Articoli

Albignasego spegne il fanalino Virtus Lido

L’Albignasego sceso in campo sapendo di dover riscattare la brutta sconfitta subita a Riva del Garda (avversaria che d’ora in avanti creerà serie difficoltà a chiunque) e riscatto è stato.

La Virtus Lido è sì ultima in classifica, ma è una squadra ostica e poi arrivava al Pala Gazzabin con il morale alto dopo la vittoria ottenuta in casa sabato scorso contro il Litorale Nord. Da parte nostra, ricordiamo bene che le partite con le ultime della classe sono le più insidiose e non vanno sottovalutate.

Nella prima frazione di gioco si gioca alla pari (5-5) poi Albignasego scappa ritrovando subito avanti quasi in doppia cifra (14-5). Alla sua seconda partita in panchina (la prima in trasferta), Ragazzi chiama subito minuto per riordinare le idee. In effetti il timoeut porta i suoi frutti, perché perdiamo tre palloni di seguito incassando un parziale (3-9), che riduce le distanze al possesso pieno (17-14). Nel secondo periodo coach Benetollo catechizza i suoi giocatori, che piazzano un parziale di 9-2 (26-16). Fino al termine il distacco oscillerà sempre fra 6 e 8 punti (45-37).

Nel terzo periodo il primo canestro arriva dopo 3’: è Vigna a interrompere l’astinenza e da quel momento Albignasego non sbaglia più allungando fino al +16 con Berto, Marco Nanti, Livio e Vizzotto (61-45).

Il quarto periodo è di puro controllo e consente a Benetollo di ruotare tutti i giocatori presenti in panchina. Da notare la serata di grazia al tiro da tre (12 triple) con mattatore Vizzotto, autore di ben 7 triple (21 punti), ben coadiuvato da Vigna (18) e Livio (12).

Adesso mancano sei giornate alla fine di campionato: tre partite in casa (Riese, Summano e Mirano) e tre partite in trasferta (Conegliano, Litorale Nord e Roncade) contro squadre d’alta classifica. Qui dovremo mostrare il nostro vero valore e capiremo dove possiamo arrivare.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS LIDO 79-65

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 7, Nanti M. 9, Paccagnella 1, Nanti F. n.e., Livio  12, Fabian 2, Berti 3, Gallocchio 6, Vigna 18, Vizzotto 21. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS LIDO: Marzaro 4, Pasqualetto 13, Parisatti, Vianello, Ragazzi G. 13, Stefani 19, Carrer, Mazzarolo 2, Saoner 6, Ciulu 8. All. Ragazzi A.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Niero di Borgoricco.

Note: parziali: 17-14, 28-23, 16-8, 18-20; tiri liberi: Albignasego 4/7, Lido di Venezia 13/17; tiri da tre: Albignasego 12 (Berto, Nanti M., Berti, Gallocchio 2, Vizzotto 7), Lido di Venezia 6 (Pasqualetto, Ragazzi G. Stefani 4); falli di squadra: Albignasego 17, Lido di Venezia 16; fallo antisportivo: Parisatti (17’); uscito per 5 falli: Berto.

 

Albignasego solido con Ponzano, ma poi annaspa a Riva del Garda

Partiamo da questa considerazione: nel girone d’andata dopo cinque giornate di campionato portavamo a casa 4 punti, nel girone di ritorno dopo cinque giornate raccogliamo 8 punti perdiamo solamente contro Verona, prima in classifica giocando anche una buona partita. Sabato è arrivato al Pala Gazzabin il Ponzano, che avrebbe dovuto scendere in campo senza ben tre giocatori squalificati: Alberti, Prandini e Lena, ma la società trevigiana ha fatto ricorso e con la pena sospesa tre giocatori in questione sono regolarmente in campo. Meglio così, perché giochiamo senza alibi e dubbi di nessun genere.

La prima frazione di gioco vede Albignasego prendere subito la partita in mano con una buona circolazione di palla e difesa aggressiva, che obbliga coach Osellame dopo cinque minuti di gioco a chiamare il primo timeout (10-2). Il discorso, però, non cambia e Albignasego scappa a +13 (22- 9).

