Articoli

Al Pala San Lorenzo sabato sbarca il Lido

Terminata a Villafranca una serie utile lunga cinque turni, l’Albignasego Basket (nella foto Marcello Berti) vuole riprendere subito la strada della vittoria. Sabato, alle 18.30, la formazione giallonera accoglie al Pala San Lorenzo la Virtus Lido, avversaria che in classifica la precede di quattro lunghezze, con l’intento di accorciare le distanze e mantenere la quota salvezza-playoff. Non si profila, però, un compito semplice per Scarpa e compagni: la compagine lagunare si è spesso comportata bene in trasferta, raccogliendo meno di quanto avrebbe meritato e domenica scorsa ha freddato tra le mura domestiche il Bussolengo (77-60).

LA RIVALE. È una squadra ricca di esterni interessanti quella del tecnico Davide Giangaspero, che punta molto sull’estro di Marco e Simone Rosada, Giulio Saoner e Nicolò Vianello, ma non solo. In prossimità del canestro opera infatti Gianluca Enzo, lungo classe ’90 di 2.10, dotato di grande atletismo formatosi al Petrarca.

Gianluca Enzo e la sua schiacciata al Dunk Contest dell'All Star Game Veneto 2014

L’ANDATA. A novembre, i veneziani si imposero per 78-63, grazie a un allungo mortifero nell’ultimo quarto, propiziato anche dall’ottima serata dall’arco del rientrante Nicolò Vianello (5/6 da tre) e di Marco Rosada (2/3).

Ecco allora che alla luce dei 15 punti di scarto del precedente confronto, occorrerà l’Albignasego migliore per vincere tentando anche di ribaltare a proprio favore la differenza canestri, importante ai fini di un arrivo finale pari merito e in caso di classifica avulsa.

Arbitrano Giovanni Pinna di Salgareda (Tv) e Marco Montagnoli di Cologna Veneta (Vr).

Albignasego intima l’alt al Bussolengo

L’Albignasego Basket incamera altri due punti importanti nell’incerta via che porta alla salvezza, bloccando l’armata Bussolengo. Presentatasi al Pala San Lorenzo con i galloni della capolista, ma senza il suo totem Babic, la squadra veronese si china solo agli sgoccioli contro i gialloneri limitati nelle rotazioni dalle assenze di Roin, Navaglia e Fabian. Albignasego ha di fatto sempre conservato le redini dell’incontro trovando il guizzo vincente sul filo del rasoio, dopo aver rasentato il ventello di margine e aver resistito agli assalti veronesi nella ripresa, con una giocata da quattro punti di capitan Scarpa.

1° QUARTO. È Vizzotto a sbloccare il punteggio con una delle sue triple, prima che Pistorelli e Pacione pareggino i conti (3-3). Bussolengo cerca di prendere d’infilata la difesa di casa, che non si lascia però cogliere impreparata. Un’altra bomba, stavolta di Berti (nella foto al tiro), seguita da un gancetto di Livio concedono il primo allungo ai gialloneri (8-3). È ancora Berti con un siluro-fotocopia a siglare il +9 consegnando l’inerzia in mano all’Albi (13-4). Poi, tocca a Livio realizzare prima con un movimento spalle a canestro da manuale e poi con un semigancio per il +17 (21-4) alla fine del primo parziale.

2° QUARTO. Vanzini insacca la prima delle sue quattro triple dell’arco, venendo subito emulato da Zanella (23-10). La terza bomba della serata per il Bussolengo è sganciata dalla mano caldissima di Vanzini (25-13), la quarta è opera di Pistorelli (27-16). L’attacco dell’Albignasego, però, resta abbastanza fluido, con Marco Nanti e Scarpa a mantenere sempre a debita distanza gli ospiti (34-16), ma verso il tramonto del primo tempo è il “Busso” a colpire di nuovo da lontano (36-21).

Il "gancetto" di Alberto Livio

3° QUARTO. Dopo le raccomandazioni di coach Benetollo, si riparte con tre appoggi al vetro praticamente identici di Livio e Francesco Nanti (42-25). Con un furto di Berti e i due liberi di Caraffa, i padroni di casa pervengono al +19 (49-30). Scarpa non si lascia ipnotizzare dai veronesi (51-33), in pieno ritmo partita con Molisani, che rintuzza il gap a -12 (51-39). Un altro tiro da tre di Vanzini e il piazzato di Bertani, sulla soglia dell’ultimo periodo, riportano completamente in pista i ragazzi di Zappalà (51-44).

