroppo, a Bolzano non c’è stato niente da fare: un secco 67-57 condanna gli uomini di coach Benetollo a una sconfitta pesante contro una formazione decisamente non imbattibile. Ha sicuramente influito anche l’infortunio di Rizzi, limitato a soli 5 minuti sul parquet per un problema all’inguine.

La buona notizia per noi arriva quando riusciamo a incrociare, all’uscita del palazzetto, un giovane virtussino, neroverde dalla testa ai piedi, che quest’anno cerca di trovare spazio proprio all’Albignasego. Proprio lui, Cristiano Gallocchio, che gioca in Virtus da quando non era ancora esattamente proprio alto come adesso. Abbiamo colto la palla al balzo e puntato i riflettori su di lui.

Gallocchio al tiro dall'arco

Cris, la sconfitta pesa abbastanza: questo campionato qualche volta si dimostra davvero imprevedibile. Come procede la tua prima stagione senior?

«È senza dubbio un’esperienza nuova per me, anche se gli anni scorsi ho avuto la possibilità di giocare con la prima squadra in Virtus. Qui nessuno regala niente: per guadagnarsi minuti in campo bisogna lavorare molto, anche perché prima di me ci sono tanti giocatori con una grandissima esperienza. Penso a un veterano come Vizzotto, è difficile entrare al posto suo. La cosa positiva è che quando gioco bene l’allenatore me lo riconosce, lasciandomi in campo di più. È questo il compito dei giovani, credo».

Albignasego quest’anno convince sì, ma non troppo. Un pregio e un difetto di questa squadra?

«La cosa che ho notato subito arrivando qui è che c’è un nucleo di giocatori affiatatissimi, che giocano insieme ormai da tempo. C’è una grande coesione, un bel gruppo a cui noi giovani ci siamo aggregati benissimo. D’altro canto, però, credo che questa sicurezza in noi stessi ci porti spesso a giocare fuori dagli schemi: pensiamo che anche senza ordine il canestro arrivi comunque. A volte credo sia necessario ragionare un po’ di più, soprattutto in attacco».

Dove può arrivare l’Albignasego 2015-2016?

«Io spero fino in fondo. Bisogna tenere conto però che, con la riforma dei campionati, molti giocatori di altissimo calibro sono scesi di categoria, chiaramente alzando il livello generale. Noi siamo una buona squadra, ma le quattro che guidano la classifica sono veramente forti. Sarà dura salire, ma ce la metteremo tutta».

Il numero 18 dell'Albignasego in difesa

Quest’anno hai deciso di dedicare tutta la tua attenzione all’Albignasego. Perché non fare una serie D e l’Under 20 in Virtus come tanti tuoi ex compagni?

«Condivido l’idea dei dirigenti della Virtus: il mio percorso giovanile poteva benissimo essere concluso con la DnG l’anno scorso, quest’anno era il momento di sperimentare una squadra senior a tempo pieno. All’inizio ero stato contattato anche da Roncaglia, ma poi ho pensato che ad Albignasego posso confrontarmi con giocatori molto forti e quindi ho più possibilità di migliorare. Credo sia meglio così: l’anno scorso lo stress del doppio campionato era tanto, adesso ho più tempo per concentrarmi su una cosa sola e farla bene».

Se ripensi a via Tadi chi ti viene subito in mente?

«Ovviamente il mio amico “Pega” (Alberto Peghin, nda) che adesso studia a Milano. Con lui ho iniziato a giocare in Virtus a sei anni e ho finito l’anno scorso con la DnG, il massimo campionato giovanile. In pratica abbiamo giocato ogni nostra partita insieme. Spero che torni presto a Padova».

Con le parole di Gallocchio, il basket dei campionati regionali si prende un periodo di stop. Le prime partite ufficiali le rivedremo solo il 6 gennaio.

