Articoli

Albignasego solido con Ponzano, ma poi annaspa a Riva del Garda

Partiamo da questa considerazione: nel girone d’andata dopo cinque giornate di campionato portavamo a casa 4 punti, nel girone di ritorno dopo cinque giornate raccogliamo 8 punti perdiamo solamente contro Verona, prima in classifica giocando anche una buona partita. Sabato è arrivato al Pala Gazzabin il Ponzano, che avrebbe dovuto scendere in campo senza ben tre giocatori squalificati: Alberti, Prandini e Lena, ma la società trevigiana ha fatto ricorso e con la pena sospesa tre giocatori in questione sono regolarmente in campo. Meglio così, perché giochiamo senza alibi e dubbi di nessun genere.

La prima frazione di gioco vede Albignasego prendere subito la partita in mano con una buona circolazione di palla e difesa aggressiva, che obbliga coach Osellame dopo cinque minuti di gioco a chiamare il primo timeout (10-2). Il discorso, però, non cambia e Albignasego scappa a +13 (22- 9).

La musica non muta neppure nella seconda frazione di gioco (31-24), ma qui forse per sufficienza, qualche tiro affrettato e passaggio sbagliato subiamo un parziale (0-7) e Ponzano pareggia con una tripla di Pozzebon (31-31). Timeout obbligato per coach Benetollo, che al rientro in campo porta il suo beneficio: controparziale di 8-2, firmato da Gallocchio, Vigna e Berto (39-33), ma subiamo ancora 4 punti da Alberti (39-37).

Al rientro dagli spogliatoi, il terzo periodo si gioca punto a punto: due i punti al massimo di scarto per entrambe le squadre (56-56). Nell’ultima frazione di gioco si procede sempre a braccetto (60-58), fino a quando nel giro di 2’ Livio e Vizzotto ci riportano a +7 (67-60). Da qui alla fine gestiamo la partita e incassiamo due punti, che valgono doppio avendo entrambi gli scontri diretti con Ponzano a nostro favore.

Pur non disputando una partita impeccabile, abbiamo mostrato impegno e determinazione, senza il nostro capitano Francesco Nanti. Se continuiamo in questo modo potremo toglierci le nostre belle soddisfazioni.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – PONZANO BASKET 72-66

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi n.e., Berto 13, Nanti M. 3, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 13, Fabian, Berti, Gallocchio 3, Vigna 20, Vizzotto 20. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

PONZANO BASKET: Prandini 11, Lena, Pozzebon 6, Alberti 12, Pacchioli n.e., Gatto 15, Cappellazzo, Ricciardi n.e., Alpago 8, Barzan 9, Groppo n.e., Corradini 5. All. Osellame.

Arbitri: Lavarda di Thiene (Vi) e Corrò di Camponogara (Ve).

Note: parziali: 25-16, 14-21, 17-19, 16-10; tiri liberi: Albignasego 15/18, Ponzano 16/21; tiri da tre: Albignasego 7 (Gallocchio, Vizzotto 6), Ponzano 6 (Prandini, Pozzebon 2, Gatto, Alpago, Corradini); falli di squadra: Albignasego 18, Ponzano 16; fallo tecnico: Pozzebon (24’).

 

L’ asse play-pivot (50 punti in due giocatori su 80 segnati) della Virtus Alto Garda mette in crisi l’Albignasego, che non riesce ad espugnare il campo di Riva del Garda. I trentini possono contare per l’occasione sull’innesto del play Nardini (18 punti), che fa impazzire i nostri e che non riusciamo mai a fermare in difesa. Nel primo periodo, Albignasego aveva lasciato la testa ancora in pullman subendo senza reagire (13-2 al 5’). Nel secondo quarto, ci ricordiamo che siamo venuti a fare una partita e non una gita: cominciamo a giocare e un passo alla volta ritorniamo in carreggiata, grazie a un parziale (12-24) con il quale impattiamo (34-34). E allo scadere Berti ci porta al riposo lungo in vantaggio (37-39).

Nella ripresa prevale l’equilibrio, anche se Bernardi è sempre più scatenato. La gara resta in bilico fino al 35’ (69-69); qui, infatti, subiamo un break (11-3) e noi invece di penetrare cercando di andare in lunetta e recuperare spariamo dalla linea dei tre punti senza concludere nulla.

