Articoli

Albignasego spegne il fanalino Virtus Lido

L’Albignasego sceso in campo sapendo di dover riscattare la brutta sconfitta subita a Riva del Garda (avversaria che d’ora in avanti creerà serie difficoltà a chiunque) e riscatto è stato.

La Virtus Lido è sì ultima in classifica, ma è una squadra ostica e poi arrivava al Pala Gazzabin con il morale alto dopo la vittoria ottenuta in casa sabato scorso contro il Litorale Nord. Da parte nostra, ricordiamo bene che le partite con le ultime della classe sono le più insidiose e non vanno sottovalutate.

Nella prima frazione di gioco si gioca alla pari (5-5) poi Albignasego scappa ritrovando subito avanti quasi in doppia cifra (14-5). Alla sua seconda partita in panchina (la prima in trasferta), Ragazzi chiama subito minuto per riordinare le idee. In effetti il timoeut porta i suoi frutti, perché perdiamo tre palloni di seguito incassando un parziale (3-9), che riduce le distanze al possesso pieno (17-14). Nel secondo periodo coach Benetollo catechizza i suoi giocatori, che piazzano un parziale di 9-2 (26-16). Fino al termine il distacco oscillerà sempre fra 6 e 8 punti (45-37).

Nel terzo periodo il primo canestro arriva dopo 3’: è Vigna a interrompere l’astinenza e da quel momento Albignasego non sbaglia più allungando fino al +16 con Berto, Marco Nanti, Livio e Vizzotto (61-45).

Il quarto periodo è di puro controllo e consente a Benetollo di ruotare tutti i giocatori presenti in panchina. Da notare la serata di grazia al tiro da tre (12 triple) con mattatore Vizzotto, autore di ben 7 triple (21 punti), ben coadiuvato da Vigna (18) e Livio (12).

Adesso mancano sei giornate alla fine di campionato: tre partite in casa (Riese, Summano e Mirano) e tre partite in trasferta (Conegliano, Litorale Nord e Roncade) contro squadre d’alta classifica. Qui dovremo mostrare il nostro vero valore e capiremo dove possiamo arrivare.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS LIDO 79-65

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 7, Nanti M. 9, Paccagnella 1, Nanti F. n.e., Livio  12, Fabian 2, Berti 3, Gallocchio 6, Vigna 18, Vizzotto 21. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS LIDO: Marzaro 4, Pasqualetto 13, Parisatti, Vianello, Ragazzi G. 13, Stefani 19, Carrer, Mazzarolo 2, Saoner 6, Ciulu 8. All. Ragazzi A.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Niero di Borgoricco.

Note: parziali: 17-14, 28-23, 16-8, 18-20; tiri liberi: Albignasego 4/7, Lido di Venezia 13/17; tiri da tre: Albignasego 12 (Berto, Nanti M., Berti, Gallocchio 2, Vizzotto 7), Lido di Venezia 6 (Pasqualetto, Ragazzi G. Stefani 4); falli di squadra: Albignasego 17, Lido di Venezia 16; fallo antisportivo: Parisatti (17’); uscito per 5 falli: Berto.

 

Albignasego ferma la corsa di Murano e aggancia il quinto posto

Come avevamo già accennato, la terza giornata di ritorno del campionato di Serie C Silver ci metteva di fronte ad un avversario, che veniva da ben cinque vittorie consecutive. Murano, quinto in classifica con 18 punti, è sceso in quel di Albignasego con l’intento di portare a casa il sesto sigillo consecutivo e continuare così la sua striscia positiva. I veneziani avevano vinto con squadre blasonate (in ordine Conegliano, Riese, Roncade, Summano e Litorale Nord), ma hanno dovuto fare i conti con un Albignasego, che già all’andata era andato vicino all’impresa sull’isola.