4° QUARTO. Pistorelli accorcia il ritardo (53-46), ma ci pensano Scarpa e Livio a ricacciare a -12 i Bears (58-46). È una fase in cui la formazione veronese preme moltissimo costringendo Scarpa e compagni agli straordinari in difesa. Dopo l’uscita per infortunio di Pistorelli (un tecnico ai suoi danni per un gesto di stizza), la premiata ditta dei cugini Nanti confeziona con un gioco a due il nuovo +14 (61-47). La giocata da tre punti di Pacione riavvicina Bussolengo (61-52), che ricuce lo strappo a -7 grazie a Bertani (63-56). Dalla lunetta, il 2/2 di Scarpa è ossigeno puro per il quintetto di Benetollo (65-56). L’ennesima bomba sanguinosa di Vanzini riduce però le distanze a due soli possessi, quando manca poco più di 1’ al termine (65-61). Ancora più sanguinoso è invece il rimbalzo soffiato a Vizzotto, che permette a Zenegaglia di segnare il -1. Nell’azione successiva, un siluro di Scarpa dai 7 metri con l’aggiunta di un fallo, che lo proietta in lunetta, regala ai gialloneri il +5 (69-64). Mancano 49’’ alla sirena: Bussolengo va ancora diverse volte al tiro, ma senza centrare il bersaglio, così Berti e Scarpa, al tiro da fermo, possono finalmente mettere in cassaforte la vittoria (72-64).

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-BEARS BUSSOLENGO BASKET 72-64

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 8, Scarpa 17, Paccagnella n.e., Ferro, Nanti F. 15, Livio 14, Berti 13, Caraffa 2, Cecchinato, Vizzotto 3. All. Benetollo.

BEARS BUSSOLENGO BASKET: Pacione 6, Vanzini 12, Friggi n.e., Pistorelli 16, Molisani 6, Zenegaglia 6, Bertani 8, Bortolameazzi n.e., Zanella 10, Scolaro. All. Zappalà.

Arbitri: Scandaletti di Padova e Castello di Sarcedo (Vi).

Note: parziali: 21-4, 15-17 (36-21), 15-23 (51-44), 21-20 (72-64); tiri liberi: Albignasego 11/12, Bussolengo 14/19; tiri da tre: Albignasego 7 (Scarpa 3, Nanti F., Berti 2, Vizzotto), Bussolengo 8 (Vanzini 4, Pistorelli 3, Zanella); falli di squadra: Albignasego 26, Bussolengo 15; fallo tecnico: Pistorelli (34’); usciti per 5 falli: Nanti F., Caraffa, Molisani.

Per Albignasego, è sfida salvezza a Quinto

Dopo le tre sconfitte filate (le ultime nel doppio turno casalingo) a cavallo di vecchio e nuovo anno, Albignasego (nella foto Marcello Berti) è atteso sabato sera alle 20.30 a un autentico scontro salvezza a Quinto di Treviso. Molte le assonanze tra le due squadre, che stanno vivendo un momento difficilissimo: entrambe sono reduci da tre ko consecutivi, entrambe hanno cambiato allenatore ed entrambe frequentano ormai da qualche tempo la zona playout. La società della Marca Trevigiana ha salutato Massimo Giordano, consegnando le chiavi della squadra all’ex coach del Limena Claudio Rebellato, dopo aver ceduto nella prima giornata di ritorno a Bussolengo con il vice Mauro Berto in panca (72-55). Nonostante la spirale negativa e il penultimo posto in classifica, la Polisportiva San Giorgio Quinto è una formazione con ottimi elementi.

Claudio Rebellato

L’AVVERSARIA. Il roster trevigiano comprende infatti giocatori d’esperienza e di categoria come Matteo Giomo, Adriano Zanardo, Marco Cosmo, Francesco Barzan e gli ex gialloneri e Gattamelata Andrea Lena e Francesco Corradini. All’andata, Albignasego vinse in rimonta contro un Quinto coriaceo, che si arrese soltanto nell’ultimo minuto di gioco (68-65).

QUI ALBI. Coach Benetollo, che ridarà vita al vecchio duello con Rebellato ai tempi dei derby tra Virtus e Limena, conta di recuperare i quattro assenti nel match perso di misura al supplementare contro l’Europa Bolzano, in cui mancavano all’appello Luca Fabian, Francesco Nanti, Nicola Navaglia e Luca Roin.

Albignasego si arrende al supplementare con l’Europa Bolzano

Deve sventolare bandiera bianca all’overtime l’Albignasego Basket, che dopo Mirano incassa il secondo ko interno dall’Europa Bolzano. Esordio sfortunato per il nuovo coach Maurizio Benetollo (nella foto durante il minuto di sospensione), arrivato in settimana al posto di Giovanni Pellecchia, per dare una scossa alla squadra. I gialloneri tengono le redini per l’intero primo tempo, sfiorando le 20 lunghezze di margine (40-21), ma come avvenuto nel giorno della Befana con i miranesi, entrano in rottura prolungata con il canestro, concedendo alla formazione ospite di riavvicinarsi a inizio ripresa. A 1’ 27’’ dal termine sopra di 9 (59-50), Bolzano non molla perfezionando l’aggancio negli ultimi secondi del tempo regolamentare per poi spuntarla al supplementare.

1° QUARTO. Ancora out fra acciacchi e infortuni Roin, Fabian, Navaglia e Francesco Nanti (contrattura alla schiena, in panchina per onor di firma). Si parte a ritmo blando: è Klyuchnyk a sbloccare il punteggio, che resta poi inchiodato per quasi 2’ prima che lo stesso lungo altoatesino mandi ancora a bersaglio dalla lunetta (0-4). È un mismatch importante quello che può sfruttare Bolzano, ma con Ferro in campo anche Albignasego realizza i primi punti della partita (7-8). Benetollo fa ampio ricorso alle rotazioni gettando nella mischia tutti i giocatori a disposizione (11-12). Una penetrazione coast to coast di Marco Nanti e il tap-in di Livio materializzano il primo vantaggio degli albignaseghesi (15-12), che alla prima pausa si ritrovano a condurre (17-14).

