Articoli

Alberto Livio rinnova con l’Albignasego. Nicola Nanti, Filippo Rizzi e Luca Roin salutano i gialloneri

Tra le numerose conferme per la stagione 2016-2017 se ne aggiunge un’altra molto attesa in casa dell’Albignasego Basket: nel roster per la serie C Silver 2016-2017 rientrerà infatti anche l’ala forte Alberto Livio. Nonostante avesse ricevuto diverse proposte da società di C Silver e C Gold, il giocatore veneziano, classe 1991, ha scelto di restare ad Albignasego, dove a fine agosto inizierà la sua terza stagione consecutiva in maglia giallonera. Dopo tre annate a Spinea e due a Mestre, Livio ha saputo imporsi nel gruppo guidato coach Maurizio Benetollo (in seguito al subentro a Giovanni Pellecchia), come uno dei migliori interpreti della categoria.

Alberto Livio (Foto Bonalore)

Alberto Livio (Foto Bonalore)

Nelle due annate padovane, ha viaggiato sempre in doppia cifra, chiudendo da top scorer della squadra anche nell’ultimo campionato regionale (13.3 punti di media a gara) con un massimo di 25 contro la Cestistica Verona in regular season e 24 in gara-1 della semifinali playoff a Treviso. Ad Albignasego il suo apporto rappresenterà un plus, un valore aggiunto, grazie al quale la società giallonera punta a riconfermarsi nell’impegnativo campionato di C Silver ristretto a 15 formazioni.

La conferma di Livio va a delineare un organico, che deve tuttavia registrare alcune uscite. Hanno infatti intrapreso altri percorsi tre protagonisti dello storico traguardo delle finali playoff, conquistate alla fine dello scorso maggio. La dirigenza albignaseghese rivolge un saluto e un in bocca al lupo a Nicola Nanti, Filippo Rizzi e Luca Roin, nell’auspicio che le loro strade in futuro possono incrociarsi nuovamente a quelle dell’Albignasego.

Albignasego tutto orgoglio e carattere, ma è Dueville a conquistare la C Gold

I sogni-promozione dell’Albignasego muoiono all’alba di gara-2 delle finali playoff di C Silver. Davanti alla moltitudine di spettatori (oltre 600 tifosi) del Pala Gazzabin, lo Sportschool Dueville si impone anche nel match di ritorno, conquistando una meritata promozione in C Gold. L’impresa di trascinare i vicentini alla bella svanisce dopo 40’ di battaglia, in cui i ragazzi di Benetollo sono usciti dal campo con la consapevolezza di aver dato il massimo. Pur scontrandosi con un handicap troppo evidente al tiro da fermo (25% ai liberi in totale) e avendo sulle gambe le scorie accumulate durante tutte le serie playoff, non hanno mai mollato. Anche quando l’incontro era ormai irrimediabilmente compromesso, Nanti e compagni hanno reso onore fino all’ultimo secondo della sfida a una stagione, che resta decisamente fra le più belle e intense nella storia della società giallonera.

Albignasego aveva approcciato alla partita con grandissima intensità (7-0), prendendo subito le distanze dai vicentini (22-7 al 9’). Dueville però iniziava a entrare in ritmo verso la fine della prima frazione (24-11) e pescava due jolly con le bombe di Fontana, che valevano un break mortifero nella seconda frazione (0-22). La tripla di Gallocchio interrompeva un digiuno lungo 7’ (27-33), ma non bastava a tamponare l’emorragia (30-39).

Il capitano Francesco Nanti in lunetta

Il capitano Francesco Nanti in lunetta

Dopo la pausa lunga, nel corso della quale trovava spazio la presentazione dell’Under 14 dell’AlbignasegoAviatori, quattro punti consecutivi di Roin restituivano fiducia ai padroni di casa (34-42). Peccato che nel frangente l’Albignasego non riuscisse a concretizzare dalla lunetta la gran mole di gioco prodotta (34-43). Un tiro dall’arco di Nicola Nanti riduceva il deficit a -7 (40-47 al 28’). Qui, però, gli ospiti erano bravi a mantenere sempre alta e aggressiva la guardia difensiva, giocando d’anticipo sulle linee di passaggio e rubando palla proprio quando i padroni di casa erano andati vicino a ricucire lo strappo. Da una transizione, dopo un pallone perso dai locali in zona d’attacco, scaturiva anche il tiro dalla lunga di De Marco, che spediva a +12 i biancorossi alla fine del terzo periodo (40-52).

