Articoli

L’INTERVISTA. Tre Nanti per l’Albignasego

Nanti, Nanti e Nanti

È l’Albignasego dei cugini

ALBIGNASEGO. Nando, Banfi e Balù. No, non è il nome di tre personaggi dei cartoni animati, ma i simpatici nomignoli affibbiati al trio di cugini Nanti: Nicola, Marco e Francesco. Tre cugini accomunati dalla passione per il basket, che hanno iniziato a praticare da bambini su un campetto all’ombra del campanile della parrocchia di Battaglia Terme. Fino a militare oggi nella stessa squadra, ad Albignasego in C Silver. Lo scorso weekend a Mirano, Nicola (guardia, 33 anni), Marco (playmaker, 28) e Francesco (ala-pivot, 28) hanno giocato per la prima volta tutti assieme coronando un sogno cullato a lungo quando erano piccoli. Il quintetto iniziale di coach Benetollo recitava Marco Nanti, Nicola Nanti, Alberto Livio, Francesco Nanti e Giacomo Vizzotto.

Marco, Francesco e Nicola: cugini sotto il segno dell'Albignasego Basket

«Sono arrivato solo quest’anno ad Albignasego perché ero sempre rimasto legato a Limena, dove per un decennio sono stato il capitano della squadra», racconta Nicola, «All’inizio non ero molto sicuro: a gennaio diventerò padre. Ma poi ho accettato la proposta della società, stuzzicato dalla voglia di scendere in campo con i miei cugini. Peccato che in estate Marco avesse preferito concedersi una pausa dalla pallacanestro. Con mio zio Renato (papà di Marco, ndr) avevamo già immaginato in passato quanto sarebbe stato bello giocare insieme, noi tre cugini. Quando Marco e Francesco facevano minibasket, con mia sorella Cristina, sono stato anche il loro allenatore dando una mano all’istruttore di ruolo. Ritrovarsi assieme dalla stessa parte, dopo i derby tra Limena e Albignasego, è stato qualcosa di familiare e piacevole. Abbiamo instaurato subito una bella intesa, tutto è venuto naturalmente. Così come giocare a basket, ci viene istintivo».

il mattino di Padova di giovedì 19 novembre 2015

Marco è rientrato in squadra da poche settimane. Qualche mese fa aveva deciso di prendersi un anno sabatico. Il richiamo della palla a spicchi e la presenza dei due cugini lo hanno convinto a tornare sui suoi passi: «Erano 2-3 anni che arrivavo a fine stagione stanco fisicamente e mentalmente. Avevo bisogno di staccare. Dopo mesi di lontananza dal basket, però, la voglia mi è tornata. A Mirano mi è sembrato di ritornare piccolo, quando giocavamo insieme in patronato. È stato un ritorno in famiglia, il coronamento di un sogno che avevamo in mente da tempo, dopo aver giocato con Francesco per quasi 10 anni ad Albignasego».

La prima pagina

«È stato un bell’effetto giocare assieme», rivela Francesco, che è anche capitano dell’Albignasego, «Al momento del riconoscimento non era mai accaduto che gli arbitri pronunciassero per tre volte il cognome Nanti. Quando avevo 7-8 anni era strano vedere giocare Nicola. Eravamo abituati che lui era il più grande, e noi lo guardavamo dalla tribuna. In estate avevo rischiato di restare l’unico Nanti ad Albignasego e invece adesso ce ne sono addirittura tre… Oltre allo stare assieme, divertendoci, per noi cugini, ma anche per le nostre famiglie, tutto ciò è un motivo d’orgoglio».

Fonte: mattino di Padova

Primo test con il Bam per l’Albignasego

Dopo quasi due settimane di preparazione, l’Albignasego Basket è pronto a sostenere la sua prima amichevole precampionato. Stasera, ore 20.30, al Pala Berta di Montegrotto Terme, i gialloneri di Maurizio Benetollo scenderanno in campo per uno scrimmage contro il neonato Basket Abano Montegrotto, società frutto della fusione tra il Top Abano e la Polisportiva Montegrotto, che disputerà la serie D Regionale.

