Articoli

Albignasego spegne il fanalino Virtus Lido

L’Albignasego sceso in campo sapendo di dover riscattare la brutta sconfitta subita a Riva del Garda (avversaria che d’ora in avanti creerà serie difficoltà a chiunque) e riscatto è stato.

La Virtus Lido è sì ultima in classifica, ma è una squadra ostica e poi arrivava al Pala Gazzabin con il morale alto dopo la vittoria ottenuta in casa sabato scorso contro il Litorale Nord. Da parte nostra, ricordiamo bene che le partite con le ultime della classe sono le più insidiose e non vanno sottovalutate.

Nella prima frazione di gioco si gioca alla pari (5-5) poi Albignasego scappa ritrovando subito avanti quasi in doppia cifra (14-5). Alla sua seconda partita in panchina (la prima in trasferta), Ragazzi chiama subito minuto per riordinare le idee. In effetti il timoeut porta i suoi frutti, perché perdiamo tre palloni di seguito incassando un parziale (3-9), che riduce le distanze al possesso pieno (17-14). Nel secondo periodo coach Benetollo catechizza i suoi giocatori, che piazzano un parziale di 9-2 (26-16). Fino al termine il distacco oscillerà sempre fra 6 e 8 punti (45-37).

Nel terzo periodo il primo canestro arriva dopo 3’: è Vigna a interrompere l’astinenza e da quel momento Albignasego non sbaglia più allungando fino al +16 con Berto, Marco Nanti, Livio e Vizzotto (61-45).

Il quarto periodo è di puro controllo e consente a Benetollo di ruotare tutti i giocatori presenti in panchina. Da notare la serata di grazia al tiro da tre (12 triple) con mattatore Vizzotto, autore di ben 7 triple (21 punti), ben coadiuvato da Vigna (18) e Livio (12).

Adesso mancano sei giornate alla fine di campionato: tre partite in casa (Riese, Summano e Mirano) e tre partite in trasferta (Conegliano, Litorale Nord e Roncade) contro squadre d’alta classifica. Qui dovremo mostrare il nostro vero valore e capiremo dove possiamo arrivare.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS LIDO 79-65

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 7, Nanti M. 9, Paccagnella 1, Nanti F. n.e., Livio  12, Fabian 2, Berti 3, Gallocchio 6, Vigna 18, Vizzotto 21. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS LIDO: Marzaro 4, Pasqualetto 13, Parisatti, Vianello, Ragazzi G. 13, Stefani 19, Carrer, Mazzarolo 2, Saoner 6, Ciulu 8. All. Ragazzi A.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Niero di Borgoricco.

Note: parziali: 17-14, 28-23, 16-8, 18-20; tiri liberi: Albignasego 4/7, Lido di Venezia 13/17; tiri da tre: Albignasego 12 (Berto, Nanti M., Berti, Gallocchio 2, Vizzotto 7), Lido di Venezia 6 (Pasqualetto, Ragazzi G. Stefani 4); falli di squadra: Albignasego 17, Lido di Venezia 16; fallo antisportivo: Parisatti (17’); uscito per 5 falli: Berto.

 

Albignasego ferma la corsa di Murano e aggancia il quinto posto

Come avevamo già accennato, la terza giornata di ritorno del campionato di Serie C Silver ci metteva di fronte ad un avversario, che veniva da ben cinque vittorie consecutive. Murano, quinto in classifica con 18 punti, è sceso in quel di Albignasego con l’intento di portare a casa il sesto sigillo consecutivo e continuare così la sua striscia positiva. I veneziani avevano vinto con squadre blasonate (in ordine Conegliano, Riese, Roncade, Summano e Litorale Nord), ma hanno dovuto fare i conti con un Albignasego, che già all’andata era andato vicino all’impresa sull’isola.

