Articoli

Albignasego rimedia un ko al debutto, il Cus Trento si aggiudica i primi due punti

Parte in salita il campionato 2016-2017 dell’Albignasego. Dalla lunga trasferta in Trentino, i gialloneri tornano a casa a mani vuote, lasciando i primi due punti della stagione al Cus Trento. Con le rotazioni accorciate dalle assenze di Mauro Belinazzi e Giacomo Paccagnella e dalla rinuncia a Luca Fabian rimasto soltanto in panchina, la formazione di Maurizio Benetollo ha tenuto bene il ritmo nella prima metà di gioco (29-37), ma è poi incappata in una lunga serie di errori al tiro a cronometro fermo (39% complessivo) patendo la maggior freschezza e aggressività difensiva degli universitari, che sono riusciti a ribaltare il risultato nella terza frazione, conservando la testa della gara fino allo scadere.

Dopo aver preso le misure in avvio con una tripla di Berti (13-18), gli ospiti erano cresciuti progressivamente nel secondo periodo, grazie a un parziale (0-11) propiziato a 2’ dalla pausa lunga,  da Livio e Berto (29-37). Al rientro dagli spogliatoi, Albignasego dava la sensazione di restare in controllo (35-41 e 42-46), ma era invece il Cus a replicare tra il 27’ e 28’ con un controbreak (11-1).

Sotto di 6 lunghezze (53-47), Nanti e soci trovavano comunque la forza per limare il disavanzo al solo possesso (59-56 al 36’). A 1’ e 50’’ dalla sirena, però, la rincorsa veniva stoppata ancora una volta dal solito tallone d’Achille dei tiri liberi: sul 61-59, era infatti un 2/6 dalla lunetta a spegnere definitivamente ogni velleità di rimonta e a condannare i gialloneri alla sconfitta.

 

CUS TRENTO – ALBIGNASEGO BASKET 68-61

CUS TRENTO: Bailoni 19, Ricci n.e., Bonelli 7, Bojovic n.e., Montanarini 2, Valer, Zago 5, Dalla Vecchia n.e., Bijedic 20, Bazzan 3, Ciotoli 10, Agostini 2. All. Eglione.

ALBIGNASEGO BASKET: Berto 11, Nanti M. 6, Nanti F. 7, Livio 19, Fabian n.e., Berti 12, Gallocchio, Vigna 6, Vizzotto. All. Benetollo, viceall. Gabaldo e Pavan.

Arbitri: Azzali di Lazise (Vr) e Peretti di Verona.

Note: parziali: 15-18, 14-19 (29-37), 24-10 (53-47), 15-14 (68-61); tiri liberi: Trento 13/19, Albignasego 9/23; tiri da tre: Trento 7 (Bailoni 3, Bonelli, Zago, Bijedic 2), Albignasego 3 (Berto 2, Berti); falli di squadra: Trento 26, Albignasego 21; uscito per 5 falli: Nanti M.

L’Albignasego inserisce Sebastiano Berto e blinda il gruppo storico

È Sebastiano Berto il primo innesto dell’Albignasego Basket per l’annata sportiva 2016-2017. Nato il 5 aprile del 1996, il giovane esterno, cresciuto nel vivaio della Virtus Padova, è reduce da una stagione in serie D a Roncaglia e con l’Under 20 dell’Union Vigonza. Giocatore duttile, dotato di ottima visione di gioco e intelligenza cestistica, ricopre in genere il ruolo di guardia, ma è in grado di destreggiarsi all’occorrenza anche in fase di playmaking. Prima di approdare l’anno scorso a Roncaglia, Berto ha fatto parte della formazione virtussina, che ha conquistato la promozione in serie B, ritagliandosi in campo minuti preziosi. Inserito nelle rotazioni da Massimo Friso, ha potuto accrescere ulteriormente la propria esperienza in C Nazionale, dopo aver esordito giovanissimo in DnC nel 2012-2013. Alla sua prima vera annata in un campionato senior in D Regionale, ha mantenuto la propria media realizzativa attestandosi a quasi 9 punti su un totale di 27 partite disputate.

Nello scacchiere del riconfermato coach Benetollo andrà a rinsaldare la batteria di esterni, che ha già registrato importanti conferme. Vestiranno infatti ancora la maglia giallonera: Marcello Berti, Cristano Gallocchio, Marco Nanti e Giacomo Vizzotto. Sul fronte interno, oltre all’albignaseghese Luca Fabian, è inoltre rinnovato il rapporto ormai decennale, che lega il capitano Francesco Nanti ai colori dell’Albignasego. Ala forte-centro, classe 1987, insieme al cugino Marco e a Vizzotto, è uno dei capostipiti della “vecchia guardia”, con i quali la società vuole provare a riconfermarsi nel prossimo impegnativo campionato di serie C Silver.

