Articoli

Alberto Livio rinnova con l’Albignasego. Nicola Nanti, Filippo Rizzi e Luca Roin salutano i gialloneri

Tra le numerose conferme per la stagione 2016-2017 se ne aggiunge un’altra molto attesa in casa dell’Albignasego Basket: nel roster per la serie C Silver 2016-2017 rientrerà infatti anche l’ala forte Alberto Livio. Nonostante avesse ricevuto diverse proposte da società di C Silver e C Gold, il giocatore veneziano, classe 1991, ha scelto di restare ad Albignasego, dove a fine agosto inizierà la sua terza stagione consecutiva in maglia giallonera. Dopo tre annate a Spinea e due a Mestre, Livio ha saputo imporsi nel gruppo guidato coach Maurizio Benetollo (in seguito al subentro a Giovanni Pellecchia), come uno dei migliori interpreti della categoria.

Alberto Livio (Foto Bonalore)

Alberto Livio (Foto Bonalore)

Nelle due annate padovane, ha viaggiato sempre in doppia cifra, chiudendo da top scorer della squadra anche nell’ultimo campionato regionale (13.3 punti di media a gara) con un massimo di 25 contro la Cestistica Verona in regular season e 24 in gara-1 della semifinali playoff a Treviso. Ad Albignasego il suo apporto rappresenterà un plus, un valore aggiunto, grazie al quale la società giallonera punta a riconfermarsi nell’impegnativo campionato di C Silver ristretto a 15 formazioni.

La conferma di Livio va a delineare un organico, che deve tuttavia registrare alcune uscite. Hanno infatti intrapreso altri percorsi tre protagonisti dello storico traguardo delle finali playoff, conquistate alla fine dello scorso maggio. La dirigenza albignaseghese rivolge un saluto e un in bocca al lupo a Nicola Nanti, Filippo Rizzi e Luca Roin, nell’auspicio che le loro strade in futuro possono incrociarsi nuovamente a quelle dell’Albignasego.

C Silver, finale playoff: Albignasego pronto allo scontro con Dueville

Ci siamo, è scoccata l’ora della finalissima per l’Albignasego (nella foto Luca Roin). Domenica, i gialloneri andranno a Dueville per affrontare, alle 18, i padroni di casa in gara-1 delle finali playoff di serie C Silver. È la finale meno attesa e pronosticata dell’ultimo lustro e metterà una di fronte all’altra le due outsider di questi playoff. Durante la stagione regolare, lo Sportschool Dueville ha seguito un andamento a tratti analogo a quello dell’Albignasego, ingaggiando con i ragazzi di Benetollo un serrato duello per la quinta posizione nel girone d’andata. Nella seconda parte del campionato, però, la squadra di Andrea Bortoli ha tenuto il passo d’alta classifica, mentre i gialloneri hanno perso terreno scivolando all’ottavo posto proprio nelle ultime giornate di regular season.

DA DUEVILLE A DUEVILLE. Albignasego torna a scontrarsi con la formazione vicentina dopo aver debuttato in stagione proprio con Dueville. Alla prima giornata d’andata, furono i gialloneri ad aggiudicarsi la posta in palio spuntandola all’overtime (65-58). Nel match di ritorno, invece, toccò ai biancorossi ricambiare il “favore” imponendosi di misura nel corso di un confronto condizionato dal basso punteggio (58-55).

IL CAMMINO PLAYOFF. Dueville ha compiuto percorso netto negli spareggi promozione, eliminando ai quarti Resana (andata 73-48 e ritorno 51-61) e in semifinale la Cestistica Verona, prima testa di serie e principale candidata alla promozione in C Gold (andata 67-72 e ritorno 66-58). Albignasego è approdato in finale estromettendo nel quarto la seconda testa di serie Murano (andata 58-80 e ritorno 76-47) per poi sudarsi la qualificazione alla bella con i giovani della Benetton Treviso.

QUI ALBIGNASEGO. Marco Nanti e Filippo Rizzi non saranno al meglio a causa dei consueti fastidi fisici, che si trascinano già da qualche mese. «È una situazione, che quest’anno abbiamo già vissuto diverse volte – osserva coach Maurizio Benetollo –. Oramai siamo abituati. Siamo consci di giocare contro una squadra, che sta attraversando una fase di grande forma, ma la conosciamo molto bene: è un’avversaria che abbiamo incrociato diverse volte negli ultimi anni. Dovremo giocare con la stessa intensità, che abbiamo messo in campo nel finale di campionato e ai playoff, facendo leva anche sulla nostra forza mentale».