Noi eravamo ancora privi del nostro capitano Francesco Nanti, in panchina per sostenere i suoi compagni, ma eravamo convinti che anche questa volta l’impresa fosse possibile a patto però di giocare di squadra e da leoni in difesa. Iniziamo, a dire il vero, un po’ contratti e al 2’ il tabellone segna 1-6 per Murano. Poi piano piano, però, cominciamo a giocare e al 7’ mettiamo il naso avanti (10-9). Peccato che nel frangente perdiamo troppi palloni e tiriamo quando non serve, subendo un altro parziale di 1-6. La prima frazione termina così 11-15 per Murano.

Nel secondo periodo l’inerzia è favorevole e grazie ai canestri di Vizzotto e Vigna saliamo sul +7 (27-20). Sembra che tutto fili per il verso giusto, quando invece accusiamo un blackout ritrovandoci in un amen di nuovo sotto dopo un controparziale di 2-13, firmato da Vianello, Causin e Rosada (29-33). Dopo l’intervallo lungo, cerchiamo di recuperare le forze e riordinare le idee, ma purtroppo la musica non cambia e alla fine del terzo quarto dobbiamo ancora rincorrere (43-50).

Il divario non è comunque enorme: un passo alla volta, diventiamo sempre più aggressivi e dopo un calo di alcuni giocatori avversari piazziamo un break (16-4) con Vigna, Marco Nanti, Berto e Livio, che indirizza la gara dalla nostra parte (59-54). Negli ultimi minuti, gli ospiti alzano la difesa per rimontare, ma siamo bravi a gestire e a restare lucidi fino in fondo portando a casa una vittoria importante. Si tratta infatti di due punti molto preziosi, che ci permettono di agganciare proprio i lagunari in quinta posizione.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 67-58

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 17, Nanti M. 6, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 14, Fabian 2, Berti 2, Gallocchio, Vigna 15, Vizzotto 11. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Toppan Ledo n.e., Zorzi 3, Causin 16, Rosada 15, Ortolan 4, Fortunati n.e., Sperti 4, Utenti 4, Leyba Marine 2, Vianello 10. All. Romanin.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Rebellato di Crespano del Grappa (Tv).

Note: parziali: 11-15, 18-18, 14-17, 24-8; tiri liberi: Albignasego 15/20, Murano 12/25; tiri da tre: Albignasego 4 (Berto, Vizzotto 3), Murano 6 (Causin, Rosada 3, Vianello 2); falli di squadra: Albignasego 22, Murano 21; fallo antisportivo: Rosada (27’); usciti per 5 falli: Nanti M., Livio e Zorzi.

Super Berto affonda il Litorale, dopo Summano Albignasego concede il bis

Albignasego si lascia alle spalle le due battute d’arresto consecutive con Riese e Roncade pareggiando i conti con la doppia affermazione a spese di Summano e Litorale Nord.

 

ALBIGNASEGO BASKET – LITORALE NORD 74-60

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 29, Nanti M. n.e., Paccagnella n.e., Nanti F. 7, Livio 12, Fabian, Berti 10, Gallocchio, Vigna 8, Vizzotto 8. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

LITORALE NORD: Vendramini, Komadina 10, Costa n.e., Crestani 5, Montino 4, Battagliarin n.e., Guisse 16, Ostan 6, Agostinetto 10, Coassin 9. All. Teso.

Arbitri: Sandu di Ponzano Veneto (Tv) e Lenzo di Galzignano Terme (Pd).

Note: progressivi: 24-11, 43-28, 52-50; tiri liberi: Albignasego 8/13, Litorale 8/16; tiri da tre: Albignasego 6 (Berto 3, Berti, Vizzotto 2), Litorale 4 (Crestani, Ostan 2, Coassin); falli di squadra: Albignasego 16, Litorale 20; usciti per 5 falli: Livio, Komadina, Crestani; fallo tecnico: Crestani e Agostinetto (8’), Komadina (37’).