Nei prossimi giorni, verranno definite altre operazioni, che perseguiranno l’obiettivo di rafforzamento del gruppo, che lo scorso maggio ha agguantato meritatamente la finale playoff con lo Sportschool Dueville cullando a lungo il sogno dell’accesso in C Gold.

Murano deve arrendersi anche in gara-2, gialloneri in semifinale

Tre vittorie in altrettanti confronti con la Virtus Murano portano dritto l’Albignasego al traguardo delle semifinali playoff di serie C Silver. Il ritorno del quarto di finale in un Pala Gazzabin, insolitamente gremito dai ragazzi delle giovanili del Pool Aviatori (presentate le squadre durante l’intervallo lungo del match), culmina in un lungo assolo dei gialloneri, che conquistano per la quarta volta in poco più di un lustro l’accesso alla semifinale playoff. Un’altra prestazione di spessore per i gialloneri, trascinati da un Francesco Nanti in grande spolvero (miglior realizzatore del match con 25 punti), che ha giocato una partita magistrale registrando il suo record di punti stagionale.

Albignasego ha iniziato subito con grande determinazione, guadagnando un vantaggio da doppia cifra già nei primi minuti dell’incontro (24-8). Per tutta la prima frazione, i gialloneri infatti troveranno facili soluzioni sia nel pitturato che sul perimetro, chiudendo bene gli spazi in difesa (25-12). Murano comincia ad alzare la pressione su palla e linee di passaggio rintuzzando a -10 nel secondo periodo, ma i padroni di casa conservano sempre la lucidità in tutte le zone del parquet, grazie a una circolazione di palla efficace e una difesa solida e coesa. Se il margine non aumenta nel secondo periodo è soltanto a causa di alcune imprecisioni e sbavature al momento della conclusione. Anche quando lo scontro diventa più fisico, con Fabian costretto a uscire per una ferita alla testa dopo una gomitata fortuita, i ragazzi di Benetollo restano in controllo andando al riposo lungo avanti di 13 lunghezze (36-23).

Lo spartito non muta mai. Il pallino del gioco resta saldamente nelle mani dei gialli locali anche in avvio di ripresa. Francesco Nanti raccoglie l’ispirazione, insaccando per due volte di fila dietro la linea dei tre punti (42-24). Ma è la difesa a pagare i suoi dividendi, permettendo al capitano albignaseghese di allungare a +18 con un agevole lay up in contropiede (44-26). Murano esce dal timeout, mettendo grande aggressività e pressione sulla palla, venendo però punita dalle bombe di Berti e Rizzi (52-34 e 55-39).

Nell’ultima frazione il vantaggio dei gialloneri lievita in un amen fino al +29, dopo due triple di Vizzotto (68-39 al 33’). La formazione di coach Bettera è ormai alle corde e nonostante qualche sussulto d’orgoglio non può più impensierire Nanti e soci, che allungano ancora nel finale scavando un solco profondissimo (76-43). Finisce in festa per gli albignaseghesi, che applaudono anche al caloroso pubblico accorso in palazzetto (76-47).

Adesso, bisognerà mantenere alta la concentrazione e attendere l’esito della serie tra Benetton Treviso e Litorale Nord, che stasera (ore 20.30) scenderanno in campo alla Ghirada per gara-2 dell’altro quarto di finale. Intanto, dall’altra parte del tabellone, Dueville ha archiviato anch’essa con un 2-0 il duello con Resana aggiudicandosi anche il ritorno in terra trevigiana (51-61). È tutto rimandato alla bella invece per la prima testa di serie Verona, bloccata un po’ inaspettatamente a Roncade (67-59).

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 76-47

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 6, Roin 6, Paccagnella, Rizzi 7, Nanti F. 25, Livio 6, Fabian 3, Berti 8, Gallocchio, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Zorzi 2, Vianello N. 3, Vian 9, Saoner 2, Pranzo 7, Sartor 1, Parisatti 2, Frison 11, Scancarello 2, Crivellari 2, Vianello M. 6. All. Bettera.

Arbitri: Crivellaro di Breganze (Vi) e Castello di Sarcedo (Vi).

Note: parziali: 25-12, 36-23, 55-39; tiri liberi: Albignasego 11/21, Murano 13/18; tiri da tre: Albignasego 10 (Nanti M., Rizzi, Nanti F. 3, Berti 2, Vizzotto 3), Murano 6 (Pranzo, Frison 3, Vianello N. 2); falli di squadra: Albignasego 25, Murano 23; uscito per 5 falli: Vian; fallo tecnico: Vianello N. (13’ sul 25-18), Parisatti (19’ sul 36-22), Bettera (32’ sul 63-39); espulso: Bettera (32’ sul 63-39).

