Articoli

L’Albignasego inserisce Sebastiano Berto e blinda il gruppo storico

È Sebastiano Berto il primo innesto dell’Albignasego Basket per l’annata sportiva 2016-2017. Nato il 5 aprile del 1996, il giovane esterno, cresciuto nel vivaio della Virtus Padova, è reduce da una stagione in serie D a Roncaglia e con l’Under 20 dell’Union Vigonza. Giocatore duttile, dotato di ottima visione di gioco e intelligenza cestistica, ricopre in genere il ruolo di guardia, ma è in grado di destreggiarsi all’occorrenza anche in fase di playmaking. Prima di approdare l’anno scorso a Roncaglia, Berto ha fatto parte della formazione virtussina, che ha conquistato la promozione in serie B, ritagliandosi in campo minuti preziosi. Inserito nelle rotazioni da Massimo Friso, ha potuto accrescere ulteriormente la propria esperienza in C Nazionale, dopo aver esordito giovanissimo in DnC nel 2012-2013. Alla sua prima vera annata in un campionato senior in D Regionale, ha mantenuto la propria media realizzativa attestandosi a quasi 9 punti su un totale di 27 partite disputate.

Nello scacchiere del riconfermato coach Benetollo andrà a rinsaldare la batteria di esterni, che ha già registrato importanti conferme. Vestiranno infatti ancora la maglia giallonera: Marcello Berti, Cristano Gallocchio, Marco Nanti e Giacomo Vizzotto. Sul fronte interno, oltre all’albignaseghese Luca Fabian, è inoltre rinnovato il rapporto ormai decennale, che lega il capitano Francesco Nanti ai colori dell’Albignasego. Ala forte-centro, classe 1987, insieme al cugino Marco e a Vizzotto, è uno dei capostipiti della “vecchia guardia”, con i quali la società vuole provare a riconfermarsi nel prossimo impegnativo campionato di serie C Silver.

Nei prossimi giorni, verranno definite altre operazioni, che perseguiranno l’obiettivo di rafforzamento del gruppo, che lo scorso maggio ha agguantato meritatamente la finale playoff con lo Sportschool Dueville cullando a lungo il sogno dell’accesso in C Gold.

Albignasego tutto orgoglio e carattere, ma è Dueville a conquistare la C Gold

I sogni-promozione dell’Albignasego muoiono all’alba di gara-2 delle finali playoff di C Silver. Davanti alla moltitudine di spettatori (oltre 600 tifosi) del Pala Gazzabin, lo Sportschool Dueville si impone anche nel match di ritorno, conquistando una meritata promozione in C Gold. L’impresa di trascinare i vicentini alla bella svanisce dopo 40’ di battaglia, in cui i ragazzi di Benetollo sono usciti dal campo con la consapevolezza di aver dato il massimo. Pur scontrandosi con un handicap troppo evidente al tiro da fermo (25% ai liberi in totale) e avendo sulle gambe le scorie accumulate durante tutte le serie playoff, non hanno mai mollato. Anche quando l’incontro era ormai irrimediabilmente compromesso, Nanti e compagni hanno reso onore fino all’ultimo secondo della sfida a una stagione, che resta decisamente fra le più belle e intense nella storia della società giallonera.

Albignasego aveva approcciato alla partita con grandissima intensità (7-0), prendendo subito le distanze dai vicentini (22-7 al 9’). Dueville però iniziava a entrare in ritmo verso la fine della prima frazione (24-11) e pescava due jolly con le bombe di Fontana, che valevano un break mortifero nella seconda frazione (0-22). La tripla di Gallocchio interrompeva un digiuno lungo 7’ (27-33), ma non bastava a tamponare l’emorragia (30-39).

Il capitano Francesco Nanti in lunetta

Il capitano Francesco Nanti in lunetta

Dopo la pausa lunga, nel corso della quale trovava spazio la presentazione dell’Under 14 dell’AlbignasegoAviatori, quattro punti consecutivi di Roin restituivano fiducia ai padroni di casa (34-42). Peccato che nel frangente l’Albignasego non riuscisse a concretizzare dalla lunetta la gran mole di gioco prodotta (34-43). Un tiro dall’arco di Nicola Nanti riduceva il deficit a -7 (40-47 al 28’). Qui, però, gli ospiti erano bravi a mantenere sempre alta e aggressiva la guardia difensiva, giocando d’anticipo sulle linee di passaggio e rubando palla proprio quando i padroni di casa erano andati vicino a ricucire lo strappo. Da una transizione, dopo un pallone perso dai locali in zona d’attacco, scaturiva anche il tiro dalla lunga di De Marco, che spediva a +12 i biancorossi alla fine del terzo periodo (40-52).