 

La cronaca/commento della vittoriosa trasferta di Summano

Se vittoria doveva essere vittoria è stata. Dovevamo dimostrare di giocare di squadra e squadra è stata. Arrivavamo da due sconfitte consecutive con Riese (fuori casa) e Roncade (in casa), dove non avevamo brillato in nessuna delle due partite. Questa settimana dovevamo giocare fuori casa contro una squadra dove fino ad ora in casa aveva perso solo una volta e che aveva anche due punti in più in classifica. Abbiamo vinto agganciando Summano in classifica e superandolo per effetto dello scontro diretto. Siamo partiti senza Marco Nanti (sarà assente fino alla Epifania per il solito problema al polpaccio) e quindi sapevano che avremmo dovuto soffrire e restare uniti.

Giochiamo una buona pallacanestro: facciamo girare palla serviamo i nostri lunghi, che sono in serata di grazia e andiamo avanti anche di 16 lunghezze (20-36 al 14’). Poi cala il buio assoluto e non vediamo più la luce del canestro per oltre 6’. Pensavamo di ritornare al film visto nelle partite precedenti. E invece dopo il riposo lungo (qualche strigliatina da parte del coach Benetollo in spogliatoio) e i primi minuti di gioco ancora di sofferenza muoviamo il punteggio un libero di Francesco Nanti. A questo punto, la partita procede con punteggi, che variano di pochi punti fino al +5 per Summano (51-46 al 28’).

Qui dovevamo reagire altrimenti la gara si sarebbe messa su binari diversi: abbiamo difeso in modo più aggressivo e abbiamo giocato gli attimi finali punto a punto. A 1’ 30’’ dal termine, Summano impattava con 1 su 2 di Reese (65-65) e all’ultimo giro di lancette abbiamo subito su fallo sistematico di Summano e un antisportivo, che ha portato in lunetta Berto (65-67, nella foto di Giovanni Bevilacqua-D’Ambrosi), il quale ha poi chiuso il discorso sempre dalla linea della carità (67-71).

Un plauso a tutti giocatori e allenatori: abbiamo rivisto il vero Albignasego. Speriamo sia di buon auspicio per le prossime partite con Litorale Nord in casa e Mirano in trasferta prima della pausa natalizia. Un’ultima parola vorrei spenderla a favore del duo arbitrale che secondo me ha diretto la partita bene.

Massimo Pavan

 

BASKET SUMMANO – ALBIGNASEGO BASKET 67-71

BASKET SUMMANO PIOVENE: Delgado Dos Santos 4, Felix Paulino 2, Bordignon, Filippini 13, Agnolin, Testolin, Ceresara, Reese 28, Borgo 6, Rossi, Stella 14. All. Miotti.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 17, Paccagnella n.e., Nanti F. 13, Livio 16, Fabian, Berti 7, Gallocchio 5, Vigna 10, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Baldo di Albaredo d’Adige (Vr) e D’Andrea di Peschiera del Garda (Vr).

Note: parziali: 16-24, 16-12, 19-13, 16-22; tiri liberi: Summano 13/20, Albignasego 20/28; tiri da tre: Summano 4 (Reese 3, Stella), Albignasego 7 (Berto, Nanti F. 2, Berti 2, Gallocchio, Vizzotto); falli di squadra: Summano 23, Albignasego 13; fallo antisportivo: Borgo (40’).

Albignasego, due giornate no: doppio ko, a Riese e in casa con Roncade

Dopo le cinque vittorie consecutive, Albignasego sperava di continuare la serie invece contro Riese è arrivata una sconfitta contro una squadra, che gli addetti ai lavori riferiscono sia una pretendente al salto di categoria. Albignasego non aveva certo brillato e sabato sera in casa ha dovuto cedere ancora contro Roncade disputando una pessima partita, sotto i suoi standard abituali, segnando solo 48 punti. Personalmente, ho visto una squadra spenta senza la necessaria forza per reagire.