LE FINALI. Dopo la prima sfida, la serie finale si sposterà ad Albignasego, con gara-2 in programma per mercoledì, ore 21, al Pala Gazzabin. L’eventuale bella andrà in scena domenica 5 giugno, alle 18, ancora al palasport di Dueville.

Che cuore Albignasego! I gialloneri passano a Treviso: è finale playoff

Il grande cuore dell’Albignasego ha avuto ancora una volta ragione. Dopo una lunga lotta senza esclusioni di colpi, i gialloneri escono vincitori dalla decisiva bella delle semifinali di C Silver con la Benetton Treviso, conquistando una storica finale playoff. Gara-3, tesa e combattuta fino allo scadere, vede prevalere gli uomini di Benetollo e Gabaldo, che riescono nell’impresa di far saltare il fattore campo, preservando nel finale un tesoretto di 4-5 punti dalla rimonta trevigiana.

Nei primi minuti, Albignasego e Benetton sembravano recitare lo stesso spartito del primo incontro disputato in Ghirada: al primo parziale ospite rispondevano subito i padroni di casa, che riportavano il match sui binari di un sostanziale equilibrio (15-13). Dal secondo periodo, calcava il parquet anche Marco Nanti: giunto a partita iniziata per impegni di lavoro, il playmaker restituiva ordine alla fase offensiva degli abignaseghesi, che mettevano una luce di 5 lunghezze tra sé e gli avversari all’intervallo lungo (24-29). Durante la pausa tra i due tempi, il centro padovano dell’Olimpia Milano Daniele Magro, cresciuto nelle giovanili della Benetton, compiva un breve blitz sul parquet salutando tra gli applausi del pubblico i giovani biancoverdi e gli ex compagni di squadra gialloneri ai tempi del Gattamelata Albignasego.

La ripresa si apriva con il controbreak locale (7-0), chiuso da un centro di Michelin (31-29). Dopo l’impasse dei primi 20’, le mani cominciavano a scaldarsi anche dalla lunga distanza: alla tripla di Sarto (36-35), rispondeva con la stessa moneta Nicola Nanti (36-38). Il lungo alternarsi al comando del march proseguiva con un’altra conclusione dall’arco di marca trevigiana (39-38), a cui ribatteva Vizzotto, bravo a ritagliarsi lo spazio in angolo per insaccare il tiro pesante sul filo dei 24 secondi (39-41).

Albignasego teneva la testa avanti anche nell’ultima frazione (43-44). Due furti in fotocopia di Nicola Nanti, furbo e scaltro nel rubare palla a centrocampo, regalavano il +4 (46-50). A 5’ dal termine, Roin fissava il +6 (46-52), ma serviva un’altra bomba di Nicola Nanti per ricacciare indietro i ragazzi di Mian (50-55). Treviso perseverava fino alla fine con la sua difesa aggressiva e asfissiante su palla a e linee di passaggio. Nell’ultimo giro di lancette, un 4/4 ai liberi di Marco Nanti invertiva il trend negativo dalla lunetta degli albignaseghesi (53-59). Non era ancora finita. Una tripla di Michelin riaccendeva le speranze trevigiane (56-59), spente soltanto dopo un libero di Nicola Nanti (56-60) e un ultimissimo tentativo di recupero dei verdi andato a vuoto (58-60).

LA SERIE FINALE. Gara-1 verrà disputata già questa domenica a Dueville. Il ritorno al Pala Gazzabin di Albignasego è previsto per mercoledì prossimo 1° giugno, mentre per l’eventuale bella bisognerà tornare il successivo weekend nel palazzetto vicentino.

 

BENETTON TREVISO – ALBIGNASEGO BASKET 58-60

BENETTON TREVISO: Michelin 5, Simeoni, Coassin 7, Sarto 10, Varaschin 19, Esposito 4, Rossi 6, Battistuzzi 2, Barbon 1, Mavric, Lovisotto 4, Ambrosin n.e. All. Mian.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 15, Roin 4, Paccagnella n.e., Rizzi 6, Nanti F. 7, Livio 10, Fabian 2, Berti 4, Gallocchio 3, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Radoni di Roncade (Tv) e Bortolotto di Castello di Godego (Tv).

