Articoli

Albignasego scatenato si prende il derby

L’Albignasego Basket fa suo anche il primo derby stagionale con Cittadella, confermando di attraversare un ottimo momento di forma. È la quarta vittoria in cinque giornate per la squadra di Maurizio Benetollo, che si aggiudica un confronto quasi sempre condotto, ma aperto e combattuto fino all’ultimo. Assente Cristiano Gallocchio, vittima di un infortunio alla caviglia nel corso dell’amichevole infrasettimanale con il Roncaglia, Albignasego ha ottenuto un buon apporto da tutti i suoi esterni, anche se la palma del migliore in campo è senza dubbio da attribuire al capitano giallonero Francesco Nanti (17 punti, che proprio sabato ha potuto festeggiare il suo 28esimo compleanno regalandosi una prestazione di notevole spessore sotto le plance.

1° QUARTO. L’avvio è scoppiettante: le difese concedono spazio e nel primo quarto sono gli attacchi a farla da padrona. Albignasego mette un piccolo break a metà tempo, portandosi avanti di 5 lunghezze. Gli ospiti però non stanno certo a guardare, mettendo per la prima e unica volta il naso avanti con la bomba di Beda (18-20). Berti è pronto a replicare con la stessa moneta (21-20) e i 10’ iniziali si concludono in perfetta parità, dopo un libero di Roin e uno 0/2 di Lovisetto in lunetta (22-22).

2° QUARTO. Coach Benetollo chiede di alzare l’intensità difensiva, venendo subito esaudito. Nei primi 5’, i gialloneri recuperano diversi palloni tenendo a freno l’attacco avversario. Cittadella accusa il colpo: una tripla di Nicola Nanti sospinge i padroni di casa fino al +9 (37-28) e tocca ancora al numero 7 albignaseghese realizzare poco dopo anche il +11 al tiro da fermo (40-29). D’Incà tenta di scuotere i suoi segnando in prossimità dei 6.75 (40-31), ma negli ultimi secondi del periodo Francesco Nanti infila il corridoio, che consolida il vantaggio dell’Albignasego (42-31).

Francesco Nanti, il migliore del derby

3° QUARTO. Il Citta mette maggiore aggressività in difesa, accennando anche a una zona press a inizio ripresa. I gialloneri, però, conservano l’inerzia, issandosi fino a +16 con Rizzi (51-35). Sul fronte opposto è ancora D’Incà a caricarsi la squadra sulle spalle (51-37), nonostante i gialloviola entrino presto in bonus (54-39). I ragazzi di D’Onofrio riescono così a rosicchiare solo qualche punto (54-42), venendo ricacciati indietro dalla bomba di Vizzotto (57-42). Sul pressing cittadellese, Albignasego resta concentrato e non perde mai la testa, pescando in attacco anche qualche jolly su rimbalzo offensivo e da dietro l’arco. E alla fine della terza frazione è proprio la seconda tripla di Berti a ristabilire le distanze (64-49).

4° QUARTO. Al via dell’ultimo parziale, gli ospiti si giocano il tutto per tutto, rintuzzando in un amen a -10 (64-54). Nei minuti successivi, i gialloneri tornano a difendere forte interrompendo un digiuno in attacco lungo 5’, grazie al siluro di Rizzi (67-54). Qualche errore in fase di conclusione non ripaga gli sforzi del Citta, che pure resta aggrappato alla partita con i liberi di Baracchini (67-56). Sul +13 (71-58), però, il quintetto di Benetollo ha un buon margine da gestire e la schiacciata in contropiede di Livio (73-61) costituisce il suggello a una meritata vittoria (73-63).

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET – BASKET CITTADELLA 73-63

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti N. 8, Roin 7, Paccagnella, Rizzi 9, Nanti F. 17, Livio 11, Fabian, Vieno 5, Berti 9, Vizzotto 7. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

BASKET CITTADELLA: Baracchini 7, Corredig, Zambolin n.e., D’Incà 19, Zaniolo, Toniato 7, Beda 9, Pierobon 2, Tosetto 9, Pressanto A. 2, Pressanto F. n.e., Lovisetto 8. All. D’Onofrio.

Arbitri: Crivellaro di Breganze (Vi) e Parisi di Padova.

Note: parziali: 22-22, 20-9 (42-31), 22-19 (64-50), 9-13 (73-63); tiri liberi: Albignasego 11/20, Cittadella 19/33; tiri da tre: Albignasego 8 (Nanti N., Rizzi, Nanti F., Vieno, Berti 3, Vizzotto), Cittadella 4 (Toniato, Beda 2, Lovisetto); falli di squadra: Albignasego 27, Cittadella 24; usciti per 5 falli: Nanti N., Rizzi, Fabian.

Albignasego, vittoria d’autorità con Trento

Vittoria autorevole dell’Albignasego Basket (nella foto Francesco Nanti e sullo sfondo Luca Roin) sulla matricola Cus Trento. Dimenticata la sconfitta-beffa di Verona, i gialloneri di “Chuck” Benetollo si rifanno con gli interessi a spese della formazione trentina, scesa in campo con tanti giovani giocatori universitari alla prima vera esperienza nella categoria. Non è mai stato in discussione il risultato. I padroni di casa, che recuperavano il play Vieno, hanno infatti messo subito le cose in chiaro, gettando già all’alba del match le basi del proprio successo.