Le attenuanti vanno ricercate nella settimana di preparazione alla gara, in cui la squadra si è allenata in ranghi ridotti: Sebastiano Berto (nella foto di Giovanni D’Ambrosi-Bevilacqua) ha sostenuto soltanto l’allenamento di venerdì per un infortunio al polpaccio, Marco Nanti non ha mai potuto partecipare agli allenamenti con la squadra per il solito problema al polpaccio, che lo ha tenuto fermo per molto tempo anche la scorsa stagione, mentre Francesco Nanti non era al massimo della forma a causa di un influenza intestinale.

Adesso bisogna ritrovare quella serenità interiore che ci porti a lavorare al meglio in palestra. Sperando di recuperare gli infortunati. Anche perché non credo che siamo quelli visti nelle ultime due partite di campionato. Abbiamo stoffa e talento e i giocatori lo devono dimostrare in questi momenti di difficoltà. Ci aspettano le ultime tre giornate del girone di ritorno contro squadre agguerrite, ma alla nostra portata: Summano in trasferta, Litorale Nord in casa e Mirano di nuovo al Pala Gazzabin.

Forza ragazzi! Forza Albignasego!!

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – BASKET RONCADE 48-63

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 2, Berto 13, Nanti M. n.e., Paccagnella n.e., Nanti F. 10, Livio 4, Fabian, Berti 6, Gallocchio, Vigna 4, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

BASKET RONCADE: Visentin 9, Butera 12, D’Amelio, Moro 17, Bettin M. 12, Seno 2, Guerra, Bettin L. 4, Martinelli 7, Benedet, Fava, Davanzo n.e. All. Geromel.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe (Pd) e Scandaletti di Padova.

Note: progressivi: 16-16, 23-35, 37-44; tiri liberi: Albignasego 5/12, Roncade 9/15; tiri da tre: Albignasego 7 (Berto 2, Berti 2, Vizzotto 3), Roncade 3 (Moro, Bettin M. 2); falli di squadra: Albignasego 19, Roncade 14; fallo antisportivo: Vigna (32’).

 

THE TEAM RIESE – ALBIGNASEGO BASKET 67-48

THE TEAM RIESE: Buratto 13, Camazzola N. 14, Francescato 12, Dissegna 7, Camazzola M. 6, Polo 6, D’Incà 4, Tosetto 3, Annibale 2, Baccin. All. Sonda.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 10, Nanti M. 1, Paccagnella, Nanti F. 10, Livio 9, Fabian, Berti 2, Gallocchio 2, Vigna 12, Vizzotto 2. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Bernini di Lonigo (Vi) e Lavarda di Thiene (Vi).

Note: parziali: 24-18, 15-8 (39-26), 12-9 (51-35), 16-13 (67-48); tiri da tre: Riese 6 (Camazzola N. 4, Dissegna, Buratto), Albignasego 0; uscito per 5 falli: Livio.

Albignasego spalanca le porte del Pala Gazzabin per la sfida alla Virtus Resana

Alla sua seconda gara casalinga in campionato, sabato, alle 18.30, l’Albignasego (nella foto Cristiano Gallocchio) dovrà portare a compimento l’impresa soltanto sfiorata a Murano per intascare i primi due punti della stagione. A contendere la vittoria al quintetto giallonero questa volta sarà la Virtus Resana. Dopo due battute d’arresto nelle prime due giornate di C Silver, sabato scorso la compagine di Massimo Cavalli ha messo in cascina la prima vittoria stagionale a spese del Litorale Nord (68-57).

Principale artefice dell’affermazione trevigiana è stato senza dubbio Matteo Scapinello, autentico mattatore della sfida con 27 punti a referto e fresco di laurea conseguita in settimana all’Università di Padova. Scapinello è uno dei tanti riconfermati in blocco della società della Marca, che ha operato in maniera oculata sul mercato ripartendo dal nucleo, capace di ben figurare la passata stagione centrando l’accesso ai playoff.

Con il ritorno della guardia Enrico Baldissera dal Mestrino, Resana ha poi completato il roster con due giovani ali da due metri scuola Petrarca: Giovanni Dainese e Giorgio Peroni, figlio di Gigi, ex capitano del Gorena Petrarca negli anni ’70.