Nonostante Dueville toccasse anche il +14 all’inizio dell’ultima frazione (42-56), i gialloneri non si davano per vinti. Tuttavia, ogni volta che cercavano di riavvicinarsi venivano ricacciati indietro dai vicentini. La squadra giallonera provava fino allo scadere a riaprire i giochi infilando negli ultimissimi secondi anche due tiri pesanti con Berti e Marco Nanti, ma servivano solo a lenire l’amarezza della sconfitta (63-67). Finiva nel tripudio biancorosso.

 

ALBIGNASEGO BASKET – SPORTSCHOOL DUEVILLE 63-67

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 8, Nanti N. 3, Roin 8, Paccagnella n.e., Rizzi, Nanti F. 10, Livio 13, Fabian, Berti 12, Gallocchio 3, Vizzotto 6. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

SPORTSCHOOL DUEVILLE: Trevisan 3, Ronzani, De Marco 9, Frigo 11, Caneva 2, Perin 5, Finello n.e., Forner 10, Cervo, Shcherbyna 11, Fontana 16, Sinicco. All. Bortoli.

Arbitri: Radoni di Roncade (Tv) e Sandu di Ponzano Veneto (Tv).

Note: parziali: 24-11, 6-28 (30-39), 10-13 (40-52), 23-15 (63-67); tiri liberi: Albignasego 6/24, Dueville 16/22; tiri da tre: Albignasego 9 (Nanti M., Nanti N., Roin, Nanti F., Berti 2, Gallocchio, Vizzotto 2), Dueville 8 (De Marco, Frigo 2, Perin, Fontana 4); falli di squadra: Albignasego 20, Dueville 23; fallo tecnico: Roin (21’), Sinicco (24’).

Che cuore Albignasego! I gialloneri passano a Treviso: è finale playoff

Il grande cuore dell’Albignasego ha avuto ancora una volta ragione. Dopo una lunga lotta senza esclusioni di colpi, i gialloneri escono vincitori dalla decisiva bella delle semifinali di C Silver con la Benetton Treviso, conquistando una storica finale playoff. Gara-3, tesa e combattuta fino allo scadere, vede prevalere gli uomini di Benetollo e Gabaldo, che riescono nell’impresa di far saltare il fattore campo, preservando nel finale un tesoretto di 4-5 punti dalla rimonta trevigiana.

Nei primi minuti, Albignasego e Benetton sembravano recitare lo stesso spartito del primo incontro disputato in Ghirada: al primo parziale ospite rispondevano subito i padroni di casa, che riportavano il match sui binari di un sostanziale equilibrio (15-13). Dal secondo periodo, calcava il parquet anche Marco Nanti: giunto a partita iniziata per impegni di lavoro, il playmaker restituiva ordine alla fase offensiva degli abignaseghesi, che mettevano una luce di 5 lunghezze tra sé e gli avversari all’intervallo lungo (24-29). Durante la pausa tra i due tempi, il centro padovano dell’Olimpia Milano Daniele Magro, cresciuto nelle giovanili della Benetton, compiva un breve blitz sul parquet salutando tra gli applausi del pubblico i giovani biancoverdi e gli ex compagni di squadra gialloneri ai tempi del Gattamelata Albignasego.

La ripresa si apriva con il controbreak locale (7-0), chiuso da un centro di Michelin (31-29). Dopo l’impasse dei primi 20’, le mani cominciavano a scaldarsi anche dalla lunga distanza: alla tripla di Sarto (36-35), rispondeva con la stessa moneta Nicola Nanti (36-38). Il lungo alternarsi al comando del march proseguiva con un’altra conclusione dall’arco di marca trevigiana (39-38), a cui ribatteva Vizzotto, bravo a ritagliarsi lo spazio in angolo per insaccare il tiro pesante sul filo dei 24 secondi (39-41).