Nonostante Dueville toccasse anche il +14 all’inizio dell’ultima frazione (42-56), i gialloneri non si davano per vinti. Tuttavia, ogni volta che cercavano di riavvicinarsi venivano ricacciati indietro dai vicentini. La squadra giallonera provava fino allo scadere a riaprire i giochi infilando negli ultimissimi secondi anche due tiri pesanti con Berti e Marco Nanti, ma servivano solo a lenire l’amarezza della sconfitta (63-67). Finiva nel tripudio biancorosso.

 

ALBIGNASEGO BASKET – SPORTSCHOOL DUEVILLE 63-67

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 8, Nanti N. 3, Roin 8, Paccagnella n.e., Rizzi, Nanti F. 10, Livio 13, Fabian, Berti 12, Gallocchio 3, Vizzotto 6. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

SPORTSCHOOL DUEVILLE: Trevisan 3, Ronzani, De Marco 9, Frigo 11, Caneva 2, Perin 5, Finello n.e., Forner 10, Cervo, Shcherbyna 11, Fontana 16, Sinicco. All. Bortoli.

Arbitri: Radoni di Roncade (Tv) e Sandu di Ponzano Veneto (Tv).

Note: parziali: 24-11, 6-28 (30-39), 10-13 (40-52), 23-15 (63-67); tiri liberi: Albignasego 6/24, Dueville 16/22; tiri da tre: Albignasego 9 (Nanti M., Nanti N., Roin, Nanti F., Berti 2, Gallocchio, Vizzotto 2), Dueville 8 (De Marco, Frigo 2, Perin, Fontana 4); falli di squadra: Albignasego 20, Dueville 23; fallo tecnico: Roin (21’), Sinicco (24’).

Albignasego ha le mani gelate dalla lunga, a Dueville gara-1 delle finali

Sospinto da un tifo molto caloroso e rumoroso, lo Sportschool Dueville sigla l’1-0 nelle finali playoff di C Silver, regolando un Albignasego incappato nella classica giornata negativa al tiro a lunga gittata. Senza Mink, il suo centro di riferimento che ha salutato la squadra prima delle semifinali per motivi di lavoro, la formazione di Bortoli sfrutta appieno tutte le proprie armi tenendo sempre alta l’intensità per quasi tutti i 40’. Gli ospiti, invece, finiscono per avvitarsi su se stessi, soffrendo la pressione avversaria e sparando troppo a salve dietro la linea dei tre punti (2/22). Mancava Mink, ma la sua assenza è passata quasi inosservata, perché Sinicco ne ha fatto perfettamente le veci. A differenza degli esterni gialloneri, il lungo vicentino ha dimostrato anche un’invidiabile e inaspettata mano calda: 8 dei suoi 14 punti sono stati infatti il frutto di due triple e un tiro dalla media, che risulteranno decisivi nell’economia dell’incontro.

LA PARTITA. Albignasego è sempre stato costretto a rincorrere i padroni di casa, trovando il suo primo e unico vantaggio nell’abbrivio del match grazie a un Livio efficace vicino a canestro (13-14). Dal libero del pari di Marco Nanti (22-22), però, Dueville sorpassava (18-14) per tenere la testa avanti fino allo scadere (57-49). L’equilibrio, però, non si è mai realmente infranto. Dopo l’intervallo lungo (29-25), i vicentini avanzano a +7 alla fine del terzo periodo (42-35), issandosi in doppia cifra a 5’ dal termine (48-37), ma gli albignaseghesi non si sono dati per vinti. A 42’’ dalla sirena, Nanti e compagni costruivano un piccolo break rientrando a -4 (52-28). Sul fallo sistematico, però, Dueville era chirurgico dalla lunetta (5/6) e intascava il primo punto della serie.

 

IL RITORNO. Mercoledì, ore 21, al Pala Gazzabin sarà già ora di gara-2. Animata da un gran spirito di rivalsa, la squadra di Benetollo è fermamente intenzionata a trascinare i biancorossi alla bella, in programma domenica prossima (ore 18) ancora sul campo berico.