Dopo aver rotto gli indugi con il primo canestro della partita firmato da Livio (2-0), Albignasego ha giocato un primo quarto quasi perfetto (23-9), dove ha concesso poco o nulla in difesa. Al 9’ Vizzotto e compagni sono già sopra in doppia cifra (18-8) e sul finire del periodo iniziale il vantaggio cresce ancora raggiungendo le 14 lunghezze (23-9). La gara si mette così in discesa, Albignasego è in pieno controllo e mantiene sempre un margine di sicurezza, che oscilla attorno ai 15 punti (40-25 all’intervallo lungo).

Nel terzo quarto, gli albignaseghesi procedono in scioltezza: Marcello Berti s’inventa anche uno spettacolare canestro di tabella da metà campo allo scadere dei 24 secondi, che spinge l’Albi al +23 del massimo vantaggio (55-32). La sfida può quindi passare agli archivi con prove confortanti da parte di tutti gli elementi del gruppo giallonero.

Sabato prossimo, ore 21, si torna in trasferta. Il calendario della quarta giornata di C Silver riserva infatti Resana-Albignasego.

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET – CUS TRENTO 67-46

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti N. 3, Roin 8, Rizzi 11, Nanti F. 8, Livio 15, Fabian, Vieno 1, Berti M. 6, Gallocchio 5, Vizzotto 10. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

CUS TRENTO: Dia 1, Montanarini, Berti D. 7, Bellan 17, D’Imprima 2, Bijedic 7, Zago, Macciocu 2, Bertocchi 6, Ciotoli 2, Agostini 2. All. Eglione.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe (Pd) e Frigo di Montagnana (Pd).

Note: parziali: 23-9, 17-16 (40-25), 16-10 (56-35), 11-11 (67-46); tiri liberi: Albignasego 12/20, Trento 21/32; tiri da tre: Albignasego 7 (Nanti N., Rizzi, Berti, Gallocchio, Vizzotto 3), Trento 3 (Berti D., Bellan 2); falli di squadra: Albignasego 28, Trento 22; uscito per 5 falli: Rizzi.

Nanti, Vieno e Rizzi: è tripla per i gialloneri

Arrivano tre rinforzi per la stagione 2015-2016, che vedrà l’Albignasego Basket impegnato nel ridenominato campionato di C Silver. L’ultimo acquisto in ordine cronologico per la formazione del confermato coach Maurizio Benetollo è l’esperta guardia di 182 centimetri Nicola Nanti, classe 1982, cugino di Marco e Francesco, colonne portanti del club giallonero.

NICOLA NANTI. Simbolo e capitano della Pallacanestro Limena, in cui ha militato ininterrottamente fra C/1 e C/2 per oltre due lustri, il maggiore dei tre cugini si è attestato nella sua ultima stagione gialloblù a quasi 12 punti di media a gara, nonostante qualche acciacco ne abbia minato il rendimento. Nicola andrà a rafforzare il reparto esterni, che ha registrato due uscite importanti, quelle di Pietro Scarpa e Marco Nanti. Il primo, che ha capitanato il quintetto albignaseghese per un decennio, ha deciso di salutare il gruppo alla ricerca di nuovi stimoli. L’altro si è invece preso un anno sabbatico dalla pallacanestro.

ANDREA VIENO. Al posto di Marco Nanti, in cabina di regia opererà il giovane Andrea Vieno. Classe 1993, 170 centimetri, Vieno è un playmaker dinamico e moderno, proveniente dalla Pallacanestro Piovese, dove è nato e cresciuto cesticamente. Con la squadra di Gigi Maggetto, ha giocato nell’ultimo biennio in serie D, affermandosi come uno dei migliori registi della categoria. La scorsa stagione ha chiuso con una media di 9.1 punti a partita, saltando però la seconda parte di campionato a causa di un grave infortunio alla caviglia.

FILIPPO RIZZI. Il settore lunghi verrà puntellato dall’Under Filippo Rizzi, ala forte di 195 centimetri classe 1997, in arrivo con la formula del prestito dall’Under 19 DnG della Virtus Padova. Fratello d’arte dell’ex play giallonero Giacomo, Filippo si è messo in luce con la squadra U19 di Massimo Friso realizzando un high season di 29 punti (9.5 la sua media durante la fase regolare) nel match di ritorno contro Casalpusterlengo, che ha regalato ai neroverdi la qualificazione al concentramento Interzona. Il suo innesto servirà a compensare anche lo spazio lasciato libero dal pivot Nicola Navaglia e dall’ala Alberto Ferro, che hanno optato per altre destinazioni.

A Nicola Nanti, Andrea Vieno e Filippo Rizzi, l’Albignasego Basket rivolge il benvenuto e un in bocca al lupo per la loro nuova avventura in giallonero, che scatterà ufficialmente lunedì 24 agosto, ore 19.30, al campo di atletica dello stadio “Toni Franceschini” a Voltabarozzo, con la preparazione affidata al trainer Mirko Menin.