La musica non muta neppure nella seconda frazione di gioco (31-24), ma qui forse per sufficienza, qualche tiro affrettato e passaggio sbagliato subiamo un parziale (0-7) e Ponzano pareggia con una tripla di Pozzebon (31-31). Timeout obbligato per coach Benetollo, che al rientro in campo porta il suo beneficio: controparziale di 8-2, firmato da Gallocchio, Vigna e Berto (39-33), ma subiamo ancora 4 punti da Alberti (39-37).

Al rientro dagli spogliatoi, il terzo periodo si gioca punto a punto: due i punti al massimo di scarto per entrambe le squadre (56-56). Nell’ultima frazione di gioco si procede sempre a braccetto (60-58), fino a quando nel giro di 2’ Livio e Vizzotto ci riportano a +7 (67-60). Da qui alla fine gestiamo la partita e incassiamo due punti, che valgono doppio avendo entrambi gli scontri diretti con Ponzano a nostro favore.

Pur non disputando una partita impeccabile, abbiamo mostrato impegno e determinazione, senza il nostro capitano Francesco Nanti. Se continuiamo in questo modo potremo toglierci le nostre belle soddisfazioni.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – PONZANO BASKET 72-66

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi n.e., Berto 13, Nanti M. 3, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 13, Fabian, Berti, Gallocchio 3, Vigna 20, Vizzotto 20. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

PONZANO BASKET: Prandini 11, Lena, Pozzebon 6, Alberti 12, Pacchioli n.e., Gatto 15, Cappellazzo, Ricciardi n.e., Alpago 8, Barzan 9, Groppo n.e., Corradini 5. All. Osellame.

Arbitri: Lavarda di Thiene (Vi) e Corrò di Camponogara (Ve).

Note: parziali: 25-16, 14-21, 17-19, 16-10; tiri liberi: Albignasego 15/18, Ponzano 16/21; tiri da tre: Albignasego 7 (Gallocchio, Vizzotto 6), Ponzano 6 (Prandini, Pozzebon 2, Gatto, Alpago, Corradini); falli di squadra: Albignasego 18, Ponzano 16; fallo tecnico: Pozzebon (24’).

 

L’ asse play-pivot (50 punti in due giocatori su 80 segnati) della Virtus Alto Garda mette in crisi l’Albignasego, che non riesce ad espugnare il campo di Riva del Garda. I trentini possono contare per l’occasione sull’innesto del play Nardini (18 punti), che fa impazzire i nostri e che non riusciamo mai a fermare in difesa. Nel primo periodo, Albignasego aveva lasciato la testa ancora in pullman subendo senza reagire (13-2 al 5’). Nel secondo quarto, ci ricordiamo che siamo venuti a fare una partita e non una gita: cominciamo a giocare e un passo alla volta ritorniamo in carreggiata, grazie a un parziale (12-24) con il quale impattiamo (34-34). E allo scadere Berti ci porta al riposo lungo in vantaggio (37-39).

Nella ripresa prevale l’equilibrio, anche se Bernardi è sempre più scatenato. La gara resta in bilico fino al 35’ (69-69); qui, infatti, subiamo un break (11-3) e noi invece di penetrare cercando di andare in lunetta e recuperare spariamo dalla linea dei tre punti senza concludere nulla.

Torniamo a casa sapendo che non abbiamo fatto il nostro dovere e non abbiamo difeso come saremmo stati in grado di difendere. Abbiamo subito 50 punti da due giocatori, ma sappiamo anche che fino ad ora abbiamo fatto delle buone cose e che una giornata storta può anche starci. Dovremo rifarci sabato prossimo quando affronteremo in casa il fanalino di coda Virtus Lido, senza prendere la partita sotto gamba. Perché questi sono in genere gli incroci più pericolosi.

(m.p.)

 

VIRTUS ALTO GARDA – ALBIGNASEGO BASKET 80-72

VIRTUS ALTO GARDA: Hainzl n.e., Nardini 18, Pace, Trivarelli 3, Egidi n.e., Madella n.e., Tobaldi 8, Maci, Lovisotto 10, Bernardi 32, Pastori 9. All. Gabrielli.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi n.e., Berto 13, Nanti M. 12, Paccagnella n.e., Livio 11, Fabian 2, Berti 14, Gallocchio 8, Vigna 8, Vizzotto 4. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Peretti di Verona e Maculan di Grumolo delle Abbadesse (Vi).