Torniamo a casa sapendo che non abbiamo fatto il nostro dovere e non abbiamo difeso come saremmo stati in grado di difendere. Abbiamo subito 50 punti da due giocatori, ma sappiamo anche che fino ad ora abbiamo fatto delle buone cose e che una giornata storta può anche starci. Dovremo rifarci sabato prossimo quando affronteremo in casa il fanalino di coda Virtus Lido, senza prendere la partita sotto gamba. Perché questi sono in genere gli incroci più pericolosi.

(m.p.)

 

VIRTUS ALTO GARDA – ALBIGNASEGO BASKET 80-72

VIRTUS ALTO GARDA: Hainzl n.e., Nardini 18, Pace, Trivarelli 3, Egidi n.e., Madella n.e., Tobaldi 8, Maci, Lovisotto 10, Bernardi 32, Pastori 9. All. Gabrielli.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi n.e., Berto 13, Nanti M. 12, Paccagnella n.e., Livio 11, Fabian 2, Berti 14, Gallocchio 8, Vigna 8, Vizzotto 4. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Peretti di Verona e Maculan di Grumolo delle Abbadesse (Vi).

Note: progressivi: 22-10, 37-39, 60-60; tiri liberi: Alto Garda 20/30, Albignasego 12/18; tiri da tre: Alto Garda 8 (Nardini, Trivarelli, Tobaldi 2, Lovisotto, Bernardi 3), Albignasego 9 (Berto 2, Berti 4, Gallocchio 2, Vizzotto); falli di squadra: Alto Garda 21, Albignasego 24; usciti per 5 falli: Nanti M. e Vigna.

Albignasego tiene testa alla capolista Verona, ma cede alla maggiore fisicità scaligera

Arriviamo alla seconda giornata certamente non nelle condizioni migliori per affrontare la prima della classe, che andando a memoria in casa resta imbattuta. Noi ci presentiamo con il capitano Francesco Nanti, in panchina per onor di firma (bloccato alla schiena, ernia) e senza Marcello Berti colpito dall’influenza. Però è nei momenti di difficoltà la squadra si compatta sempre di più e fa quadrato e così affrontiamo la capolista a viso aperto, senza nulla da perdere e con l’intento di vendere cara la pelle. E infatti la pelle l’abbiamo venduta a caro prezzo e abbiamo messo in difficoltà i nostri, dimostrando che anche se siamo “feriti” siamo disposti a lottare come leoni.

Alla fine, abbiamo perso ma siamo usciti dal campo a testa alta: bisogna rivolgere veramente un plauso a tutti i ragazzi specialmente a quei giocatori che magari trovano poco spazio durante l’anno, che invece quando vengono chiamati a fare il loro sono sempre pronti, per l’impegno che ci hanno messo, perché se la fortuna ci avesse baciato un po’ forse il colpaccio lo potevamo mettere a segno.

Adesso ci aspetta una partita casalinga con Murano, reduce da cinque vittorie consecutive, ma che all’andata aveva dovuto sudare le fatidiche sette camicie spuntandola di misura.

Speriamo di recuperare tutti i nostri giocatori e di far valere la legge del Pala Gazzabin.

Massimo Pavan

 

CESTISTICA VERONA – ALBIGNASEGO BASKET 67-61

CESTISTICA VERONA: Bovo 3, Ziliani 5, Croce 16, Fabbian 11, Zenegaglia 2, Lugoboni n.e., Merci n.e., Soave 10, Damiani 15, Bertani 5. All. Zappalà.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 4, Berto 16, Nanti M. 9, Paccagnella, Nanti F. n.e., Livio 2, Fabian 8, Gallocchio 2, Vigna 12, Vizzotto 8. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Marignoni e Pallaoro di Trento.

Note: progressivi: 10-9, 29-29, 49-45; tiri liberi: Verona 12/15, Albignasego 2/3; tiri da tre: Verona 9 (Bovo, Ziliani, Croce 3, Fabbian, Soave 2, Bertani), Albignasego 5 (Nanti M., Fabian 2, Vizzotto 2).

 

Al giro di boa del campionato di C Silver, Albignasego si era imposto nettamente tra le mura amiche sul Cus Trento, scavando un solco profondo nel quarto conclusivo.