Albignasego tenta l’assalto all’isola: domenica, trasferta a Murano per i gialloneri

Dopo le prime due gare senza punti, Albignasego proverà a sbloccarsi visitando il difficile campo della Virtus Murano. Domenica, alle 18.30, i gialloneri calcheranno il parquet della palestra “Leo Perziano”, dove si ritroveranno alle prese con un rettangolo di gioco stretto e un ambiente angusto in un clima surriscaldato dall’appassionatissimo tifo dell’isola muranese. Trasferta lunga e apparentemente proibitiva per la formazione di Maurizio Benetollo (foto), che non ha ancora trovato forma e condizione ottimali. L’impresa, però, non è impossibile. Lo dimostra il fatto che proprio la scorsa stagione nel quarto di finale playoff, Albignasego ribaltò il pronostico della serie espugnando in gara-1 proprio il fortino del Murano.

Di fronte, due squadre che hanno cambiato parzialmente fisionomia durante il mercato estivo. La compagine veneziana ha rinnovato anzitutto in panchina con Alessandro Bettera, che ha ceduto il posto di head coach a Marco Romanin, restando però nelle vesti di assistant, assieme a Lorenzo Torcellan. Allo zoccolo duro dei riconfermati, la società muranese ha poi rinforzato il roster con quattro innesti di indubbio valore per la C Silver.

Primo fra tutti, quello del totem 40enne Alberto Causin (ex Petrarca, oltre a Reyer Venezia e Benetton Treviso tra le tante), subito autore di una prova scintillante (27 punti) all’esordio in campionato con il neopromosso Summano. In prossimità del ferro opereranno anche Luca Utenti e Andrea Fortunati, altre due vecchie conoscenze del basket padovano con brevi trascorsi tra Petrarca e Padova 1931. Tra gli esterni, spicca invece Marco Rosada, decisivo con il suo tiro libero a un’inezia dalla sirena, nello scontro diretto di domenica scorsa contro il Litorale Nord (63-64).

Albignasego-Verona, subito un big match per l’esordio casalingo al Pala Gazzabin

Scocca l’ora anche del debutto casalingo per l’Albignasego: sabato, alle 18.30, la prima stagionale al Pala Gazzabin proporrà ai gialloneri subito una sfida di cartello contro la Cestistica Verona. Seconda classificata nell’ultima regular season e prima testa di serie dei playoff, la formazione scaligera gode ancora dei favori del pronostico per l’assalto alla C Gold, forte di un’intelaiatura rodata e consolidata. Confermati in toto i giocatori del roster, assieme al tecnico Matteo Zappalà, la Cestistica ha iniziato il suo campionato di C Silver, aggiudicandosi tra le mura amiche lo scontro diretto con il Litorale Nord (66-61), che ha confermato l’affidabilità e la consistenza del suo tandem di lunghi, composto da Mario Soave (11) e Nicolò Damiani (14).

energy_basketSconfitto all’esordio in Trentino, Albignasego cercherà di rifarsi anche davanti a un pubblico formato perlopiù da atleti delle giovanili del neo pool Energy Basket, che opera nel quadrante sud della provincia a Padova (Albignasego, Casalserugo, Due Carrare e Maserà). Per l’occasione, il palasport di via Torino si vestirà a festa con alcune iniziative collaterali alla partita. Ai bambini e ragazzi, che verranno ad assistere alla gara con i veronesi, a partire dalle 17.30, verranno distribuiti i quaderni dei “baskettari” (fino ad esaurimento) e fino alle 18 i giocatori della prima squadra giallonera resteranno a disposizione per autografi e foto con grandi e piccoli tifosi.