Note: progressivi: 22-10, 37-39, 60-60; tiri liberi: Alto Garda 20/30, Albignasego 12/18; tiri da tre: Alto Garda 8 (Nardini, Trivarelli, Tobaldi 2, Lovisotto, Bernardi 3), Albignasego 9 (Berto 2, Berti 4, Gallocchio 2, Vizzotto); falli di squadra: Alto Garda 21, Albignasego 24; usciti per 5 falli: Nanti M. e Vigna.

Albignasego non sbaglia a Resana, il quinto posto è saldo

Terzo successo in quattro giornate per l’Albignasego, che torna a casa con due punti preziosi dalla trasferta di Resana. I gialloneri, che volevano tenere saldo il quinto posto, hanno incrociato una squadra in un momento di difficoltà sia a livello di classifica sia d’infermeria, che andava pertanto presa con le dovute precauzioni. Nel primo periodo vige l’equilibrio, con gli ospiti che terminano comunque sopra di un possesso. Il secondo quarto vede invece Albignasego salire in cattedra dilatando il proprio vantaggio fino al +15, grazie alle giocate di Berto, Marco Nanti, Livio e Vigna.

In avvio di ripresa, Vizzotto e compagni perdono alcuni palloni di troppo e tra il 26’ e 28’ subiscono un parziale trevigiano di 9-0, propiziato da Basso e Pegoraro (47-50). Nella frazione conclusiva, però, i gialloneri tornano a gestire il punteggio, tenendo un margine di vantaggio, che oscillerà tra i quattro e i sei punti. Senza mai perdere il controllo, l’Albignasego incassa dunque i due punti. In ogni caso, la gara non è mai stata messa in discussione. Ottima la gestione di coach Benetollo, che ha permesso alla squadra di non complicarsi mai la vita chiudendo con quattro giocatori in doppia cifra.

Massimo Pavan

 

VIRTUS RESANA – ALBIGNASEGO BASKET 69-76

VIRTUS RESANA: Basso 14, Baldissera 3, Scapinello 13, Campagnaro 12, Pegoraro 7, Peroni n.e., Dainese 6, Olivetto 2, Marcon 5, Bertolo 7. All. Cavalli.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi n.e., Berto 16, Nanti M. 15, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 16, Fabian, Berti 3, Gallocchio 3, Vigna 18, Vizzotto 5. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Crivellaro di Breganze (Vi) e Azzali di Lazise (Vr).

Note: progressivi: 19-21, 21-43, 37-57; tiri liberi: Resana 12/21, Albignasego 20/24; tiri da tre: Resana 7/25 (Basso 4, Pegoraro 2, Baldissera), Albignasego 4/13 (Berto, Berti, Gallocchio, Vizzotto); rimbalzi: Resana 38 (27+11, Campagnaro 10), Albignasego 29 (24+5, Vigna 7); fallo tecnico: Cavalli (12’); fallo antisportivo: Marcon (37’); uscito per 5 falli: Scapinello.

Albignasego ferma la corsa di Murano e aggancia il quinto posto

Come avevamo già accennato, la terza giornata di ritorno del campionato di Serie C Silver ci metteva di fronte ad un avversario, che veniva da ben cinque vittorie consecutive. Murano, quinto in classifica con 18 punti, è sceso in quel di Albignasego con l’intento di portare a casa il sesto sigillo consecutivo e continuare così la sua striscia positiva. I veneziani avevano vinto con squadre blasonate (in ordine Conegliano, Riese, Roncade, Summano e Litorale Nord), ma hanno dovuto fare i conti con un Albignasego, che già all’andata era andato vicino all’impresa sull’isola.

Noi eravamo ancora privi del nostro capitano Francesco Nanti, in panchina per sostenere i suoi compagni, ma eravamo convinti che anche questa volta l’impresa fosse possibile a patto però di giocare di squadra e da leoni in difesa. Iniziamo, a dire il vero, un po’ contratti e al 2’ il tabellone segna 1-6 per Murano. Poi piano piano, però, cominciamo a giocare e al 7’ mettiamo il naso avanti (10-9). Peccato che nel frangente perdiamo troppi palloni e tiriamo quando non serve, subendo un altro parziale di 1-6. La prima frazione termina così 11-15 per Murano.