 

SPORTSCHOOL DUEVILLE – ALBIGNASEGO BASKET 57-49

SPORTSCHOOL DUEVILLE: Trevisan, Ronzani 6, De Marco 7, Frigo 1, Caneva, Perin 7, Finello n.e., Forner 6, Cervo, Shcherbyna 14, Fontana 2, Sinicco 14. All. Bortoli.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 1, Nanti N., Roin 8, Paccagnella n.e., Rizzi 5, Nanti F. 13, Livio 13, Fabian 2, Berti 1, Gallocchio, Vizzotto 6. All. Benetollo.

Arbitri: Castello di Sarcedo (Vi) e Pinna di Salgareda (Tv).

Note: parziali: 18-14, 11-11 (29-25), 13-10 (42-35), 15-14 (57-49); tiri liberi: Dueville 11/13, Albignasego 9/16; tiri da tre: Dueville 4 (De Marco, Perin, Sinicco 2), Albignasego 2 (Vizzotto); falli di squadra: Dueville 20, Albignasego 24; usciti per 5 falli: De Marco, Nanti M. e Nanti N.

C Silver, finale playoff: Albignasego pronto allo scontro con Dueville

Ci siamo, è scoccata l’ora della finalissima per l’Albignasego (nella foto Luca Roin). Domenica, i gialloneri andranno a Dueville per affrontare, alle 18, i padroni di casa in gara-1 delle finali playoff di serie C Silver. È la finale meno attesa e pronosticata dell’ultimo lustro e metterà una di fronte all’altra le due outsider di questi playoff. Durante la stagione regolare, lo Sportschool Dueville ha seguito un andamento a tratti analogo a quello dell’Albignasego, ingaggiando con i ragazzi di Benetollo un serrato duello per la quinta posizione nel girone d’andata. Nella seconda parte del campionato, però, la squadra di Andrea Bortoli ha tenuto il passo d’alta classifica, mentre i gialloneri hanno perso terreno scivolando all’ottavo posto proprio nelle ultime giornate di regular season.

DA DUEVILLE A DUEVILLE. Albignasego torna a scontrarsi con la formazione vicentina dopo aver debuttato in stagione proprio con Dueville. Alla prima giornata d’andata, furono i gialloneri ad aggiudicarsi la posta in palio spuntandola all’overtime (65-58). Nel match di ritorno, invece, toccò ai biancorossi ricambiare il “favore” imponendosi di misura nel corso di un confronto condizionato dal basso punteggio (58-55).

IL CAMMINO PLAYOFF. Dueville ha compiuto percorso netto negli spareggi promozione, eliminando ai quarti Resana (andata 73-48 e ritorno 51-61) e in semifinale la Cestistica Verona, prima testa di serie e principale candidata alla promozione in C Gold (andata 67-72 e ritorno 66-58). Albignasego è approdato in finale estromettendo nel quarto la seconda testa di serie Murano (andata 58-80 e ritorno 76-47) per poi sudarsi la qualificazione alla bella con i giovani della Benetton Treviso.

QUI ALBIGNASEGO. Marco Nanti e Filippo Rizzi non saranno al meglio a causa dei consueti fastidi fisici, che si trascinano già da qualche mese. «È una situazione, che quest’anno abbiamo già vissuto diverse volte – osserva coach Maurizio Benetollo –. Oramai siamo abituati. Siamo consci di giocare contro una squadra, che sta attraversando una fase di grande forma, ma la conosciamo molto bene: è un’avversaria che abbiamo incrociato diverse volte negli ultimi anni. Dovremo giocare con la stessa intensità, che abbiamo messo in campo nel finale di campionato e ai playoff, facendo leva anche sulla nostra forza mentale».

LE FINALI. Dopo la prima sfida, la serie finale si sposterà ad Albignasego, con gara-2 in programma per mercoledì, ore 21, al Pala Gazzabin. L’eventuale bella andrà in scena domenica 5 giugno, alle 18, ancora al palasport di Dueville.

Che cuore Albignasego! I gialloneri passano a Treviso: è finale playoff

Il grande cuore dell’Albignasego ha avuto ancora una volta ragione. Dopo una lunga lotta senza esclusioni di colpi, i gialloneri escono vincitori dalla decisiva bella delle semifinali di C Silver con la Benetton Treviso, conquistando una storica finale playoff. Gara-3, tesa e combattuta fino allo scadere, vede prevalere gli uomini di Benetollo e Gabaldo, che riescono nell’impresa di far saltare il fattore campo, preservando nel finale un tesoretto di 4-5 punti dalla rimonta trevigiana.