Albignasego doma Murano: ai playoff sarà ancora sfida ai laugnari

Termina con un bel successo la regular season dell’Albignasego: nell’ultima giornata di C Silver, Nanti e compagni impongono lo stop alla terza forza del campionato, chiudendo il proprio bilancio stagionale in perfetta parità con il 50% di vittorie e sconfitte. Già certo dei playoff, Albignasego è sceso in campo con Murano per giocarsi il sesto posto, spuntandola in rimonta nel quarto conclusivo (29-11) dopo aver essere finito sotto in doppia cifra verso il tramonto del terzo periodo (9-21).

Cominciata a rilento con un quarto iniziale, che fatturava appena 19 punti, la gara ha stentato a decollare nel primo tempo. Si è segnato con il contagocce su entrambi i lati del campo: l’unico canestro nei primi 7’ di gioco per i padroni di casa porta la firma di Francesco Nanti (2-8). A dare la stura all’attacco di casa sono Nicola Nanti e Fabian con una tripla (7-12). Lentamente, Albignasego trova il ritmo in attacco (16-14), anche se concede troppi spazi all’offensiva ospite (16-19). Sul parquet, dopo una lunga assenza, si rivede anche Pippo Rizzi. Al suo rientro il numero 10 in giallo si presenta subito con cinque punti consecutivi, che aprono la scatola della difesa veneziana (26-22).

Dall’altra parte, però, Zorzi continua a seminare avversari realizzando in arresto e tiro (26-26). Murano può contare anche sul gigante Leyba Marine nel pitturato (28-31), dove Francesco Nanti e Livio arrivano puntualmente al raddoppio (33-33). Ma sono tre tiri dall’arco di fila griffati Frison (2) e Sartor a creare il primo importante break della partita (35-44).

Al via dell’ultima frazione, i gialloneri ripartono dal -10 (35-45). Qui, altri sette punti consecutivi di Rizzi, frutto anche di un siluro da distanza siderale, restituiscono fiducia ai ragazzi di Benetollo, ricucendo lo strappo al pieno possesso (42-45). È Marco Nanti a salire in cattedra, trovando prima in penetrazione il -1 (44-45) e poi il sorpasso dalla lunetta (46-45). Sempre il play albignaseghese realizza in seguito anche il +5 (50-45). Leyba Marine interrompe un parzialone di 15-0 (50-47), ma il tiro dalla lunga di Vizzotto e ancora Marco Nanti proiettano al +8 (55-47).

Murano resta in piedi grazie al solito Frison, riportandosi a distanza di un possesso (55-52). Si decide tutto nell’ultimo giro di lancette: Marco Nanti mantiene la freddezza dalla linea della carità, riaprendo la forbice sulle 8 lunghezze (61-53), Frison accorcia ancora con una bomba (61-56), ma sul fallo sistematico Marco Nanti conserva ancora la lucidità al tiro da fermo (3/4) chiudendo i conti (64-56).

Si tratta tuttavia di una vittoria di Pirro: le contemporanee affermazioni di Virtus Resana a Cittadella (79-90) e Benetton Treviso con Europa Bolzano (80-54) “retrocedono” infatti l’Albignasego in ottava posizione. Al quarto di finale playoff, l’abbinamento sarà quindi proprio con Murano, seconda testa di serie. Gara-1 verrà disputata il prossimo weekend in casa dei lagunari. Il ritorno è invece previsto nell’infrasettimanale del Pala Gazzabin. L’eventuale bella è in programma nel fine settimana successivo sull’isola muranese.

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 64-56

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 16, Nanti N. 7, Roin 2, Paccagnella n.e., Rizzi 12, Nanti F. 9, Livio 12, Fabian 3, Berti, Gallocchio, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Zorzi 10, Ragazzi n.e., Vian 2, Pranzo 6, Sartor 6, Parisatti 2, Frison 17, Leyba Marine 11, Crivellari 2, Vianello, Bottaro n.e. All. Bettera.

Arbitri: Parisi di Padova e Montagnoli di Cologna Veneta (Vr).

Note: parziali: 7-12, 26-24, 35-45; tiri liberi: Albignasego 15/17, Murano 5/12; tiri da tre: Albignasego 5 (Rizzi 2, Nanti F., Fabian, Vizzotto), Murano 7 (Pranzo 2, Sartor, Frison 4); falli di squadra: Albignasego 15, Murano 21.