Albignasego impatta, la bella a Villafranca

È rinviato a gara-3 il verdetto del quarto di finale playoff tra Albignasego e Villafranca. Reduci dal ko dell’andata, i ragazzi di coach Benetollo riescono nel loro intento e portano la serie a gara-3, costringendo alla resa i veronesi nel match di ritorno del Pala San Lorenzo. Dopo due quarti equilibratissimi e intensi, un breve allungo aveva dato l’impressione che la squadra di Della Chiesa potesse raggiungere la vittoria, ma i gialloneri hanno avuto il merito di crederci fino alla fine, trovando nel finale gli acuti determinanti di Marco Nanti e Vizzotto. Nel weekend si torna quindi a Villafranca per rincorrere una semifinale playoff, che soltanto pochi mesi fa pareva mera utopia. Qui, Albignasego, ancora orfano del suo miglior rimbalzista (anche mercoledì sera Livio era in panchina solo per onor di firma), dovrà provare nuovamente a sovvertire le gerarchie di una regular season a lungo dominata dalla formazione veronese.

La penetrazione di Montresor alla fine del secondo quarto per il 41-41

PERFETTO EQUILIBRIO. Si comincia a suon di triple con Francesco Nanti, Polettini e Vizzotto a muovere il tabellone luminoso (6-3). Dall’arco dei 6.75 colpiscono poi anche Montresor e Scarpa, ma regna sovrano l’equilibrio. Senza un play puro, c’è Polettini a ispirare il gioco dal perimetro di Villafranca, che cerca e trova puntualmente il penetra e scarica per liberarsi al tiro (18-21). Dopo aver chiuso in parità la frazione iniziale (21-21), un gioco da tre punti di Zanini apre i secondi 10’ (21-24). I padroni di casa rimettono il naso avanti con Cecchinato e la bomba di Marco Nanti (26-24), che sospinge avanti i suoi siglando anche il +4 (30-26). Navaglia in sottomano fa salire anche a +5 l’Albi (41-36), che in difesa paga tuttavia dazio a rimbalzo, lasciandosi infilzare a fil di sirena dalla penetrazione di Montresor (41-41).

RITMO RALLENTATO. Al rientro dagli spogliatoi, dopo quasi 3’ senza canestri, sbloccano il punteggio Berti e Cecchinato (45-41). Entrambe le squadre lottano su ogni pallone e anche se l’incontro perde in termini di spettacolarità, l’intensità di gioco resta sempre elevata. Villafranca realizza i primi punti della ripresa grazie ai liberi di Polettini (45-43), ma al 37’ riprende a marciare trasformando anche dal campo con due siluri di Montresor e Ronzani (45-49). Panzarini, appena uscito dalla panchina, confeziona il +6 veronese (45-51). Scarpa costruisce un canestro d’istinto in entrata (47-51), ma nell’ultima palla del quarto la conclusione di Caraffa, che avrebbe riportato i gialloneri a distanza di un possesso, gira intorno al ferro (47-51).

Marco Nanti è stato determinante al tiro (17 punti)

FINALE PALPITANTE. La linea difensiva veronese continua a tenere sotto scacco l’attacco albignaseghese (47-52), che poco dopo però ristabilisce gli equilibri con Roin e il tiro al limite dei 24’’ di Berti (52-52). Vizzotto sgancia da tre riportando sopra gli albignaseghesi (55-53); Damiani raccatta d’astuzia due falli, che permettono agli ospiti di riprendere la testa della gara (57-58). Il sorpasso dei padroni di casa è frutto di un’altra bomba di Vizzotto e del furto di Marco Nanti sotto le plance con canestro e libero supplementare del +7 (65-58) a 5’ dallo scadere. Vizzotto stringe in pugno il +7 (67-60), ma un tiro dai 6.75 apertissimo di Polettini e in seguito Zanini dalla lunetta quasi ricuciono lo strappo (67-66). Marco Nanti coglie  il fondo della retina a circa 1’30’’ dalla fine e sono due punti vitali per i gialloneri (69-66). Non è finita, perché sul rimbalzo offensivo Polettini è ancora micidiale (69-68). A 13’’ dalla sirena Villafranca attacca con una rimessa in zona d’attacco, ma stavolta la difesa albignaseghese riempie l’area, stringendosi attorno a Polettini (69-68). Manca solo un secondo sul cronometro e la palla è in mano a Scarpa e soci: Villafranca deve arrendersi. L’esito della qualificazione alle semifinali playoff è rimandato alla bella di domenica (ore 18) da giocare ancora sul parquet veronese.

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-BASKET VILLAFRANCA 69-68

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 17, Scarpa 5, Roin 5, Ferro, Nanti F. 10, Livio n.e., Fabian, Berti 6, Caraffa, Cecchinato 9, Navaglia 6, Vizzotto 11. All. Benetollo, viceall. Pavan.

BASKET VILLAFRANCA: Benassuti n.e., Cionti 2, Polettini 18, Felis n.e., Zanini 7, Montresor 11, Ronzani 7, Panzarini 2, Damiani 21, Piccoli n.e. All. Della Chiesa.

Arbitri: Girardi di Venezia e Dian di Scorzè (Ve).

Note: parziali: 21-21, 20-20 (41-41), 6-10 (47-51), 22-17 (69-68); tiri liberi: Albignasego 2/2, Villafranca 12/16; tiri da tre: Albignasego 9 (Nanti M. 2, Scarpa, Nanti F. 2, Cecchinato, Vizzotto 3), Villafranca 6 (Polettini 2, Zanini, Montresor, Ronzani); falli di squadra: Albignasego 17, Villafranca 11.