Altri test, in vista dell’avvio del campionato di C Silver, sono previsti al Torneo Telethon di Limena, a Solesino e ancora tra le mura domestiche, mercoledì 16 settembre (ore 21), contro l’Unione Basket Padova, altra nuova squadra (partorita dall’accordo tra Petrarca e Pro Pace Mortise) iscritta alla C Gold.

Intanto, sono stati definiti in via provvisoria i calendari della C Silver 2015-2016, che scatterà nel weekend del 26-27 settembre. Da quest’annata, salgono a cinque le retrocessioni (tre dirette e due dai playout), mentre viene promossa in C Gold la prima classificata al termine della stagione regolare e accedono ai playoff le formazioni dalla seconda alla nona posizione, che si contenderanno un’ulteriore promozione. L’Albignasego anticiperà il proprio esordio a sabato 26 settembre (ore 18.30), ospitando lo Sportschool Dueville sul parquet amico di via Torino.

Ecco il calendario completo di C Silver dell’Albignasego Basket*:

Andata:

01) Albignasego Basket – Sportschool Dueville (sab. 26/09/15, h. 18.30)

02) Cestistica Verona – Albignasego Basket (dom. 4/10/15, h. 18)

03) Albignasego Basket – Cus Trento (sab. 10/10/15, h. 21)

04) Virtus Resana – Albignasego Basket (sab. 17/10/15, h. 21)

05) Albignasego Basket – Basket Cittadella (sab. 24/10/15, h. 18.30)

06) Virtus Lido – Albignasego Basket (dom. 1/11/15, h 18.30)

07) Albignasego Basket – Litorale Nord (sab. 7/11/15, h. 18.30)

08) Pallacanestro Mirano – Albignasego Basket (sab. 14/11/15, h. 21)

09) Basket Club Solesino – Albignasego Basket (dom. 22/11/15, h. 18.30)

10) Albignasego Basket – Ap Castelfranco Veneto (sab. 28/11/15, h. 18.30)

11) Pallacanestro Treviso – Albignasego Basket (sab. 5/12/15, h. 20)

12) Albignasego Basket – Roncade Basket (sab. 12/12/15, h. 18.30)

13) Europa Bolzano – Albignasego Basket (dom. 20/12/15, h. 18.30)

14) Albignasego Basket – Basket Club Jesolo (merc. 6/01/16, h. 18)

15) Virtus Murano – Albignasego Basket (dom. 10/01/16, h. 18)

 

Ritorno:

01) Sportschool Dueville – Albignasego Basket (dom. 17/01/16, h. 18)

02) Albignasego Basket – Cestistica Verona (sab. 23/01/16, h. 18.30)

03) Cus Trento – Albignasego Basket (sab. 30/01/16, h. 18)

04) Albignasego Basket – Virtus Resana (sab. 6/02/16, h. 18.30)

05) Basket Cittadella – Albignasego Basket (sab. 13/02/16, h. 21)

06) Albignasego Basket – Virtus Lido (sab. 20/02/16, h. 18.30)

07) Litorale Nord – Albignasego Basket (dom. 28/02/16, h. 18.30)

08) Albignasego Basket – Pallacanestro Mirano (sab. 5/03/16, h. 18.30)

09) Albignasego Basket – Basket Club Solesino (sab. 12/03/16, h. 18.30)

10) Ap Castelfranco Veneto – Albignasego Basket (sab. 19/03/16, h. 21)

11) Albignasego Basket – Pallacanestro Treviso (sab. 16/03/16, h. 18.30)

12) Roncade Basket – Albignasego Basket (dom. 10/04/16, h. 17.30)

13) Albignasego Basket – Europa Bolzano (sab. 16/04/16, h. 18.30)

14) Basket Club Jesolo – Albignasego Basket (sab. 23/04/16, h. 20.45)

15) Albignasego Basket – Virtus Murano (sab. 30/04/16, h. 20.30)

Nanti, Vieno e Rizzi: è tripla per i gialloneri

Arrivano tre rinforzi per la stagione 2015-2016, che vedrà l’Albignasego Basket impegnato nel ridenominato campionato di C Silver. L’ultimo acquisto in ordine cronologico per la formazione del confermato coach Maurizio Benetollo è l’esperta guardia di 182 centimetri Nicola Nanti, classe 1982, cugino di Marco e Francesco, colonne portanti del club giallonero.