 

ALBIGNASEGO BASKET – CUS TRENTO 69-44

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 16, Nanti M., Paccagnella n.e., Nanti F. 7, Livio 12, Fabian, Berti 12, Gallocchio, Vigna 17, Vizzotto 5. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

CUS TRENTO: Bailoni 5, Ricci 1, Bonelli 9, Montanarini, Bertoni 4, Valer 3, Zago 6, Bazzan 7, Ciotoli 6, Agostini 3. All. Eglione

Arbitri: Dian di Scorzè (Ve) e Romito di Este (Pd).

Note: progressivi: 18-7, 33-19, 44-32; tiri liberi: Albignasego 19/24, Trento 7/11; tiri da tre: Albignasego 6 (Berto, Berti 4, Vizzotto), Trento 5 (Bailoni, Bonelli, Valer, Bazzan, Agostini); falli di squadra: Albignasego 17, Trento 22.

Albignasego scatenato: Virtus Lido colpita e affondata

Albignasego (nella foto di Giovanni Bevilacqua D’Ambrosi, Alberto Livio) inanella la quarta vittoria consecutiva travolgendo la Virtus Lido e per la terza volta in quattro giornate supera quota 90 punti segnati. Ancora costretta a rinunciare a Marco Nanti in cabina di regia, la truppa giallonera continua a beneficiare della vena della sua pattuglia di esterni con Berto, Berti e Gallocchio sugli scudi. In doppia cifra anche Francesco Nanti e Vigna.

Al Lido di Venezia, gli ospiti hanno messo subito il naso avanti nel primo quarto (20-27), dilatando il margine oltre le 20 lunghezze già all’intervallo lungo (34-55). Nella seconda metà di gara, però, Nanti e compagni non si accontentavano di gestire dilagando fino al +29 alla fine del terzo parziale (48-77). L’ultimo quarto diventava utile soltanto a fini statistici e per rimpinguare il bottino personale. Sabato prossimo, ore 18.30, al Pala Gazzabin, Albignasego dovrà testare un banco di prova importante contro la Vigor Conegliano.

 

VIRTUS LIDO – ALBIGNASEGO BASKET 65-92

VIRTUS LIDO: Ragazzi A. 7, Marzaro 2, Pasqualetto 3, Ragazzi G. 21, Vianello 7, Ramazzotto, Stefani, Salerno 4, Carrer 2, Mazzarolo 6, Ciulu 9, Marella F. 4. All. Marella M.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 4, Berto 17, Paccagnella, Nanti F. 14, Livio 6, Fabian 2, Berti 14, Gallocchio 11, Vigna 16, Vizzotto 8. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Dal Bello di Castello di Godego (Tv) e Gavagnin di Marcon (Ve).

Note: progressivi: 20-27, 34-55, 48-77; tiri liberi: Lido 11/26, Albignasego 4/7; tiri da tre: Lido 4 (Ragazzi A., Pasqualetto, Ragazzi G., Vianello), Albignasego 14 (Berto 3, Nanti F. 2, Berti 4, Gallocchio 3, Vizzotto 2).

Albignasego ancora prolifico: quota 95 per affossare l’Alto Garda

Albignasego agguanta anche la terza vittoria consecutiva con la Virtus Alto Garda, lasciandosi alle spalle il trittico da incubo d’inizio campionato. Al Pala Gazzabin, i gialloneri confermano di attraversare un gran momento di forma in fase offensiva, tirando con altissime percentuali dal campo (11/22, 50% dall’arco). Dopo aver raggiunto i 100 con il Ponzano, la squadra di Maurizio Benetollo mette a referto 95 punti contro la giovane compagine gardesana, beneficiando della vena realizzativa dei suoi esterni.

Mattatore del match, tra i padroni di casa, è stato senza dubbio Marcello Berti (nella foto di Ilaria Malerba), che ha ingaggiato un duello a suon di canestri con il talentuoso Andrea Bernardi, prodotto dell’Aquila Trento. Nel primo tempo, è stato proprio il giovane trentino a creare i maggiori grattacapi alla difesa locale realizzando 20 punti nei primi 20’ di gioco. Sono suoi i tre liberi, che permettono ai trentini di accorciare il gap a -5 sulla sirena dell’intervallo lungo (45-40).