Nei primi minuti, Albignasego e Benetton sembravano recitare lo stesso spartito del primo incontro disputato in Ghirada: al primo parziale ospite rispondevano subito i padroni di casa, che riportavano il match sui binari di un sostanziale equilibrio (15-13). Dal secondo periodo, calcava il parquet anche Marco Nanti: giunto a partita iniziata per impegni di lavoro, il playmaker restituiva ordine alla fase offensiva degli abignaseghesi, che mettevano una luce di 5 lunghezze tra sé e gli avversari all’intervallo lungo (24-29). Durante la pausa tra i due tempi, il centro padovano dell’Olimpia Milano Daniele Magro, cresciuto nelle giovanili della Benetton, compiva un breve blitz sul parquet salutando tra gli applausi del pubblico i giovani biancoverdi e gli ex compagni di squadra gialloneri ai tempi del Gattamelata Albignasego.

La ripresa si apriva con il controbreak locale (7-0), chiuso da un centro di Michelin (31-29). Dopo l’impasse dei primi 20’, le mani cominciavano a scaldarsi anche dalla lunga distanza: alla tripla di Sarto (36-35), rispondeva con la stessa moneta Nicola Nanti (36-38). Il lungo alternarsi al comando del march proseguiva con un’altra conclusione dall’arco di marca trevigiana (39-38), a cui ribatteva Vizzotto, bravo a ritagliarsi lo spazio in angolo per insaccare il tiro pesante sul filo dei 24 secondi (39-41).

Albignasego teneva la testa avanti anche nell’ultima frazione (43-44). Due furti in fotocopia di Nicola Nanti, furbo e scaltro nel rubare palla a centrocampo, regalavano il +4 (46-50). A 5’ dal termine, Roin fissava il +6 (46-52), ma serviva un’altra bomba di Nicola Nanti per ricacciare indietro i ragazzi di Mian (50-55). Treviso perseverava fino alla fine con la sua difesa aggressiva e asfissiante su palla a e linee di passaggio. Nell’ultimo giro di lancette, un 4/4 ai liberi di Marco Nanti invertiva il trend negativo dalla lunetta degli albignaseghesi (53-59). Non era ancora finita. Una tripla di Michelin riaccendeva le speranze trevigiane (56-59), spente soltanto dopo un libero di Nicola Nanti (56-60) e un ultimissimo tentativo di recupero dei verdi andato a vuoto (58-60).

LA SERIE FINALE. Gara-1 verrà disputata già questa domenica a Dueville. Il ritorno al Pala Gazzabin di Albignasego è previsto per mercoledì prossimo 1° giugno, mentre per l’eventuale bella bisognerà tornare il successivo weekend nel palazzetto vicentino.

 

BENETTON TREVISO – ALBIGNASEGO BASKET 58-60

BENETTON TREVISO: Michelin 5, Simeoni, Coassin 7, Sarto 10, Varaschin 19, Esposito 4, Rossi 6, Battistuzzi 2, Barbon 1, Mavric, Lovisotto 4, Ambrosin n.e. All. Mian.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 15, Roin 4, Paccagnella n.e., Rizzi 6, Nanti F. 7, Livio 10, Fabian 2, Berti 4, Gallocchio 3, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Radoni di Roncade (Tv) e Bortolotto di Castello di Godego (Tv).

Note: parziali: 15-13, 24-29, 43-44; tiri liberi: Treviso 7/10, Albignasego 13/25; tiri da tre: Treviso 4 (Coassin, Sarto 2, Varaschin), Albignasego 5 (Nanti N. 2, Nanti F., Gallocchio, Vizzotto); falli di squadra: Treviso 28, Albignasego 14; fallo antisportivo: Nanti M. (22’); uscito per 5 falli: Barbon (39’).