Murano deve arrendersi anche in gara-2, gialloneri in semifinale

Tre vittorie in altrettanti confronti con la Virtus Murano portano dritto l’Albignasego al traguardo delle semifinali playoff di serie C Silver. Il ritorno del quarto di finale in un Pala Gazzabin, insolitamente gremito dai ragazzi delle giovanili del Pool Aviatori (presentate le squadre durante l’intervallo lungo del match), culmina in un lungo assolo dei gialloneri, che conquistano per la quarta volta in poco più di un lustro l’accesso alla semifinale playoff. Un’altra prestazione di spessore per i gialloneri, trascinati da un Francesco Nanti in grande spolvero (miglior realizzatore del match con 25 punti), che ha giocato una partita magistrale registrando il suo record di punti stagionale.

Albignasego ha iniziato subito con grande determinazione, guadagnando un vantaggio da doppia cifra già nei primi minuti dell’incontro (24-8). Per tutta la prima frazione, i gialloneri infatti troveranno facili soluzioni sia nel pitturato che sul perimetro, chiudendo bene gli spazi in difesa (25-12). Murano comincia ad alzare la pressione su palla e linee di passaggio rintuzzando a -10 nel secondo periodo, ma i padroni di casa conservano sempre la lucidità in tutte le zone del parquet, grazie a una circolazione di palla efficace e una difesa solida e coesa. Se il margine non aumenta nel secondo periodo è soltanto a causa di alcune imprecisioni e sbavature al momento della conclusione. Anche quando lo scontro diventa più fisico, con Fabian costretto a uscire per una ferita alla testa dopo una gomitata fortuita, i ragazzi di Benetollo restano in controllo andando al riposo lungo avanti di 13 lunghezze (36-23).

Lo spartito non muta mai. Il pallino del gioco resta saldamente nelle mani dei gialli locali anche in avvio di ripresa. Francesco Nanti raccoglie l’ispirazione, insaccando per due volte di fila dietro la linea dei tre punti (42-24). Ma è la difesa a pagare i suoi dividendi, permettendo al capitano albignaseghese di allungare a +18 con un agevole lay up in contropiede (44-26). Murano esce dal timeout, mettendo grande aggressività e pressione sulla palla, venendo però punita dalle bombe di Berti e Rizzi (52-34 e 55-39).

Nell’ultima frazione il vantaggio dei gialloneri lievita in un amen fino al +29, dopo due triple di Vizzotto (68-39 al 33’). La formazione di coach Bettera è ormai alle corde e nonostante qualche sussulto d’orgoglio non può più impensierire Nanti e soci, che allungano ancora nel finale scavando un solco profondissimo (76-43). Finisce in festa per gli albignaseghesi, che applaudono anche al caloroso pubblico accorso in palazzetto (76-47).

Adesso, bisognerà mantenere alta la concentrazione e attendere l’esito della serie tra Benetton Treviso e Litorale Nord, che stasera (ore 20.30) scenderanno in campo alla Ghirada per gara-2 dell’altro quarto di finale. Intanto, dall’altra parte del tabellone, Dueville ha archiviato anch’essa con un 2-0 il duello con Resana aggiudicandosi anche il ritorno in terra trevigiana (51-61). È tutto rimandato alla bella invece per la prima testa di serie Verona, bloccata un po’ inaspettatamente a Roncade (67-59).

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 76-47

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 6, Roin 6, Paccagnella, Rizzi 7, Nanti F. 25, Livio 6, Fabian 3, Berti 8, Gallocchio, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Zorzi 2, Vianello N. 3, Vian 9, Saoner 2, Pranzo 7, Sartor 1, Parisatti 2, Frison 11, Scancarello 2, Crivellari 2, Vianello M. 6. All. Bettera.

Arbitri: Crivellaro di Breganze (Vi) e Castello di Sarcedo (Vi).

Note: parziali: 25-12, 36-23, 55-39; tiri liberi: Albignasego 11/21, Murano 13/18; tiri da tre: Albignasego 10 (Nanti M., Rizzi, Nanti F. 3, Berti 2, Vizzotto 3), Murano 6 (Pranzo, Frison 3, Vianello N. 2); falli di squadra: Albignasego 25, Murano 23; uscito per 5 falli: Vian; fallo tecnico: Vianello N. (13’ sul 25-18), Parisatti (19’ sul 36-22), Bettera (32’ sul 63-39); espulso: Bettera (32’ sul 63-39).