Noi eravamo ancora privi del nostro capitano Francesco Nanti, in panchina per sostenere i suoi compagni, ma eravamo convinti che anche questa volta l’impresa fosse possibile a patto però di giocare di squadra e da leoni in difesa. Iniziamo, a dire il vero, un po’ contratti e al 2’ il tabellone segna 1-6 per Murano. Poi piano piano, però, cominciamo a giocare e al 7’ mettiamo il naso avanti (10-9). Peccato che nel frangente perdiamo troppi palloni e tiriamo quando non serve, subendo un altro parziale di 1-6. La prima frazione termina così 11-15 per Murano.

Nel secondo periodo l’inerzia è favorevole e grazie ai canestri di Vizzotto e Vigna saliamo sul +7 (27-20). Sembra che tutto fili per il verso giusto, quando invece accusiamo un blackout ritrovandoci in un amen di nuovo sotto dopo un controparziale di 2-13, firmato da Vianello, Causin e Rosada (29-33). Dopo l’intervallo lungo, cerchiamo di recuperare le forze e riordinare le idee, ma purtroppo la musica non cambia e alla fine del terzo quarto dobbiamo ancora rincorrere (43-50).

Il divario non è comunque enorme: un passo alla volta, diventiamo sempre più aggressivi e dopo un calo di alcuni giocatori avversari piazziamo un break (16-4) con Vigna, Marco Nanti, Berto e Livio, che indirizza la gara dalla nostra parte (59-54). Negli ultimi minuti, gli ospiti alzano la difesa per rimontare, ma siamo bravi a gestire e a restare lucidi fino in fondo portando a casa una vittoria importante. Si tratta infatti di due punti molto preziosi, che ci permettono di agganciare proprio i lagunari in quinta posizione.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 67-58

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 17, Nanti M. 6, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 14, Fabian 2, Berti 2, Gallocchio, Vigna 15, Vizzotto 11. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Toppan Ledo n.e., Zorzi 3, Causin 16, Rosada 15, Ortolan 4, Fortunati n.e., Sperti 4, Utenti 4, Leyba Marine 2, Vianello 10. All. Romanin.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Rebellato di Crespano del Grappa (Tv).

Note: parziali: 11-15, 18-18, 14-17, 24-8; tiri liberi: Albignasego 15/20, Murano 12/25; tiri da tre: Albignasego 4 (Berto, Vizzotto 3), Murano 6 (Causin, Rosada 3, Vianello 2); falli di squadra: Albignasego 22, Murano 21; fallo antisportivo: Rosada (27’); usciti per 5 falli: Nanti M., Livio e Zorzi.

Albignasego mette la quinta con Conegliano. il diesse Pavan: «Vittoria del gruppo»

Uno (Resana), due (Ponzano), tre (Riva del Garda), quattro (Lido di Venezia), cinque (Conegliano), sì proprio cinque le partite che l’Albignasego (nella foto di Ilaria Malerba, Giacomo Vizzotto, 19 punti) ha vinto consecutivamente. Prima di scrivere della partita vorrei fare una precisazione dicendo che queste cinque partite sono state vinte di squadra, anche se qualche giocatore in certe gare è salito in cattedra. Di squadra significa da tutti i giocatori: quelli che non giocano, quelli che giocano poco e quelli che giocano, perché ognuno di loro sa quale è il suo ruolo e tutti danno il proprio contributo, portando il proprio mattoncino alla causa e soprattutto danno vita a uno spogliatoio unico, la vera forza dell’Albignasego.

Un plauso comunque va rivolto poi anche alla coppia BenetolloGabaldo, che con la sua esperienza porta il tocco finale, e alla dirigenza, che sostiene in toto questo gruppo di giocatori e allenatori senza fare tanti drammi anche quando si perde (vedi le prime tre giornate di campionato). Sbagliando si impara, quindi bravi tutti.

Adesso veniamo alla partita giocata contro la Vigor Conegliano: partita vinta con difficoltà e senza fornire una buona prova, ma vinta contro una squadra ben allenata. All’inizio abbiamo sofferto l’aggressività in difesa dei nostri avversari, riuscendo a sorpassare soltanto al 14’. La gara è rimasta in equilibrio, anche se in due occasioni ci siamo spinti sul +10 e +8, salvo poi vanificare il tutto con giocate non proprio consone e qualche pallone perso di troppo.