Sebastiano Berto

Albignasego scatenato si prende il derby

L’Albignasego Basket fa suo anche il primo derby stagionale con Cittadella, confermando di attraversare un ottimo momento di forma. È la quarta vittoria in cinque giornate per la squadra di Maurizio Benetollo, che si aggiudica un confronto quasi sempre condotto, ma aperto e combattuto fino all’ultimo. Assente Cristiano Gallocchio, vittima di un infortunio alla caviglia nel corso dell’amichevole infrasettimanale con il Roncaglia, Albignasego ha ottenuto un buon apporto da tutti i suoi esterni, anche se la palma del migliore in campo è senza dubbio da attribuire al capitano giallonero Francesco Nanti (17 punti, che proprio sabato ha potuto festeggiare il suo 28esimo compleanno regalandosi una prestazione di notevole spessore sotto le plance.

1° QUARTO. L’avvio è scoppiettante: le difese concedono spazio e nel primo quarto sono gli attacchi a farla da padrona. Albignasego mette un piccolo break a metà tempo, portandosi avanti di 5 lunghezze. Gli ospiti però non stanno certo a guardare, mettendo per la prima e unica volta il naso avanti con la bomba di Beda (18-20). Berti è pronto a replicare con la stessa moneta (21-20) e i 10’ iniziali si concludono in perfetta parità, dopo un libero di Roin e uno 0/2 di Lovisetto in lunetta (22-22).

2° QUARTO. Coach Benetollo chiede di alzare l’intensità difensiva, venendo subito esaudito. Nei primi 5’, i gialloneri recuperano diversi palloni tenendo a freno l’attacco avversario. Cittadella accusa il colpo: una tripla di Nicola Nanti sospinge i padroni di casa fino al +9 (37-28) e tocca ancora al numero 7 albignaseghese realizzare poco dopo anche il +11 al tiro da fermo (40-29). D’Incà tenta di scuotere i suoi segnando in prossimità dei 6.75 (40-31), ma negli ultimi secondi del periodo Francesco Nanti infila il corridoio, che consolida il vantaggio dell’Albignasego (42-31).

Francesco Nanti, il migliore del derby

3° QUARTO. Il Citta mette maggiore aggressività in difesa, accennando anche a una zona press a inizio ripresa. I gialloneri, però, conservano l’inerzia, issandosi fino a +16 con Rizzi (51-35). Sul fronte opposto è ancora D’Incà a caricarsi la squadra sulle spalle (51-37), nonostante i gialloviola entrino presto in bonus (54-39). I ragazzi di D’Onofrio riescono così a rosicchiare solo qualche punto (54-42), venendo ricacciati indietro dalla bomba di Vizzotto (57-42). Sul pressing cittadellese, Albignasego resta concentrato e non perde mai la testa, pescando in attacco anche qualche jolly su rimbalzo offensivo e da dietro l’arco. E alla fine della terza frazione è proprio la seconda tripla di Berti a ristabilire le distanze (64-49).

4° QUARTO. Al via dell’ultimo parziale, gli ospiti si giocano il tutto per tutto, rintuzzando in un amen a -10 (64-54). Nei minuti successivi, i gialloneri tornano a difendere forte interrompendo un digiuno in attacco lungo 5’, grazie al siluro di Rizzi (67-54). Qualche errore in fase di conclusione non ripaga gli sforzi del Citta, che pure resta aggrappato alla partita con i liberi di Baracchini (67-56). Sul +13 (71-58), però, il quintetto di Benetollo ha un buon margine da gestire e la schiacciata in contropiede di Livio (73-61) costituisce il suggello a una meritata vittoria (73-63).

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET – BASKET CITTADELLA 73-63

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti N. 8, Roin 7, Paccagnella, Rizzi 9, Nanti F. 17, Livio 11, Fabian, Vieno 5, Berti 9, Vizzotto 7. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

BASKET CITTADELLA: Baracchini 7, Corredig, Zambolin n.e., D’Incà 19, Zaniolo, Toniato 7, Beda 9, Pierobon 2, Tosetto 9, Pressanto A. 2, Pressanto F. n.e., Lovisetto 8. All. D’Onofrio.

Arbitri: Crivellaro di Breganze (Vi) e Parisi di Padova.