Note: parziali: 15-13, 24-29, 43-44; tiri liberi: Treviso 7/10, Albignasego 13/25; tiri da tre: Treviso 4 (Coassin, Sarto 2, Varaschin), Albignasego 5 (Nanti N. 2, Nanti F., Gallocchio, Vizzotto); falli di squadra: Treviso 28, Albignasego 14; fallo antisportivo: Nanti M. (22’); uscito per 5 falli: Barbon (39’).

La Benetton conduce le semifinali playoff: Albignasego beffato all’ultimo secondo in gara-1

È la Benetton Treviso ad aggiudicarsi il primo round delle semifinali playoff, dopo una gara dall’andamento imprevedibile. A determinare le sorti di un match dalle mille emozioni è stata una tripla di Coassin a un secondo e 6 decimi dalla sirena, che ha dissolto i sogni di vittoria della squadra giallonera. Domenica, alle 18.30, i ragazzi di Benetollo dovranno soltanto vincere per portare la serie alla bella, in programma martedì prossimo (ore 20.30) ancora in Ghirada. Un’ottima partenza aveva illuso l’Albignasego di poter gestire agevolmente la partita: Roin getta scompiglio con le sue penetrazioni arrivando più volte fino al ferro (10-20), ma verso il tramonto del primo periodo i trevigiani cominciano a ingranare con un siluro di Mavric (13-20). Al vantaggio da doppia cifra degli ospiti (17-27), i padroni di casa rispondono piazzando un parzialone (13-0) mettendo il naso avanti alla pausa lunga (30-27). Treviso è sempre in ritmo e spinge forte sull’acceleratore anche in avvio di ripresa infilando un altro break (12-0), che fa precipitare gli ospiti fino a -15 (42-27).

Entrato in rottura prolungata con il canestro, Albignasego interrompe il lungo digiuno a cavallo di secondo e terzo quarto (25-0) soltanto grazie a un libero di Livio (42-28). La serata storta di Nanti e soci al tiro dalla media e lunga distanza, tuttavia, non lascia presagire nulla di buono. E invece è qui che scatta la rimonta giallonera: la zona di Benetollo imbriglia le maglie biancoverdi. Albignasego si affida in attacco al gioco da sotto andando da Livio, che ricuce lo strappo al pieno possesso (44-41), realizzando da solo il controparziale albignaseghese (2-13).

Nell’ultima frazione, Vizzotto stampa due triple una dietro l’altra legittimando il sorpasso ospite, ma Treviso reagisce riportandosi in un amen avanti di qualche lunghezza. Sul +2 (60-58), Berti ruba palla involandosi in contropiede per il pari (60-60). L’ultimissima azione però è della Benetton: Marco Nanti ha un fallo da spendere e blocca il cronometro a pochi secondi dallo scadere, ma non basta a impedire la conclusione agli avversari. Sulla rimessa in attacco, Coassin è lesto a sganciarsi dalla marcatura e insaccare dall’angolo il tiro della vittoria (63-60).

 

BENETTON TREVISO – ALBIGNASEGO BASKET 63-60

BENETTON TREVISO: Michelin 11, Simeoni n.e., Coassin 5, Sarto 2, Varaschin 11, Esposito 1, Rossi 4, Battistuzzi, Barbon 14, Mavric 6, Lovisotto 9, Ambrosin n.e. All. Mian.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 2, Nanti N., Roin 8, Rizzi, Nanti F. 9, Livio 24, Fabian 2, Berti 6, Gallocchio, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: De Rico di Venezia e Parisi di Padova.

Note: parziali: 13-20, 17-7 (30-27), 14-14 (44-41), 19-19 (63-60); tiri liberi: Treviso 7/11, Albignasego 13/21; tiri da tre: Treviso 6 (Coassin, Varaschin, Barbon 2, Mavric, Lovisotto), Albignasego 3 (Vizzotto); falli di squadra: Treviso 26, Albignasego 17; usciti per 5 falli: Barbon e Lovisotto; fallo tecnico: panchina Albignasego (20’, sul 27-27); fallo antisportivo: Nanti M. (22’, sul 35-27).