Albignasego teneva la testa avanti anche nell’ultima frazione (43-44). Due furti in fotocopia di Nicola Nanti, furbo e scaltro nel rubare palla a centrocampo, regalavano il +4 (46-50). A 5’ dal termine, Roin fissava il +6 (46-52), ma serviva un’altra bomba di Nicola Nanti per ricacciare indietro i ragazzi di Mian (50-55). Treviso perseverava fino alla fine con la sua difesa aggressiva e asfissiante su palla a e linee di passaggio. Nell’ultimo giro di lancette, un 4/4 ai liberi di Marco Nanti invertiva il trend negativo dalla lunetta degli albignaseghesi (53-59). Non era ancora finita. Una tripla di Michelin riaccendeva le speranze trevigiane (56-59), spente soltanto dopo un libero di Nicola Nanti (56-60) e un ultimissimo tentativo di recupero dei verdi andato a vuoto (58-60).

LA SERIE FINALE. Gara-1 verrà disputata già questa domenica a Dueville. Il ritorno al Pala Gazzabin di Albignasego è previsto per mercoledì prossimo 1° giugno, mentre per l’eventuale bella bisognerà tornare il successivo weekend nel palazzetto vicentino.

 

BENETTON TREVISO – ALBIGNASEGO BASKET 58-60

BENETTON TREVISO: Michelin 5, Simeoni, Coassin 7, Sarto 10, Varaschin 19, Esposito 4, Rossi 6, Battistuzzi 2, Barbon 1, Mavric, Lovisotto 4, Ambrosin n.e. All. Mian.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 15, Roin 4, Paccagnella n.e., Rizzi 6, Nanti F. 7, Livio 10, Fabian 2, Berti 4, Gallocchio 3, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Radoni di Roncade (Tv) e Bortolotto di Castello di Godego (Tv).

Note: parziali: 15-13, 24-29, 43-44; tiri liberi: Treviso 7/10, Albignasego 13/25; tiri da tre: Treviso 4 (Coassin, Sarto 2, Varaschin), Albignasego 5 (Nanti N. 2, Nanti F., Gallocchio, Vizzotto); falli di squadra: Treviso 28, Albignasego 14; fallo antisportivo: Nanti M. (22’); uscito per 5 falli: Barbon (39’).

Via ai playoff: Albignasego incrocia ancora Murano

Prende il via nel weekend l’avventura dell’Albignasego nei playoff di serie C Silver. E per uno strano scherzo del destino, l’avversaria nel quarto di finale sarà ancora la Virtus Murano (nella foto Nicola Nanti, mentre viene raddoppiato nel match dell’ultima giornata di campionato). Pur uscendo sconfitta sabato scorso dal Pala Gazzabin (64-56), la squadra di Alessandro Bettera ha chiuso infatti al terzo posto la regular season beneficiando del ko del Litorale Nord (quarto), battuto di misura dalla Cestistica Verona (62-63). La vittoria dei gialloneri, invece, è stata resa vana dai contemporanei successi di Resana e Benetton Treviso, che in caso di arrivo a tre con lo stesso punteggio sarebbero state scavalcate per effetto della classifica avulsa.

Gara-1 verrà disputata domenica, alle 18.30, nell’ostico campo del Pala Perziano sull’isola muranese, mentre il ritorno è fissato per mercoledì 11 maggio, ore 21, ad Albignasego. L’eventuale bella è prevista domenica 15 alle 18.30 ancora in laguna.

Sarà un’autentica battaglia, ma i ragazzi di coach Benetollo hanno dimostrato di possedere le carte in regola per potersela giocare anche con le big del campionato. I playoff sono sfide molto tese e nervose, dove contano relativamente le gerarchie della stagione regolare e in cui tra i tanti fattori diventa preponderane anche la tenuta fisica e mentale. La formazione, che riuscirà a spuntarla tra Murano e Albignasego, affronterà in semifinale la vincente della serie fra Litorale Nord e Benetton Treviso.

Albignasego doma Murano: ai playoff sarà ancora sfida ai laugnari

Termina con un bel successo la regular season dell’Albignasego: nell’ultima giornata di C Silver, Nanti e compagni impongono lo stop alla terza forza del campionato, chiudendo il proprio bilancio stagionale in perfetta parità con il 50% di vittorie e sconfitte. Già certo dei playoff, Albignasego è sceso in campo con Murano per giocarsi il sesto posto, spuntandola in rimonta nel quarto conclusivo (29-11) dopo aver essere finito sotto in doppia cifra verso il tramonto del terzo periodo (9-21).

