Articoli

Tutti per Padova, Padova per tutti

L’Albignasego Basket e le altre società del Pool hanno aderito al progetto promosso in connubio con altre realtà padovane per dare impulso all’attività giovanile d’Eccellenza e realizzare un canale di formazione privilegiato per atleti e tecnici delle categorie Under 17 e Under 19.

Un incubatore d’eccellenza per i ragazzi più promettenti del basket padovano. Virtus Padova, Roncaglia & Vigonza, Olimpia Camposampiero, Minibasket Orfeo, Scuola Basket Frogs, Monselice Basket e il polo cestistico Albignasego Conselve Montegrotto Padova Sud hanno siglato un’intesa per valorizzare i loro talenti Under 17 e Under 19.

Tutti per Padova, Padova per tutti. Questo lo slogan del progetto, avente come capofila la Virtus e benedetto dalla Fip di Padova, che mira nel lungo termine a formare gruppi giovanili d’alto livello, capaci di competere nel campionato Under 17 d’Eccellenza (nella foto l’Under 17 del nostro Pool guidata da Damiano Brigo) e nella DnG Under 19 confrontandosi con le più forti squadre d’Italia, ma che parallelamente si prefigge anche d’incentivare l’attività giovanile per le competizioni Elite e provinciali. Potenzialmente, sarebbero già 2 mila gli atleti coinvolti.

«Per numero di praticanti e tesserati», osserva il diesse virtussino Massimo Caiolo, «la pallacanestro padovana non è seconda a nessuno, ma non riesce a proporre una realtà di vertice. Abbiamo deciso di sottoscrivere questa unione d’intenti dando vita a un consorzio, che possa tracciare un percorso tecnico, in cui far confluire i migliori prospetti del nostro territorio. Il pool è aperto a tutte le società, che desiderano farne parte. Questo accordo infatti vuole essere soltanto un punto di partenza per allargare la base e ambire a traguardi ambiziosi».

Nella mente dei promotori c’è un sogno, neanche tanto celato: vedere nel prossimo futuro un’unica prima squadra senior, che scenda in campo al Pala Fabris. Per i giovani più meritevoli, però, lo sbocco immediato in prima squadra attualmente resterebbe quello della Broetto Virtus in DnC.

«Purtroppo», spiega Caiolo, «non ci sono ancora i tempi a Padova per creare un’unica entità cestistica di riferimento. Come canale tecnico d’eccellenza si sfrutta quello esistente della Virtus, ma ciò non vieta a un atleta e alla sua società di valutare altre opzioni qualora si presenti l’opportunità: lo scambio di giocatori è sempre condiviso in via tecnica e formale».

A fare da supervisori all’intera progettualità saranno i coach virtussini Massimo Friso e Daniele Rubini, che assolveranno anche l’incarico di responsabili tecnici dei quintetti d’Eccellenza in fase di gestazione. «Durante la mia esperienza di allenatore maturata in diverse società padovane», sostiene Toni Paperini, direttore tecnico del Pool Albignasego Conselve Montegrotto Padova Sud, «ho registrato alcuni tentativi andati a vuoto di unione in ambito giovanile. Stavolta, però, mi sembra che i presupposti siano positivi. Anche perché, in questo caso, lo scopo non è incassare denaro dai parametri dei giocatori. È una questione di orgoglio: Padova deve esprimere una dimensione tecnica adeguata per il settore giovanile, se vuole allestire un’unica squadra senior competitiva».

Fonte: il mattino di Padova

Ecco i premiati del “Vivi Due Carrare” 2014

Intenso weekend di minibasket con la quarta edizione del “Vivi Due Carrare”, torneo organizzato da Quickly minibasket e Arcobaleno Due Carrare, in collaborazione con le società del Pool Albignasego Conselve Montegrotto Padova Sud. Nei campi allestiti, di fronte al municipio di Due Carrare, si sono sfidate numerose squadre provenienti da tutta la provincia per contendersi l’Us Acli Cup tra gli Scoiattoli e il trofeo Sintel srl nella categorie Aquilotti e Tigrotti.