Albi schiantato nel finale, derby al Citta

Il derby con Cittadella si risolve ancora una volta con un finale amaro per l’Albignasego Basket. A un minuto e mezzo dalla fine, la gara sembrava volgere dalla parte dei ragazzi di “Chuck” Benetollo, che sopra di 5 lunghezze (72-67) non sono però riusciti a gestire il piccolo “tesoretto” subendo il sorpasso gialloviola firmato dall’ex Cominato. La sconfitta non pregiudica le sorti della formazione giallonera, ma per agganciare l’ultima piazza utile in chiave playoff bisognerà ora compiere l’impresa a Mirano nell’ultima giornata di campionato. Di un posto ai playoff, è già matematicamente sicuro il Cittadella. Scesi in campo senza l’assillo del risultato a tutti i costi, gli uomini di Christian Augusti si sono subito adeguati a un metro arbitrale permissivo, che ha autorizzato contatti e gioco fisico ai limiti del regolamento.

PRIMO QUARTO. Impostati sui parametri della fisicità, tra i cittadellesi il più ispirato in avvio è apparso Pressanto: è suo infatti il gioco da tre punti e il tiro con un piede sull’arco, che spedisce avanti gli ospiti (2-5). Albignasego, però, si fa trovare pronto (6-7) e, dopo un canestro di Tosetto (6-9), con la tripla di Scarpa e il sottomano di Livio mette per la prima volta il naso avanti (11-9). Tosetto gioca ancora con il fisico sotto canestro (11-13), ma i gialloneri tengono il ritmo in attacco con Marco Nanti e Scarpa (15-17). Pressanto brucia ancora la retina, stavolta dall’arco, emulato a stretto giro di posta da Vizzotto e Roin (21-22). È una fase, che alterna il leit motiv dell’intera sfida, caratterizzata da sorpassi e controsorpassi. Come quello dell’Albi, che chiude sopra la frazione iniziale grazie a un’altra bomba di Vizzotto (27-24).

SECONDO QUARTO. Regna l’equilibrio anche nella prima metà del secondo periodo, giocata sempre ad intensità elevata. Con Tosetto in panca a riposare, Cittadella si affida al tiro dalla lunga di Cominato e Pressanto, ma sono i padroni di casa a toccare per la prima volta il +4 con i neo entrati Cecchinato e Navaglia (38-34). Coach Augusti passa allora alla zona press, che paga i suoi dividendi, complice anche il rientro sul parquet di Tosetto (44-46).

Alberto Livio segna appoggiando al cristallo. Fondamentale il suo apporto a rimbalzo

TERZO QUARTO. Dopo l’intervallo lungo, Cominato timbra la tripla del +5 (44-49). Albignasego, però, resta agganciato all’avversaria, ritrovando la testa del match con Livio (50-49). In difesa, le maglie giallonere iniziano a stringersi innescando il contropiede di Roin (nella foto sopra), che prende d’infilata il Citta e subisce anche fallo per un libero aggiuntivo (53-49). Dalla lunetta poi è ancora Navaglia a ribaltare la prospettiva d’inizio quarto (54-49). Beda riporta i suoi a contatto involandosi per ben due volte in solitaria (54-53 e 56-55) e meglio ancora fa nel suo terzo contropiede (56-57), a cui rimedia un appoggio al cristallo di Navaglia a fil di sirena (58-57).

ULTIMO QUARTO. Marco Nanti e Livio eludono la zona cittadellese (62-59), ma è sempre Beda a creare apprensione al quintetto di Benetollo (62-61). Cominato trasforma in sospensione (62-63) e dopo il guizzo in area di Francesco Nanti sale ancora in cattedra Tosetto (64-67). In questo frangente, i gialloviola alternano zona e uomo, ma l’Albignasego è bravo a non perdere il filo, ricucendo l’ennesimo strappetto con il siluro di Scarpa (67-67). È una lotta all’ultimo sangue, in cui vola anche qualche colpo duro, senza che gli arbitri intervengano. Con i locali in bonus, Livio e Francesco Nanti rimettono un possesso di distanza dalla linea della carità (70-67).

Livio contende palla a Lovisetto

L’EPILOGO. A 1’29’’ dal termine, arriva anche il +5 di Marco Nanti (72-67). Qui, però, la mano degli albignaseghesi trema dalla lunetta (72-68) e viene anche ravvisato un fallo di Livio ai danni di Lovisetto, che prima rintuzza il margine da fermo (72-69) e poi con una schiacciata in contropiede materializza il -1 (72-71). Un altro 0/2 ai liberi mette nei guai i gialloneri, che a 15’’ dalla sirena incassano la tripla del sorpasso a firma Cominato (72-74). Dopo il timeout di Benetollo, Marco Nanti non trova lo spazio per giocare palla dentro l’area e decide per il tiro, ma la sua conclusione si infrange contro il ferro. Sul fallo sistematico, l’ultimo viaggio in lunetta di Pressanto porta così il Citta alla vittoria lasciando solo il rimpianto a Scarpa e compagni.