Albignasego bruciato dalla Virtus Lido

L’Albignasego spreca una ghiotta occasione per muovere ancora la propria classifica, venendo bruciato dalla Virtus Lido dopo un match condotto per 37’. Avanti di 4-5 lunghezze per l’intero incontro, i gialloneri hanno subìto aggancio e sorpasso da parte dei veneziani a 3’ dallo scadere, pagando nel complesso soprattutto lo scotto di una serata storta dalla linea della carità (9/24 ai liberi). A pesare sull’economia della gara, però, sono state anche le assenze dei due lunghi Livio e Francesco Nanti, rimasti ai box per i soliti problemi alla schiena. Il primo ha guardato i compagni dalla tribuna, l’altro si è accomodato in panchina soltanto per onor di firma. A questi si è poi aggiunta la defezione di Marco Nanti, anch’egli fermato da problemi muscolari. Ancora una volta, coach Benetollo è stato quindi costretto a “snaturare” la squadra utilizzando Vizzotto nel ruolo di “4” per poi affidarsi al duo Rizzi-Fabian sotto le plance, ma a lungo termine le rotazioni corte e la stanchezza hanno prevalso, favorendo il gioco perimetrale dei piccoli ospiti.

Nel primo tempo, la mossa del tecnico albignaseghese sembrava pagare i suoi dividendi: nel secondo quarto, i padroni di casa, ispirati nel tiro dalla distanza (12 triple), agguantavano anche le 10 lunghezze di vantaggio. Dopo qualche libero non concretizzato, però, Vizzotto e compagni andavano al riposo lungo ancora sul +4 (44-40). Al rientro sul parquet, Lido non mollava mai la presa, restando aggrappato all’incontro anche nel terzo periodo (63-58).

Nella frazione conclusiva, era la maledizione dalla lunetta a condannare Albignasego (1/5 in totale). Bonivento, invece, si dimostrava implacabile al tiro da fermo (5/6 negli ultimi 10’ e 7/8 nei 40’) permettendo ai suoi di impattare e sorpassare. Sotto di 5 punti (70-75) a 40’’ dalla sirena, la bomba di Roin riportava i gialloneri sotto di un possesso (73-75). In seguito, Berti spendeva subito il fallo, spedendo in lunetta proprio Bonivento, che non falliva, regalando ai veneziani la vittoria.

Domenica prossima, alle 18, i ragazzi di Benetollo (foto) dovranno provare a rifarsi contro un’altra compagine lagunare, visitando il proibitivo campo del Litorale Nord a Cavallino Treporti.

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS LIDO 73-78

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. n.e., Nanti N. 12, Roin 21, Paccagnella n.e, Rizzi 7, Nanti F. n.e., Fabian 7, Vieno, Berti 17, Gallocchio, Vizzotto 9. All. Benetolllo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS LIDO: Cipolato 18, Rosada 12, Pezzuti n.e., Vianello 3, Pinzan 4, Salerno, Mazzarolo 3, Vecchiato 6, Zanatta 15, Bonivento 18, Massini. All. Giangaspero.

Arbitri: Pellizzon di Noale (Ve) e Niero di Borgoricco (Pd).

Note: parziali: 22-18, 44-40, 63-58; tiri liberi: Albignasego 9/24, Lido 12/20; tiri da tre: Albignasego 12 (Nanti N. 2, Roin 4, Berti  3, Vizzotto 3), Lido 7 (Vianello, Mazzarolo, Vecchiato, Zanatta, Bonivento 3).

Albignasego ritrovato, fermata Verona

Termina dopo quattro giornate la striscia negativa dell’Albignasego Basket. La squadra di Maurizio Benetollo torna a girare a pieno regime spegnendo la Cestistica Verona. Con la seconda forza della C Silver, i gialloneri riassumono concretezza offensiva in entrambi reparti (interno-esterno), legittimando nel finale la propria vittoria con una difesa solida e compatta. A spingere l’attacco albignaseghese è stato un superbo Livio (25 punti), frenato peraltro da una probabile contrattura alla schiena subita nelle prima battute di gioco. Ma si è rivelato fondamentale anche l’apporto degli esterni, in particolare Berti (14) e Vizzotto (14, foto), autori di punti pesanti al momento di chiudere i conti. Ancora out Marco Nanti, in cabina di regia si sono invece alternati Vieno e Roin, con quest’ultimo protagonista nell’avvio di gara.

Il match comincia infatti sotto il segno degli attacchi: dopo una fase di equilibrio, Albignasego passa a condurre (22-15) proprio grazie a Roin, che soltanto nei primi 10’ realizza ben 10 dei suoi 14 punti. È proprio una sua tripla a chiudere il primo quarto sul +8 a favore dei padroni di casa (25-17). Al via del secondo periodo è Rizzi a far lievitare il vantaggio fino alla doppia cifra, colpendo da dietro l’arco (28-17). Qualche palla persa e alcuni problemi d’accoppiamento nella metà campo difensiva permettono agli ospiti di riportarsi in linea di galleggiamento (30-26). Albignasego, però, mantiene il ritmo e un altro miniallungo di Livio riapre la forbice a +8 (34-26). Con gli attacchi ancora molto ispirati, il tabellone luminoso si muove velocemente fino al +10, confezionato dal pick and roll di Fabian su un assist no look di Vieno (41-31). Nella parte terminale del primo tempo, i veronesi provano a rifarsi sotto rubando diversi rimbalzi offensivi, ma non vengono premiati dalle percentuali di tiro (43-32).