NICOLA NANTI. Simbolo e capitano della Pallacanestro Limena, in cui ha militato ininterrottamente fra C/1 e C/2 per oltre due lustri, il maggiore dei tre cugini si è attestato nella sua ultima stagione gialloblù a quasi 12 punti di media a gara, nonostante qualche acciacco ne abbia minato il rendimento. Nicola andrà a rafforzare il reparto esterni, che ha registrato due uscite importanti, quelle di Pietro Scarpa e Marco Nanti. Il primo, che ha capitanato il quintetto albignaseghese per un decennio, ha deciso di salutare il gruppo alla ricerca di nuovi stimoli. L’altro si è invece preso un anno sabbatico dalla pallacanestro.

ANDREA VIENO. Al posto di Marco Nanti, in cabina di regia opererà il giovane Andrea Vieno. Classe 1993, 170 centimetri, Vieno è un playmaker dinamico e moderno, proveniente dalla Pallacanestro Piovese, dove è nato e cresciuto cesticamente. Con la squadra di Gigi Maggetto, ha giocato nell’ultimo biennio in serie D, affermandosi come uno dei migliori registi della categoria. La scorsa stagione ha chiuso con una media di 9.1 punti a partita, saltando però la seconda parte di campionato a causa di un grave infortunio alla caviglia.

FILIPPO RIZZI. Il settore lunghi verrà puntellato dall’Under Filippo Rizzi, ala forte di 195 centimetri classe 1997, in arrivo con la formula del prestito dall’Under 19 DnG della Virtus Padova. Fratello d’arte dell’ex play giallonero Giacomo, Filippo si è messo in luce con la squadra U19 di Massimo Friso realizzando un high season di 29 punti (9.5 la sua media durante la fase regolare) nel match di ritorno contro Casalpusterlengo, che ha regalato ai neroverdi la qualificazione al concentramento Interzona. Il suo innesto servirà a compensare anche lo spazio lasciato libero dal pivot Nicola Navaglia e dall’ala Alberto Ferro, che hanno optato per altre destinazioni.

A Nicola Nanti, Andrea Vieno e Filippo Rizzi, l’Albignasego Basket rivolge il benvenuto e un in bocca al lupo per la loro nuova avventura in giallonero, che scatterà ufficialmente lunedì 24 agosto, ore 19.30, al campo di atletica dello stadio “Toni Franceschini” a Voltabarozzo, con la preparazione affidata al trainer Mirko Menin.

L’Albi Bk a Castelfranco insegue i playoff

Dopo aver guadagnato l’aritmetica salvezza, l’Albignasego Basket dovrà affrontare un trittico di fuoco negli ultimi 120’ di regular season. Tre partite determinanti in chiave playoff, che vedranno i gialloneri incrociare Castelfranco, Cittadella e Mirano. Si comincia dall’ostica trasferta in terra trevigiana, dove sabato sera alle 21 i ragazzi di “Chuck” Benetollo saranno ospiti dell’Ap Castelfranco. Nel turno pre-pasquale, la squadra di Fabio Ussaggi ha interrotto una striscia negativa lunga cinque gare, sbancando il difficile parquet di Bussolengo (79-85). Grazie a questo successo, però la compagine castellana ha rimediato anche allo stop interno della precedente giornata con Quinto (72-83). Ecco allora che si intuisce quanto diventi cruciale l’impegno per i trevigiani, che tenteranno il tutto per tutto per approdare ai playout con il vantaggio del fattore campo. Con Mirano impegnato in casa con Quinto e Bussolengo in trasferta a Cittadella, però, Scarpa e soci non possono permettersi passi falsi.

L’AVVERSARIA. Di fronte l’Albi troverà un quintetto forte di due elementi di notevole esperienza e carisma: Andrea Fantinato (’77) e Fabio Binotto (’79). La coppia di ex Montebelluna, firmataria di 20 e 23 punti contro il “Busso”, è il principale terminale offensivo di un gruppo tendenzialmente giovane, in cui si è messa in luce soprattutto l’ala Fabio Cimador (’91).