Via ai playoff: Albignasego incrocia ancora Murano

Prende il via nel weekend l’avventura dell’Albignasego nei playoff di serie C Silver. E per uno strano scherzo del destino, l’avversaria nel quarto di finale sarà ancora la Virtus Murano (nella foto Nicola Nanti, mentre viene raddoppiato nel match dell’ultima giornata di campionato). Pur uscendo sconfitta sabato scorso dal Pala Gazzabin (64-56), la squadra di Alessandro Bettera ha chiuso infatti al terzo posto la regular season beneficiando del ko del Litorale Nord (quarto), battuto di misura dalla Cestistica Verona (62-63). La vittoria dei gialloneri, invece, è stata resa vana dai contemporanei successi di Resana e Benetton Treviso, che in caso di arrivo a tre con lo stesso punteggio sarebbero state scavalcate per effetto della classifica avulsa.

Gara-1 verrà disputata domenica, alle 18.30, nell’ostico campo del Pala Perziano sull’isola muranese, mentre il ritorno è fissato per mercoledì 11 maggio, ore 21, ad Albignasego. L’eventuale bella è prevista domenica 15 alle 18.30 ancora in laguna.

Sarà un’autentica battaglia, ma i ragazzi di coach Benetollo hanno dimostrato di possedere le carte in regola per potersela giocare anche con le big del campionato. I playoff sono sfide molto tese e nervose, dove contano relativamente le gerarchie della stagione regolare e in cui tra i tanti fattori diventa preponderane anche la tenuta fisica e mentale. La formazione, che riuscirà a spuntarla tra Murano e Albignasego, affronterà in semifinale la vincente della serie fra Litorale Nord e Benetton Treviso.

Ultima giornata: sabato, alle 20.30, i gialloneri attendono Murano

Giunti all’ultima giornata della stagione regolare di C Silver permane ancora l’incertezza sul tabellone playoff definitivo. Tolto lo Jesolo, promosso in C Gold, e la Cestistica Verona matematicamente certa della piazza d’onore, il gradino più basso del podio se lo contendono Virtus Murano (46) e Litorale Nord (44), mentre lo Sportschool Dueville è ormai sicuro del quinto posto. Resta ancora aperta invece la lotta per la sesta posizione con tre squadre in lizza: Resana (30), Albignasego (28) e Benetton Treviso (28), che nel recupero infrasettimanale ha schiantato la Virtus Lido (86-55) agganciando e al tempo stesso scavalcando i gialloneri per effetto del doppio confronto. La medesima situazione si presenta per la nona casella con il trio formato da Europa Bolzano, Roncade e Cus Trento (tutte a pari merito a quota 24 punti), alla ricerca dell’ultimo pass utile per i playoff.

Come anticipato, le partite del turno conclusivo verranno disputate sabato sera in simultanea alle 20.30, con il match dell Pala Gazzabin, che vedrà i gialloneri opposti al Murano. All’andata, furono i veneziani a imporsi nettamente contro un Albignasego a ranghi ridotti, orfano di Livio, Francesco e Marco Nanti (76-58). «È una delle neopromosse, che ha fatto meglio in questo campionato – sottolinea coach Maurizio Benetollo (foto) – Murano verrà qui ad Albignasego per difendere il terzo posto. Incontreremo un’avversaria dotata di grande qualità e velocità sugli esterni. In cabina di regia può alternare Zorzi e Pranzo, arrivato con il mercatino invernale dal Mirano. Il reparto è completato dagli ex Lido, Frison, Nicolò Vianello e Saoner, giocatore di notevole talento. In area, invece, dispone di un centro di stazza come Leyba Marine, a cui si aggiungono Parisatti e l’esperto ex Roncade Sartor con alle spalle campionati di categoria superiore. Il nostro compito sarà quello di giocare con grande intensità per provare a conquistare la vittoria. Per il sesto posto, però, non dipenderà soltanto da noi».