La partita avrebbe potuto chiudersi a 38 secondi dalla sirena, quando sul 62-59 abbiamo sbagliato due liberi (alla fine saranno 10/28). Nei secondi finali, però, Conegliano falliva a sua volta tre conclusioni lasciando i due punti ai nostri gialloneri.

Adesso ci aspetta una trasferta insidiosa a Riese in un campo, dove abbiamo sempre trovato difficoltà, ma non per questo partiamo in svantaggio. Un passo alla volta.

Forza ragazzi! Forza Albignasego!

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIGOR HESPERIA CONEGLIANO 62-59

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 14, Nanti M. 5, Paccagnella, Nanti F. 7, Livio 6, Fabian, Berti 4, Gallocchio, Vigna 7, Vizzotto 19. All. Benetollo.

VIGOR HESPERIA CONEGLIANO: Vendramelli 10, Rivaletto 5, Cagnoni 12, Spessotto, Cosmo, Dalle Vedove, Mariani 11, Cinganotto 7, Rossi 5, Gellera A. 3, Gellera F. 2, Bortolini 4. All. Sfriso.

Arbitri: Azzali di Lazise (Vr) e Guadalupi di Trento.

Note: parziali: 15-20, 15-10, 20-18, 12-11; tiri liberi: Albignasego 10/28, Conegliano 8/10; tiri da tre: Albignasego 7 (Berto, Nanti F., Vizzotto 5), Conegliano 7 (Vendramelli 2, Rivaletto, Cagnoni 2, Cinganotto, Rossi).

 

Albignasego scatenato: Virtus Lido colpita e affondata

Albignasego (nella foto di Giovanni Bevilacqua D’Ambrosi, Alberto Livio) inanella la quarta vittoria consecutiva travolgendo la Virtus Lido e per la terza volta in quattro giornate supera quota 90 punti segnati. Ancora costretta a rinunciare a Marco Nanti in cabina di regia, la truppa giallonera continua a beneficiare della vena della sua pattuglia di esterni con Berto, Berti e Gallocchio sugli scudi. In doppia cifra anche Francesco Nanti e Vigna.

Al Lido di Venezia, gli ospiti hanno messo subito il naso avanti nel primo quarto (20-27), dilatando il margine oltre le 20 lunghezze già all’intervallo lungo (34-55). Nella seconda metà di gara, però, Nanti e compagni non si accontentavano di gestire dilagando fino al +29 alla fine del terzo parziale (48-77). L’ultimo quarto diventava utile soltanto a fini statistici e per rimpinguare il bottino personale. Sabato prossimo, ore 18.30, al Pala Gazzabin, Albignasego dovrà testare un banco di prova importante contro la Vigor Conegliano.

 

VIRTUS LIDO – ALBIGNASEGO BASKET 65-92

VIRTUS LIDO: Ragazzi A. 7, Marzaro 2, Pasqualetto 3, Ragazzi G. 21, Vianello 7, Ramazzotto, Stefani, Salerno 4, Carrer 2, Mazzarolo 6, Ciulu 9, Marella F. 4. All. Marella M.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 4, Berto 17, Paccagnella, Nanti F. 14, Livio 6, Fabian 2, Berti 14, Gallocchio 11, Vigna 16, Vizzotto 8. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Dal Bello di Castello di Godego (Tv) e Gavagnin di Marcon (Ve).

Note: progressivi: 20-27, 34-55, 48-77; tiri liberi: Lido 11/26, Albignasego 4/7; tiri da tre: Lido 4 (Ragazzi A., Pasqualetto, Ragazzi G., Vianello), Albignasego 14 (Berto 3, Nanti F. 2, Berti 4, Gallocchio 3, Vizzotto 2).