QUI ALBIGNASEGO. Durante le vacanze pasquali, la truppa di Benetollo ha cercato di non perdere il ritmo partita disputando in esterna due scrimmage con avversarie di D Regionale: Roncaglia e Top Abano. Nel primo incontro, Roncaglia ha superato i gialloneri 79-59 (progressivi: 21-25, 41-39, 60-45, 79-59). È stato inoltre giocato un quinto tempo, dove gli ospiti hanno rintuzzato il gap (92-79, parziale: 13-20). Top Abano-Albignasego è finita invece 55-62. Anche in questo caso, le due formazioni si sono sfidate in un periodo extra, dove hanno prevalso gli aponensi (26-17, finale 81-79).

Albignasego approda nella baia del Litorale

È atteso a una trasferta molto impegnativa l’Albignasego Basket, in campo domenica, ore 18, al palazzetto Atleti Azzurri d’Italia di Cavallino Treporti contro il Litorale Nord. La squadra veneziana, che condivide la terza piazza con Dueville a quota 30 punti, è reduce dalla vittoria esterna sul Bussolengo (60-71), a cui la disciplinare ha appena inflitto tre punti di penalizzazione, a causa di un ritardo nel versamento della rata relativa ai Nas. Dopo la sofferta affermazione sulla Virtus Lido, Albignasego ha bisogno di altri punti per allontanare la zona grigia del decimo posto e lo spettro dei playout. C’è poi un motivo ulteriore per centrare il risultato, che interessa anche le dirette concorrenti e in parte gli albignaseghesi. In caso di successo lagunare, infatti, le immediate inseguitrici rischiano che il gap dalla prime tre o quattro della classifica diventi incolmabile. «Affrontiamo una squadra molto forte con elementi di categoria superiore come Serena, Montino e Agostinetto – afferma Maurizio Benetollo (nella foto durante un timeout) –. Dovremo dare il massimo, se vorremo portare a casa la partita».

L’AVVERSARIA. Nel trio d’assi del Litorale indicato da Benetollo, Carlo Agostinetto è il nome più noto ai sostenitori gialloneri, vista la sua militanza ad Albignasego tre anni or sono nella squadra allenata da Toni Paperini. Ma i tifosi del basket padovano ricorderanno anche Riccardo Serena, ex playmaker del Gattamelata Albignasego. Mattia Montino è invece il fiore all’occhiello della campagna acquisti di rafforzamento invernale del Litorale. Ala-guardia di 193 centimetri, Montino (classe 1986) è tornato nella baia di Cavallino dal Loreto Pesaro (C Nazionale). Coach Marco Romanin, però, può disporre anche di Andrea Pravato (ex Limena e Petrarca), altro play che in coppia con Serena forma una delle coppie di registi più forti del campionato. Proprio Pravato fu uno dei migliori nel match d’andata, vinto dai veneziani, che interruppero l’imbattibilità interna dell’Albignasego.

L’Albi corre forte: superato anche Limena

Non si ferma neppure davanti al Limena la marcia dell’Albignasego Basket. Scarpa e soci impilano la quinta “perla” consecutiva, superando d’autorità i cugini con un’eccellente prestazione collettiva. Il match resta in bilico per circa 20’, poi i padroni di casa prendono il sopravvento allungando il passo a inizio ripresa, prima di dilagare nel finale contro un Limena ormai alle corde. Onore al merito, però, al gruppo di Alberto Anselmi, che si è arreso solo nel periodo conclusivo giocando sempre con notevole aggressività, nonostante le assenze pesanti di due dei suoi uomini-chiave Frusi e Properzi e dei giovani Laccetti e Bozzolan. Domenica prossima, ore 18, i gialloneri saranno diretti a Villafranca di Verona, dove sfideranno la capolista della C Regionale.