Al ritorno in campo, Albignasego sistemava le marcature e piazzava una zona 2-3 indecifrabile per gli ospiti scavando il solco con un parziale eloquente (32-10). Nell’ultima frazione, trovavano spazio tutti i giocatori a referto, tranne Marco Nanti: il play, ancora dolorante alla spalla, dovrà sottoporsi nei prossimi giorni a un’ecografia per appurare l’entità dell’eventuale danno e i tempi di recupero.

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS ALTO GARDA 95-70

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 15, Nanti M. n.e., Paccagnella 5, Nanti F. 10, Livio 12, Fabian 1, Berti 26, Gallocchio 2, Vigna 10, Vizzotto 14. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS ALTO GARDA: Hainzl, Pace n.e., Lever 8, Bumbli 5, Trivarelli 6, Madella n.e., Tobaldi, Maci 5, Lovisotto 8, Gambino 4, Bernardi 34. All. Gabrielli.

Arbitri: Maculan di Grumolo delle Abbadesse (Vi) e Baldo di Albaredo d’Adige (Vr).

Note: progressivi: 28-16, 45-40, 77-50; tiri liberi: Albignasego 13/21, Alto Garda 12/16; tiri da tre: Albignasego 11 (Berto, Nanti F., Berti 5, Vizzotto 4), Alto Garda 5 (Bumbli, Trivarelli 2, Maci, Bernardi).

Albignasego vede la luce: prima vittoria in campionato con la Virtus Resana

Dopo tre giornate di campionato, Albignasego muove la propria classifica incamerando i primi due punti della stagione, al termine di un incontro dall’andamento imprevedibile contro la Virtus Resana. Al Pala Gazzabin, la tensione palpabile dei primissimi minuti di gioco ha condizionato entrambe le squadre, che hanno iniziato a basso ritmo segnando praticamente con il contagocce. Il primo break di marca trevigiana (8-18) scuoteva i gialloneri, bravi a ricucire lo strappo nel secondo periodo culminato con il sorpasso in prossimità dell’intervallo lungo (27-26).

Dopo una terza frazione equilibrata (17-15), i padroni di casa prendevano il comando delle operazioni pervenendo al +11. Resana, però, non mollava colmando il gap in un amen. La gara veniva così decisa a 2’ dalla sirena: una spettacolare rimessa a tutto campo di Vizzotto lanciava Berti in un contropiede solitario, che valeva il +5; in seguito, da un recupero difensivo e una difesa compatta di squadra, scaturivano i due liberi di Berto (nella foto di Ilaria Malerba), che blindavano a doppia mandata la prima vittoria dei ragazzi di Maurizio Benetollo.

«È stata una partita molto combattuta – commenta il tecnico giallonero – Nel primo quarto, Resana ha trovato facilmente la via del canestro. Poi però siamo riusciti a mettere i nostri avversari in difficoltà con cambi di difesa, alternando zona e uomo. Avevamo raggiunto la doppia cifra di vantaggio a 5’ dal termine, ma hanno saputo attaccare bene la nostra zona, con un paio di bombe di Peroni e facendo valere anche la fisicità a rimbalzo di Marcon. Nel finale, però, siamo riusciti a costruire dei giochi importanti con Livio, Vizzotto, Vigna e Berti, che ci hanno permesso di rimettere il naso avanti. Vincere era fondamentale. Averlo fatto con una prestazione di squadra e senza Marco Nanti, in una situazione di oggettiva difficoltà dove eravamo corti con le guardie, fa sicuramente morale».

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS RESANA 66-59

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 11, Paccagnella n.e., Nanti F. 12, Livio 11, Fabian n.e., Berti 12, Gallocchio, Vigna 10, Vizzotto 10. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS RESANA: Tessarin 2, Miatello 2, Bisinella, Nalesso 3, Scapinello 20, Campagnaro 3, Pegoraro, Peroni 13, Dainese 4, Olivetto, Marcon 12. All. Cavalli.

Arbitri: Frigo di Montagnana (Pd) e Pallaoro di Trento.

Note: parziali: 12-19, 15-7 (27-26), 17-15 (44-41), 22-18 (66-59); tiri liberi: Albignasego 8/14, Resana 9/14; tiri da tre: Albignasego 6/23 (Vizzotto 3, Berti 2, Nanti F.), Resana 4/22 (Peroni 2, Scapinello 2).