Paperini: «A Villafranca impresa possibile»

Salito al volo sull’ultimo treno degli spareggi promozione della C Regionale, l’Albignasego Basket punta a continuare il proprio viaggio il più a lungo possibile. Ai quarti di finale playoff, domenica alle 18 in terra veronese, i gialloneri dovranno misurare le proprie ambizioni con quelle di Villafranca, testa di serie numero uno del tabellone e autentica dominatrice della stagione regolare, chiusa in vetta alla classifica con otto punti di vantaggio sulla Vigor Conegliano.

COACH PAPERINI. «A questo punto della stagione – analizza Toni Paperini, responsabile tecnico del Pool Albignasego Conselve Montegrotto Padova Sud (nella foto con il dirigente/allenatore Carlo Bettella) – l’obiettivo minimo è stato colto. I playoff erano fortemente a rischio, ma nonostante siano stati ristretti alle prime otto formazioni siamo riusciti a raggiungerli, grazie soprattutto a una seconda parte di campionato molto positiva. Ora la squadra gode di buona salute e i ragazzi hanno voglia di far bene. In questa serie, Villafranca è ampiamente favorita, ma Albignasego non parte certo sconfitto. All’andata eravamo anche riusciti a batterla (68-60, ndr), anche se le condizioni erano molto diverse da quelle attuali. Villafranca dispone di 6-7 giocatori molto forti per la categoria. Bisognerà, però, valutare con che dosi di riserve psico-fisiche si presenteranno all’appuntamento. Se lanceranno qualche segnale di stanchezza o cedimento, dovremo riuscire ad approfittarne. Abbiamo una panchina più lunga dei veronesi. Credo quindi che i nostri ragazzi abbiano qualche chance e le carte in regola per mettere in difficoltà gli avversari. È chiaro che dovremo disputare partite importanti, se non perfette quasi perfette. Quando cominciano i playoff, inizia sempre un nuovo campionato. La storia dice che imprese spesso inimmaginabili diventano improvvisamente possibili».

Nicola Polettini, capitano del Villafranca

CORAZZATA VERONESE. Le sconfitte stagionali di Villafranca si contano sulle dita di una mano: durante la regular season ha perso infatti soltanto cinque incontri, tre all’andata e due al ritorno. I veronesi però hanno dovuto rinunciare strada facendo al loro head coach Ugo Schiavo, che ha lasciato la panchina per motivi di salute, cedendo il timone al vice Nicola Della Chiesa. L’ex assistente si è dimostrato subito all’altezza, gestendo molto con oculatezza un gruppo dotato di cinque spiccate individualità: i navigati Nicola Polettini (’77) e Mattia Zanini (’83), i maturi Enrico Montresor e Mattia Ronzani (10.7 punti di media a testa), il lungo atipico Nicolò Damiani, principale terminale offensivo del gioco di Villafranca (16.5 a gara).

Alla palestra dell’istituto “Carlo Anti” di Villafranca, arbitreranno Giovanni Pinna di Salgareda (Tv) e Andrea Pellizzon di Noale (Ve). Gara-2 è già fissata per mercoledì prossimo (ore 20.30) al Pala San Lorenzo di Albignasego.

Coach Benetollo: «A Verona ci proveremo»

Stando alla classifica, la prima di tre trasferte, che da qui in avanti dovrà affrontare l’Albignasego Basket nelle ultime cinque giornate di regular season, dovrebbe essere la più difficile. Sabato sera, ore 21, i gialloneri sono ospiti della Cestistica Verona, formazione al quarto posto a due sole lunghezze di distanza dalle due vicecapoliste Conegliano e Litorale Nord. Dall’ultimo stop casalingo con Mirano risalente al 21 febbraio (71-78), gli scaligeri hanno infilato una serie utile di tre vittorie consecutive. L’ultimo successo è arrivato domenica al supplementare nel derby con Bussolengo (68-78). Sotto di 2 punti a 3’’ dalla sirena, Massimo Ziliani (ex Gattamelata) ha impattato il match, preparando il terreno per l’allungo all’overtime della “Cesta”, che ha chiuso con ben cinque senior in doppia cifra: Alessandro Petronio (17), Davide Filippini (16), Nicola Brunelli (15), lo stesso Ziliani (13) e Filippo Fabbian (12). Paradossalmente, pare proprio che con l’uscita di scena del suo uomo più rappresentativo, Mario Soave, messo ko da un infortunio alla caviglia contro Mirano, il gruppo di Alessandro Bovo si è ricompattato trovando valide alternative nel proprio scacchiere tattico.