Cominciata a rilento con un quarto iniziale, che fatturava appena 19 punti, la gara ha stentato a decollare nel primo tempo. Si è segnato con il contagocce su entrambi i lati del campo: l’unico canestro nei primi 7’ di gioco per i padroni di casa porta la firma di Francesco Nanti (2-8). A dare la stura all’attacco di casa sono Nicola Nanti e Fabian con una tripla (7-12). Lentamente, Albignasego trova il ritmo in attacco (16-14), anche se concede troppi spazi all’offensiva ospite (16-19). Sul parquet, dopo una lunga assenza, si rivede anche Pippo Rizzi. Al suo rientro il numero 10 in giallo si presenta subito con cinque punti consecutivi, che aprono la scatola della difesa veneziana (26-22).

Dall’altra parte, però, Zorzi continua a seminare avversari realizzando in arresto e tiro (26-26). Murano può contare anche sul gigante Leyba Marine nel pitturato (28-31), dove Francesco Nanti e Livio arrivano puntualmente al raddoppio (33-33). Ma sono tre tiri dall’arco di fila griffati Frison (2) e Sartor a creare il primo importante break della partita (35-44).

Al via dell’ultima frazione, i gialloneri ripartono dal -10 (35-45). Qui, altri sette punti consecutivi di Rizzi, frutto anche di un siluro da distanza siderale, restituiscono fiducia ai ragazzi di Benetollo, ricucendo lo strappo al pieno possesso (42-45). È Marco Nanti a salire in cattedra, trovando prima in penetrazione il -1 (44-45) e poi il sorpasso dalla lunetta (46-45). Sempre il play albignaseghese realizza in seguito anche il +5 (50-45). Leyba Marine interrompe un parzialone di 15-0 (50-47), ma il tiro dalla lunga di Vizzotto e ancora Marco Nanti proiettano al +8 (55-47).

Murano resta in piedi grazie al solito Frison, riportandosi a distanza di un possesso (55-52). Si decide tutto nell’ultimo giro di lancette: Marco Nanti mantiene la freddezza dalla linea della carità, riaprendo la forbice sulle 8 lunghezze (61-53), Frison accorcia ancora con una bomba (61-56), ma sul fallo sistematico Marco Nanti conserva ancora la lucidità al tiro da fermo (3/4) chiudendo i conti (64-56).

Si tratta tuttavia di una vittoria di Pirro: le contemporanee affermazioni di Virtus Resana a Cittadella (79-90) e Benetton Treviso con Europa Bolzano (80-54) “retrocedono” infatti l’Albignasego in ottava posizione. Al quarto di finale playoff, l’abbinamento sarà quindi proprio con Murano, seconda testa di serie. Gara-1 verrà disputata il prossimo weekend in casa dei lagunari. Il ritorno è invece previsto nell’infrasettimanale del Pala Gazzabin. L’eventuale bella è in programma nel fine settimana successivo sull’isola muranese.

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 64-56

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 16, Nanti N. 7, Roin 2, Paccagnella n.e., Rizzi 12, Nanti F. 9, Livio 12, Fabian 3, Berti, Gallocchio, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Zorzi 10, Ragazzi n.e., Vian 2, Pranzo 6, Sartor 6, Parisatti 2, Frison 17, Leyba Marine 11, Crivellari 2, Vianello, Bottaro n.e. All. Bettera.

Arbitri: Parisi di Padova e Montagnoli di Cologna Veneta (Vr).

Note: parziali: 7-12, 26-24, 35-45; tiri liberi: Albignasego 15/17, Murano 5/12; tiri da tre: Albignasego 5 (Rizzi 2, Nanti F., Fabian, Vizzotto), Murano 7 (Pranzo 2, Sartor, Frison 4); falli di squadra: Albignasego 15, Murano 21.

Nuovo stop per l’Albignasego, Benetton irrefrenabile

Si ferma ancora la marcia dell’Albignasego, bloccato tra le mura domestiche dalla Benetton Treviso nel recupero dell’undicesima giornata della serie C Silver. Senza Marco Nanti (caviglia) e Rizzi (ginocchio), in panchina soltanto per semplice onor di firma, la formazione giallonera ha dovuto fare i conti anche con un Livio non al meglio della condizione per un problema alla caviglia, che lo ha limitato nei movimenti. La panchina corta dell’Albignasego, che ha sempre dovuto rincorrere un’avversaria in palla e pimpante, capace di imporre un ritmo elevato per quasi tutti i 40’, ha influito sul lungo termine. Nanti e compagni hanno infatti speso la maggior parte delle energie per recuperare il disavanzo del secondo parziale (6-18) nell’avvio di terzo quarto (18-8), perdendo lucidità nel tiratissimo finale di gara.