Albignasego c’è! È tutto rimandato alla bella con la Benetton Treviso

Si va a gara-3 tra Albignasego e Benetton Treviso. Nel ritorno delle semifinali playoff di serie C Silver, i gialloneri pareggiano i conti riscattando il bruciante ko incassato al fotofinish nel primo confronto (63-60). I ragazzi di Benetollo hanno messo in campo tutta la determinazione necessaria per riassestare la serie conducendo i giochi dall’inizio alla fine, anche se hanno dovuto attendere la seconda metà della partita prima di rompere definitivamente gli equilibri. Dopo aver assunto le redini dell’incontro nella frazione inaugurale (16-11, 7 punti nel parziale firmati da Francesco Nanti), i padroni di casa hanno subìto l’offensiva dei trevigiani. Coach Mian chiamava la zona, alternando tra i due quarti di mezzo una 2-3 e 3-2, che finiva per rallentare l’attacco giallonero. Nella fasi iniziali del secondo periodo, Rossi e Mavric riportavano il risultato in perfetta parità (16-16 al 12’), mentre Barbon realizzava quello che resterà il primo e unico vantaggio del match griffato Benetton (19-21).

Alla ripresa delle ostilità (26-23), Albignasego si presentava con un altro cipiglio e alzava l’intensità difensiva utilizzando tutta la sua fisicità. Nel giro di 6’, Francesco Nanti e Livio dilatavano il margine anche oltre la doppia cifra (42-30). Al termine del terzo quarto chiuso da un’importante tripla di Marco Nanti (50-37), la sfida si metteva decisamente in discesa, anche perché nell’ultimo frangente gli ospiti non riuscivano più a rientrare permettendo a Rizzi di allungare fino al ventello (62-42 al 37’).

Martedì, alle 20.30, si torna quindi alla Ghirada di Treviso per la bella, che decreterà chi tra le due contendenti sarà la seconda finalista del campionato. Nell’altra semifinale, lo Sportschool Dueville ha infatti già guadagnato l’accesso alla finalissima aggiudicandosi anche gara-2 contro la Cestistica Verona, prima testa di serie dei playoff (66-58).

 

ALBIGNASEGO BASKET – BENETTON TREVISO 66-46

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 3, Nanti N. 6, Roin 5, Paccagnella, Rizzi 10, Nanti F. 9, Livio 18, Fabian 2, Berti 4, Gallocchio 3, Vizzotto 6. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

BENETTON TREVISO: Michelin 7, Simeoni 1, Coassin, Varaschin 14, Esposito 2, Rossi 8, Barbon 5, Mavric 5, Lovisotto 4. All. Mian.

Arbitri: Frigo di Montagnana (Pd) e Bergamin di Noale (Ve).

Note: parziali: 16-11, 26-23, 50-37; tiri liberi: Albignasego 13/19, Treviso 4/12; tiri da tre: Albignasego 7 (Nanti M., Nanti N., Roin, Nanti F., Gallocchio, Vizzotto 2), Treviso 6 (Varaschin 2, Rossi 2, Barbon, Mavric); falli di squadra: Albignasego 21, Treviso 22; fallo antisportivo: Nanti N. (32’); uscito per 5 falli: Nanti N. (39’).

Murano deve arrendersi anche in gara-2, gialloneri in semifinale

Tre vittorie in altrettanti confronti con la Virtus Murano portano dritto l’Albignasego al traguardo delle semifinali playoff di serie C Silver. Il ritorno del quarto di finale in un Pala Gazzabin, insolitamente gremito dai ragazzi delle giovanili del Pool Aviatori (presentate le squadre durante l’intervallo lungo del match), culmina in un lungo assolo dei gialloneri, che conquistano per la quarta volta in poco più di un lustro l’accesso alla semifinale playoff. Un’altra prestazione di spessore per i gialloneri, trascinati da un Francesco Nanti in grande spolvero (miglior realizzatore del match con 25 punti), che ha giocato una partita magistrale registrando il suo record di punti stagionale.

Albignasego ha iniziato subito con grande determinazione, guadagnando un vantaggio da doppia cifra già nei primi minuti dell’incontro (24-8). Per tutta la prima frazione, i gialloneri infatti troveranno facili soluzioni sia nel pitturato che sul perimetro, chiudendo bene gli spazi in difesa (25-12). Murano comincia ad alzare la pressione su palla e linee di passaggio rintuzzando a -10 nel secondo periodo, ma i padroni di casa conservano sempre la lucidità in tutte le zone del parquet, grazie a una circolazione di palla efficace e una difesa solida e coesa. Se il margine non aumenta nel secondo periodo è soltanto a causa di alcune imprecisioni e sbavature al momento della conclusione. Anche quando lo scontro diventa più fisico, con Fabian costretto a uscire per una ferita alla testa dopo una gomitata fortuita, i ragazzi di Benetollo restano in controllo andando al riposo lungo avanti di 13 lunghezze (36-23).