Note: parziali: 22-22, 20-9 (42-31), 22-19 (64-50), 9-13 (73-63); tiri liberi: Albignasego 11/20, Cittadella 19/33; tiri da tre: Albignasego 8 (Nanti N., Rizzi, Nanti F., Vieno, Berti 3, Vizzotto), Cittadella 4 (Toniato, Beda 2, Lovisetto); falli di squadra: Albignasego 27, Cittadella 24; usciti per 5 falli: Nanti N., Rizzi, Fabian.

Sabato, alle 21, Albignasego gioca con la matricola Cus Trento

Archiviata con rammarico la sconfitta al fotofinish di Verona, sabato sera al Pala San Lorenzo, l’Albignasego Basket si prepara ad accogliere la matricola Cus Trento. Rispetto al tradizionale orario delle 18.30, l’incontro è stato posticipato alle 21 per lasciare il campo a disposizione delle squadre del Torneo Comuni Uniti Bassa Padovana. L’avversaria della terza giornata di C Silver è come detto una neopromossa, ma che nei primi due turni ha subito ben figurato, cedendo con onore al Litorale Nord (62-54) e festeggiando poi in casa il primo successo nella nuova categoria contro il Mirano (68-42).

L’AVVERSARIA. Allenata dal tecnico Simone Eglione, quest’anno la formazione universitaria ha cambiato diversi elementi, confermando sei ragazzi artefici della promozione: il capitano Luca Ciotoli (’93), il play-guardia Andrea Agostini (’88), l’ala Gianmaria Sissa (’95), gli esterni Daniele Berti (’90), Massimiliano Zago (’89) e Jovan Bijedic (’86, il più anziano del gruppo). A rimpolpare il roster è arrivata un’altra infornata di atleti quasi tutti molto giovani. I sette volti nuovi sono quelli di Simone Bellan (’96), Edoardo Bertocchi (’96), Moussa Dia (’89), Lorenzo Giarin (’95), Valerio Macciocu (’95, ex Roncaglia), Pietro Montanarini (’96), e Riccardo D’Imprima (’96). Tutti i 13 cestisti sono stati selezionati all’interno di una trentina di candidati, che da neoiscritti all’Università hanno chiesto di poter entrare nella squadra dell’ateneo.

Arbitrano i signori Michele Previatello di Cadoneghe (Pd) e Alessandro Frigo di Montagnana (Pd).

L’Albi Bk a Castelfranco insegue i playoff

Dopo aver guadagnato l’aritmetica salvezza, l’Albignasego Basket dovrà affrontare un trittico di fuoco negli ultimi 120’ di regular season. Tre partite determinanti in chiave playoff, che vedranno i gialloneri incrociare Castelfranco, Cittadella e Mirano. Si comincia dall’ostica trasferta in terra trevigiana, dove sabato sera alle 21 i ragazzi di “Chuck” Benetollo saranno ospiti dell’Ap Castelfranco. Nel turno pre-pasquale, la squadra di Fabio Ussaggi ha interrotto una striscia negativa lunga cinque gare, sbancando il difficile parquet di Bussolengo (79-85). Grazie a questo successo, però la compagine castellana ha rimediato anche allo stop interno della precedente giornata con Quinto (72-83). Ecco allora che si intuisce quanto diventi cruciale l’impegno per i trevigiani, che tenteranno il tutto per tutto per approdare ai playout con il vantaggio del fattore campo. Con Mirano impegnato in casa con Quinto e Bussolengo in trasferta a Cittadella, però, Scarpa e soci non possono permettersi passi falsi.

L’AVVERSARIA. Di fronte l’Albi troverà un quintetto forte di due elementi di notevole esperienza e carisma: Andrea Fantinato (’77) e Fabio Binotto (’79). La coppia di ex Montebelluna, firmataria di 20 e 23 punti contro il “Busso”, è il principale terminale offensivo di un gruppo tendenzialmente giovane, in cui si è messa in luce soprattutto l’ala Fabio Cimador (’91).