Terzo ko per l’Albignasego, freddato anche da Mirano

Terzo stop consecutivo per l’Albignasego, che al Pala San Lorenzo deve cedere il passo a un motivatissimo Mirano alla sua terza vittoria di fila. Per i ragazzi di “Chuck” Benetollo, ancora alle prese con i postumi degli infortuni occorsi nel reparto lunghi a Francesco Nanti e Livio, una prestazione sottotono dell’intero collettivo, che ha palesato una condizione fisica approssimativa da parte di quasi tutti i suoi elementi. Rianimato dal maggiore equilibrio in regia apportato dall’ex reyerino Mihalic, Mirano sbanca con merito Albignasego, piazzando il colpo del ko nella ripresa.

I gialloneri hanno mantenuto la testa della gara soltanto nei primi 15’ di gioco: chiuso il primo quarto sopra di 5 lunghezze (18-13), i veneziani sono passati a condurre operando il break (0-9) a metà secondo periodo. Sul 27-21, dopo uno 0/2 in lunetta di Roin, gli ospiti mettevano infatti il naso avanti (27-30), andando al riposo lungo sul +4 (29-33). Da quel momento, Nanti e compagni erano costretti a rincorrere gli avversari fino allo scadere, senza tuttavia mai riuscire a coronare la propria rimonta.

Sotto di 7 (38-45) al via degli ultimi 10’, i padroni di casa scendevano fino a -9 (41-50) prima di provare a rientrare. In attacco, il più produttivo era Berti (7 punti nell’ultimo quarto): suo il canestro in contropiede del -5 (48-53) e la tripla del -4 (52-56) a una trentina di secondi dal termine, che riaccendeva le speranze locali. Riacquistato il possesso in difesa, Albignasego si affidava al suo tiro dalla distanza anche in una delle ultime azioni dell’incontro, ma la bomba del possibile -1 questa volta si stampava sul ferro.

A 11 secondi e 7 decimi dalla sirena, Vizzotto doveva spendere il fallo, che spediva un implacabile Scaramuzza sulla linea della carità (52-58). Avanzava ancora il tempo per provare qualche tiro dalla disperazione, ma le conclusioni dall’arco di Marco Nanti e ancora di Berti si infrangevano contro l’anello.

Un finale amaro per l’Albignasego, che dilapida l’ennesima occasione e mette in dubbio la sua permanenza in zona playoff, proseguendo il trend negativo iniziato dopo il derby di Cittadella. Sabato prossimo, alle 18.30, i gialloneri saranno chiamati al riscatto ospitando in un altro derby padovano il Solesino.

 

ALBIGNASEGO BASKET – PALLACANESTRO MIRANO 52-58

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 8, Roin 5, Paccagnella n.e., Rizzi 2, Nanti F. 6, Livio 7, Fabian 2, Berti 13, Gallocchio, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

PALLACANESTRO MIRANO: Mihalic 9, Negri 2, Scaramuzza 5, Salmaso n.e., Laggia n.e., Casarin A. 6, De Gobbi n.e., Casarin F. 3, Tasca 13, Gambato n.e., Serena 13, Ranzato 7. All. Girotto.

Arbitri: Montagnoli di Cologna Veneta (Vr) e Scandaletti di Padova.

Note: parziali: 18-13, 29-33, 38-45; tiri liberi: Albignasego 5/12, Mirano 14/19; tiri da tre: Albignasego 5 (Nanti M., Nanti N. 2, Berti, Vizzotto), Mirano 6 (Mihalic, Casarin F., Casarin A. 2, Tasca 2); fallo tecnico: Berti (37’).

Albignasego bruciato dalla Virtus Lido

L’Albignasego spreca una ghiotta occasione per muovere ancora la propria classifica, venendo bruciato dalla Virtus Lido dopo un match condotto per 37’. Avanti di 4-5 lunghezze per l’intero incontro, i gialloneri hanno subìto aggancio e sorpasso da parte dei veneziani a 3’ dallo scadere, pagando nel complesso soprattutto lo scotto di una serata storta dalla linea della carità (9/24 ai liberi). A pesare sull’economia della gara, però, sono state anche le assenze dei due lunghi Livio e Francesco Nanti, rimasti ai box per i soliti problemi alla schiena. Il primo ha guardato i compagni dalla tribuna, l’altro si è accomodato in panchina soltanto per onor di firma. A questi si è poi aggiunta la defezione di Marco Nanti, anch’egli fermato da problemi muscolari. Ancora una volta, coach Benetollo è stato quindi costretto a “snaturare” la squadra utilizzando Vizzotto nel ruolo di “4” per poi affidarsi al duo Rizzi-Fabian sotto le plance, ma a lungo termine le rotazioni corte e la stanchezza hanno prevalso, favorendo il gioco perimetrale dei piccoli ospiti.