Lo spartito non muta mai. Il pallino del gioco resta saldamente nelle mani dei gialli locali anche in avvio di ripresa. Francesco Nanti raccoglie l’ispirazione, insaccando per due volte di fila dietro la linea dei tre punti (42-24). Ma è la difesa a pagare i suoi dividendi, permettendo al capitano albignaseghese di allungare a +18 con un agevole lay up in contropiede (44-26). Murano esce dal timeout, mettendo grande aggressività e pressione sulla palla, venendo però punita dalle bombe di Berti e Rizzi (52-34 e 55-39).

Nell’ultima frazione il vantaggio dei gialloneri lievita in un amen fino al +29, dopo due triple di Vizzotto (68-39 al 33’). La formazione di coach Bettera è ormai alle corde e nonostante qualche sussulto d’orgoglio non può più impensierire Nanti e soci, che allungano ancora nel finale scavando un solco profondissimo (76-43). Finisce in festa per gli albignaseghesi, che applaudono anche al caloroso pubblico accorso in palazzetto (76-47).

Adesso, bisognerà mantenere alta la concentrazione e attendere l’esito della serie tra Benetton Treviso e Litorale Nord, che stasera (ore 20.30) scenderanno in campo alla Ghirada per gara-2 dell’altro quarto di finale. Intanto, dall’altra parte del tabellone, Dueville ha archiviato anch’essa con un 2-0 il duello con Resana aggiudicandosi anche il ritorno in terra trevigiana (51-61). È tutto rimandato alla bella invece per la prima testa di serie Verona, bloccata un po’ inaspettatamente a Roncade (67-59).

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 76-47

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 6, Roin 6, Paccagnella, Rizzi 7, Nanti F. 25, Livio 6, Fabian 3, Berti 8, Gallocchio, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Zorzi 2, Vianello N. 3, Vian 9, Saoner 2, Pranzo 7, Sartor 1, Parisatti 2, Frison 11, Scancarello 2, Crivellari 2, Vianello M. 6. All. Bettera.

Arbitri: Crivellaro di Breganze (Vi) e Castello di Sarcedo (Vi).

Note: parziali: 25-12, 36-23, 55-39; tiri liberi: Albignasego 11/21, Murano 13/18; tiri da tre: Albignasego 10 (Nanti M., Rizzi, Nanti F. 3, Berti 2, Vizzotto 3), Murano 6 (Pranzo, Frison 3, Vianello N. 2); falli di squadra: Albignasego 25, Murano 23; uscito per 5 falli: Vian; fallo tecnico: Vianello N. (13’ sul 25-18), Parisatti (19’ sul 36-22), Bettera (32’ sul 63-39); espulso: Bettera (32’ sul 63-39).

Ultima giornata: sabato, alle 20.30, i gialloneri attendono Murano

Giunti all’ultima giornata della stagione regolare di C Silver permane ancora l’incertezza sul tabellone playoff definitivo. Tolto lo Jesolo, promosso in C Gold, e la Cestistica Verona matematicamente certa della piazza d’onore, il gradino più basso del podio se lo contendono Virtus Murano (46) e Litorale Nord (44), mentre lo Sportschool Dueville è ormai sicuro del quinto posto. Resta ancora aperta invece la lotta per la sesta posizione con tre squadre in lizza: Resana (30), Albignasego (28) e Benetton Treviso (28), che nel recupero infrasettimanale ha schiantato la Virtus Lido (86-55) agganciando e al tempo stesso scavalcando i gialloneri per effetto del doppio confronto. La medesima situazione si presenta per la nona casella con il trio formato da Europa Bolzano, Roncade e Cus Trento (tutte a pari merito a quota 24 punti), alla ricerca dell’ultimo pass utile per i playoff.