1° QUARTO. Nei primi vagiti della sfida è Albignasego a premere sull’acceleratore: due bombe di Vizzotto (nella foto sopra) e Scarpa consentono ai ragazzi di Benetollo di condurre nei primi 5’ del quarto (9-3). Limena, però, trova il ritmo sfruttando il lato debole della difesa albignaseghese. Passata la fase d’impasse, il tabellone luminoso si muove a ritmo vertiginoso (15-13). L’ex Lazzarini impatta a pochi secondi dalla fine del parziale, ma l’iniziativa di Navaglia(con libero aggiuntivo non realizzato) premia gli sforzi dei padroni di casa (17-15).

Capitan Scarpa ha difeso bene su Sandrin

2° QUARTO. Sull’asse play-pivot Roin-Navaglia, Albignasego ricostruisce il vantaggio iniziale (22-15). I gialloneri pungono ancora in contropiede facendo lievitare il margine attorno alla doppia cifra con Livio e Navaglia (26-15). Dalla parte opposta, Lazzarini è indiavolato (26-19), ma viene contenuto a dovere dagli uomini di casa (29-19), che grazie a Marco Nanti allargano ancora il gap a +13 (32-19). Caraffa raccatta un rimbalzo offensivo dalla spazzatura, ricavandone un canestro e un libero supplementare (34-19), che dilata ulteriormente lo scarto, prima che la tripla di Cecchinato mandi al riposo gli albignaseghesi avanti di 16 lunghezze (37-21).

3° QUARTO. Al ritorno in campo, si continua a giocare con grande agonismo e intensità da ambo i lati, anche se in un primo momento sono le difese a tenere in scacco gli attacchi. Albignasego innesca la fuga salendo a +19 con un siluro di Scarpa (44-25). Vantaggio, che cresce ancora fino al +22 (48-26), quando Limena ha un sussulto e infila in un amen due triple con Lazzarini e Nicola Nanti (48-32). I gialloneri, però, non si spaventano e riaprono la forbice del ventello con Ferro e Caraffa (52-32) per poi consolidare il proprio vantaggio, dopo una bomba di Vizzotto a fil di sirena (55-34).

Alberto Livio lotta per il possesso con Corrado Lazzarini, uno degli ex della serata

4° QUARTO. Limena cerca di scuotersi affidandosi a Lago e Rombaldi, ma è sempre il quintetto in giallo a mantenere il comando delle operazioni (62-38): l’Albi, in pieno controllo, non concede quasi più niente agli ospiti, che nei minuti successivi scompaiono dal parquet permettendo a Caraffa, Cecchinato e Roin di scavare il solco definitivo (74-40). Derby e quinto successo filato: l’Albignasego corre ancora forte.

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-PALLACANESTRO LIMENA 74-40

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 8, Scarpa 6, Roin 10, Ferro 2, Nanti F. 2, Livio 11, Berti, Caraffa 10, Cecchinato 9, Navaglia 10, Vizzotto 6. All. Benetollo, viceall. Pavan.

PALLACANESTRO LIMENA: Schiavo, Gamba, Nanti N. 7, Lissandron 8, Sandrin, Lazzarini 12, Guerra 2, Rombaldi 2, Zaramella, Frizzarin, Lago 9. All. Anselmi.

Arbitri: Crivellaro di Breganze (Vi) e Conte di Verona.

Note: parziali: 17-15, 20-6 (37-21), 18-13 (55-34), 19-6 (74-40); tiri liberi: Albignasego 9/18, Limena 8/11; tiri da tre: Albignasego 7 (Scarpa 2, Roin 2, Cecchinato, Vizzotto 2), Limena 4 (Nanti N., Lissandron 2, Lazzarini); falli di squadra: Albignasego 20, Limena 21.

Torna il derby: sabato Albignasego-Limena

Si torna a respirare l’aria del derby sul parquet del Pala San Lorenzo: sabato sera, alle 18.30, è infatti in calendario il confronto tra l’Albignasego Basket e i cugini del Limena. Tra le mura del palazzetto di via Torino, la sfida tutta padovana della C Regionale mancava all’appello dallo scorso aprile, quando i gialloneri di Andrea Penso s’imposero sui ragazzi di Alberto Anselmi acquisendo la matematica certezza dei playoff. Quest’anno, le cose vanno diversamente: entrambe le formazioni navigano nelle zone medio basse della classifica, anche se dall’inizio del girone di ritorno hanno ingranato un’altra marcia infilando quattro vittorie consecutive in cinque partite.