QUI ALBIGNASEGO. Durante le vacanze pasquali, la truppa di Benetollo ha cercato di non perdere il ritmo partita disputando in esterna due scrimmage con avversarie di D Regionale: Roncaglia e Top Abano. Nel primo incontro, Roncaglia ha superato i gialloneri 79-59 (progressivi: 21-25, 41-39, 60-45, 79-59). È stato inoltre giocato un quinto tempo, dove gli ospiti hanno rintuzzato il gap (92-79, parziale: 13-20). Top Abano-Albignasego è finita invece 55-62. Anche in questo caso, le due formazioni si sono sfidate in un periodo extra, dove hanno prevalso gli aponensi (26-17, finale 81-79).

Albignasego per il Basket Project Padova

È stato presentato a Palazzo Moroni il nuovo consorzio Basket Project Padova, nato da un’idea dell’agenzia di marketing sportivo 4Sport, che ha unito le seguenti realtà della pallacanestro padovana: Petrarca, Virtus Padova, 3P Crm Mortise, Albignasego Basket (con la Scuola Basket Padova Sud) e Roncaglia. Già a partire da questa stagione sportiva, tutte le formazioni aderenti porteranno sulle divise il logo del pool. Alla presentazione ufficiale hanno partecipato circa 200 fra atleti e famiglie di alcune squadre giovanili delle società cestistiche coinvolte (nella foto d’apertura), anche se almeno per il momento il consorzio non prevede ancora un piano sportivo condiviso. Presenti al varo dell’innovativo progetto anche i massimi dirigenti dei club consorziati, Franco De Marchi (Albignasego), Franco Bernardi (Virtus), Gigi Peroni (vicepresidente del Petrarca), Antonio Vendraminelli (3P Crm Mortise) e Antonio Dicensi (Roncaglia), insieme all’assessore allo sport del Comune di Padova, Cinzia Rampazzo.

I 5 rappresentanti del Basket Project Padova con l'assessore allo sport Cinzia Rampazzo

4 OBIETTIVI PER 4SPORT. In sintesi, sono quattro gli obiettivi, che si prefigge il neonato Basket Project Padova: creare una struttura di marketing efficiente, predisporre un piano di marketing e comunicazione ad hoc, introiettare una serie di sponsorizzazioni comuni, reperire nuove risorse sul mercato delle sponsorship e snellire i costi di gestione attuali. La For Sport (4Sport) dei soci Carlo Frangioni e Diego Colombana presiederà di fatto la gestione di spazi commerciali in palazzetti, materiale e abbigliamento tecnico di gioco, banner pubblicitari sui siti web societari, ma si occuperà anche di individuare un unico sponsor tecnico, coordinare l’attività promozionale nei social network e organizzare eventi e iniziative partecipate.

Il logo del consorzio Basket Project Padova

L’U15 Aviatori ammessa al campionato Elite

L’Under 15 Aviatori parteciperà al campionato Elite Veneto. La Federbasket ha accolto la candidatura della squadra del Pool Albignasego Conselvano Montegrotto Padova Sud per la competizione regionale Under 15. L’idea di prendere parte al torneo veneto si è concretizzata al termine della passata stagione sulla scorta delle numerose vittorie conseguite dal gruppo della Scuola Basket Padova Sud.

MONTE-PADOVA SUD. Una serie di successi, che lasciava presagire la possibilità di provare a competere a un livello superiore. Grazie alla collaborazione perfezionata in estate con la Polisportiva Montegrotto (new entry del Pool), i ragazzi di coach Marco Tosato (nella foto durante un timeout) affronteranno il campionato con i coetanei del settore giovanile termale. Si tratta di un nuovo piano di confronto, sia per gli atleti che per la società Scuola Padova Sud, che sfiderà compagini attrezzate tecnicamente, fisicamente e tatticamente. Al debutto assoluto nell’Elite Veneto, l’obiettivo è comunque quello di misurarsi al massimo delle proprie potenzialità.