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-BASKET CITTADELLA 72-76

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 10, Scarpa 8, Roin 11, Ferro n.e., Nanti F. 6, Livio 14, Fabian, Berti, Caraffa n.e., Cecchinato 2, Navaglia 5, Vizzotto 16. All. Benetollo, viceall. Pavan.

BASKET CITTADELLA: Simeoni n.e., Baracchini 9, Todesco n.e., Cominato 10, Corredig n.e., Beda 8, Santonastaso n.e., Tosetto 19, Montanari 8, Pressanto 17, Lovisetto 5, D’Onofrio. All. Augusti.

Arbitri: Pinna di Salgareda (Tv) e Scandaletti di Padova.

Note: parziali: 27-24, 17-22 (44-46), 14-11 (58-57), 14-19 (72-76); tiri liberi: Albignasego 8/17, Cittadella 10/12; tiri da tre: Albignasego 8 (Scarpa 2, Roin 2, Vizzotto 4), Cittadella 6 (Baracchini 2, Cominato 2, Pressanto 2); falli di squadra: Albignasego 16, Cittadella 19.

Albignasego da 30 e lode a Castelfranco

Si risolve in una formalità l’impegno dell’Albignasego Basket al Pala Avenale di Castelfranco Veneto. Partita fortissimo, la squadra di Maurizio Benetollo ha infatti subito imposto il proprio ritmo indirizzando la partita già nelle battute iniziali per poi controllare la reazione trevigiana nel secondo periodo e mantenere il vantaggio nei restanti due quarti. Albignasego (nella foto Marcello Berti e Nicola Navaglia mentre porta un blocco) incamera altri due punti utili in ottica playoff e grazie a questa vittoria tiene il passo di Mirano, che ha battuto tra le mura domestiche il San Giorgio Quinto (79-57). Sabato prossimo (ore 18.30), al Pala San Lorenzo, è in programma uno degli appuntamenti stagionali da segnare sul calendario con il circoletto rosso, con i gialloneri chiamati a sfidare nel derby il Cittadella di Christian Augusti, ormai prossimo al traguardo dei playoff.

LA GARA. L’eloquente parziale del primo quarto ha messo in discesa l’incontro (7-26): è Livio, che firma 12 dei suoi 18 punti nei 10’ iniziali, a spingere avanti gli ospiti. A muovere rapidamente il tabellone luminoso, però, ci pensano anche i due cugini Nanti, capaci d’infilare in tandem 11 punti nella frazione inaugurale. Al 6’ i gialloneri sono già in fuga (5-17), ma nel secondo periodo i padroni di casa reagiscono, piazzando un break (9-0), che rintuzza il gap a -10 (16-26). Albignasego ha il merito di non scomporsi risalendo in un amen sul +14 (16-30) e, dopo un antisportivo fischiato a Cusinato e la tripla di Scarpa (21-35), un altro scatto propizia il +18 all’intervallo lungo (26-44). Nei restanti due quarti, gli albignaseghesi devono solo amministrare reggendo in difesa l’impatto dell’attacco castellano (42-63). Dopo il tecnico sanzionato a Fantinato (46-69), la pratica Castelfranco passa di fatto agli archivi lasciando spazio all’ulteriore allungo, che vale il trentello finale (56-86).

 

Il tabellino: PALLACANESTRO CASTELFRANCO-ALBIGNASEGO BASKET 56-86

PALLACANESTRO CASTELFRANCO: Stradiotto R. 2, Miatello 8, Cimador 3, Binotto 3, Battistel 5, Scapin 5, Fantinato 12, Bernardo 1, Stradiotto B. 2, Cusinato 11, Mc Cray 4. All. Ussaggi.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 10, Scarpa 3, Roin 12, Paccagnella, Nanti F. 14, Livio 18, Fabian, Berti 10, Caraffa 2, Cecchinato 2, Navaglia 6, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Pavan.

Arbitri: Sandu di Paderno (Tv) e Pietrobon di Roncade (Tv).

Note: parziali: 7-26, 19-18 (26-44), 16-19 (42-63), 14-23 (56-86); tiri liberi: Castelfranco 8/15, Albignasego 10/14; tiri da tre: Castelfranco 5 (Miatello 2, Cimador, Battistel, Fantinato), Albignasego (Nanti M. 2, Scarpa, Nanti F., Berti 2, Vizzotto 2); falli di squadra: Castelfranco 19, Albignasego 20; fallo antisportivo: Cusinato (17’); fallo tecnico: Fantinato (34’).

L’Albi piega Riese: salvezza raggiunta

Ha dovuto patire non poco l’Albignasego per aver ragione di Riese, fanalino di coda della C Regionale. Come avevamo anticipato in fase di presentazione della partita, la formazione trevigiana si rivela avversaria ostica per i gialloneri, che riescono a spuntarla solamente dopo aver rimontato un disavanzo di 14 lunghezze (31-45 al 19’). Grazie a questa vittoria e al contemporaneo successo di misura da parte di Mirano a Bolzano (56-57), Albignasego raggiunge matematicamente il primo importante obiettivo stagionale della salvezza, quando mancano tre giornate al termine della regular season.