IL TECNICO. «Si affrontano due squadre in salute – conferma Maurizio Benetollo – Entrambe hanno recuperato gli infortunati. Limena ha diversi giocatori con il ventello nelle mani come Nanti, Frusi e Sandrin. Inoltre, troveremo un Lazzarini rientrato già da tre partite, che sta recuperando la forma ottimale. Ma anche sotto canestro i nostri avversari hanno delle prime scelte molto valide. Forse, noi abbiamo qualcosa in più nel reparto lunghi e dovremo essere bravi a sfruttare appieno il gioco interno. È senza dubbio interessante come derby, ma conta soprattutto in termini di classifica. All’andata abbiamo perso di 7 (73-66, ndr), riuscissimo a girare la differenza canestri a nostro favore la vittoria potrebbe valere doppio, se non addirittura di più. Non si tratta di una partita decisiva, anche se chi vince potrà compiere un bel passo avanti».

GLI EX E I CUGINI. Insieme a coach Benetollo, saranno altri due gli ex che animeranno il derby: da un lato il già citato Corrado Lazzarini, dall’altro Giacomo Vizzotto. Senza dimenticare poi il consueto duello tutto in famiglia tra i tre cugini Nanti: i pilastri dell’Albignasego, Marco e Francesco, opposti a Nicola, capitano di lunga data del Limena.

L’Albignasego è impegnato a Resana

Tre vittorie in altrettante giornate hanno restituito fiducia all’Albignasego Basket. Sabato sera, alle 21, però, la banda di “Chuck” Benetollo dovrà cercare di allungare la striscia positiva andando a punti anche a Resana. La squadra trevigiana occupa una posizione di classifica bugiarda rispetto a quanto mostrato in campo, soprattutto a partire dalla prima gara del girone di ritorno. Nell’ultimo turno di C Regionale, il quintetto dell’ex coach dell’Albignasego, Toni Mormile, ha chinato il capo al cospetto di un Bussolengo decimato, con soli 7 elementi a disposizione di cui soltanto 5 in campo (80-73).

IL PUNTO. Chi però ha visto giocare la Virtus Resana riferisce di una formazione di ottima fattura, rafforzata dall’inserimento di Filippo Gambarotto (ex Cittadella, Limena e 3P Crm Mortise), che ha ripreso l’attività dopo un periodo di riposo “forzato” per motivi di studio. «È una squadra tosta – commenta Benetollo – Ci aspetta un altro impegno difficile, ma siamo in un buon momento e dobbiamo assolutamente sfruttarlo». Tra le fila albignaseghesi, dovrebbe rientrare Luca Roin, assente da oltre un mese per infortunio. Un’arma in più per il gruppo giallonero, che avrà bisogno dell’apporto di tutti i suoi effettivi per continuare la propria corsa verso la salvezza.

L’Albignasego passa a Quinto: primo successo esterno della stagione

Prima affermazione esterna stagionale e prima vittoria del nuovo corso Benetollo per l’Albignasego Basket, che si aggiudica lo scontro diretto in zona playout con il San Giorgio Quinto. È un successo cristallino quello dei gialloneri, che hanno condotto la gara fin dal principio, scavando poi il solco in un’arrembante ripresa, fino ad allungare il gap al +26 dell’ultimo spicchio di gioco. Albignasego si era presentato al cospetto del Quinto, ancora orfano degli infortunati Roin, Fabian, Navaglia e con Francesco Nanti claudicante per i postumi dell’influenza e della contrattura alla schiena, che lo avevano costretto a guardare i compagni dalla panchina nel match con l’Europa Bolzano. Quinto, ridestato dal nuovo coach Claudio Rebellato (ex Limena), ha retto il confronto fino all’intervallo lungo (32-39), ma ha poi dovuto arrendersi in avvio di terzo periodo all’allungo degli albignaseghesi.