2° QUARTO. Nel secondo periodo, Albignasego entra definitivamente in partita, rompendo gli equilibri con Scarpa, che proietta alla doppia cifra di vantaggio (27-16). Vizzotto (tripla) e Marco Nanti (doppio tiro in sospensione) regalano il +16 e il canestro con libero aggiuntivo di Livio va a rasentare il ventello di margine (37-18). Dopo una tripla di marca bolzanina, il finale di frazione è ancora dei gialloneri, che chiudono avanti di 19 punti (40-21).

Pietro Cecchinato fra i più positivi del team giallonero

3° QUARTO. Terminato l’intervallo lungo, la ripresa è inaugurata da un break degli ospiti (0-6), che costringe coach Benetollo a chiamare timeout (40-27). Per oltre 5’, gli albignaseghesi non gonfiano la retina, mentre Basile, Bailoni e Tobaldi riportano l’Europa in carreggiata a -6 (40-34). Per vedere il primo canestro locale nel secondo tempo, bisogna aspettare il libero di Livio al 26’ (41-34), che risveglia dal torpore l’attacco dell’Albi (43-36) interrompendo il parzialone biancoverde (0-13). È sempre Livio a tenere a galla i padroni di casa contro un Bolzano, che oppone tutta la sua fisicità e il maggior apporto di chili e centimetri dei suoi uomini (47-39).

4° QUARTO. Albignasego ha ormai il fiato sul collo del quintetto di Massai: Bailoni rintuzza il gap ancora a -6 (47-41) e subito dopo Ronconi firma anche il -4 (49-45). Ma proprio nel momento più difficile della gara, Scarpa e soci stringono le maglie in difesa respingendo l’assalto altoatesino (53-45). L’Europa, però, impiega un amen per ricucire lo strappo rimettendo un solo possesso di distanza fra sé e gli avversari (53-50). A 5’ dallo scadere, il libero di Berti e l’appoggio al cristallo di Livio restituiscono ossigeno ai ragazzi di Benetollo (56-50). Livio fa ancora 1/2 al tiro franco e liberato sotto le plance da Marco Nanti riallunga a +9 (59-50). Tuttavia, Bolzano non è ancora morto e a 17’’ dalla fine impatta a quota 59 con una giocata da tre punti di Ronconi. L’ultima parola spetta ad Albignasego: rimessa in attacco, il pallone arriva in area a Vizzotto, ma la sua conclusione si stampa sul ferro rimandando ogni discorso all’extratime.

Un tiro di Giacomo Vizzotto al tramonto dei tempi regolamentari è stato sputato fuori dal ferro

SUPPLEMENTARE. Le due bombe di Cecchinato e Scarpa sembrano lanciare gli albignaseghesi (65-61); Klyuchnyk, però, raccatta l’ennesimo rimbalzo offensivo, che mantiene a stretto contatto gli ospiti (65-63). Scarpa inventa dal nulla il canestro del +2 (69-67), ma il rimbalzo offensivo di Klyuchnyk spedisce l’Europa sopra di un’incollatura per la prima volta dall’inizio del match (69-70). L’ultimo tiro ce l’hanno ancora i gialli di casa, ma né Scarpa, né Cecchinato infilano l’anello.

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-GS EUROPA BOLZANO 69-70

(dopo un tempo supplementare)

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 13, Scarpa 9, Paccagnella n.e., Ferro 2, Nanti F. n.e., Livio 19, Berti 5, Caraffa, Cecchinato 11, Vizzotto 10. All. Benetollo.

GRUPPO SPORTIVO EUROPA BOLZANO: Ventura, Bazzan 2, Bailoni 11, Basile 10, Tobaldi 10, Zuliani 2, Giuliani, Ronconi 15, Rossi, Klyuchnyk 20. All. Massai.

Arbitri: Pinna di Salgareda (Tv) e Libralesso di Morgano (Tv).

Note: parziali: 17-14, 23-7 (40-21), 7-18 (47-39), 12-20 (59-59), 10-11 (69-70); tiri liberi: Albignasego 6/11, Bolzano 14/24; tiri da tre: Albignasego 5 (Nanti M., Scarpa, Cecchinato, Vizzotto 2), Bolzano 3 (Tobaldi 2, Ronconi); falli di squadra: Albignasego 20, Bolzano 14; uscito per 5 falli: Livio.

Albi Bk, primo ko interno con il Litorale

Cade dopo quattro partite l’imbattibilità interna dell’Albignasego Basket al suo primo stop stagionale tra le mura amiche (il quinto complessivo in 9 giornate di campionato). È il Litorale Nord a violare per primo il Pala San Lorenzo strappando il successo, grazie a uno strappo nell’ultimo quarto, che i padroni di casa hanno tentato di ricucire tenendo aperta la partita fino all’ultimo minuto di gioco (55-61). La gara, equilibrata, è stata condizionata dalla scarsa vena al tiro di entrambe le formazioni. Nel finale, però, è emersa la classe di Pravato e Serena, i due “fari” del Litorale, che oltre a illuminare il gioco hanno insaccato due bombe fondamentali, aprendo il parziale dell’ultimo periodo (21-24) e ricacciando indietro un Albignasego in fase di recupero.