Nel primo tempo, la mossa del tecnico albignaseghese sembrava pagare i suoi dividendi: nel secondo quarto, i padroni di casa, ispirati nel tiro dalla distanza (12 triple), agguantavano anche le 10 lunghezze di vantaggio. Dopo qualche libero non concretizzato, però, Vizzotto e compagni andavano al riposo lungo ancora sul +4 (44-40). Al rientro sul parquet, Lido non mollava mai la presa, restando aggrappato all’incontro anche nel terzo periodo (63-58).

Nella frazione conclusiva, era la maledizione dalla lunetta a condannare Albignasego (1/5 in totale). Bonivento, invece, si dimostrava implacabile al tiro da fermo (5/6 negli ultimi 10’ e 7/8 nei 40’) permettendo ai suoi di impattare e sorpassare. Sotto di 5 punti (70-75) a 40’’ dalla sirena, la bomba di Roin riportava i gialloneri sotto di un possesso (73-75). In seguito, Berti spendeva subito il fallo, spedendo in lunetta proprio Bonivento, che non falliva, regalando ai veneziani la vittoria.

Domenica prossima, alle 18, i ragazzi di Benetollo (foto) dovranno provare a rifarsi contro un’altra compagine lagunare, visitando il proibitivo campo del Litorale Nord a Cavallino Treporti.

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS LIDO 73-78

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. n.e., Nanti N. 12, Roin 21, Paccagnella n.e, Rizzi 7, Nanti F. n.e., Fabian 7, Vieno, Berti 17, Gallocchio, Vizzotto 9. All. Benetolllo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS LIDO: Cipolato 18, Rosada 12, Pezzuti n.e., Vianello 3, Pinzan 4, Salerno, Mazzarolo 3, Vecchiato 6, Zanatta 15, Bonivento 18, Massini. All. Giangaspero.

Arbitri: Pellizzon di Noale (Ve) e Niero di Borgoricco (Pd).

Note: parziali: 22-18, 44-40, 63-58; tiri liberi: Albignasego 9/24, Lido 12/20; tiri da tre: Albignasego 12 (Nanti N. 2, Roin 4, Berti  3, Vizzotto 3), Lido 7 (Vianello, Mazzarolo, Vecchiato, Zanatta, Bonivento 3).

Albignasego firma l’impresa nel derby di Cittadella

Un Albignasego in forma smagliante si aggiudica anche il terzo derby stagionale espugnando il fortino di Cittadella. Ancora orfano di Livio e Francesco Nanti, bloccati da problemi alla schiena, i gialloneri compiono l’impresa in casa dei cugini gialloviola gettando letteralmente il cuore oltre l’ostacolo. I ragazzi di Benetollo, che hanno condotto per ampi tratti, sono riusciti a spuntarla solo nel finale, dopo aver subìto la rimonta cittadellese nell’ultimo periodo. Per tre quarti, gli ospiti hanno infatti mantenuto il comando delle operazioni, ma complice anche la stanchezza dovuta alla sforzo profuso sono giunti alla fine con il fiato un po’ corto. Dal canto suo, Cittadella non ha mai mollato restando aggrappato alla partita anche quando la vittoria sembrava avesse ormai preso la via di Albignasego.

OUT FRANCESCO NANTI. Nonostante la pesante defezione di Francesco Nanti sotto le plance (già in mattinata aveva avvertito dolore alla schiena), la formazione ospite è riuscita a limitare l’impatto offensivo dei lunghi avversari difendendo forte su Lovisetto e Tosetto. È la difesa a fare la differenza nella prima metà di gara, ma anche Vizzotto che chiude i suoi primi 20’ di gioco tirando con un 6/8 dalla linea dei tre punti. Dopo la partenza sprint (10-22), i gialloneri hanno tenuto alto il ritmo andando al riposo lungo avanti di 13 lunghezze (29-42). Vantaggio, rimasto quasi immutato anche nel terzo periodo (29-42), ma dilapidato nell’ultima frazione, quando Cittadella, sospinto soprattutto da D’Incà e Beda, riusciva a colmare il gap.