PRIMO TEMPO. È stato un match dai due volti quello dell’Albi Basket. “Chuck” Benetollo, già costretto a rinunciare a capitan Scarpa (in panchina per uno stiramento alla coscia), nei primi 10’ dell’incontro perde anche Francesco Nanti, colpito da una gomitata allo zigomo e poi recatosi all’ospedale durante l’intervallo lungo. L’approccio molle dei padroni di casa agevola in principio gli ospiti: dopo la bomba di Vizzotto al 6’ (16-16), Riese passa a condurre con Scapinello e Sy (23-28). Nel secondo quarto, due canestri di Cecchinato riavvicinano gli albignaseghesi (27-28), ma da quel momento in poi prende il sopravvento il gruppo trevigiano, che avanza ancora con Scapinello e l’ex Petrarca Mojsovski (27-32) fino a prolungare il break ancora con Scapinello e Niass al +14 (31-45), che in pratica pone fine alla prima metà di gioco (32-45).

Alberto Livio in lunetta. Nell'ultimo minuto di gioco, Albignasego ha registrato uno 0/7 ai liberi

SECONDO TEMPO. Dopo la strigliata di Benetollo negli spogliatoi, Albignasego rientra in campo più aggressivo e convinto, stringendo le maglie in difesa. Al 27’ la penetrazione di Roin dimezza il divario a -7 (43-50); la tripla di Vizzotto e una palla recuperata da Berti, bravo a realizzare in contropiede allo scadere della terza frazione, permettono di mettere il naso avanti per la prima volta (55-54). Nell’ultimo quarto i locali mantengono una buona intensità difensiva fermando l’attacco trevigiano per oltre 5’. Le penetrazioni di Roin, Vizzotto e Marco Nanti (sopra mentre sfrutta un blocco portato da Alberto Livio) mettono una luce di 7 punti (61-54) dalla squadra di Cavalli, che lotta però fino all’ultimo anche contro il tempo, ricorrendo al fallo sistematico per bloccare il cronometro. A 1’ 39’’ dalla sirena, i gialloneri viaggiano sul +9 (68-59), ma nell’ultimo giro di lancette rimedieranno uno 0/7 dalla lunetta, che tiene virtualmente aperta la contesa. Basta, però, per tenere a distanza di sicurezza Riese e stringere in pugno una sofferta vittoria.

  • Dopo la sosta per la Santa Pasqua, sabato 11 aprile (ore 21), Albignasego visiterà il difficile campo di Castelfranco per alimentare il sogno-playoff.

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-BASKET RIESE 71-61

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 14, Scarpa n.e., Roin 19, Ferro, Nanti F. 3, Livio 8, Fabian 2, Berti 6, Caraffa, Cecchinato 4, Navaglia 5, Vizzotto 10. All. Benetollo, viceall. Pavan.

BASKET RIESE: Olivetto, Polo 3, Fortunati F. 7, Niass 4, Scapinello 18, Baccin, Sy 18, Lucietti, Buratto 9, Bernardi, Mojsovski 2, Dankway Osei. All. Cavalli.

Arbitri: Mazzali di Gazzo Veronese (Vr) e Conte di Verona.

Note: parziali: 23-28, 9-17 (32-45), 23-9 (55-54), 16-7 (71-61); tiri liberi: Albignasego 11/24, Riese 9/17; tiri da tre: Albignasego 6 (Nanti M., Roin 2, Nanti F., Vizzotto 2), Riese 2 (Polo, Scapinello); falli di squadra: Albignasego 21, Riese 22; uscito per 5 falli: Mojsovski.

Albignasego ferma la marcia della Vigor

Prosegue con una bella vittoria sulla Vigor Hesperia Conegliano il cammino verso la zona salvezza-playoff dell’Albignasego Basket. Al Pala San Lorenzo, i ragazzi di Benetollo raccolgono ancora i due punti, intascando il quarto risultato utile consecutivo tra le mura domestiche. In una partita molto intensa e combattuta, la sterzata arriva nei 10’ finali grazie alle giocate sull’asse Luca Roin-Francesco Nanti, ma anche per merito di una difesa a zona, che manda fuori giri l’attacco trevigiano sbarrando ogni varco a canestro. Albignasego si appresta ora ad affrontare l’ultimo impegnativo scorcio di campionato: nelle ultime cinque giornate, i gialloneri sono attesi ad altri due incontri sul campo amico, contro Riese e Cittadella, e a tre trasferte con Verona, Castelfranco e Mirano, determinanti per il suo destino in post season.

1° QUARTO. Dopo una tripla in avvio di Cescon, i padroni di casa si sbloccano infilando un break (8-0) interrotto però dal gioco da tre punti dello stesso Cescon (8-6 al 5’). E sempre Cescon non fa in tempo a sorpassare con una bomba, che Albignasego piazza un altro parziale (10-0) chiuso dal tiro pesante di Vizzotto (18-9). Lo spauracchio Mattiello timbra i suoi primi punti del match dalla lunetta, ma è un altro tiro dall’arco di Marco Bortolini a riavvicinare gli ospiti (22-16) con i locali avanti di 5 lunghezze alla fine del primo periodo (23-18).