Al termine sono state premiate con le “pesantissime” coppe: Monselice Basket, Albignasego Basket, Arcobaleno Due Carrare, Quickly minibasket, Padova Basket, Polisportiva Montegrotto, Union Vigonza, Canossa Conselve e Monselice minibasket.

Alle premiazioni ha provveduto l’assessore allo sport del Comune di Due Carrare, Mario Romanato, che ha incoraggiato i quasi 250 miniatleti coinvolti nell’evento cestistico a continuare con lo sport, presentando brevemente l’omonima manifestazione “Vivi Due Carrare”, che animerà la cittadina con diversi avvenimenti folcloristici nel corso dei prossimi giorni.

  • L’appuntamento per la prossima edizione del torneo è rinnovato a maggio 2015.

Carlo Bettella

Minibk, weekend con il “Vivi Due Carrare”

Ancora tanto minibasket per i centri del Pool Albignasego Conselve Montegrotto Padova Sud. Ritorna con l’inizio della bella stagione il rinomato appuntamento con il torneo “Vivi Due Carrare”. Giunta alla quarta edizione, la manifestazione in modalità tre contro tre sprint terrà banco tra domani e domenica su due playground predisposti nella piazza antistante il municipio di Due Carrare. In caso di pioggia, l’evento si terrà al riparo della palestra Bonazza in via Da Rio a Cornegliana di Due Carrare.

Sabato 17 maggio: US ACLI CUP + VIVI DUE CARRARE CUP

  • Dalle 16 alle 18, scenderanno in campo i Pulcini (annate 2006 e 2007). Il ritrovo delle squadre è fissato alle 15.45. Partecipano i seguenti centri minibasket: Albignasego, Quickly, Cartoons Tribano e Union Vigonza.
  • Dalle 18.15 alle 20, invece toccherà agli Aquilotti (annate 2003 e 2004). Il ritrovo delle squadre è fissato alle 18. Partecipano i seguenti centri minibasket: Quickly, Cartoons Tribano, Scuola Basket Padova Sud e Montegrotto.

Arbitrano i ragazzi del settore giovanile Under 13.

Domenica 18 maggio: TROFEO SINTEL SRL

Dalle 10 alle 12.30, giocheranno i Tigrotti (annate 2004 e 2005). Il ritrovo delle squadre è previsto per le 9.40. In campo si incrociano questi centri minibasket: Conselve, Quickly, Cartoons Tribano, Union Vigonza, Albignasego e Monselice.

Arbitrano i ragazzi del settore giovanile Under 14.

Al termine di ogni torneo di ciascuna categoria si svolgeranno premiazioni sul campo con coppe e allegria per tutti.

Albi, due ko a Solesino. L’analisi di Penso

Semaforo rosso a Solesino. Un Albignasego ancora indietro nella preparazione interrompe la tradizione favorevole, che lo voleva vincente in ben quattro edizioni del torneo di Solesino. Dopo aver sollevato al cielo il trofeo per ben tre volte nell’ultimo quadriennio, la squadra giallonera ha chiuso al quarto posto il quadrangolare riservato a formazioni di C e D Regionale. A conquistare il 6° memorial “Franco Zamarco” è stato il 4 Torri Ferrara, che ha battuto nella finalissima i padroni di casa del Bc Solesino.

DOPPIO STOP. Non è bastato neanche l’anticipo di derby della prossima serie C a rivitalizzare gli albignaseghesi, apparsi in netto ritardo di condizione: la finalina, valida per la “medaglia di bronzo”, è infatti andata al Cittadella. «Ovviamente – osserva coach Andrea Penso (nella foto) – non fa mai piacere perdere, anche perché quando si parla di torneo, di fatto non è mai un’amichevole. Con soli due allenamenti di tecnica alle spalle, abbiamo avuto delle difficoltà a preparare le partite. Non commettiamo, però, l’errore di gettare via il bambino con l’acqua sporca. Non sottovalutiamo la situazione, ma ho anche intravisto aspetti positivi, che lasciano spazio a dei margini di miglioramento».