1° QUARTO. Nel quintetto base parte subito Berti, accanto a un Marco Nanti finalmente ristabilito, che segna nel cuore dell’area i primi punti albignaseghesi (4-4). Il primo break è di marca veneziana, dopo un viaggio in lunetta di Gusso (5-10). Sotto le plance, l’atteso ex Agostinetto è pronto a chiudere tutti i varchi catturando ogni rimbalzo. I gialloneri, però, possono contare sull’arma in più del tiro da fuori, che sfruttano appieno con Vizzotto, Scarpa e Navaglia (14-10). Dopo due liberi errati di Roin, però, Pravato riporta il Litorale a distanza di un possesso con una conclusione rapidissima a fil di sirena (14-12).

2° QUARTO. La difesa a zona dei veneziani è un bel rebus da sciogliere per gli uomini di casa, che faticano a trovare il ritmo partita (14-14). Buratto sigla in contropiede il nuovo sorpasso (14-16), mentre Albignasego concede agli avversari qualche rimbalzo di troppo in difesa. Una bomba di Berti interrompe un digiuno di canestri lungo 4’, ma è ancora la formazione di Romanin a tenere la testa avanti (17-19). Serve allora un altro siluro di Berti dall’angolo per rimettere le cose apposto (20-19). Il match si mantiene equilibrato, anche perché entrambe le squadre tirano con basse percentuali (20-22). Serena manda a bersaglio i suoi liberi, Buratto invece fa 0/2. Vizzotto e una tripla di Francesco Nanti (25-24), pareggiata da un tiro franco di Gusso, spediscono i due quintetti al riposo lungo (25-25).

3° QUARTO. La ripresa si apre con due triple da una parte e dall’altra di Pravato e Vizzotto (28-28). Ma è una serata negativa al tiro per l’Albi, che continua a sprecare molto da tutte le posizioni (28-31). Con i veneziani, che alternano zona e uomo, i gialloneri sono spesso costretti a concludere fuori equilibrio al limite dei 24 secondi (28-33), avanzando a stento soltanto grazie ai tiri dalla linea della carità, dove però sia Francesco Nanti che Livio realizzano con il contagocce (1/6). Tuttavia, è proprio un minibreak di Francesco Nanti e Livio (tap in volante), che permette d’impattare a quota 33, prima che Serena in penetrazione timbri con un sottomano il +3, che chiude la terza frazione (34-37).

Marco Nanti

4° QUARTO. Due siluri e due liberi di Pravato lanciano i litoranei a +9 (36-45) all’inizio del periodo conclusivo. Roin accorcia ai liberi (38-45), ma un fallo in attacco di Navaglia e una miriade di conclusioni errate vanificano i tentativi di riaggancio giallonero (38-47). La tripla pesantissima di Serena regala il +11 del massimo vantaggio al Litorale Nord (40-51). Albignasego prova a crederci replicando a stretto giro di posta con altrettante triple di Vizzotto e Berti (46-51). Serena e Livio realizzano ancora (48-53), ma i locali non riescono a recuperare palla e in un amen è di nuovo -7 (48-55). Sul fallo sistematico, gli ospiti conservano la freddezza in lunetta riaprendo la forbice sul +9 (48-57). La tripla di Marco Nanti restituisce nuove chance all’Albi, stroncate però dai liberi di “Sky” Agostinetto (51-59). Marco Nanti firma due liberi e sulla rimessa in attacco va a segno anche Livio (55-60), ma non c’è più nulla da fare: la vittoria stavolta è del Litorale.

  • Domenica prossima, alle 18, i ragazzi di Giovanni Pellecchia saranno di scena a Conegliano, altra compagine neopromossa con ambizioni da grande, che sta volando altissimo in questo campionato di C Regionale.

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-LITORALE NORD 55-61

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 9, Scarpa 4, Roin 3, Ferro, Nanti F. 8, Livio 9, Fabian, Berti 9, Caraffa, Cecchinato, Navaglia 2, Vizzotto 11. All. Pellecchia, viceall. Pavanato.

LITORALE NORD: Gusso 6, Buratto 4, Codato n.e., Toffolo 6, Vendramini 8, Pravato 18, Milazzo n.e., Memo n.e., Costantini 1, Agostinetto 4, Serena 14, Mestriner n.e. All. Romanin.

Arbitri: Rizzi di Trissino (Vi) e Pietrobon di Roncade (Tv).

Note: parziali: 14-12, 11-13 (25-25), 9-12 (34-37), 21-24 (55-61); tiri liberi: Albignasego 7/19, Litorale 19/29; tiri da tre: Albignasego 8 (Nanti M., Nanti F., Berti 3, Vizzotto 3), Litorale 5 (Vendramini, Pravato e Serena 2); falli di squadra: Albignasego 25, Litorale 19; fallo tecnico: Gusso (36’); fallo antisportivo: Pravato (40’); uscito per 5 falli: Gusso.