2° QUARTO. Nei primi 5’ la gara vive di strappi e controstrappi (28-24), ma è una palla sanguinosa persa da una rimessa in attacco a regalare nuovamente il vantaggio a Conegliano (28-29 al 15’). Per uscire dal pressing trevigiano, occorrono i siluri di Berti (31-29) e Scarpa (35-29). Con le difese a farla da padrona, segnano solo Marco Bortolini e Francesco Nanti al tiro libero (36-31). Negli ultimi spiccioli della prima metà di gioco, Marco Nanti libera sotto canestro Caraffa (38-33), ma un fallo ingenuo dello stesso Caraffa, su una conclusione trevigiana a fil di sirena da metà campo, proietta Mariani in lunetta a tempo ormai scaduto, che accorcia il ritardo dei suoi a un solo possesso (38-36).

Luca Roin, miglior marcatore dell'Albignasego con 15 punti

3° QUARTO. La Vigor tiene alta l’intensità anche nella ripresa. Albignasego riesce comunque a eludere la trappola della zona press costruendo un altro solido parziale (9-0), propiziato da due bombe di Marco Nanti, agganciando il +12 del massimo vantaggio (50-38). La reazione del quintetto di Sfriso è immediata: ennesimo controbreak (0-7) e siamo di nuovo a -5 (50-45). Qui, però, i gialloneri sono bravi a reggere l’urto adeguando una difesa a zona, che gli permette di risalire in doppia cifra con i punti preziosissimi di Livio (nella sopra al tiro) e Roin (55-45). I viaggi in lunetta di Mattiello e Francesco Gellera riducono il divario a -7 (59-52 e 61-54), ma ancora due liberi, stavolta a firma Navaglia, valgono il +9 in chiusura di terzo periodo (63-54).

4° QUARTO. I movimenti da manuale sotto canestro di Cinganotto e il piazzato di Marco Bortolini rintuzzano il divario a -5 (65-60). L’Albi tiene testa con Roin (69-62) e rigioca la carta della zona per smorzare l’attacco avversario, ma con una bomba di Milan la Vigor recupera a -2 (69-67). Roin e Francesco Nanti rimettono una luce di 5 punti (72-67). E lo stesso duo albignaseghese subito dopo, con un libero aggiuntivo e una tripla d’importanza capitale, rimette apposto i conti allungando al nuovo +10 (78-68), che pone di fatto fine alle ostilità (81-72).

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-VIGOR CONEGLIANO 81-72

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 10, Scarpa 7, Roin 15, Ferro n.e., Nanti F. 13, Livio 13, Fabian n.e., Berti 12, Caraffa 2, Cecchinato, Navaglia 2, Vizzotto 7. All. Benetollo, viceall. Pavan.

VIGOR HESPERIA CONEGLIANO: De Giusti 2, Milan 8, Cescon 11, Bortolini L., Mattiello, Mariani 3, Mutoi 3, Cinganotto 21, Gellera F. 6, Bortolini M. 10, Gellera A. All. Sfriso.

Arbitri: Bernini di Lonigo (Vi) e Dal Bello di Castello di Godego (Tv).

Note: parziali: 23-18, 15-18 (38-36), 25-18 (63-54), 18-18 (81-72); tiri liberi: Albignasego 14/22, Conegliano 23/25; tiri da tre: Albignasego 9 (Nanti M. 2, Scarpa, Roin, Nanti F., Berti 3, Vizzotto), Conegliano 7 (Milan 2, Cescon 2, Cinganotto 3); falli di squadra: Albignasego 24, Conegliano 21; uscito per 5 falli: Livio; fallo tecnico alla panchina della Vigor Conegliano (39’ sul 80-70).

Albi, difesa granitica: Virtus Lido domata

Dopo la sconfitta con la capolista Villafranca, l’Albignasego Basket torna a inseguire salvezza e playoff, avendo ragione al Pala San Lorenzo di una Virtus Lido mai doma. La serata poco proficua ai liberi e da sotto non stoppa i ragazzi di Maurizio Benetollo, che trovano la chiave di volta dell’incontro nell’intensità difensiva, respingendo nel finale tutti gli assalti della compagine lagunare. Prosegue quindi la ricorsa dei gialloneri, giunti alla loro sesta vittoria nelle ultime sette giornate, verso la zona “sicura” della classifica.

1° QUARTO. Dopo 5’ di stasi (4-4), Albignasego inizia a macinare gioco e canestri: la transizione funziona e il gioco da tre di Livio suggella il primo parziale favorevole ai padroni di casa (12-4). Lido torna a farsi sotto, ma una bomba di Berti permette ai gialloneri di finire a +7 i primi 10’ della partita (15-8).

Alberto Livio, sempre decisivo sotto le plance

2° QUARTO. Coach Benetollo abbassa il quintetto affidando le chiavi della regia a Roin. Dopo il piazzato frontale di Francesco Nanti dall’arco (nella foto d’apertura mentre difende su Enzo), i veneziani alzano la pressione difensiva, tornando a stretto contatto a metà del secondo periodo con una penetrazione di Saoner (20-19). La bomba di Vizzotto e un libero di Navaglia riaprono l’elastico a +5 (24-10), ma in questo frangente Albignasego viene frenato dalle basse percentuali al tiro e si lascia prendere d’infilata dal contropiede ospite (24-28). Due viaggi in lunetta dei lidensi ribaltano la prospettiva del quarto inaugurale (26-33). Prima dell’intervallo lungo, però, è un altro giro al tiro libero di Roin a limare a -5 il ritardo del quintetto albignaseghese (28-33).