Albignasego rimonta, ma non completa l’opera a Murano

Non si muove ancora la classifica dell’Albignasego, sconfitto anche a Murano nella terza giornata del campionato di C Silver. Sull’isola muranese, i gialloneri sono stati ad un passo dal compiere un’autentica impresa: dopo aver rincorso per 40’, la squadra di Benetollo era riuscita a colmare un deficit piuttosto consistente, ma nel finale di gara la rimonta non è andata in porto.

Dopo una prima metà di gioco molto equilibrata (34-29), i padroni di casa sono scappati a inizio ripresa issandosi a +9 alla fine terzo parziale (55-46). Nell’ultima frazione, però, arrivava la reazione degli ospiti, che rosicchiavano punto su punto riportandosi a stretto contatto. Murano, che fino ad allora aveva sempre fatto l’andatura, ha iniziato a vacillare.

Nell’ultimo minuto di gioco, il testa a testa tra le due contendenti veniva deciso da un episodio a soli 11’’ dalla sirena: senza bonus a disposizione, sul 69-68 a favore dei locali, Albignasego era costretto a forzare i tempi, perdendo malamente il possesso. Berti commetteva fallo antisportivo e la mano dei muranesi tremava dalla lunetta tenendo ancora in vita i gialloneri. Da uno scippo da rimessa, però, il cronometro non concedeva più tempo all’ultimo disperato tentativo di Nanti e compagni (nella foto sopra Alberto Livio).

«Nell’ultimo quarto eravamo entrati dentro la partita – commenta rammaricato Maurizio Benetollo – Peccato perché avevamo l’inerzia dalla nostra parte. Purtroppo non siamo riusciti a concretizzare quell’attacco a 11 secondi dal termine. Pur disputando una buona partita, abbiamo perso troppi palloni e questo è un aspetto sul quale dobbiamo assolutamente migliorare».

 

VIRTUS MURANO – ALBIGNASEGO BASKET 69-68

VIRTUS MURANO: Zorzi 9, Causin 18, Rosada 4, Saoner 4, Sperti 3, Utenti 4, Frison 16, Ragazzi n.e., Fortunati 11, Pavanello n.e., Vianello. All. Romanin.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 2, Berto 11, Nanti M. 12, Nanti F. 13, Livio 13, Fabian, Berti 5, Gallocchio, Vigna, Vizzotto 12. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Tondato di Susegana (Tv) e Corrò di Camponogara (Ve).

Note: parziali: 16-12, 18-17 (34-29), 21-17 (55-46), 14-22 (69-68); tiri liberi: Murano 9/23, Albignasego 7/11; tiri da tre: Murano 5 (Zorzi, Causin 2, Frison 2), Albignasego 5 (Berto, Berti, Vizzotto 3); fallo tecnico: Causin (6’), Romanin (30’); fallo antisportivo: Nanti M. (11’), Rosada (20’), Berti (40’); falli di squadra: Murano 10, Albignasego 18.

Albignasego rimedia un ko al debutto, il Cus Trento si aggiudica i primi due punti

Parte in salita il campionato 2016-2017 dell’Albignasego. Dalla lunga trasferta in Trentino, i gialloneri tornano a casa a mani vuote, lasciando i primi due punti della stagione al Cus Trento. Con le rotazioni accorciate dalle assenze di Mauro Belinazzi e Giacomo Paccagnella e dalla rinuncia a Luca Fabian rimasto soltanto in panchina, la formazione di Maurizio Benetollo ha tenuto bene il ritmo nella prima metà di gioco (29-37), ma è poi incappata in una lunga serie di errori al tiro a cronometro fermo (39% complessivo) patendo la maggior freschezza e aggressività difensiva degli universitari, che sono riusciti a ribaltare il risultato nella terza frazione, conservando la testa della gara fino allo scadere.

Dopo aver preso le misure in avvio con una tripla di Berti (13-18), gli ospiti erano cresciuti progressivamente nel secondo periodo, grazie a un parziale (0-11) propiziato a 2’ dalla pausa lunga,  da Livio e Berto (29-37). Al rientro dagli spogliatoi, Albignasego dava la sensazione di restare in controllo (35-41 e 42-46), ma era invece il Cus a replicare tra il 27’ e 28’ con un controbreak (11-1).