Nel secondo periodo l’inerzia è favorevole e grazie ai canestri di Vizzotto e Vigna saliamo sul +7 (27-20). Sembra che tutto fili per il verso giusto, quando invece accusiamo un blackout ritrovandoci in un amen di nuovo sotto dopo un controparziale di 2-13, firmato da Vianello, Causin e Rosada (29-33). Dopo l’intervallo lungo, cerchiamo di recuperare le forze e riordinare le idee, ma purtroppo la musica non cambia e alla fine del terzo quarto dobbiamo ancora rincorrere (43-50).

Il divario non è comunque enorme: un passo alla volta, diventiamo sempre più aggressivi e dopo un calo di alcuni giocatori avversari piazziamo un break (16-4) con Vigna, Marco Nanti, Berto e Livio, che indirizza la gara dalla nostra parte (59-54). Negli ultimi minuti, gli ospiti alzano la difesa per rimontare, ma siamo bravi a gestire e a restare lucidi fino in fondo portando a casa una vittoria importante. Si tratta infatti di due punti molto preziosi, che ci permettono di agganciare proprio i lagunari in quinta posizione.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 67-58

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 17, Nanti M. 6, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 14, Fabian 2, Berti 2, Gallocchio, Vigna 15, Vizzotto 11. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Toppan Ledo n.e., Zorzi 3, Causin 16, Rosada 15, Ortolan 4, Fortunati n.e., Sperti 4, Utenti 4, Leyba Marine 2, Vianello 10. All. Romanin.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Rebellato di Crespano del Grappa (Tv).

Note: parziali: 11-15, 18-18, 14-17, 24-8; tiri liberi: Albignasego 15/20, Murano 12/25; tiri da tre: Albignasego 4 (Berto, Vizzotto 3), Murano 6 (Causin, Rosada 3, Vianello 2); falli di squadra: Albignasego 22, Murano 21; fallo antisportivo: Rosada (27’); usciti per 5 falli: Nanti M., Livio e Zorzi.

Albignasego mette la quinta con Conegliano. il diesse Pavan: «Vittoria del gruppo»

Uno (Resana), due (Ponzano), tre (Riva del Garda), quattro (Lido di Venezia), cinque (Conegliano), sì proprio cinque le partite che l’Albignasego (nella foto di Ilaria Malerba, Giacomo Vizzotto, 19 punti) ha vinto consecutivamente. Prima di scrivere della partita vorrei fare una precisazione dicendo che queste cinque partite sono state vinte di squadra, anche se qualche giocatore in certe gare è salito in cattedra. Di squadra significa da tutti i giocatori: quelli che non giocano, quelli che giocano poco e quelli che giocano, perché ognuno di loro sa quale è il suo ruolo e tutti danno il proprio contributo, portando il proprio mattoncino alla causa e soprattutto danno vita a uno spogliatoio unico, la vera forza dell’Albignasego.

Un plauso comunque va rivolto poi anche alla coppia BenetolloGabaldo, che con la sua esperienza porta il tocco finale, e alla dirigenza, che sostiene in toto questo gruppo di giocatori e allenatori senza fare tanti drammi anche quando si perde (vedi le prime tre giornate di campionato). Sbagliando si impara, quindi bravi tutti.

Adesso veniamo alla partita giocata contro la Vigor Conegliano: partita vinta con difficoltà e senza fornire una buona prova, ma vinta contro una squadra ben allenata. All’inizio abbiamo sofferto l’aggressività in difesa dei nostri avversari, riuscendo a sorpassare soltanto al 14’. La gara è rimasta in equilibrio, anche se in due occasioni ci siamo spinti sul +10 e +8, salvo poi vanificare il tutto con giocate non proprio consone e qualche pallone perso di troppo.

La partita avrebbe potuto chiudersi a 38 secondi dalla sirena, quando sul 62-59 abbiamo sbagliato due liberi (alla fine saranno 10/28). Nei secondi finali, però, Conegliano falliva a sua volta tre conclusioni lasciando i due punti ai nostri gialloneri.

Adesso ci aspetta una trasferta insidiosa a Riese in un campo, dove abbiamo sempre trovato difficoltà, ma non per questo partiamo in svantaggio. Un passo alla volta.

Forza ragazzi! Forza Albignasego!

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIGOR HESPERIA CONEGLIANO 62-59

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 14, Nanti M. 5, Paccagnella, Nanti F. 7, Livio 6, Fabian, Berti 4, Gallocchio, Vigna 7, Vizzotto 19. All. Benetollo.