SORPASSO E CONTROSORPASSO. A 4’ dallo scadere, dopo aver impattato, i locali piazzavano anche la zampata del sorpasso portandosi avanti di tre lunghezze. Qui, però, Albignasego aveva una reazione d’orgoglio, grazie alla quale riprendeva la testa della gara per non mollarla più fino alla sirena (70-75).

LO SCOUT. Oltre a Vizzotto (top scorer dell’incontro con 25 punti e 6 bombe), che ha coperto anche lo spot di ala forte alternandosi a Gallocchio (2 triple), altre note di merito vanno ascritte a Roin (20 punti, foto) e Rizzi (12 rimbalzi e 5 recuperi).

Coach Benetollo

IL COMMENTO. «Seppur con notevole difficoltà, siamo riusciti a portare a casa una vittoria importante – commenta Maurizio Benetollo –. Tutta la squadra ha fatto bene, dimostrando una gran voglia di vincere. Abbiamo giocato una partita veramente intensa. Nell’ultimo quarto, la stanchezza si è fatta sentire: avevamo perso l’inerzia e Cittadella ci aveva superato, ma siamo stati bravi a pareggiare subito i conti e conservare un margine di 5 punti fino alla fine».

PROSSIMA GARA. Lunedì, Francesco Nanti e Livio si sottoporranno a risonanza magnetica per accertare l’entità dell’infortunio alla schiena. L’auspicio è che non sia nulla di grave e che i due lunghi possano tornare presto in campo. Per i gialloneri, ora l’appuntamento è fissato a sabato prossimo (ore 18.30) per il match casalingo con la Virtus Lido.

 

BASKET CITTADELLA – ALBIGNASEGO BASKET 70-75 

BASKET CITTADELLA: Policastri, Todesco, D’Incà 15, Zaniolo, Beda 9, Pierobon, Tosetto 13, Pressanto A., Pressanto F. 22, Lovisetto 11. All. D’Onofrio.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 1, Nanti N. 9, Roin 20, Rizzi 6, Nanti F., Fabian 2, Vieno, Berti 6, Gallocchio 6, Vizzotto 25. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Sandu di Ponzano Veneto (Tv) e Tadic di Pergine Valsugana (Tn).

Note: parziali: 10-22, 29-42, 46-58; tiri liberi: Cittadella 17/22, Albignasego 10/18; tiri da tre: Cittadella 5 (Pressanto F. 3, D’Incà 2), Albignasego 11 (Vizzotto 6, Gallocchio 2, Nanti N., Roin, Berti); uscito per 5 falli: Nanti M. (35’).

Albignasego in ombra cede al Cus Trento

Resta ancora una chimera la vittoria in trasferta per l’Albignasego Basket, costretto ad alzare bandiera bianca ad un Cus Trento in grande forma. Rallentati da una condizione fisica approssimativa, i gialloneri hanno retto il ritmo per l’intera prima metà di gara, salvo poi cedere sulla distanza all’intensità della formazione universitaria. Marco Nanti (foto), alla sua prima vera partita della stagione, ha organizzato il gioco in cabina di regia alternandosi a Roin e Vieno, ma ha dovuto abbandonare il proscenio a 4’36’’ dal termine per un taglio al volto, provocato da un contatto fortuito. Con Livio a mezzo servizio, limitato da una fastidiosa contrattura alla schiena, i gialloneri hanno pagato dazio soprattutto nella seconda parte dell’incontro.

Dopo un primo quarto appannaggio dei padroni di casa (20-15), gli ospiti sono passati al contrattacco, rovesciando l’inerzia del match (9-16). Sotto di misura all’intervallo lungo (29-31), Trento ha cesellato la sua vittoria spingendo forte nel terzo periodo fino ad accumulare un vantaggio da doppia cifra (49-39). Nell’ultima frazione, la buona volontà non bastava: la scarsa vena di alcuni elementi in quintetto e l’uscita anticipata di Marco Nanti non concedevano alcuna possibilità di recupero ai gialloneri.

Sabato prossimo, alle 18.30, si torna al Pala San Lorenzo per incrociare la Virtus Resana, altra avversaria in netta risalita, che ha infilato una serie di cinque vittorie consecutive portandosi prepotentemente in zona playoff.