Luca Roin, il play-guardia giallonero ha siglato 10 dei suoi 14 punti nel 1° periodo

Alla ripresa delle ostilità, due triple di marca scaligera limano il margine a -7 (45-38). L’ennesima disattenzione a rimbalzo regala a Bovo il tap-in del -5 (45-40), ma è ancora Livio a rimettere 8 lunghezze di distanza dagli avversari (50-42). Il tiro da tre di Bovo riavvicina nuovamente la formazione di Zappalà a -5 (50-45), ma sono due triple del neo entrato Gallocchio e di Rizzi a issare i locali a +12 (57-45). Il lavoro in difesa dei gialloneri, fatto di pressing, raddoppi, aiuti e rotazioni, comincia a pagare i suoi dividendi, limitando l’apporto offensivo dei lunghi veronesi. Al tramonto del terzo periodo, Berti e Livio proiettano al +15 (61-46), mentre il tiro dai 7 metri di Berti nell’abbrivio dell’ultimo quarto fissa il +16 (64-48). Soave e Damiani ritrovano la via del canestro (66-52), ma dall’altra parte i gialloneri continuano a far girare palla andando a segno anche contro la difesa a zona (69-53).

Nei 5’ conclusivi, i biancorossi vanno in forcing e pressando a tutto campo rintuzzano il gap a -11 (71-60), anche se Nanti e soci sono bravi a trovare sempre il modo di eludere il pressing. La tripla dall’angolo di Vizzotto riallarga a +16 il vantaggio locale (76-60). Damiani prova a infondere speranze ai suoi con una conclusione dalla lunga (77-65), incassando la pronta risposta di Berti dai 6.75 (80-67). Sul fallo sistematico, negli ultimi secondi l’Albi mantiene la lucidità necessaria per chiudere in crescendo con un gioco da quattro punti capitalizzato da Vizzotto (86-69).

 

ALBIGNASEGO BASKET – CESTISTICA VERONA 86-69

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. n.e., Nanti N., Roin 14, Paccagnella n.e., Rizzi 8, Nanti F. 3, Livio 25, Fabian 2, Vieno, Berti 14, Gallocchio 3, Vizzotto 17. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

CESTISTICA VERONA: Bovo 10, Sesta, Ziliani n.e., Lugoboni n.e., Pacione 17, Fabbian 3, Filippini 6, Soave 6, Damiani 15, Brunelli 6, Bertani 6. All. Zappalà.

Arbitri: Castello di Sarcedo (Vi) e Previatello di Cadoneghe (Pd).

Note: parziali: 25-17, 43-32 (18-15), 61-48 (18-16), 86-69 (25-21); tiri liberi: Albignasego 14/24, Verona 10/18; tiri da tre: Albignasego 11 (Roin, Rizzi 2, Berti 2, Gallocchio, Vizzotto 5), Verona 9 (Bovo 2, Pacione 2, Damiani 3, Brunelli, Bertani); falli di squadra: Albignasego 19, Verona 22; usciti per 5 falli: Livio, Bovo, Brunelli.

Albignasego incerottato cede a Murano nell’ultima d’andata

È un inizio d’anno solare in salita per l’Albignasego Basket. Tre giorni dopo la resa casalinga con la capolista Jesolo nel turno della Befana, i ragazzi di “Chuck” Benetollo devono inchinarsi anche al cospetto della Virtus Murano. Alla terza sconfitta consecutiva, tra 2015 e 2016, sono pesate come un macigno la condizione approssimativa dell’intero collettivo e le assenze di tre pedine fondamentali nello scacchiere albignaseghese: Alberto Livio e i cugini Marco e Francesco Nanti. A Murano, la gara ha preso una brutta piega nel primo tempo (38-30) e per i gialloneri non c’è più stato modo di raddrizzare il risultato. Nella ripresa, la neopromossa e ambiziosa compagine lagunare ha allungato il passo pervenendo al +16 in chiusura di terzo periodo (61-45). Albignasego non è mai riuscito a rientrare, nonostante sotto le plance Filippo Rizzi e Luca Fabian abbiano apportato un contributo importante (28 punti in tandem). L’ultimo quarto di sostanziale equilibrio (15-13) non ha cambiato l’esito di un match già scritto in precedenza (76-58).

Al giro di boa della stagione, Vizzotto e compagni chiudono così il girone d’andata al sesto posto, con 16 punti all’attivo e un bilancio di 8 vinte e 7 perse.