Come anticipato, le partite del turno conclusivo verranno disputate sabato sera in simultanea alle 20.30, con il match dell Pala Gazzabin, che vedrà i gialloneri opposti al Murano. All’andata, furono i veneziani a imporsi nettamente contro un Albignasego a ranghi ridotti, orfano di Livio, Francesco e Marco Nanti (76-58). «È una delle neopromosse, che ha fatto meglio in questo campionato – sottolinea coach Maurizio Benetollo (foto) – Murano verrà qui ad Albignasego per difendere il terzo posto. Incontreremo un’avversaria dotata di grande qualità e velocità sugli esterni. In cabina di regia può alternare Zorzi e Pranzo, arrivato con il mercatino invernale dal Mirano. Il reparto è completato dagli ex Lido, Frison, Nicolò Vianello e Saoner, giocatore di notevole talento. In area, invece, dispone di un centro di stazza come Leyba Marine, a cui si aggiungono Parisatti e l’esperto ex Roncade Sartor con alle spalle campionati di categoria superiore. Il nostro compito sarà quello di giocare con grande intensità per provare a conquistare la vittoria. Per il sesto posto, però, non dipenderà soltanto da noi».

Sabato l’Albignasego visita il fanalino di coda Castelfranco

L’affermazione nel derby con Solesino ha rilanciato la corsa playoff dell’Albignasego, ma giunti alla stretta finale del campionato i gialloneri sono ora chiamati a profondere il massimo sforzo. Resta da disputare l’ultimo quinto della stagione regolare e sabato sera, alle 21, nella decima giornata della C Silver, i ragazzi di Benetollo visitano il campo del fanalino di coda Castelfranco Veneto.

Rispetto all’andata (76-57), sono avvenuti alcuni cambiamenti in seno alla formazione trevigiana. Primo fra tutti, l’avvicendamento in panchina che lo scorso gennaio ha promosso Carlo Corazza, da secondo a capoallenatore, in luogo di Fabio Ussaggi, che ha lasciato la squadra di comune accordo con la società castellana per tentare d’imprimere una sferzata. A salutare la città murata è stato in seguito anche uno dei giocatori più rappresentativi: il play-guardia Michele Pozzebon, accasatosi a Mestre in C Gold.

Coach Corazza, che aveva già guidato Castelfranco conducendolo alla promozione in C Regionale qualche stagione fa, è riuscito a rinfocolare le speranze di agganciare la zona playout, ma non tanto da consentire ai trevigiani di abbandonare l’ultimo posto. Dal suo subentro in panca sono arrivate tre vittorie in questo girone di ritorno, contro Dueville (78-71), Resana (68-78) e Virtus Lido (76-90), prima di una cocente sconfitta nello scontro diretto di sabato scorso a Mirano (71-70).

Per Nanti e soci, la trasferta di Castelfranco rappresenta un’occasione per incamerare altri punti preziosi per la sesta posizione playoff. A patto però di non sottovalutare un impegno che potrebbe rivelarsi molto insidioso.

Albignasego tenta l’assalto alla baia del Litorale

È una trasferta lunga e proibitiva quella che l’Albignasego dovrà sobbarcarsi a Cavallino Treporti. Domenica, alle 18, gli uomini di Maurizio Benetollo visitano il campo del Litorale Nord, quarta forza del campionato di C Silver e fra le principali favorite al salto di categoria. Tra i gialloneri, reduci dalla battuta d’arresto casalinga con la Virtus Lido, c’è grande voglia di riscatto, ma bisognerà fare i conti ancora una volta con l’infermeria. Possibile il rientro di Alberto Livio, è ancora in dubbio la presenza di Francesco Nanti (foto).

Sul fronte opposto, i lagunari scenderanno in campo altrettanto motivati, pronti a rifarsi dell’inaspettata sconfitta di Mirano (69-63). All’andata, le due squadre toccavano il picco della forma, contendendosi le primissime posizioni della graduatoria. Al Pala San Lorenzo, il match andò beffardamente alla formazione della “baia”: a deciderlo, sul 58-58, a 6 decimi di secondo dallo scadere, fu infatti un libero di Riccardo Serena, in seguito a un fallo veniale di Vizzotto (58-59).

Tra le mura amiche, il Litorale ha costruito la maggior parte dei suoi successi stagionali, ma nell’impresa di violare l’ostico parquet del Pala Azzurri d’Italia sono già riusciti Resana, Dueville e Roncade. Dovrà provarci anche l’Albignasego, che avrà di fronte un’avversaria dotata di notevole atletismo e fisicità (l’ex giallonero Carlo Agostinetto su tutti), tenendo testa con la qualità difensiva ostentata nelle migliori occasioni.