L’Albi è super in casa: fermato Villafranca

Arriva anche il quarto sigillo stagionale per l’Albignasego Basket, che mantiene l’imbattibilità interna avendo ragione del Villafranca (68-60). Con la quarta vittoria in altrettante partite casalinghe, i ragazzi di Pellecchia confermano quindi che non sarà facile per nessuno violare il Pala San Lorenzo, dove si interrompe anche la corsa della compagine veronese, finora sempre vincente nelle tre trasferte dei precedenti turni di campionato.

1° QUARTO. Spacca subito il ghiaccio un gancio di Damiani, l’uomo più atteso e pericoloso tra gli ospiti, seguito a ruota da Roin (2-2). Villafranca scalda subito la mano dall’arco con Ronzani (4-6), ma dopo una fase iniziale di sostanziale equilibrio (6-6), Livio e Vizzotto (tripla, nella foto sopra al tiro) rompono gli indugi (11-6). Al tiro, nelle prime battute della sfida, Albignasego raccoglie l’ispirazione soprattutto con Scarpa, che timbra sei dei suoi otto punti complessivi nei primi 7’ di gioco (15-10). Qualche conclusione forzata, però, dopo un +7 albignaseghese (17-10), riportano la squadra di Ugo Schiavo a distanza di un possesso (17-15), anche se nel finale di quarto i padroni di casa mantengono alta l’intensità difensiva, trovando sotto canestro i tap-in esplosivi del solito Livio (21-15).

L'Albignasego in difesa ha mantenuto elevata l'intensità

2° QUARTO. Con le uscite dalla panchina di Navaglia e Ferro, i gialloneri aumentano chili e centimetri sotto le plance, muovendo il tabellone proprio con i due lunghi gialloneri. Gli ospiti, però, tengono sempre la palla viva in attacco, passando in vantaggio con un tiro in corsa ai limiti dei 24 del neo entrato Modenini. Polettini è un fulmine di guerra e si getta su tutti i rimbalzi in attacco, capitalizzando al meglio le seconde opportunità (29-29). Mentre in difesa concedono qualche rimbalzo di troppo, in attacco i padroni di casa individuano sempre la soluzione migliore: Caraffa per due volte è bravo a farsi trovare pronto (34-29) e il pallino del gioco ritorna di fatto nelle mani degli albignaseghesi, che con Cecchinato e Roin piazzano il break del +8 a ridosso dell’intervallo lungo (37-29).

3° QUARTO. La bomba di Polettini, in apertura di terza frazione, fa subito capire che sarà dura battere Villafranca (37-32). Albignasego, però, è ancora in ritmo: una difesa reattiva, quattro punti consecutivi del debuttante Berti, oltre a un movimento perfetto spalle a canestro di Livio, propiziano il +13 (45-32). L’unico neo dell’Albi è quello di non riuscire a concretizzare i numerosi contropiedi. Un gioco da tre punti di Damiani e una bomba di Felis sembrano rianimare i gialloverdi (49-40). Dall’altra parte, però, Francesco Nanti indovina due triple fondamentali, che issano i locali sul +17 (56-39). Felis prova a tenere galla i veronesi con un altro siluro (56-42) e, subito dopo, un viaggio in lunetta di Damiani rintuzza ulteriormente il gap alla fine del periodo (58-44).

4° QUARTO. Con cinque punti consecutivi, Montersor infonde nuove speranze a Villafranca (62-49), che approfitta anche di un semiblackout dell’Albignasego per ritornare sotto a -10 (63-53). Il piazzato di Damiani delinea il -7 (63-56), Navaglia e Livio dalla linea della carità risolvono una situazione a forte rischio complicazione (67-56). Felis fa 1/2 (67-57) e a 1’ dalla sirena Capasso potrebbe accorciare ancora in lunetta. Con entrambe le formazioni in bonus, Roin infila solo un punticino al tiro franco (68-57), mentre il successivo stoppatone di Livio vale quanto un canestro segnato. Villafranca realizza ancora (68-60), ma non succede più nulla. Finisce qui: Albignasego in casa è ancora infallibile (68-60).

Un timeout di coach Pellecchia

IL COMMENTO. «Abbiamo giocato una partita di grande intensità difensiva tenendo i nostri avversari sotto i 65 punti – sottolinea Giovanni Pellecchia – Temevano in maniera particolare Villafranca, che finora aveva sempre vinto in trasferta. Non avevamo a disposizione Marco Nanti, fuori causa per il noto risentimento al polpaccio. Tutti quelli che sono entrati in campo però hanno fatto il loro dovere. L’esordio di Berti è stato positivo garantendo più soluzioni al nostro attacco. Francesco Nanti ha giocato una gran partita, mentre Livio si è inserito nei meccanismi dell’attacco confermando i progressi in fase offensiva visti a Limena. Ora, non dobbiamo fermarci certo qui: abbiamo le potenzialità per navigare nella parte alta della classifica, ma bisogna cominciare a vincere anche fuori».

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-BASKET VILLAFRANCA 68-60

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. n.e., Scarpa 8, Roin 6, Ferro 2, Nanti F. 5, Livio 17, Fabian, Berti 5, Caraffa 4, Cecchinato 10, Navaglia 8, Vizzotto 3. All. Pellecchia, viceall. Pavanato.