FIATO CORTO. In effetti, nel secondo incontro con il Citta, i gialloneri sono rimasti in partita giocando meglio riscattando in parte la prova scialba fornita davanti ai solesinesi. «In semifinale – prosegue Penso – siamo stati troppo molli. L’anno scorso non avevo ottenuto questo tipo di risposta fisica dai ragazzi. Purtroppo, quest’anno abbiamo iniziato con qualche giorno di ritardo la preparazione atletica e la programmazione era vincolata alla disponibilità (extra-lavorativa) dei ragazzi. Mirko Menin ha fatto tutto il possibile. Ora, servirà del tempo per trovare i meccanismi di gioco».

AMARCORD SOLESINESE. La kermesse di Solesino, però, ha proposto anche la sfida amarcord tra le due selezioni delle “Vecchie Glorie BcS” con tanti ex giocatori, che hanno scritto la storia della società gialloblù: dagli albori degli anni Settanta fino alla storica promozione dell’annata domini 1995-1996 in serie B/1 all’epoca della fusione con il Basket Pierobon. In occasione dell’evento è stata allestita anche una mostra fotografica, insieme a una rassegna di divise storiche.

GIOVANI E MVP. Tra le categorie giovanili bisogna invece segnalare il netto successo degli Under 19 del Vicenza Basket Giovane. Dominato il girone di qualificazione, i vicentini hanno superato in finale la Pallacanestro Montagnana. In luce si sono messi pure gli Under 17 del Buv Roncaglia, bravi a pareggiare i conti Padova-Vicenza imponendosi nell’ultimo atto del torneo al Montecchio Maggiore. Miglior giocatore della manifestazione tra i senior è stato eletto Franceco Brandani (classe 1993) del 4 Torri Ferrara.

 

TORNEO GIOVANILE SOLESINO

UNDER 14. 4 Torri Ferrara, Redentore Este, Monselice Basket, Pallacanestro Lendinara, Bc Solesino.

UNDER 15. Crm Mortise, Bc Solesino, Redentore Este.

UNDER 17. Buv Roncaglia, Montecchio Maggiore, Bc Solesino, Pallacanestro Lendinara, Basket Loreo, Basket San Martino.

UNDER 19. Vicenza Basket Giovane, Pallacanestro Montagnana, Redentore Este, Basket Loreo, Bc Solesino.

 

MEMORIAL “FRANCO ZAMARCO”

4 Torri Ferrara, Bc Solesino, Basket Cittadella, Albignasego Basket.

Mvp Francesco Brandani (4 Torri Ferrara).

Brigo: un campione del mondo nel Pool

Un campione del mondo per rafforzare lo staff tecnico del nuovo Pool Albignasego Aviatori Conselve Montegrotto. Sarà nientemeno che coach Damiano Brigo a pilotare il gruppo misto, formato dai ragazzi classe 1998 della Polisportiva Montegrotto e della Scuola Basket Padova Sud, che prenderà parte al prossimo campionato Under 17 Gold. Una presenza carismatica all’interno del neo Pool allargato, che rappresenterà un punto riferimento per i giovani cestisti intenti a muovere i primi passi nel basket.

CAMPIONE OVER. Lo scorso 21 luglio, Brigo ha conquistato la medaglia d’oro ai campionati mondiali Over 40 di Salonicco battendo in finale i padroni di casa della Grecia (82-71). Al maxibasket, come si definisce in gergo la competizione dedicata agli atleti Over, Damiano si è tolto la soddisfazione di vestire l’azzurro della Nazionale coronando con il titolo iridato una carriera luminosa, dove si è cucito addosso pure due scudetti con la Virtus Bologna (targata Knorr e Buckler) durante l’epopea di Ettore Messina e Alberto Bucci.

PIVOT-ISTRUTTORE. Personaggio di spicco nel mondo cestistico veneto e non solo, il centrone di Tribano, che ha giocato anche a Rimini e Castelmaggiore in A/2, è stato la punta di diamante del Monselice nell’ultimo torneo di Promozione. Già da qualche anno, però, Damiano ha intrapreso parallelamente all’esperienza da giocatore nelle minors padovane, il percorso di allenatore collaborando fattivamente alla buona riuscita della Pool minibasket cup 2012-2013, a cui hanno partecipato anche i suoi bambini dei Cartoons Tribano.