Nella speranza di recuperare almeno uno dei tre infortunati, Albignasego deve ora prepararsi per lo scontro diretto della prima giornata di ritorno della C Silver contro lo Sportschool Dueville, in programma domenica prossima (ore 18) in terra berica.

 

VIRTUS MURANO – ALBIGNASEGO BASKET 76-58

VIRTUS MURANO: Zorzi 9, Vianello N. 4, Saoner 10, Sartor 2, Perzolla 5, Parisatti 14, Frison 11, Todesco, Leyba Marine 6, Vianello M. 15. All. Bettera.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti N. 5, Roin 10, Paccagnella n.e., Rizzi 17, Fabian 11, Vieno 1, Berti 5, Gallocchio, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Libralesso di Morgano (Tv) e Maculan di Grumolo delle Abbadesse (Vi).

Note: parziali: 18-12, 38-30, 61-45; tiri liberi: Murano 10/14, Albignasego 11/16; tiri da tre: Murano 6, Albignasego 3; falli di squadra: Murano 19, Albignasego 15.

Albignasego decimato, Jesolo vince facile

La capolista Jesolo non lascia scampo all’Albignasego Basket. Al rientro dalle festività natalizie, il turno della Befana porta la seconda sconfitta consecutiva (secondo ko stagionale in casa). Decimati dagli infortuni, i gialloneri devono alzare bandiera bianca alla prima della classe, che al Pala San Lorenzo fornisce una dimostrazione di forza dominando dal primo all’ultimo minuto. Come detto, le attenuanti in casa albignaseghese vanno ricercate nella mole di indisponibili, che ha azzerato le opzioni a disposizione di coach Benetollo. Out il capitano Francesco Nanti, vittima di una contrattura alla schiena, Albignasego ha dovuto rinunciare fin dal principio anche a Nicola Nanti per il solito ginocchio ballerino. A ciò, si sono aggiunte in corso d’opera le defezioni di Marco Nanti, uscito dal campo alla fine del secondo quarto per il noto risentimento all’adduttore, e di Alberto Livio, che ha rimediato una distorsione alla caviglia abbandonando il proscenio al 25’.

LA GARA. Partito a razzo, Jesolo ha incanalato la sfida già nel frangente iniziale, trascinato da Matteo Maestrello, che ha mostrato a tutti la propria classe con due bombe di fila e una penetrazione (16-29). Con quasi 30 punti incassati nel solo primo quarto, i gialloneri hanno accumulato un ritardo di 18 lunghezze all’intervallo lungo (30-48). Nella ripresa, la reazione dei padroni di casa veniva stroncata dai già citati infortuni occorsi a Marco Nanti e Livio (48-69), che doveva cedere il posto sotto le plance a Luca Fabian (25’ di impiego).

Coach Benetollo preoccupato. La squadra è corta a causa dagli infortuni

IL COMMENTO. «Abbiamo giocato discretamente nel terzo e quarto periodo, ma non siamo mai riusciti a rientrare – ammette Maurizio Benetollo – Le uscite di Marco Nanti e Livio ci hanno messo in grande difficoltà. Sono due giocatori che non si vendono facilmente. Ci siamo ritrovati in una situazione di oggettiva emergenza. Jesolo è una squadra dotata di grande fisicità e non avevamo più quintetti da contrapporre per limitare l’impatto degli avversari, che hanno sempre mantenuto ritmi elevati. Avremmo dovuto giocare con maggiore intensità, ma non è stato possibile».

SULL’ISOLA. Tra soli tre giorni, domenica, ore 18, l’ultima giornata del girone d’andata riserva ai gialloneri l’impegnativo scontro di Murano. «Sta andando fortissimo – continua il tecnico dell’Albignasego – è una squadra che aspira alle primissime posizioni. Sono preoccupato, siamo scoperti nel settore lunghi e d’ora in avanti ci aspettano diverse partite di cartello. A Murano saremo privi sicuramente di Francesco Nanti e Alberto Livio, ma nel basket mai dire mai».

 

ALBIGNASEGO BASKET – BASKET CLUB JESOLO 67-85

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 3, Nanti N., Roin 10, Paccagnella n.e., Rizzi 13, Livio 13, Fabian 4, Vieno 2, Berti 14, Gallocchio, Vizzotto 8. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

BASKET CLUB JESOLO: Munaretto 3, Lucchetta 1, Dal Maso 7, Ambrosin 17, Maestrello M. 22, Cia 4, Maestrello N. 6, Di Marzo, Ruffo 6, Bassetto 2, Delle Monache 17. All. Guerra.

Arbitri: Bastianel di San Vendemiano (Tv) e Crivellaro di Breganze (Vi).

Note: parziali: 16-29, 14-19 (30-48), 18-21 (48-69), 19-16 (67-85); tiri liberi: Albignasego 12/19, Jesolo 21/24; tiri da tre: Albignasego 7, Jesolo 7.