BASKET VILLAFRANCA: Pontieri 1, Bertasini, Polettini 9, Zanini n.e., Capasso 7, Felis 9, Montresor 16, Ronzani 3, Tommasi, Panzarini, Damiani 13, Modenini 2. All. Schiavo.

Arbitri: Cavedon di Marano Vicentino (Vi) e Crivellaro di Breganze (Vi).

Note: parziali: 21-15, 16-14 (37-29), 21-15 (58-44), 10-16 (68-60); tiri liberi: Albignasego 9/20, Villafranca 14/23; tiri da tre: Albignasego 3 (Nanti F., Cecchinato, Vizzotto), Villafranca 6 (Polettini, Felis, Montresor 2, Ronzani, Damiani); falli di squadra: Albignasego 22, Villafranca 18; uscito per 5 falli: Capasso.

Il break dei Bears punisce Albignasego

L’Albignasego Basket torna a casa da Bussolengo a mani vuote e con qualche grattacapo in più, in vista dei prossimi impegni di campionato. La trasferta veronese, che ha visto i gialloneri capitolare al cospetto di un’altra neopromossa (anche se il roster dei Bears afferma il contrario), comincia subito male: durante il riscaldamento, Marco Nanti avverte il riacutizzarsi di una contrattura patita in settimana ed è costretto a dare forfait. Con Scarpa e Berti, ancora indisponibili a causa di una botta e qualche guaio fisico di lungo corso, le scelte del tecnico sono ristrette ai soli Roin e Cecchinato, con il primo spostato giocoforza in playmaking e il secondo, che parte in quintetto fin dalla palla a due e che alla fine sarà uno dei gialloneri più positivi, annerendo il proprio scout anche con un recupero e una tripla.

L’AVVIO. Nonostante l’infortunio di Marco Nanti, l’approccio è buono: gli ospiti si portano infatti già avanti alla prima pausa (12-16) trovando nella frazione seguente una maggiore fluidità in transizione e contropiede, che gli consente di mantenere il vantaggio in chiusura della prima metà di gara (29-33). Peccato solo che sulla sirena un canestro di Livio in doppio tap-in venga annullato sulla seconda correzione, poiché stando agli arbitri è stato segnato fuori tempo massimo.

IL BREAK. Si riparte allora dal +4 (29-33), ma nel terzo periodo avviene uno scollamento e l’inerzia passa nettamente nelle mani dei veronesi (55-43). Il parziale (26-10) condanna Albignasego a inseguire nel quarto finale, anche se le energie di Roin sono ormai ridotte al lumicino.

Alberto Livio in azione (foto tratta dal sito dell'Europa Basket Bolzano)

IL RECUPERO. Senza possibilità di cambio è proprio Roin a fallire l’opportunità di restituire il possesso di distanza, ciccando sul -6 (62-56) entrambi i liberi dopo un fallo su penetrazione. A spegnere definitivamente le velleità di rimonta padovane, però, ci pensa Vanzini, autore di una tripla più o meno fortuita da distanza siderale nelle battute finali del match, che ha congelato la vittoria del Bussolengo.

L’ANALISI. «Ai ragazzi non ho nulla da rimproverare – commenta Giovanni Pellecchia – anche oggi (domenica, ndr) ci siamo stati e ci abbiamo creduto. Purtroppo, in questo momento siamo stracorti e mancano tre giocatori tra i piccoli. L’assenza di Marco Nanti ha rappresentato inevitabilmente un limite: a lungo andare, con il solo Roin ad agire da playmaker, abbiamo perso lucidità. Sotto canestro, abbiamo subìto molto Babic, ma nonostante quel break di 26-10 nel terzo periodo la difesa ha tenuto abbastanza bene contro una squadra tra le più prolifiche del campionato. Il rientro di Francesco Nanti (nella foto d’archivio in apertura)? Deve ritrovare la condizione, d’altronde è rimasto fermo per due settimane. Speriamo di recuperare in breve tempo Marco Nanti e Scarpa. Per Berti, invece, bisognerà attendere il nullaosta da parte del medico nei prossimi giorni».

 

Il tabellino: BEARS BUSSOLENGO-ALBIGNASEGO BASKET 68-56

BEARS BUSSOLENGO: Pacione 7, Vanzini 8, Friggi n.e., Pistorelli 13, Molisani 2, Zenegaglia 8, Bertani, Bortolameazzi n.e., Belfanti n.e., Scolaro 6, Babic 24, Carrubba n.e. All. Zappalà.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. n.e., Roin 14, Ferro, Nanti F. 2, Livio 9, Fabian 4, Caraffa 7, Cecchinato 10, Navaglia 2, Vizzotto 8. All. Pellecchia, viceall. Pavanato.

Arbitri: Pellizzon di Noale (Ve) e Peguri di Venezia.

Note: parziali: 12-16, 17-17 (29-33), 26-10 (55-43), 13-13 (68-56); tiri liberi: Bussolengo 19/28, Albignasego 12/24; tiri da tre: Bussolengo 7 (Vanzini 2, Pistorelli 3, Scolaro 2), Albignasego 4 (Roin, Caraffa, Vizzotto 2); falli di squadra: Bussolengo 19, Albignasego 27; usciti per 5 falli: Livio, Fabian e Caraffa; fallo tecnico: Molisani (17’) e panchina del Bussolengo (20’).