Treviso approccia con grande intensità alla partita, costringendo Benetollo a chiamare timeout dopo appena 3’ (2-10). Per uscire dalla trappola di zona press e raddoppi e mettere la testa avanti, Albignasego ha bisogno di un break (8-0), propiziato da due tiri dalla lunga di Vizzotto e Nicola Nanti (15-14), ma in chiusura di quarto un’altra tripla di Esposito manda avanti i verdi trevigiani (15-17). Nel secondo quarto, la press degli Under 18 di coach Mian continua a creare qualche grattacapo ai gialloneri: dal 20-19, i padroni di casa spengono la luce in attacco, pagando dazio dal perimetro sulle conclusioni di un ispiratissimo Esposito e dell’azzurrino Barbon a fil di sirena (21-35).

Nella ripresa, però, una reazione veemente permette ai locali prima di dimezzare lo svantaggio (28-35) e poi di riportare il match sui binari dell’equilibrio (35-37). La Benetton, però, è brava a reggere l’urto conservando il vantaggio fino alla fine del terzo quarto (39-43). Al via dell’ultimo periodo, un altro miniparziale, aperto dall’ennesimo siluro di Esposito, riallunga il margine trevigiano attorno alla doppia cifra (39-48). Con il nuovo passaggio alla zona, Albignasego ritrova il bandolo della matassa rientrando a -1 grazie a due triple di Berti e Vizzotto (49-50). Ma un altro tiro dall’arco a firma Fazioli tiene sopra gli ospiti a pochi minuti dalla sirena (49-53). Dall’altra parte, i gialloneri tentano di replicare nel pitturato, ma non riescono a concretizzare in avvicinamento a canestro, venendo castigati sul ribaltamento di fronte ancora da Fazioli (49-55). Quando mancano 41 secondi allo scadere, tocca a Esposito mettere in cassaforte i due punti dalla lunetta (49-57).

In classifica non cambia niente: Albignasego resta appaiato alla Virtus Resana al sesto posto, ma dovrà cercare di riscattarsi già sabato, ore 18.30 sempre al Pala Gazzabin, con l’Europa Bolzano.

 

ALBIGNASEGO BASKET – BENETTON TREVISO 49-57

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. n.e., Nanti N. 8, Roin 3, Paccagnella n.e., Rizzi n.e., Nanti F. 12, Livio 5, Fabian, Berti 7, Gallocchio, Vizzotto 14. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

BENETTON TREVISO: Michelin 2, Coassin 2, Varaschin 4, Esposito 13, Fazioli 12, Rossi 5, Barbon 10, Lovisotto 9, Ambrosin n.e. All. Mian.

Arbitri: Dian di Scorzè (Ve) e Girardi di Venezia.

Note: parziali: 15-17, 21-35, 39-43; tiri liberi: Albignasego 2/4, Treviso 5/7; tiri da tre: Albignasego 7 (Nanti N. 2, Berti, Vizzotto 4), Treviso 8 (Esposito 3, Fazioli 2, Barbon 2, Lovisotto); falli di squadra: Albignasego 15, Treviso 12.

Quinta piazza playoff più vicina, gialloneri corsari a Roncade

Ritrova il passo da trasferta l’Albignasego, che si aggiudica uno scontro diretto d’importanza capitale in funzione playoff violando l’ostico campo di Roncade. In sosta forzata dalle festività pasquali, complice lo spostamento del match casalingo con la Benetton Treviso, i gialloneri si sono fatti trovare pronti riappropriandosi della vittoria esterna dopo quasi due mesi. La partita non era iniziata esattamente sotto i migliori auspici: dopo meno di 2’ una nuova distorsione alla caviglia destra, infortunata in precedenza, metteva fuori causa Marco Nanti (foto), distintosi fino a quel momento per un canestro e alcune giocate di pregevole fattura. Durante uno scivolamento difensivo, il playmaker albignaseghese avvertiva una dolorosa fitta alla caviglia fasciata, che non lasciava presagire nulla di buono, ponendo termine anzitempo alla sua partita. Le sue condizioni verranno valutate nelle prossime ore, ma a meno di un miracolo sicuramente non sarà disponibile per il recupero di mercoledì (ore 21) al Pala Gazzabin contro gli Under 18 della Benetton, nella sfida valevole per l’undicesima giornata di C Silver.