Sotto di 6 lunghezze (53-47), Nanti e soci trovavano comunque la forza per limare il disavanzo al solo possesso (59-56 al 36’). A 1’ e 50’’ dalla sirena, però, la rincorsa veniva stoppata ancora una volta dal solito tallone d’Achille dei tiri liberi: sul 61-59, era infatti un 2/6 dalla lunetta a spegnere definitivamente ogni velleità di rimonta e a condannare i gialloneri alla sconfitta.

 

CUS TRENTO – ALBIGNASEGO BASKET 68-61

CUS TRENTO: Bailoni 19, Ricci n.e., Bonelli 7, Bojovic n.e., Montanarini 2, Valer, Zago 5, Dalla Vecchia n.e., Bijedic 20, Bazzan 3, Ciotoli 10, Agostini 2. All. Eglione.

ALBIGNASEGO BASKET: Berto 11, Nanti M. 6, Nanti F. 7, Livio 19, Fabian n.e., Berti 12, Gallocchio, Vigna 6, Vizzotto. All. Benetollo, viceall. Gabaldo e Pavan.

Arbitri: Azzali di Lazise (Vr) e Peretti di Verona.

Note: parziali: 15-18, 14-19 (29-37), 24-10 (53-47), 15-14 (68-61); tiri liberi: Trento 13/19, Albignasego 9/23; tiri da tre: Trento 7 (Bailoni 3, Bonelli, Zago, Bijedic 2), Albignasego 3 (Berto 2, Berti); falli di squadra: Trento 26, Albignasego 21; uscito per 5 falli: Nanti M.

Albignasego tessera il play-guardia Mauro Belinazzi. Sabato 24 settembre, l’esordio in C Silver a Trento

È giunto il momento del debutto nel campionato di C Silver per l’Albignasego: sabato, alle 18, la squadra di Maurizio Benetollo sarà impegnata sul campo del Cus Trento. Reduce dalla salvezza della passata stagione, la formazione universitaria ha confermato al proprio timone il tecnico Simone Eglione e diversi elementi, inserendo nel proprio roster anche tre prospetti classe 1998. Non è invece scattata la collaborazione con l’Aquila Trento di serie A/1, di cui peraltro si vociferava da più parti, che l’anno scorso vide al centro del progetto il talentuoso Simone Bellan, miglior giocatore della C Silver 2015-2016 passato ora a Casale Monferrato in A/2.

mauro-belinazzi

Mauro Belinazzi in azione

Albignasego arriva pronto al primo vero appuntamento della stagione. Coach Benetollo potrà contare anche su una pedina in più nel proprio scacchiere: nei giorni scorsi, la società giallonera ha infatti definito un ulteriore tassello del proprio mosaico tesserando Mauro Belinazzi (’97), play-guardia friulano in arrivo dalla Libertas Gonars, dove ha vinto da protagonista il campionato di Promozione giocando anche in Under 20. Purtroppo, dopo essersi sottoposto a un piccolo intervento chirurgico precedentemente programmato, il neo acquisto non sarà disponibile per la trasferta in Trentino.

Dovrebbe invece rientrare nei ranghi Marcello Berti, assente nell’ultima amichevole precampionato vinta contro Castelfranco Veneto al Pala Gazzabin. Test finale che Nanti e compagni si sono aggiudicati sciorinando a tratti un basket molto convincente, avvalorato dalle ottime prestazioni degli altri due nuovi innesti Berto e Vigna, top scorer dell’incontro.

 

ALBIGNASEGO BASKET – CASTELFRANCO VENETO 73-61

ALBIGNASEGO BASKET: Berto 18, Nanti M. 11, Nanti F. 8, Livio 6, Gallocchio 9, Vigna 16, Vizzotto 3, Paccagnella, Fabian 2. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Note: parziali: 16-13, 17-17 (33-30), 22-15 (55-45), 18-16 (73-61); tiri liberi: Albignasego 15/18; tiri da tre: Albignasego 4 (Berto, Nanti M. Gallocchio, Vizzotto).