VIGOR HESPERIA CONEGLIANO: Vendramelli 10, Rivaletto 5, Cagnoni 12, Spessotto, Cosmo, Dalle Vedove, Mariani 11, Cinganotto 7, Rossi 5, Gellera A. 3, Gellera F. 2, Bortolini 4. All. Sfriso.

Arbitri: Azzali di Lazise (Vr) e Guadalupi di Trento.

Note: parziali: 15-20, 15-10, 20-18, 12-11; tiri liberi: Albignasego 10/28, Conegliano 8/10; tiri da tre: Albignasego 7 (Berto, Nanti F., Vizzotto 5), Conegliano 7 (Vendramelli 2, Rivaletto, Cagnoni 2, Cinganotto, Rossi).

 

Albignasego vede la luce: prima vittoria in campionato con la Virtus Resana

Dopo tre giornate di campionato, Albignasego muove la propria classifica incamerando i primi due punti della stagione, al termine di un incontro dall’andamento imprevedibile contro la Virtus Resana. Al Pala Gazzabin, la tensione palpabile dei primissimi minuti di gioco ha condizionato entrambe le squadre, che hanno iniziato a basso ritmo segnando praticamente con il contagocce. Il primo break di marca trevigiana (8-18) scuoteva i gialloneri, bravi a ricucire lo strappo nel secondo periodo culminato con il sorpasso in prossimità dell’intervallo lungo (27-26).

Dopo una terza frazione equilibrata (17-15), i padroni di casa prendevano il comando delle operazioni pervenendo al +11. Resana, però, non mollava colmando il gap in un amen. La gara veniva così decisa a 2’ dalla sirena: una spettacolare rimessa a tutto campo di Vizzotto lanciava Berti in un contropiede solitario, che valeva il +5; in seguito, da un recupero difensivo e una difesa compatta di squadra, scaturivano i due liberi di Berto (nella foto di Ilaria Malerba), che blindavano a doppia mandata la prima vittoria dei ragazzi di Maurizio Benetollo.

«È stata una partita molto combattuta – commenta il tecnico giallonero – Nel primo quarto, Resana ha trovato facilmente la via del canestro. Poi però siamo riusciti a mettere i nostri avversari in difficoltà con cambi di difesa, alternando zona e uomo. Avevamo raggiunto la doppia cifra di vantaggio a 5’ dal termine, ma hanno saputo attaccare bene la nostra zona, con un paio di bombe di Peroni e facendo valere anche la fisicità a rimbalzo di Marcon. Nel finale, però, siamo riusciti a costruire dei giochi importanti con Livio, Vizzotto, Vigna e Berti, che ci hanno permesso di rimettere il naso avanti. Vincere era fondamentale. Averlo fatto con una prestazione di squadra e senza Marco Nanti, in una situazione di oggettiva difficoltà dove eravamo corti con le guardie, fa sicuramente morale».

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS RESANA 66-59

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 11, Paccagnella n.e., Nanti F. 12, Livio 11, Fabian n.e., Berti 12, Gallocchio, Vigna 10, Vizzotto 10. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS RESANA: Tessarin 2, Miatello 2, Bisinella, Nalesso 3, Scapinello 20, Campagnaro 3, Pegoraro, Peroni 13, Dainese 4, Olivetto, Marcon 12. All. Cavalli.

Arbitri: Frigo di Montagnana (Pd) e Pallaoro di Trento.

Note: parziali: 12-19, 15-7 (27-26), 17-15 (44-41), 22-18 (66-59); tiri liberi: Albignasego 8/14, Resana 9/14; tiri da tre: Albignasego 6/23 (Vizzotto 3, Berti 2, Nanti F.), Resana 4/22 (Peroni 2, Scapinello 2).

All’Energy Day del Pala Gazzabin, Albignasego cede alla fisicità di Verona

All’esordio casalingo, Albignasego resta ancora a secco di vittorie arrendendosi al termine di una sfida accesa e combattuta ad un’arrembante Cestistica Verona. Per ampi tratti di gioco, i gialloneri hanno patito la fisicità degli scaligeri, che hanno dominato la lotta a rimbalzo inquadrando il match sotto la giusta prospettiva. Sotto il profilo del gioco, inoltre, Albignasego è stato penalizzato alla lunga anche dall’assenza per almeno 15’ in cabina di regia del suo play Marco Nanti, costretto ad abbandonare il campo per un colpo alla spalla.