Albignasego ko nel debutto di Bolzano

Non era certo questo il debutto che aveva sognato l’Albignasego Basket (nella foto d’archivio Giacomo Vizzotto), reduce dalla trasferta più lunga della C Regionale in Trentino Alto Adige. Nella prima giornata di campionato, i ragazzi di Giovanni Pellecchia hanno infatti ceduto alla neopromossa Europa Bolzano, complice un gap decisivo di 4-5 lunghezze, che i trentini hanno poi legittimato allungando nel finale di gara (61-48). L’equilibrio dell’avvio (11-11) è stato spezzato nel secondo quarto, grazie a un parziale (0-6), che ha portato avanti gli ospiti (11-17). Il break ha illuso i gialloneri di poter gestire la partita, ma così non è stato anche perché, nel giro di un minuto, la squadra albignaseghese ha dovuto lasciare in panca Alberto Livio, già gravato di tre falli sul groppone.

ANALISI. «Senza Francesco Nanti e Marcello Berti – spiega coach Pellecchia – abbiamo dovuto rinunciare in parte anche a Livio, che in questo gruppo è destinato a recitare un ruolo molto importante. Alla fine il risultato è giusto, Bolzano ha meritato di vincere. Speravamo di non iniziare in questo modo: avevamo voglia di far bene e i 61 punti incassati sono l’indice, che tutto sommato in difesa abbiamo retto abbastanza bene. Dobbiamo però registrare i meccanismi in attacco: 48 punti sono oggettivamente troppo pochi». Sotto canestro, il minutaggio limitato, imposto giocoforza a Livio, ha pesato sull’economia dell’incontro, favorendo gli altoatesini che possono contare su diversi elementi ex Basket Pergine e Aquila Trento, come il lungo Dimitri Klyuchnyk, il migliore dei suoi con 16 punti a referto.

ESORDIO CASALINGO. Nel quarto periodo, Scarpa e compagni hanno tentato di riavvicinarsi, ma il divario di 5-6 punti si è di fatto rivelato incolmabile trasformandosi nel +13 dell’ultima sirena. Per vedere il vero Albignasego, bisognerà quindi ancora attendere, ma già a partire da sabato prossimo (ore 18.30) nella prima sfida casalinga del Pala San Lorenzo si potrebbe assistere a una prova differente sul fronte offensivo. L’avversaria di turno sarà un’altra matricola: la Polisportiva San Giorgio, battuta a domicilio all’esordio dal Bussolengo (76-88).

 

Il tabellino: EUROPA BOLZANO-ALBIGNASEGO BASKET 61-48

EUROPA BOLZANO: Gaye 9, Ventura 5, Bazzan, Bailoni 5, Basile 17, Tobaldi 5, Marcon, Gerards, Marchetto, Ronconi 4, Rossi, Klyuchnyk 16. All. Massai.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 3, Scarpa 7, Roin 11, Ferro n.e., Livio 3, Fabian 6, Caraffa, Navaglia 4, Vizzotto 14. All. Pellecchia.

Arbitri: Dalla Croce di Sant’Ambrogio di Valpolicella (Vr) e Conte di Verona.

Note: parziali: 11-11, 15-10 (26-21), 19-18 (45-39), 16-9 (61-48); tiri liberi: Bolzano 20/31, Albignasego 7/16; tiri da tre: Bolzano 3 (Gaye, Tobaldi, Ronconi), Albignasego 3 (Scarpa, Vizzotto 2); usciti per 5 falli: Ronconi, Nanti M. e Navaglia; fallo tecnico: Roin (36’); falli di squadra: Bolzano 22, Albignasego 27.

Albignasego, via alla stagione 2014-2015

È iniziata la nuova avventura dell’Albignasego Basket in C Regionale. Dopo il raduno della scorsa settimana allo stadio “Toni Franceschini” a Voltabarozzo, la squadra si è messa di buzzo buono, alternando alle sedute di preparazione atletica con Mirko Menin gli allenamenti tenuti da coach Giovanni Pellecchia al Pala San Lorenzo di Albignasego. Nucleo storico confermato in blocco e cinque innesti dal mercato estivo, Berti, Caraffa, Ferro, Livio e Roin, che hanno già cominciato a integrarsi nello spogliatoio giallonero. «Questo sarà il nostro settimo anno consecutivo in C Regionale – osserva il presidente dell’Albignasego Basket, Franco De Marchi – Tra serie C e D, non abbiamo mai disputato i playout raggiungendo per cinque volte i playoff e in due occasioni la salvezza diretta. Sono molto contento del nuovo gruppo che sta nascendo, tutti i ragazzi sono carichi e motivati. Per questa stagione, l’obiettivo minimo è quello di qualificarci per i playoff».