 

CUS TRENTO – ALBIGNASEGO BASKET 69-57

CUS TRENTO: Giarin 5, Dia n.e, Bonelli n.e., Montanarini, Bellan 26, Bodini, Bijedic 12, Zago 16, Macciocu n.e., Bertocchi 2, Ciotoli 3, Agostini 5. All. Eglione.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 8, Nanti N. 4, Roin, Rizzi 11, Nanti F. 3, Livio 6, Fabian, Vieno, Berti 15, Gallocchio n.e., Vizzotto 10. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Girardi di Venezia e Pellizzon di Noale (Ve).

Note: parziali: 20-15, 29-31, 49-39; tiri liberi: Trento 10/17, Albignasego 8/14.

Albignasego ritrovato, fermata Verona

Termina dopo quattro giornate la striscia negativa dell’Albignasego Basket. La squadra di Maurizio Benetollo torna a girare a pieno regime spegnendo la Cestistica Verona. Con la seconda forza della C Silver, i gialloneri riassumono concretezza offensiva in entrambi reparti (interno-esterno), legittimando nel finale la propria vittoria con una difesa solida e compatta. A spingere l’attacco albignaseghese è stato un superbo Livio (25 punti), frenato peraltro da una probabile contrattura alla schiena subita nelle prima battute di gioco. Ma si è rivelato fondamentale anche l’apporto degli esterni, in particolare Berti (14) e Vizzotto (14, foto), autori di punti pesanti al momento di chiudere i conti. Ancora out Marco Nanti, in cabina di regia si sono invece alternati Vieno e Roin, con quest’ultimo protagonista nell’avvio di gara.

Il match comincia infatti sotto il segno degli attacchi: dopo una fase di equilibrio, Albignasego passa a condurre (22-15) proprio grazie a Roin, che soltanto nei primi 10’ realizza ben 10 dei suoi 14 punti. È proprio una sua tripla a chiudere il primo quarto sul +8 a favore dei padroni di casa (25-17). Al via del secondo periodo è Rizzi a far lievitare il vantaggio fino alla doppia cifra, colpendo da dietro l’arco (28-17). Qualche palla persa e alcuni problemi d’accoppiamento nella metà campo difensiva permettono agli ospiti di riportarsi in linea di galleggiamento (30-26). Albignasego, però, mantiene il ritmo e un altro miniallungo di Livio riapre la forbice a +8 (34-26). Con gli attacchi ancora molto ispirati, il tabellone luminoso si muove velocemente fino al +10, confezionato dal pick and roll di Fabian su un assist no look di Vieno (41-31). Nella parte terminale del primo tempo, i veronesi provano a rifarsi sotto rubando diversi rimbalzi offensivi, ma non vengono premiati dalle percentuali di tiro (43-32).

Luca Roin, il play-guardia giallonero ha siglato 10 dei suoi 14 punti nel 1° periodo

Alla ripresa delle ostilità, due triple di marca scaligera limano il margine a -7 (45-38). L’ennesima disattenzione a rimbalzo regala a Bovo il tap-in del -5 (45-40), ma è ancora Livio a rimettere 8 lunghezze di distanza dagli avversari (50-42). Il tiro da tre di Bovo riavvicina nuovamente la formazione di Zappalà a -5 (50-45), ma sono due triple del neo entrato Gallocchio e di Rizzi a issare i locali a +12 (57-45). Il lavoro in difesa dei gialloneri, fatto di pressing, raddoppi, aiuti e rotazioni, comincia a pagare i suoi dividendi, limitando l’apporto offensivo dei lunghi veronesi. Al tramonto del terzo periodo, Berti e Livio proiettano al +15 (61-46), mentre il tiro dai 7 metri di Berti nell’abbrivio dell’ultimo quarto fissa il +16 (64-48). Soave e Damiani ritrovano la via del canestro (66-52), ma dall’altra parte i gialloneri continuano a far girare palla andando a segno anche contro la difesa a zona (69-53).

Nei 5’ conclusivi, i biancorossi vanno in forcing e pressando a tutto campo rintuzzano il gap a -11 (71-60), anche se Nanti e soci sono bravi a trovare sempre il modo di eludere il pressing. La tripla dall’angolo di Vizzotto riallarga a +16 il vantaggio locale (76-60). Damiani prova a infondere speranze ai suoi con una conclusione dalla lunga (77-65), incassando la pronta risposta di Berti dai 6.75 (80-67). Sul fallo sistematico, negli ultimi secondi l’Albi mantiene la lucidità necessaria per chiudere in crescendo con un gioco da quattro punti capitalizzato da Vizzotto (86-69).