Partiti a ritmo elevato (11-4 al 5’), i padroni di casa hanno condotto le danze nei primi 10’ (18-13), salvo poi subire l’impatto ospite a metà del secondo parziale, quando una bomba di Croce ha pareggiato i conti (27-27 e 4 punti consecutivi del lungo Soave hanno materializzato il sorpasso veronese (27-31 al 15’). Da quel momento, la Cestistica ha sempre mantenuto la testa avanti incrementando il vantaggio alla doppia cifra in avvio di ripresa (36-47 al 25’). Sotto di 12 lunghezze (38-50), gli uomini di Benetollo hanno reagito rientrando sul -4 grazie a due bombe consecutive di Vizzotto verso il tramonto del terzo periodo (46-50 al 27’). Ma all’inizio dell’ultima frazione, la formazione di Zappalà ha impresso lo strappo decisivo, confezionando un break taglia-gambe (0-8) con Damiani, Fabbian e Bovo. Verona ha allungato fino al +14 del massimo vantaggio (59-73 al 36’) e per i gialloneri a quel punto non c’è stato proprio più nulla da fare.

A parziale consolazione della seconda sconfitta in campionato, la grande festa dell’Energy Basketball, andata in scena nel pre-gara, in cui i giocatori della prima squadra si sono intrattenuti con i baby atleti del pool tra sorrisi, autografi e foto di rito.

 

ALBIGNASEGO BASKET – CESTISTICA VERONA 68-77

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi n.e., Berto 16, Nanti M. 5, Paccagnella n.e., Nanti F. 4, Livio 10, Fabian 4, Berti 10, Gallocchio, Vigna 10, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

CESTISTICA VERONA: Bovo 3, Sesta n.e., Ziliani 6, Pacione 2, Croce 15, Fabbian 5, Zenegaglia 2, Soave 21, Damiani 14, De La Rosa n.e., Bertani 9. All. Zappalà.

Arbitri: Langaro di Arzignano (Vi) e Castello di Sarcedo (Vi).

Note: parziali: 23-19, 34-42 (11-23), 53-56 (19-14), 68-77 (15-21); tiri liberi: Albignasego 9/11, Verona 13/23; tiri da tre: Albignasego 7 (Berto 3, Nanti M.,Vizzotto 3), Verona 8 (Bovo, Ziliani, Croce 4, Fabbian, Bertani); falli di squadra: Albignasego 19, Verona 18; fallo tecnico: Berti (23’ sul 36-46); usciti per 5 falli: Nanti F. e Livio.

L’Albignasego inserisce Sebastiano Berto e blinda il gruppo storico

È Sebastiano Berto il primo innesto dell’Albignasego Basket per l’annata sportiva 2016-2017. Nato il 5 aprile del 1996, il giovane esterno, cresciuto nel vivaio della Virtus Padova, è reduce da una stagione in serie D a Roncaglia e con l’Under 20 dell’Union Vigonza. Giocatore duttile, dotato di ottima visione di gioco e intelligenza cestistica, ricopre in genere il ruolo di guardia, ma è in grado di destreggiarsi all’occorrenza anche in fase di playmaking. Prima di approdare l’anno scorso a Roncaglia, Berto ha fatto parte della formazione virtussina, che ha conquistato la promozione in serie B, ritagliandosi in campo minuti preziosi. Inserito nelle rotazioni da Massimo Friso, ha potuto accrescere ulteriormente la propria esperienza in C Nazionale, dopo aver esordito giovanissimo in DnC nel 2012-2013. Alla sua prima vera annata in un campionato senior in D Regionale, ha mantenuto la propria media realizzativa attestandosi a quasi 9 punti su un totale di 27 partite disputate.

Nello scacchiere del riconfermato coach Benetollo andrà a rinsaldare la batteria di esterni, che ha già registrato importanti conferme. Vestiranno infatti ancora la maglia giallonera: Marcello Berti, Cristano Gallocchio, Marco Nanti e Giacomo Vizzotto. Sul fronte interno, oltre all’albignaseghese Luca Fabian, è inoltre rinnovato il rapporto ormai decennale, che lega il capitano Francesco Nanti ai colori dell’Albignasego. Ala forte-centro, classe 1987, insieme al cugino Marco e a Vizzotto, è uno dei capostipiti della “vecchia guardia”, con i quali la società vuole provare a riconfermarsi nel prossimo impegnativo campionato di serie C Silver.