Per tre quarti di gioco, l’incontro ha seguito i binari dell’estremo equilibrio, senza che nessuna delle due squadre fosse mai in grado di conquistare l’inerzia. Strappi minimi, che difficilmente sono andati oltre il singolo possesso. Dopo un centro di Pavan (44-42), era soltanto all’inizio dell’ultimo quarto che gli ospiti piazzavano il break decisivo ai fini della contesa (0-15). A propiziarlo erano le bombe di Berti (4 triple a referto in totale) e Nicola Nanti, che rivoltavano la gara come un calzino (44-57), consegnando due punti pesantissimi ai gialloneri.

È un’affermazione che vale infatti doppio per i ragazzi di Maurizio Benetollo: in classifica, Albignasego scavalca di fatto Roncade, già battuto all’andata, agganciando al sesto posto anche la Virtus Resana, che tuttavia al momento viene sopravanzata, considerando anche il doppio confronto. «Peccato non poter disporre di Marco Nanti e Pippo Rizzi – ammette “Chuck” Benetollo – La nostra stagione è sempre stata in costante emergenza, ma la prestazione di Roncade fatta di contenimento difensivo e buone giocate offensive ci lascia ben sperare per il finale di campionato. Giocheremo tre delle ultime quattro partite in casa: dovremo far rispettare il fattore campo con Benetton e Bolzano, perché poi ci attende una trasferta molto difficili a Jesolo e l’ultima giornata con Murano».

 

RONCADE BASKET – ALBIGNASEGO BASKET 50-61

RONCADE BASKET: Visentin 10, Butera 3, Cagnoni 10, Zottarel n.e., Bettin 6, Sadikoski 2, Pavan 2, Marchesin 11, Gobbo 2, Persico n.e., D’Avanzo 4. All. Geromel.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 2, Nanti N. 3, Roin 16, Paccagnella n.e., Rizzi n.e., Nanti F. 7, Livio 14, Fabian, Berti 16, Gallocchio, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Pinna di Salgareda (Tv) e Mazzali di Gazzo Veronese (Vr).

Note: parziali: 18-17, 31-29, 42-42; tiri liberi: Roncade 3/6, Albignasego 6/15.

Il derby è sempre dell’Albignasego: domato un arcigno Solesino

Quarto derby stagionale e quarta vittoria per l’Albignasego, che si aggiudica anche la gara di ritorno con Solesino interrompendo una striscia di tre sconfitte consecutive. Per la squadra di Maurizio Benetollo non è stato però semplice domare un’avversaria determinata a strappare i due punti al Pala San Lorenzo per risollevarsi dalle sabbie mobili della zona playout-retrocessione. La formazione ospite, infatti, ha lottato per tutti i 40’, riportandosi sotto a -4 nel corso dell’ultima frazione. Con Livio costretto ad abbandonare il parquet nella ripresa per una caviglia dolorante, gli esterni in divisa gialla sono stati l’autentico ago della bilancia: Nicola Nanti (7/11 ai liberi), Berti (6/11 dal campo) e Vizzotto (5/11 da tre e 4/4 ai liberi) hanno portato un contributo sostanzioso alla causa, assieme a un Rizzi, decisivo a rimbalzo e nel finale dei due quarti pari.

PRIMO TEMPO. È un avvio in salita per i gialloneri, che costruiscono molto in fase offensiva, senza tuttavia capitalizzare. A causa di qualche palla persa e delle basse percentuali di tiro, Nanti e compagni faticano a entrare in ritmo (7-11). Solesino, invece, è molto più concreto e trova la via del canestro con maggiore regolarità (9-17). Nel secondo periodo, la musica cambia: le maglie difensive iniziano a stringersi e due triple di Vizzotto e Marco Nanti riducono il disavanzo al possesso (15-17). Gli ospiti, però, restano in piedi grazie al rimbalzo offensivo (18-20). Occorre allora un’altra bomba di Vizzotto per mettere il muso avanti (24-22). Solesino lancia qualche segnale di cedimento caricandosi di falli e a punirlo è un break giallonero (10-0), chiuso da un piazzato di Fiorin e dal gancetto di Rizzi per il +12 a fil di sirena (36-24).