UNDER 17 PROVINCIALE. Parallelamente al campionato Under 15, i giovani classe 1999 scenderanno in campo, insieme ad altri 5-6 ragazzi dell’annata 1998, nel torneo Under 17 provinciale. Ciò permetterà quindi agli atleti non convocati con l’Under 15 di giocare ugualmente o ai più volenterosi di disputare due partite a settimana.

Di seguito, l’elenco delle formazioni iscritte al campionato Under 15 Elite Veneto:

  • Pallacanestro Castelfranco
  • Vigor Hesperia Conegliano
  • Pallacanestro Favaro Veneto
  • Polisportiva San Giorgio
  • Alvisiana Venezia
  • Basket Bassano
  • Basket Roncaglia
  • Libertas Scorzè
  • Valpolicella Basket
  • Polisportiva Marcon
  • Charly Basket Merano
  • Basket Paese
  • Nuovo Gs L’Argine
  • Raptors Mestrino
  • Pallacanestro Vigodarzere

In bocca al lupo Aviatori!

Ancora derby: c’è il Petrarca di Imbimbo

Secondo derby consecutivo per l’Albignasego Basket, che domani sera alle 18.30 incrocia sul parquet della Gozzano l’Hmr Petrarca. Nonostante il divario in classifica tra le due compagini, la sfida alla palestra della Guizza presenta una lettura perlomeno complessa per i portacolori gialloneri, reduci dalla sconfitta patita sabato scorso nell’altro derby contro i cugini (in tutti i sensi) del Felmac Limena. Ancorati al penultimo posto della graduatoria e matematicamente retrocessi da due giornate, i petrarchini giocheranno anzitutto per l’onore e la bandiera del basket cittadino.

Secondo l’ultimo bollettino medico, il Petrarca recupererà Giacomo Breggiè, ma dovrà rinunciare a ben cinque elementi: Francesco “Cecio” Millevoi (sublussazione alla spalla), Davide Guberti (ginocchio), Michele Zanovello (spalla), Marco Basso (influenza) e Kevin Oliva (caviglia). Tra le fila petrarchine sarà presente l’ex di turno Francesco Viaggi, giunto ad Albignasego in questa stagione, salvo poi lasciare nella finestra di mercato invernale alla ricerca di un quintetto capace di assicurargli maggior spazio e minutaggio.

Rispetto all’andata, però, mancherà pure Nicola Imbimbo (foto), head coach del Petrarca, squalificato per una giornata dal giudice sportivo, in seguito all’espulsione rimediata con lo Sportschool Dueville.

«Nel nostro spogliatoio – confida Imbimbo – Viaggi si è inserito abbastanza bene, anche se è arrivato nel post-Pergine in un momento molto delicato del nostro campionato. Qui al Petrarca aveva già militato per qualche anno nel settore giovanile. Il fatto di avere accanto alcuni ex compagni del Noventa (Properzi e Buttinoni, ndr) lo ha aiutato a integrarsi al resto del gruppo, dove giocano diversi ragazzi del ’92 come Tommaso Sarto e Leonardo Festa».

Duello sotto i tabelloni nel derby d'andata

Cosa non ha funzionato nell’annata storta del Petrarca?

«Non è facile individuare un fattore univoco. È sempre piovuto sul bagnato. Nel momento in cui ritrovavamo un giocatore ne perdevamo un altro per infortunio. Non abbiamo mai potuto schierare l’organico migliore. Ciò non vuole essere un alibi, ma nelle stagioni negative non si può prescindere da infortuni e sfortuna. In parecchie partite siamo stati battuti di pochissimi punti. Mi vengono in mente la gara di Riese, il derby con Limena o lo stesso Albignasego, dove siamo crollati negli ultimi minuti, o ancora il match casalingo contro Bolzano. Avremmo dovuto perdere qualche incontro in più con passivi più pesanti e vincere gli altri scontri con poco scarto. In sostanza, abbiamo “pareggiato” troppe partite. Alla fine si è trasformato tutto in un festival delle occasioni sprecate. Ciononostante, volendo ricorrere a un’altra frase fatta, abbiamo sempre cercato di guardare al bicchiere mezzo pieno e la dirigenza, a partire dal presidente Piermario Liviero e dal vicepresidente Gigi Peroni, ci ha sempre sostenuto. Tra le note positive resta la consolazione di aver lavorato con i giovani del nostro vivaio: a parte Andrea Pavan (frenato dalla pubalgia), che vanta un trascorso a livello di C nazionale con San Vendemiano, e Sarto acquisito dal Roncaglia, gli altri ragazzi sono cresciuti tutti nelle giovanili del Petrarca».