3° QUARTO. Al rientro in campo, l’Albi tenta di cambiare ritmo (30-33), ma Lido fa di tutto per non farlo giocare. In più, la mano dei lunghi gialloneri continua a tremare dalla lunetta (0/4 di Francesco Nanti nei primi 5’, tramutato in un 2/7 di squadra alla fine del terzo periodo). Dopo un canestro di Lazzari (30-35), però, Albignasego rompe l’impasse, rimettendo la testa avanti ai liberi di nuovo con Roin (36-35), mentre la successiva tripla di Vizzotto corona un break (9-0), che vale il +4 (39-35). Livio scova per tre volte il pertugio giusto sotto canestro tra una selva di braccia avversarie (45-38). Merito anche di un gran lavoro difensivo, che blocca le fonti di gioco della formazione di Giangaspero. Il siluro di Berti regala il +10 (38-28), a cui però replica prontamente Mazzarolo (48-41).

Marco Nanti in palleggio (11 punti)

4° QUARTO. Marco Nanti e Berti allungano a +11 (52-41). La reazione del Lido si materializza nella tripla di Stefani (52-46). Dall’altra parte, però, segna ancora Marco Nanti (57-48), ma è un altro tiro da tre di Nicolò Vianello a tenere a galla il Lido (57-51). Sul +5 (59-54) a 3’ dallo scadere, la pressione biancoblù raggiunge il suo apice: dalla lunetta Marco Rosada riduce a -3 (59-56); capitan Scarpa sbaglia un “rigore”; Lido va alla conclusione senza cogliere bersaglio e a 22’’ dalla sirena, un fallo da contesa di Lazzari catapulta Livio al tiro franco (61-56). Sul fallo sistematico, tocca infine a Roin esibirsi al tiro libero (64-56), concedendo ai veneziani soltanto la bomba dell’orgoglio di Marco Rosada, che pone fine alla sfida (64-59).

  • Prima del prossimo impegno di campionato, in programma domenica prossima (ore 18) a Cavallino Treporti contro il Litorale Nord, Albignasego scenderà in campo giovedì, alle 20, alla palestra Ca’ Rasi per un’amichevole con il Petrarca di Nicola Imbimbo.

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-VIRTUS LIDO 64-59

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 11, Scarpa P. 2, Roin 11, Paccagnella n.e., Nanti F. 7, Livio 13, Fabian n.e., Berti 8, Caraffa, Cecchinato, Navaglia 3, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Pavan.

VIRTUS LIDO: Rosada M. 7, Stefani 5, Rosada S. 5, Saoner 9, Vianello G., Enzo 3, Scarpa N. 2, Vianello N. 7, Frison, Mazzarolo 7, Lazzari 14. All. Giangaspero.

Arbitri: Pinna di Salgareda (Tv) e Montagnoli di Cologna Veneta (Vr).

Note: parziali: 15-8, 13-25 (28-33), 20-8 (48-41), 16-18 (64-59); tiri liberi: Albignasego 13/22, Lido 10/15; tiri da tre: Albignasego 7 (Nanti M., Nanti F., Berti 2, Vizzotto 3), Lido 5 (Rosada M., Stefani, Rosada S., Vianello N., Mazzarolo); falli di squadra: Albignasego 16, Lido 22; uscito per 5 falli: Lazzari.

Torna il derby: sabato Albignasego-Limena

Si torna a respirare l’aria del derby sul parquet del Pala San Lorenzo: sabato sera, alle 18.30, è infatti in calendario il confronto tra l’Albignasego Basket e i cugini del Limena. Tra le mura del palazzetto di via Torino, la sfida tutta padovana della C Regionale mancava all’appello dallo scorso aprile, quando i gialloneri di Andrea Penso s’imposero sui ragazzi di Alberto Anselmi acquisendo la matematica certezza dei playoff. Quest’anno, le cose vanno diversamente: entrambe le formazioni navigano nelle zone medio basse della classifica, anche se dall’inizio del girone di ritorno hanno ingranato un’altra marcia infilando quattro vittorie consecutive in cinque partite.

IL TECNICO. «Si affrontano due squadre in salute – conferma Maurizio Benetollo – Entrambe hanno recuperato gli infortunati. Limena ha diversi giocatori con il ventello nelle mani come Nanti, Frusi e Sandrin. Inoltre, troveremo un Lazzarini rientrato già da tre partite, che sta recuperando la forma ottimale. Ma anche sotto canestro i nostri avversari hanno delle prime scelte molto valide. Forse, noi abbiamo qualcosa in più nel reparto lunghi e dovremo essere bravi a sfruttare appieno il gioco interno. È senza dubbio interessante come derby, ma conta soprattutto in termini di classifica. All’andata abbiamo perso di 7 (73-66, ndr), riuscissimo a girare la differenza canestri a nostro favore la vittoria potrebbe valere doppio, se non addirittura di più. Non si tratta di una partita decisiva, anche se chi vince potrà compiere un bel passo avanti».

GLI EX E I CUGINI. Insieme a coach Benetollo, saranno altri due gli ex che animeranno il derby: da un lato il già citato Corrado Lazzarini, dall’altro Giacomo Vizzotto. Senza dimenticare poi il consueto duello tutto in famiglia tra i tre cugini Nanti: i pilastri dell’Albignasego, Marco e Francesco, opposti a Nicola, capitano di lunga data del Limena.