Albi, settimo sigillo con Castelfranco

Tiene il passo delle prime l’Albignasego Basket (nella foto Marcello Berti appoggia al cristallo). Regolando il fanalino di coda Castelfranco, gli uomini di “Chuck” Benetollo confezionano il settimo sigillo in campionato, che porta in dote anche il quarto posto solitario in classifica. Oltre al lungodegente Roin e all’indisponibile Fabian, l’emergenza infortuni coinvolge anche Rizzi (infortunio ad una mano in allenamento) e Marco Nanti (ancora dolorante all’adduttore), che pure apporteranno il loro contributo alla causa. È proprio Marco Nanti a partire in quintetto, anche se presto dovrà cedere il posto ad Andrea Vieno, ancora molto produttivo da dietro l’arco, dove alla giornata opaca di Vizzotto farà da contraltare l’efficacia degli altri due cugini Nanti e di Gallocchio.

Stenta a decollare la gara in avvio, ma dopo qualche minuto Albignasego entra in ritmo, alzando le percentuali con i primi canestri del solito Livio e di Vieno, che in uscita dalla panchina timbra due triple in un amen per il +10 (19-9). Alla fine dei 10’ iniziali, Castelfranco passa alla zona per chiudere l’area ai lunghi di casa. È una mossa che sembra pagare i suoi dividendi, perché nell’abbrivio del secondo periodo un minibreak (0-7) riporta i castellani in linea di galleggiamento (19-16).

Nicola Nanti passa dopo un blocco di Francesco Nanti

I gialloneri, però, non si scompongono: la bomba di Nicola Nanti, un’incursione di Vieno, un altro tiro dall’arco di Francesco Nanti e un mezzo gancio di Rizzi ristabiliscono le distanze (29-18). Albignasego tocca anche il +13 (34-21), ma il finale di quarto è tutto degli ospiti, che con un parziale, aperto da un siluro di Pozzebon, tornano a farsi sotto rintuzzando a -7 (36-29).

Dopo l’intervallo lungo, i trevigiani riprendono con convinzione, risalendo ancora la china a -5 con Marini (36-31). Ci mettono poco però i padroni di casa per riaprire la forbice a +10 (41-31), prima che due triple di Fantinato dimezzino ancora lo svantaggio (45-39). Castelfranco prova ad aumentare l’intensità, ma la difesa locale è solida (55-42) e verso il tramonto del terzo periodo Rizzi firma da sotto il +15 (57-42).

Andrea Vieno in azione

A punire la zona castellana, ci pensa poi anche Nicola Nanti, che nelle battute iniziali dell’ultima frazione spara da tre per il +18 (60-42), dando il via a un break taglia-gambe (11-0). Il match è ormai in discesa e c’è gloria anche per Gallocchio, autore di due triple che scavano il solco definitivo (68-42). Cusinato e Concina sbloccano la formazione di Ussaggi (68-47), senza tuttavia cambiare l’esito di una partita già scritta (71-47). In campo negli spiccioli dell’incontro anche Giacomo Paccagnella all’esordio stagionale tra le mura amiche del Pala San Lorenzo.

 

ALBIGNASEGO BASKET – AP CASTELFRANCO VENETO 76-57

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M., Nanti N. 9, Roin n.e., Paccagnella, Rizzi 12, Nanti F. 11, Livio 15, Vieno 13, Berti 4, Gallocchio 9, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

AP CASTELFRANCO VENETO: Stradiotto 7, Pozzebon 16, Mazzariol 2, Binotto 4, Rubbo 2, Scapin, Fantinato 10, Marini 3, Marcon 4, Cusinato 6, Concina 3. All. Ussaggi.

Arbitri: Montagnoli di Cologna Veneta (Vr) e Baldo di Albaredo d’Adige (Vr).

Note: parziali: 19-9, 17-20 (36-29), 21-13 (57-42), 19-15 (76-57); tiri liberi: Albignasego 10/15, Castelfranco 2/6; tiri da tre: Albignasego 10 (Nanti N. 3, Nanti F. 2, Vieno 3, Gallocchio 2), Castelfranco 7 (Stradiotto, Pozzebon 3, Fantinato 2, Concina); falli di squadra: Albignasego 10, Castelfranco 20; fallo tecnico per espressione blasfema a Fantinato (25’).