Che derby vedremo tra Petrarca e Albignasego?

«Sarà una partita difficile. Fino a tre settimane fa, Albignasego era la squadra del momento. Lo stop con Limena ha un po’ frenato la sua corsa, ma non è mai facile affrontare la formazione di Anselmi, quando può contare su tutti i suoi uomini. Per quanto riguarda la squadra di Andrea Penso e “Biso” Bisello, con i due Nanti e lo stesso Lazzarini, esperti ma non “vecchi”, è diventata molto più consapevole dei propri mezzi. All’andata sfoderò un attacco semplice, ma al tempo stesso molto efficace. Oltre ai cugini Nanti e Lazzarini, dovremo prestare attenzione al gioco in transizione di Scarpa e Vizzotto. Sappiamo già che la differenza potrebbero farla le motivazioni: noi scenderemo in campo per vincere senza nulla da perdere, i nostri avversari se vinceranno si qualificheranno per i playoff».

Pool AlbiAviCo, dopo le vacanze si riprende

Riprendono ufficialmente a pieno regime, le gare delle squadre legate al Pool Albignasego Conselve Padova Sud Basketball (AlbiAviCo). Tra i campionati provinciali della Fip, torna in campo stasera (ore 21.15)  la Pallacanestro Albignasego di coach Beppe Angela, impegnata nell’ultima giornata del girone d’andata della Promozione padovana-rodigina, contro la vicecapolista Roncaglia. Nelle serie giovanili, scende in campo anche la formazione mista AlbignasegoAviatori (AlbiAtori), che nel torneo Csi affronta in trasferta l’Union Vigonza.

 

Di seguito tutto il programma delle partite relative al nostro Pool:

C REGIONALE. Virtus Alto Garda-Albignasego Basket: sabato 12 gennaio, ore 20.30, palestra Impera, via Chiesa, Riva del Garda (Tn).

PROMOZIONE. Roncaglia-Pallacanestro Albignasego: venerdì 11 gennaio, ore 21, palestra comunale, via don Orione, Ponte San Nicolò (Pd).

SECONDA DIVISIONE. Girone Sud. Aviatori Padova Sud-Gs Beta: mercoledì 16 gennaio, ore 21.15, palestra comunale, via delle Olimpiadi, Maserà (Pd).

UNDER 17. Girone Silver D. Aviatori Conselve-Redentore Este: lunedì 14 gennaio, ore 18.30, palestra Morelli, via Traverso, Conselve (Pd).

UNDER 15. Girone B. Aviatori Padova Sud-Cfs Rovigo: martedì 15 gennaio, ore 19, palasport, via Da Rio, Cornegliana di Due Carrare (Pd).

UNDER 14. Girone C. Roncaglia-Basket Conselve: sabato 12 gennaio, ore 15.30, palestra comunale, via don Orione, Ponte San Nicolò (Pd); Pro Pace Mortise-Aviatori Padova Sud: venerdì 11 gennaio, ore 18.20, palazzetto San Domenico Savio, via Cardan, zona Mortise, Padova (Pd).

UNDER 14. Csi. Union Vigonza-AlbiAtori: domenica 13 gennaio, ore 11, palestra comunale, via Molini, Vigonza (Pd).

UNDER 13. Girone C. Viltosa-Pallacanestro Albignasego: sabato 12 gennaio, ore 18.15, palazzetto dello sport, via XI febbraio, località Villatora di Saonara (Pd); Aviatori Padova Sud-Piovese Brugine: sabato 12 gennaio, ore 16, palestra comunale, via delle Olimpiadi, Maserà (Pd).