SECONDO TEMPO. Al rientro dagli spogliatoi, i biancoblù alzano l’intensità difensiva accorciando le distanze con Carol Menendez (36-28). La squadra di Ventura attacca il ferro con energia, con Gasparetto che rintuzza al possesso (39-36). Qui, però, gli uomini di Benetollo hanno uno scatto d’orgoglio, che gli permette di riallungare a +11 (45-36). La zona 2-3 dei gialloneri, volta a riempire e chiudere l’area, non riesce comunque ad arginare la reazione rabbiosa del Solesino, trascinato da un ottimo Vit (47-42). L’ultimo strappo del terzo parziale è ancora dei locali, che fissano il nuovo +12 con il buzzer beater da tre siglato da Berti (55-43). Nell’ultimo quarto, Solesino ricuce, materializzando prima il -7 con Vit (63-56) e poi il -4 con Quaglia a 4’ dallo scadere (65-61). La bomba di Vizzotto frena l’avanzata dei solesinesi (68-61), che portano un pressing altissimo in difesa (68-63). Entrati nell’ultimo minuto, un missile in sospensione da dietro l’arco di Rizzi, al limite dei 24 secondi, vale un vantaggio da doppia cifra (73-63). Per Solesino, stavolta non c’è più nulla da fare: i restanti possessi vengono gestiti con raziocino dai padroni di casa (75-67), che chiudono i conti dalla lunetta con Nicola Nanti (77-67), tornando al successo.

 

ALBIGNASEGO BASKET – BASKET CLUB SOLESINO 77-67

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 3, Nanti N. 15, Roin 2, Paccagnella n.e., Rizzi 14, Nanti F. 3, Livio 6, Fabian, Berti 15, Gallocchio n.e., Vizzotto 19. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

BASKET CLUB SOLESINO: Fiorin 8, Fraccarollo, Rizzo 6, Quaglia 4, Carol Menendez 8, Braggion 7, Vit 15, Gasparetto 5, Ortoman 4, Pinato 10, Serain n.e. All. Ventura.

Arbitri: Sandu di Ponzano Veneto (Tv) e Tondato di Susegana (Tv).

Note: parziali: 9-17, 27-7 (36-24), 19-19 (55-43), 22-24 (77-67); tiri liberi: Albignasego 15/24, Solesino 15/21; tiri da tre: Albignasego 12 (Nanti M., Nanti N. 2, Rizzi, Berti 3, Vizzotto 5), Solesino 2 (Braggion, Pinato); falli di squadra: Albignasego 19, Solesino 25; fallo antisportivo: Gasparetto (22’), Nanti M. (36’); fallo tecnico: Fiorin (15’), Vit (27’); uscito per 5 falli: Fiorin.

Fiocco azzurro: benvenuto a Lorenzo Nanti!

La cicogna ha portato un bel fiocco azzurro all’Albignasego Basket. Giovedì scorso, alle 12.26,  è nato Lorenzo, primogenito di Nicola “Nando” Nanti, guardia della prima squadra di C Silver. Tre chili e 680 grammi per 53 centimetri, quando è venuto alla luce Lorenzo ha regalato un’immensa gioia a papà Nicola e mamma Anna. Ai neo genitori vanno le più sincere congratulazioni di tutta la società giallonera, con le felicitazioni per il lieto evento estese familiarmente anche agli “zii” Marco e Francesco, cugini e compagni di squadra di Nicola. Al piccolo Lorenzo, invece, rivolgiamo i migliori auguri di buona vita e un futuro radioso, possibilmente anche nel mondo del basket.

LORENZO. L’origine del nome deriva dal cognomen latino Laurentius (presente anche nella variante Laurens), che inizialmente denotava un abitante di Laurentum, antica città del Lazio[1][2][8]. Secondo la tradizione questa città era stata edificata in un luogo ricco di piante di alloro, in latino laurus, da cui il nome[1][8]. Altre interpretazioni ricollegano il nome direttamente a laurus, con il significato quindi di “colui che è cinto d’alloro”, in riferimento alla corona di alloro che veniva posta sul capo dei poeti e dei generali vittoriosi; in questo caso, avrebbe lo stesso significato di Lauro e Laura.