 

ALBIGNASEGO BASKET – CESTISTICA VERONA 86-69

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. n.e., Nanti N., Roin 14, Paccagnella n.e., Rizzi 8, Nanti F. 3, Livio 25, Fabian 2, Vieno, Berti 14, Gallocchio 3, Vizzotto 17. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

CESTISTICA VERONA: Bovo 10, Sesta, Ziliani n.e., Lugoboni n.e., Pacione 17, Fabbian 3, Filippini 6, Soave 6, Damiani 15, Brunelli 6, Bertani 6. All. Zappalà.

Arbitri: Castello di Sarcedo (Vi) e Previatello di Cadoneghe (Pd).

Note: parziali: 25-17, 43-32 (18-15), 61-48 (18-16), 86-69 (25-21); tiri liberi: Albignasego 14/24, Verona 10/18; tiri da tre: Albignasego 11 (Roin, Rizzi 2, Berti 2, Gallocchio, Vizzotto 5), Verona 9 (Bovo 2, Pacione 2, Damiani 3, Brunelli, Bertani); falli di squadra: Albignasego 19, Verona 22; usciti per 5 falli: Livio, Bovo, Brunelli.

A Bolzano l’Albignasego saluta il 2015 con una sconfitta

Chiude l’anno solare con una sconfitta l’Albignasego Basket. A Bolzano, i ragazzi di Maurizio Benetollo vengono bloccati dall’Europa nella terzultima giornata d’andata del campionato di C Silver. Con Marco Nanti, che non ha ancora il ritmo gara nelle gambe, i gialloneri hanno dovuto rinunciare anche all’apporto del gioiellino Filippo Rizzi, uscito dal campo dopo qualche minuto per un problema inguinale. Dopo un buon approccio (10-13), gli ospiti hanno sofferto gli attacchi portati dagli altoatesini, trascinati da un febbricitante Vettori in grande spolvero (20 punti), chiudendo la prima metà di gioco in ritardo di 13 lunghezze (36-23). Nanti e soci riuscivano a riportarsi a contatto nel terzo quarto, ricucendo lo strappo a un solo possesso di distanza (49-46). Nell’ultima frazione, però, Bolzano continuava a trovare la via del canestro riaprendo la forbice ancora attorno alle 13 lunghezze. Per Albignasego, non c’era più nulla da fare.

IL COMMENTO. «Come era già capitato in altre trasferte, abbiamo incrociato un’avversaria in un momento di grande forma – commenta coach Benetollo – Bolzano ha vinto meritatamente. Vettori ha giocato veramente molto bene, mettendoci in difficoltà in un ruolo delicato come quello del play, dove Marco Nanti ha troppi pochi allenamenti sulle gambe e Luca Roin sta ancora cercando di ritrovare il passo. Abbiamo retto bene con i lunghi, nonostante qualche defaillance dentro l’area su Basile, che ha segnato solo quattro punti, ma ha lavorato molto per i propri compagni. L’assenza di Rizzi si è fatta sentire. La pausa natalizia arriva propizia. Speriamo di recuperare la condizione in vista del rientro dalle festività».

AMICHEVOLI. Durante la sosta di campionato, prima del ritorno in campo per l’importante sfida alla capolista Jesolo, Albignasego sarà impegnato in due amichevoli: mercoledì 23 dicembre (ore 21) nell’Estense contro la Scuola Basket Ferrara e mercoledì 30 dicembre (ore 20) al Pala San Lorenzo con il Basket Abano Montegrotto.

 

EUROPA BOLZANO – ALBIGNASEGO BASKET 67-57

EUROPA BOLZANO: Bailoni 8, Bazzan, Dolzan 7, Basile 4, Tobaldi 2, Gaye 10, Vettori 20, Marcon n.e., Marchetto n.e., Ronconi 7, Rossi 9, Unechenskyi n.e. All. Massai

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M., Nanti N. 2, Roin 5, Rizzi, Nanti F. 11, Livio 19, Fabian, Vieno, Berti 7, Gallocchio, Vizzotto 13. All. Benetollo

Arbitri: Radoni di Roncade (Tv) e Pinna di Salgareda (Tv).

Note: parziali: 10-13, 36-23, 49-46; tiri liberi: Bolzano 12/13, Albignasego 13/17.