IL CALENDARIO. Il campionato 2014-2015 della formazione albignaseghese partirà da lontano: sabato 20 settembre, ore 20.30, Scarpa e compagni debutteranno infatti con una lunga trasferta in Trentino Alto Adige contro la neopromossa Europa Bolzano. Sabato 27 settembre, ore 18.30, al palasport di via Torino per il primo turno casalingo dei gialloneri sarà ospite l’altra matricola Polisportiva San Giorgio. Il primo derby è in programma domenica 26 ottobre, ore 18, a Limena; il secondo, invece, alla penultima giornata del girone d’andata, sabato 20 dicembre, ore 21, a Cittadella.

calendario_provvisorio_serie_c_2014_2015

LE AMICHEVOLI. Sono già due gli impegni prefissati in questa preseason: il primo, venerdì 5 settembre, ore 20.30, a Roncaglia contro la locale compagine guidata da Gennaro Ferro ed Enrico Fidelfatti, l’altro, venerdì 12 settembre, ore 20 tra le mura amiche, di fronte ai veneziani della Virtus Lido.

Questo il roster dell’Albignasego Basket *:

Playmaker: Marco Nanti (’87), Luca Roin (’95).

Guardia: Pietro Scarpa (capitano, ’81).

Ali: Marcello Berti (’94), Raphael Caraffa (’91), Alberto Livio (’91), Giacomo Vizzotto (’80).

Centri: Luca Fabian (’86), Alberto Ferro (’94), Francesco Nanti (’87), Nicola Navaglia (’92).

Allenatore: Giovanni Pellecchia. Vice-allenatore: Andrea Pavanato.

Preparatore atletico: Mirko Menin.

* Possibile l’inserimento in organico di un atleta Under proveniente dal settore giovanile del Pool Albignasego Conselve Montegrotto Padova Sud.

Albignasego: è pronta la squadra 2014-2015

Termina con un Under la campagna acquisti dell’Albignasego Basket per la stagione 2014-2015: nella squadra, che affronterà il prossimo campionato di C Regionale, ci sarà infatti anche Marcello Berti. Vent’anni da compiere il prossimo 28 agosto, Berti approda in giallonero dalla Pallacanestro 4 Torri Ferrara, con cui la scorsa stagione si è messo in luce nella C Regionale emiliano-romagnola, dopo aver militato nel biennio precedente alla Pallacanestro Ferrara 2011 in DnA e DnB. Ala-guardia di 188 centimetri, dotato di un buon tiro dalla lunga, nel gruppo guidato da Tiziano Tarquini (ex allenatore del Padova 1931) è risultato il secondo miglior marcatore stagionale, lambendo e salendo spesso in doppia cifra (8.5 punti di media con un high season di 26 punti contro il Nazareno Carpi e i 28 punti rifilati al Basket Massa 1947 nella Coppa Emilia RomagnaTrofeo Marchetti). Ad Albignasego, Berti concilierà gioco e studio, frequentando insieme al campo da basket anche le aule dell’Università di Padova.

Luca Roin, qui in azione, si è alternato alla regia con Leo Busca nella Virtus Padova

ROIN, LIVIO E CARAFFA. L’arrivo del giovane estense affianca gli innesti, preannunciati lo scorso mese dagli organi di stampa locale: Luca Roin, Alberto Livio e Raphael Caraffa. Roin e Livio provengono entrambi dalla C Nazionale, mentre Caraffa ha militato negli ultimi due anni in D Regionale. Roin (19 anni) è un play di 180 centimetri di scuola petrarchino-virtussina, che ha fatto il cambio di Leo Busca in DnC alla Virtus Padova; Livio (23 anni, nella foto d’apertura), ala forte di 195 centimetri, ha invece giocato nell’ambizioso Basket Club Mestre. Proprio assieme a Livio, Caraffa (23 anni), 193 centimetri, occuperà la posizione di ala, già ricoperta negli ultimi due anni con l’Alvisiana Venezia. Si tratta di tre giocatori atletici, portati all’uno contro uno, che ben si attagliano all’impianto di gioco, predisposto da coach Giovanni Pellecchia. Sotto canestro, un apporto ulteriore verrà poi garantito dal lungo Alberto Ferro, rientrato nei ranghi dopo l’esperienza in doppio tesseramento tra Basket Club Solesino in D Regionale e Terme Euganee Battaglia in Promozione.

I VETERANI. Con la conferma del nucleo storico, composto da Pietro Scarpa, i cugini Marco e Francesco Nanti, Giacomo Vizzotto, assieme a Nicola Navaglia, Andrea Menegolli e Luca Fabian, il roster dell’Albignasego è ormai pronto per la nuova avventura in C Regionale. Aggregato alla squadra per gli allenamenti anche l’ala Filippo Lazzari. Il via ufficiale alla stagione verrà dato lunedì 25 agosto, quando la formazione di Pellecchia, coadiuvato in panchina da Andrea Pavanato (nel 2013-2014 ha condotto l’Ardens Virtus in Promozione), si radunerà agli impianti sportivi dello stadio “Toni Franceschini” (ore 18.30) a Voltabarozzo per cominciare la preparazione atletica agli ordini di Mirko Menin.

  • A giocatori e tecnici della passata annata, che non vestiranno più la maglia giallonera, la dirigenza dell’Albignasego Basket rivolge un sentito ringraziamento, augurando un caloroso in bocca al lupo per il loro prosieguo di carriera.