La sua iniziale diffusione negli ambienti cristiani è dovuta alla devozione verso san Lorenzo, il diacono che venne arso vivo sulla graticola[1]. La forma Laurence era comune in Inghilterra nel Medioevo, in parte grazie anche ad un altro santo così chiamato, Lorenzo di Canterbury, così come in Irlanda si diffuse grazie al culto di san Lorenzo O’Toole (il cui vero nome era Lorcán)[1]. Dal XIX secolo la forma Laurence è passata in secondo piano rispetto a Lawrence, soprattutto negli Stati Uniti[1]. In Italia Lorenzo è, secondo l’Istat, il quinto nome maschile più utilizzato per i nuovi nati negli anni 2004[9], 2006[10], 2007, 2008 e 2009[11].

(fonte: Wikipedia)

Albignasego decimato, Jesolo vince facile

La capolista Jesolo non lascia scampo all’Albignasego Basket. Al rientro dalle festività natalizie, il turno della Befana porta la seconda sconfitta consecutiva (secondo ko stagionale in casa). Decimati dagli infortuni, i gialloneri devono alzare bandiera bianca alla prima della classe, che al Pala San Lorenzo fornisce una dimostrazione di forza dominando dal primo all’ultimo minuto. Come detto, le attenuanti in casa albignaseghese vanno ricercate nella mole di indisponibili, che ha azzerato le opzioni a disposizione di coach Benetollo. Out il capitano Francesco Nanti, vittima di una contrattura alla schiena, Albignasego ha dovuto rinunciare fin dal principio anche a Nicola Nanti per il solito ginocchio ballerino. A ciò, si sono aggiunte in corso d’opera le defezioni di Marco Nanti, uscito dal campo alla fine del secondo quarto per il noto risentimento all’adduttore, e di Alberto Livio, che ha rimediato una distorsione alla caviglia abbandonando il proscenio al 25’.

LA GARA. Partito a razzo, Jesolo ha incanalato la sfida già nel frangente iniziale, trascinato da Matteo Maestrello, che ha mostrato a tutti la propria classe con due bombe di fila e una penetrazione (16-29). Con quasi 30 punti incassati nel solo primo quarto, i gialloneri hanno accumulato un ritardo di 18 lunghezze all’intervallo lungo (30-48). Nella ripresa, la reazione dei padroni di casa veniva stroncata dai già citati infortuni occorsi a Marco Nanti e Livio (48-69), che doveva cedere il posto sotto le plance a Luca Fabian (25’ di impiego).

Coach Benetollo preoccupato. La squadra è corta a causa dagli infortuni

IL COMMENTO. «Abbiamo giocato discretamente nel terzo e quarto periodo, ma non siamo mai riusciti a rientrare – ammette Maurizio Benetollo – Le uscite di Marco Nanti e Livio ci hanno messo in grande difficoltà. Sono due giocatori che non si vendono facilmente. Ci siamo ritrovati in una situazione di oggettiva emergenza. Jesolo è una squadra dotata di grande fisicità e non avevamo più quintetti da contrapporre per limitare l’impatto degli avversari, che hanno sempre mantenuto ritmi elevati. Avremmo dovuto giocare con maggiore intensità, ma non è stato possibile».

SULL’ISOLA. Tra soli tre giorni, domenica, ore 18, l’ultima giornata del girone d’andata riserva ai gialloneri l’impegnativo scontro di Murano. «Sta andando fortissimo – continua il tecnico dell’Albignasego – è una squadra che aspira alle primissime posizioni. Sono preoccupato, siamo scoperti nel settore lunghi e d’ora in avanti ci aspettano diverse partite di cartello. A Murano saremo privi sicuramente di Francesco Nanti e Alberto Livio, ma nel basket mai dire mai».

 

ALBIGNASEGO BASKET – BASKET CLUB JESOLO 67-85

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 3, Nanti N., Roin 10, Paccagnella n.e., Rizzi 13, Livio 13, Fabian 4, Vieno 2, Berti 14, Gallocchio, Vizzotto 8. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

BASKET CLUB JESOLO: Munaretto 3, Lucchetta 1, Dal Maso 7, Ambrosin 17, Maestrello M. 22, Cia 4, Maestrello N. 6, Di Marzo, Ruffo 6, Bassetto 2, Delle Monache 17. All. Guerra.

Arbitri: Bastianel di San Vendemiano (Tv) e Crivellaro di Breganze (Vi).

Note: parziali: 16-29, 14-19 (30-48), 18-21 (48-69), 19-16 (67-85); tiri liberi: Albignasego 12/19, Jesolo 21/24; tiri da tre: Albignasego 7, Jesolo 7.