Nei prossimi giorni, verranno definite altre operazioni, che perseguiranno l’obiettivo di rafforzamento del gruppo, che lo scorso maggio ha agguantato meritatamente la finale playoff con lo Sportschool Dueville cullando a lungo il sogno dell’accesso in C Gold.

Che cuore Albignasego! I gialloneri passano a Treviso: è finale playoff

Il grande cuore dell’Albignasego ha avuto ancora una volta ragione. Dopo una lunga lotta senza esclusioni di colpi, i gialloneri escono vincitori dalla decisiva bella delle semifinali di C Silver con la Benetton Treviso, conquistando una storica finale playoff. Gara-3, tesa e combattuta fino allo scadere, vede prevalere gli uomini di Benetollo e Gabaldo, che riescono nell’impresa di far saltare il fattore campo, preservando nel finale un tesoretto di 4-5 punti dalla rimonta trevigiana.

Nei primi minuti, Albignasego e Benetton sembravano recitare lo stesso spartito del primo incontro disputato in Ghirada: al primo parziale ospite rispondevano subito i padroni di casa, che riportavano il match sui binari di un sostanziale equilibrio (15-13). Dal secondo periodo, calcava il parquet anche Marco Nanti: giunto a partita iniziata per impegni di lavoro, il playmaker restituiva ordine alla fase offensiva degli abignaseghesi, che mettevano una luce di 5 lunghezze tra sé e gli avversari all’intervallo lungo (24-29). Durante la pausa tra i due tempi, il centro padovano dell’Olimpia Milano Daniele Magro, cresciuto nelle giovanili della Benetton, compiva un breve blitz sul parquet salutando tra gli applausi del pubblico i giovani biancoverdi e gli ex compagni di squadra gialloneri ai tempi del Gattamelata Albignasego.

La ripresa si apriva con il controbreak locale (7-0), chiuso da un centro di Michelin (31-29). Dopo l’impasse dei primi 20’, le mani cominciavano a scaldarsi anche dalla lunga distanza: alla tripla di Sarto (36-35), rispondeva con la stessa moneta Nicola Nanti (36-38). Il lungo alternarsi al comando del march proseguiva con un’altra conclusione dall’arco di marca trevigiana (39-38), a cui ribatteva Vizzotto, bravo a ritagliarsi lo spazio in angolo per insaccare il tiro pesante sul filo dei 24 secondi (39-41).

Albignasego teneva la testa avanti anche nell’ultima frazione (43-44). Due furti in fotocopia di Nicola Nanti, furbo e scaltro nel rubare palla a centrocampo, regalavano il +4 (46-50). A 5’ dal termine, Roin fissava il +6 (46-52), ma serviva un’altra bomba di Nicola Nanti per ricacciare indietro i ragazzi di Mian (50-55). Treviso perseverava fino alla fine con la sua difesa aggressiva e asfissiante su palla a e linee di passaggio. Nell’ultimo giro di lancette, un 4/4 ai liberi di Marco Nanti invertiva il trend negativo dalla lunetta degli albignaseghesi (53-59). Non era ancora finita. Una tripla di Michelin riaccendeva le speranze trevigiane (56-59), spente soltanto dopo un libero di Nicola Nanti (56-60) e un ultimissimo tentativo di recupero dei verdi andato a vuoto (58-60).

LA SERIE FINALE. Gara-1 verrà disputata già questa domenica a Dueville. Il ritorno al Pala Gazzabin di Albignasego è previsto per mercoledì prossimo 1° giugno, mentre per l’eventuale bella bisognerà tornare il successivo weekend nel palazzetto vicentino.

 

BENETTON TREVISO – ALBIGNASEGO BASKET 58-60

BENETTON TREVISO: Michelin 5, Simeoni, Coassin 7, Sarto 10, Varaschin 19, Esposito 4, Rossi 6, Battistuzzi 2, Barbon 1, Mavric, Lovisotto 4, Ambrosin n.e. All. Mian.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 15, Roin 4, Paccagnella n.e., Rizzi 6, Nanti F. 7, Livio 10, Fabian 2, Berti 4, Gallocchio 3, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Radoni di Roncade (Tv) e Bortolotto di Castello di Godego (Tv).