LA CRONACA. Nel primo quarto, qualche problema di falli ha frenato l’avanzata della formazione ospite, che ha dovuto preservare il minutaggio di Scarpa, Livio (nella foto mentre conclude in semigancio) e Vizzotto, già a quota due personali nei 10’ iniziali. Chi però è subentrato al loro posto si è fatto trovare pronto. E coach Benetollo ha potuto sfruttare appieno le rotazioni, che hanno contribuito a mantenere sempre un buon ritmo di gara (32-37). Nella ripresa, Albignasego ha allungato progressivamente pervenendo al +22, grazie anche ai canestri di Marco Nanti e un Livio, molto concreto sotto le plance (43-65). Da lì in avanti, l’incontro è proseguito a senso unico, con Scarpa e compagni ad amministrare il vantaggio fino in fondo (54-80).

BENETOLLO. «Tutta la squadra ha giocato con grande impegno – commenta “Chuck” Benetollo – ne è uscita una partita molto buona. Temevano la scossa portata a Quinto dall’arrivo di Rebellato, ma siamo riusciti ad essere intensi e nel terzo quarto abbiamo dilatato il margine, mettendo in campo una grande intensità, senza mai accusare veri e propri cali».

 

Il tabellino: POLISPORTIVA SAN GIORGIO QUINTO-ALBIGNASEGO BASKET 54-80

POLISPORTIVA SAN GIORGIO QUINTO: Boato 1, Lena 7, Nasato n.e., Giomo 8, Doro n.e., Cosmo 4, Corradini 9, Giordano 4, Schiavon 10, Zanardo, Barzan 11. All. Rebellato.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 22, Scarpa 5, Paccagnella, Ferro, Nanti F. 3, Livio 19, Berti 11, Caraffa 2, Cecchinato 6, Vizzotto 12. All. Benetollo.

Arbitri: Rizzi di Trissino (Vi) e De Rico di Venezia.

Note: parziali: 15-23, 17-16 (32-39), 11-26 (43-65), 11-15 (54-80); tiri liberi: Quinto 21/19, Albignasego 11/14; tiri da tre: Quinto 1 (Schiavon), Albignasego 8 (Nanti M. 3, Nanti F., Berti 2, Vizzotto 2); uscito per 5 falli: Scarpa.

Per Albignasego, è sfida salvezza a Quinto

Dopo le tre sconfitte filate (le ultime nel doppio turno casalingo) a cavallo di vecchio e nuovo anno, Albignasego (nella foto Marcello Berti) è atteso sabato sera alle 20.30 a un autentico scontro salvezza a Quinto di Treviso. Molte le assonanze tra le due squadre, che stanno vivendo un momento difficilissimo: entrambe sono reduci da tre ko consecutivi, entrambe hanno cambiato allenatore ed entrambe frequentano ormai da qualche tempo la zona playout. La società della Marca Trevigiana ha salutato Massimo Giordano, consegnando le chiavi della squadra all’ex coach del Limena Claudio Rebellato, dopo aver ceduto nella prima giornata di ritorno a Bussolengo con il vice Mauro Berto in panca (72-55). Nonostante la spirale negativa e il penultimo posto in classifica, la Polisportiva San Giorgio Quinto è una formazione con ottimi elementi.

Claudio Rebellato

L’AVVERSARIA. Il roster trevigiano comprende infatti giocatori d’esperienza e di categoria come Matteo Giomo, Adriano Zanardo, Marco Cosmo, Francesco Barzan e gli ex gialloneri e Gattamelata Andrea Lena e Francesco Corradini. All’andata, Albignasego vinse in rimonta contro un Quinto coriaceo, che si arrese soltanto nell’ultimo minuto di gioco (68-65).

QUI ALBI. Coach Benetollo, che ridarà vita al vecchio duello con Rebellato ai tempi dei derby tra Virtus e Limena, conta di recuperare i quattro assenti nel match perso di misura al supplementare contro l’Europa Bolzano, in cui mancavano all’appello Luca Fabian, Francesco Nanti, Nicola Navaglia e Luca Roin.