Marco Vigna rinforza il reparto lunghi dell’Albignasego

Dopo tante conferme e l’arrivo dell’esterno Sebastiano Berto, un altro volto nuovo arriva a rafforzare il roster dell’Albignasego in vista della prossima stagione di serie C Silver. La società giallonera presenta infatti una new entry anche per il settore lunghi con l’ingresso di Marco Vigna, ala di 193 centimetri, classe 1994, proveniente dalla Scuola Basket Ferrara. Nell’ultima annata, Vigna ha militato con la formazione estense in D Regionale mettendo a referto 13 punti di media a gara, nonostante sia stato limitato da un infortunio al ginocchio, che lo ha costretto a un periodo di stop. In precedenza, nel 2012-2013, assieme a Marcello Berti, era stato uno dei giovani aggregati alla rosa della Pallacanestro Ferrara in DnA, dove però non ha mai avuto l’opportunità di scendere in campo. Trasferitosi per motivi di studio negli Stati Uniti, ha frequentato in seguito la Hastings Senior High School in Nebraska, vestendo la maglia della squadra di basket del college locale degli Hasting High Tigers.

Marco Vigna

Marco Vigna

Nella lavagna tattica di coach Maurizio Benetollo è destinato a ricoprire il posto lasciato vacante dall’uscita di Filippo Rizzi. Giocatore polivalente, dotato di lunghe leve e uno spiccato atletismo, è in grado di occupare all’occorrenza lo spot di 3 e 4. Buon tiro dalla media e ottima reattività a rimbalzo completano il profilo del giocatore ferrarese, che metterà le sue indiscusse qualità al servizio del gruppo giallonero.

Per ultimare l’organico dell’annata 2016-2017, restano ora soltanto alcune operazioni, che verranno definite nei prossimi giorni. Anche quest’anno, il via alla stagione verrà dato ufficialmente alla fine del mese di agosto: il raduno dell’Albignasego è già fissato per lunedì 22 agosto sulla pista di atletica leggera dello stadio “Toni Franceschini” di via Attendolo a Voltabarozzo, dove si comincerà a lavorare sulla preparazione fisica.

L’Albignasego inserisce Sebastiano Berto e blinda il gruppo storico

È Sebastiano Berto il primo innesto dell’Albignasego Basket per l’annata sportiva 2016-2017. Nato il 5 aprile del 1996, il giovane esterno, cresciuto nel vivaio della Virtus Padova, è reduce da una stagione in serie D a Roncaglia e con l’Under 20 dell’Union Vigonza. Giocatore duttile, dotato di ottima visione di gioco e intelligenza cestistica, ricopre in genere il ruolo di guardia, ma è in grado di destreggiarsi all’occorrenza anche in fase di playmaking. Prima di approdare l’anno scorso a Roncaglia, Berto ha fatto parte della formazione virtussina, che ha conquistato la promozione in serie B, ritagliandosi in campo minuti preziosi. Inserito nelle rotazioni da Massimo Friso, ha potuto accrescere ulteriormente la propria esperienza in C Nazionale, dopo aver esordito giovanissimo in DnC nel 2012-2013. Alla sua prima vera annata in un campionato senior in D Regionale, ha mantenuto la propria media realizzativa attestandosi a quasi 9 punti su un totale di 27 partite disputate.

Nello scacchiere del riconfermato coach Benetollo andrà a rinsaldare la batteria di esterni, che ha già registrato importanti conferme. Vestiranno infatti ancora la maglia giallonera: Marcello Berti, Cristano Gallocchio, Marco Nanti e Giacomo Vizzotto. Sul fronte interno, oltre all’albignaseghese Luca Fabian, è inoltre rinnovato il rapporto ormai decennale, che lega il capitano Francesco Nanti ai colori dell’Albignasego. Ala forte-centro, classe 1987, insieme al cugino Marco e a Vizzotto, è uno dei capostipiti della “vecchia guardia”, con i quali la società vuole provare a riconfermarsi nel prossimo impegnativo campionato di serie C Silver.

Nei prossimi giorni, verranno definite altre operazioni, che perseguiranno l’obiettivo di rafforzamento del gruppo, che lo scorso maggio ha agguantato meritatamente la finale playoff con lo Sportschool Dueville cullando a lungo il sogno dell’accesso in C Gold.