Note: parziali: 15-13, 24-29, 43-44; tiri liberi: Treviso 7/10, Albignasego 13/25; tiri da tre: Treviso 4 (Coassin, Sarto 2, Varaschin), Albignasego 5 (Nanti N. 2, Nanti F., Gallocchio, Vizzotto); falli di squadra: Treviso 28, Albignasego 14; fallo antisportivo: Nanti M. (22’); uscito per 5 falli: Barbon (39’).

La Benetton conduce le semifinali playoff: Albignasego beffato all’ultimo secondo in gara-1

È la Benetton Treviso ad aggiudicarsi il primo round delle semifinali playoff, dopo una gara dall’andamento imprevedibile. A determinare le sorti di un match dalle mille emozioni è stata una tripla di Coassin a un secondo e 6 decimi dalla sirena, che ha dissolto i sogni di vittoria della squadra giallonera. Domenica, alle 18.30, i ragazzi di Benetollo dovranno soltanto vincere per portare la serie alla bella, in programma martedì prossimo (ore 20.30) ancora in Ghirada. Un’ottima partenza aveva illuso l’Albignasego di poter gestire agevolmente la partita: Roin getta scompiglio con le sue penetrazioni arrivando più volte fino al ferro (10-20), ma verso il tramonto del primo periodo i trevigiani cominciano a ingranare con un siluro di Mavric (13-20). Al vantaggio da doppia cifra degli ospiti (17-27), i padroni di casa rispondono piazzando un parzialone (13-0) mettendo il naso avanti alla pausa lunga (30-27). Treviso è sempre in ritmo e spinge forte sull’acceleratore anche in avvio di ripresa infilando un altro break (12-0), che fa precipitare gli ospiti fino a -15 (42-27).

Entrato in rottura prolungata con il canestro, Albignasego interrompe il lungo digiuno a cavallo di secondo e terzo quarto (25-0) soltanto grazie a un libero di Livio (42-28). La serata storta di Nanti e soci al tiro dalla media e lunga distanza, tuttavia, non lascia presagire nulla di buono. E invece è qui che scatta la rimonta giallonera: la zona di Benetollo imbriglia le maglie biancoverdi. Albignasego si affida in attacco al gioco da sotto andando da Livio, che ricuce lo strappo al pieno possesso (44-41), realizzando da solo il controparziale albignaseghese (2-13).

Nell’ultima frazione, Vizzotto stampa due triple una dietro l’altra legittimando il sorpasso ospite, ma Treviso reagisce riportandosi in un amen avanti di qualche lunghezza. Sul +2 (60-58), Berti ruba palla involandosi in contropiede per il pari (60-60). L’ultimissima azione però è della Benetton: Marco Nanti ha un fallo da spendere e blocca il cronometro a pochi secondi dallo scadere, ma non basta a impedire la conclusione agli avversari. Sulla rimessa in attacco, Coassin è lesto a sganciarsi dalla marcatura e insaccare dall’angolo il tiro della vittoria (63-60).

 

BENETTON TREVISO – ALBIGNASEGO BASKET 63-60

BENETTON TREVISO: Michelin 11, Simeoni n.e., Coassin 5, Sarto 2, Varaschin 11, Esposito 1, Rossi 4, Battistuzzi, Barbon 14, Mavric 6, Lovisotto 9, Ambrosin n.e. All. Mian.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 2, Nanti N., Roin 8, Rizzi, Nanti F. 9, Livio 24, Fabian 2, Berti 6, Gallocchio, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: De Rico di Venezia e Parisi di Padova.

Note: parziali: 13-20, 17-7 (30-27), 14-14 (44-41), 19-19 (63-60); tiri liberi: Treviso 7/11, Albignasego 13/21; tiri da tre: Treviso 6 (Coassin, Varaschin, Barbon 2, Mavric, Lovisotto), Albignasego 3 (Vizzotto); falli di squadra: Treviso 26, Albignasego 17; usciti per 5 falli: Barbon e Lovisotto; fallo tecnico: panchina Albignasego (20’, sul 27-27); fallo antisportivo: Nanti M. (22’, sul 35-27).