Albi ko con il Litorale a 6 decimi dalla fine

Sfuma ancora una volta al fotofinish la vittoria dell’Albignasego Basket. Al Pala San Lorenzo, il Litorale Nord la spunta di misura al culmine di un confronto emozionante giocato quasi sempre punto a punto. A condannare i gialloneri al primo stop interno stagionale è un tiro libero di Serena a sei decimi di secondo dall’ultima sirena, che permette ai veneziani di preservare l’imbattibilità e consolidare la propria leadership in codominio con i cugini dello Jesolo. C’è stata subito una sorpresa tra le file dell’Albignasego: orfana degli infortunati Alberto Livio e Luca Roin, la squadra di Maurizio Benetollo riabbracciava il play Marco Nanti, alla ripresa dell’attività agonistica, dopo aver scelto durante la scorsa estate di lasciare il gruppo per motivi personali. Purtroppo, il terzo dei cugini Nanti ha dovuto seguire la gara dalla panchina per un problema di natura muscolare, lasciando la cabina della regia al solo Andrea Vieno (11 punti), che ha cantato e portato la croce, limitando i piccoli veneziani e assumendosi le proprie responsabilità anche al tiro pesante (3 bombe).

PRIMO TEMPO. All’inizio gli ospiti hanno attaccato con fluidità, trovando spesse volte l’uomo libero sul lato debole, mentre Filippo Rizzi, gravato di tre falli, era costretto dopo appena 5’ a riaccomodarsi in panca. L’equilibrio del primo periodo (13-14) si è interrotto nel secondo, quando dopo la tripla del pari di Giacomo Vizzotto (16-16) il Litorale è scattato a +7 (16-23). Benetollo si è giocato allora la carta del doppio lungo gettando nella mischia Luca Fabian (foto sopra), che lo ha subito ripagato con un canestro e una presenza costante sotto le plance (18-23). Era una mossa che sembrava pagare i suoi dividendi, anche se era il tiro da tre di Vieno a riportare i padroni di casa a un possesso (21-23). Tuttavia, bastava poco a Serena per ripristinare le distanze a margine dei primi 20’ (23-30).

Marco Nanti al rientro. Per ora in panchina

SECONDO TEMPO. Al ritorno in campo, i gialloneri facevano ricorso al fallo, spezzettando ulteriormente la partita al tiro da fermo (28-35). Qui, però, un break di 9-0, frutto del gioco di tre punti di Rizzi e delle triple di Nicola e Francesco Nanti, spostava l’inerzia dalla parte dell’Albignasego, che impattava a quota 41. Nell’ultima frazione, coach Benetollo aggiungeva ancora i chili e i centimetri di Fabian. Dopo un canestro non convalidato a Rizzi (palla spazzata via dall’anello da Agostinetto), Vizzotto insaccava la bomba del sorpasso (48-45) e proprio Fabian segnava il +5 grazie a un pick and roll con Nicola Nanti (50-45). Serena con una magia rintuzzava a -3 (50-47) e il Litorale passava alla zona press. Dalla lunetta, Vizzotto teneva a +5 i gialli di casa, che allungavano a +7 a 4’ esatti dallo scadere (54-47).

Vizzotto al tiro libero

L’EPILOGO. A 1’ 24’’ dalla conclusione, i litoranei accorciavano dalla linea della carità (55-52 e 55-54). Sul fallo sistematico, la mano di Nicola Nanti non tremava (57-54), ma l’Albignasego spendeva un altro fallo per fermare un indiavolato Serena (57-56). Poi, Fabian commetteva sfondamento in attacco a 32.6 secondi dalla fine e nell’azione successiva il Litorale tornava sopra, quando avanzavano 19.3 secondi sul cronometro (57-58). Rizzi riusciva ad arrivare fin sotto il ferro, subendo fallo, ma sbagliava il primo libero a disposizione pareggiando i conti con il secondo personale (58-58). Dopo il timeout, a 11 secondi dalla fine, Serena veniva chiuso in attacco dalla difesa giallonera, ma guadagnava un fallo di mestiere, entrando in contatto con Vizzotto (movimento scomposto) a 6 decimi di secondo dalla sirena. Fuori il primo e dentro il secondo tiro libero, che regalava il successo alla formazione della baia.

 

ALBIGNASEGO BASKET – LITORALE NORD 58-59

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. n.e., Nanti N. 10, Roin n.e., Paccagnella n.e., Rizzi 10, Nanti F. 11, Livio n.e., Fabian 6, Vieno 11, Berti, Vizzotto 10. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

LITORALE NORD: Gusso, Rosada 10, Toffolo 6, Pravato 4, Laganà 9, Milazzo n.e., Montino 9, Costantini 3, Toppan n.e., Agostinetto, Serena 18. All. Romanin.

Arbitri: De Rico di Venezia e Rizzi di Trissino (Vi).

Note: parziali: 13-14, 23-30 (10-16), 43-43 (20-13), 58-59 (15-16); tiri liberi: Albignasego 13/18, Litorale Nord 14/19; tiri da tre: Albignasego 9 (Nanti N. 2, Nanti F. 2, Vieno 3, Vizzotto 2), Litorale Nord 1 (Serena); falli di squadra: Albignasego 22, Litorale Nord 22; usciti per 5 falli: Nanti F. e Gusso.