(nella foto Damiano Brigo bacia la Coppa del Mondo maxibasket a Salonicco)

Il “Vivi Due Carrare” ha chiuso in bellezza

È andato in archivio anche il terzo torneo di minibasket “Vivi Due Carrare”. All’evento, promosso da Gs Quickly minibasket e Arcobaleno Due Carrare, hanno partecipato numerose squadre provenienti da tutta la provincia di Padova.

UN INTERMINABILE 3C3 SPRINT. Tanto divertimento e allegria per i miniatleti delle categorie Scoiattoli, Aquilotti e Tigrotti, che per due giorni si sono alternati sui campi predisposti davanti al municipio di Due Carrare in una lunga serie di gare nella modalità tre contro tre sprint non competitivo. Purtroppo, il tempo è stato a tratti inclemente e così il torneo ha “traslocato” in parte anche al coperto della palestra Bonazza a Cornegliana di Due Carrare.

La UsAcli Cup alzata al cielo

PREMI E FOLCLORE. Al termine della kermesse, hanno sollevato al cielo la pesantissima UsAcli Cup: Monselice Basket, Albignasego Basket, Arcobaleno Due Carrare, Quickly minibasket, Polisportiva Montegrotto e Thermal Abano. A premiare le formazioni è stato il vicesindaco di Due Carrare, Claudio Garbo, che ha esortato i bambini del torneo a continuare la pratica del giocosport minibasket presentando la manifestazione “Vivi Due Carrare”, che animerà l’intero paese con varie iniziative folcloristiche.

SALUTI DI RITO. Il comitato organizzatore, presieduto da Arcobaleno Due Carrare e Gs Quickly, ha infine salutato atleti, istruttori, genitori e amici presenti, rinnovando l’appuntamento alla prossima edizione prefissata per maggio 2014.

 

Marino Penello

Arcobaleno Due Carrare

Carlo Bettella

Gs Quickly

Angela in ospedale: Albignasego è vicino

La società Asd Albignasego Basket desidera porgere gli auguri di pronta guarigione al suo tecnico Giuseppe Angela (nella foto ritratto quando a marzo dell’anno scorso scese in campo durante la gara fra Monselice e Virtus Duomo). L’allenatore, alla guida della Pallacanestro Albignasego nel campionato di Promozione, è stato colpito qualche giorno fa da un pre-infarto, in seguito a un attacco alle coronarie. Operato d’urgenza all’ospedale di Padova, ora sta meglio ed è ricoverato al reparto di cardiologia del centro Gallucci, diretto dal professor Sabino Iliceto.

L’EPISODIO. «Lunedì scorso ero a casa e stavo per coricarmi quando ho sentito una fitta al petto – racconta Beppe Angela – Era una specie di dolore vago e diffuso. Pensavo fosse legato all’attività respiratoria, visto che avevo già avvertito qualche problema in questo senso. Dopo un’intera notte in bianco, il mattino seguente, attorno alle 6, ho telefonato al 118 e un’ambulanza mi ha trasportato all’ospedale Sant’Antonio di Padova. Dopo un esame clinico, sono stato trasferito al reparto di cardiochirurgia del centro Gallucci al Policlinico Universitario di Padova. L’intervento, eseguito in via endoscopica, quindi senza il ricorso tagli esterni, è andato bene. Ora, resterò ancora sotto osservazione qui in ospedale qualche altro giorno, prima di effettuare nuovi esami. Quando tornerò a casa, però, dovrò giocoforza modificare il mio stile di vita e smettere con le brutte abitudini».

AMICI PRESENTI. Nonostante le difficili condizioni di salute, il pensiero del coach è ovviamente rivolto alla sua squadra. «Quest’anno non è stato semplice – rileva Angela – abbiamo incontrato tante difficoltà. Tra infortuni e indisponibili, non siamo riusciti a esprimerci al meglio. Saluto tutti i ragazzi e ringrazio il presidente Franco De Marchi, in prima persona, per essermi stato accanto in questo momento. Fortunatamente, ho tanti amici pronti a darmi una mano».

In bocca al lupo! Arrividerci a presto coach!!