L’ANALISI. «La Cestistica è una squadra molto forte con lunghi importanti – osserva Maurizio Benetollo – andiamo a Verona a cuor leggero, ma con la voglia di provarci fino in fondo in un campo particolare brutto. Abbiamo bisogno di vincere ancora per distanziare le nostre dirette inseguitrici, raggiungendo così la soglia della tranquillità, che ci permetterebbe di evitare i playout».

IL PRECEDENTE. All’andata fu Albignasego, sospinto da Marco Nanti e Roin (nella foto), a spuntarla di misura (68-67) rischiando la clamorosa beffa al fotofinish, dopo aver agguantato il +16 a 5’ dalla fine dell’incontro. A Verona si profila una partita simile, magari a ruoli invertiti, con Scarpa e soci pronti a tutto pur di tenere aperta la contesa fino agli sgoccioli.

Albignasego ferma la marcia della Vigor

Prosegue con una bella vittoria sulla Vigor Hesperia Conegliano il cammino verso la zona salvezza-playoff dell’Albignasego Basket. Al Pala San Lorenzo, i ragazzi di Benetollo raccolgono ancora i due punti, intascando il quarto risultato utile consecutivo tra le mura domestiche. In una partita molto intensa e combattuta, la sterzata arriva nei 10’ finali grazie alle giocate sull’asse Luca Roin-Francesco Nanti, ma anche per merito di una difesa a zona, che manda fuori giri l’attacco trevigiano sbarrando ogni varco a canestro. Albignasego si appresta ora ad affrontare l’ultimo impegnativo scorcio di campionato: nelle ultime cinque giornate, i gialloneri sono attesi ad altri due incontri sul campo amico, contro Riese e Cittadella, e a tre trasferte con Verona, Castelfranco e Mirano, determinanti per il suo destino in post season.

1° QUARTO. Dopo una tripla in avvio di Cescon, i padroni di casa si sbloccano infilando un break (8-0) interrotto però dal gioco da tre punti dello stesso Cescon (8-6 al 5’). E sempre Cescon non fa in tempo a sorpassare con una bomba, che Albignasego piazza un altro parziale (10-0) chiuso dal tiro pesante di Vizzotto (18-9). Lo spauracchio Mattiello timbra i suoi primi punti del match dalla lunetta, ma è un altro tiro dall’arco di Marco Bortolini a riavvicinare gli ospiti (22-16) con i locali avanti di 5 lunghezze alla fine del primo periodo (23-18).

2° QUARTO. Nei primi 5’ la gara vive di strappi e controstrappi (28-24), ma è una palla sanguinosa persa da una rimessa in attacco a regalare nuovamente il vantaggio a Conegliano (28-29 al 15’). Per uscire dal pressing trevigiano, occorrono i siluri di Berti (31-29) e Scarpa (35-29). Con le difese a farla da padrona, segnano solo Marco Bortolini e Francesco Nanti al tiro libero (36-31). Negli ultimi spiccioli della prima metà di gioco, Marco Nanti libera sotto canestro Caraffa (38-33), ma un fallo ingenuo dello stesso Caraffa, su una conclusione trevigiana a fil di sirena da metà campo, proietta Mariani in lunetta a tempo ormai scaduto, che accorcia il ritardo dei suoi a un solo possesso (38-36).

Luca Roin, miglior marcatore dell'Albignasego con 15 punti

3° QUARTO. La Vigor tiene alta l’intensità anche nella ripresa. Albignasego riesce comunque a eludere la trappola della zona press costruendo un altro solido parziale (9-0), propiziato da due bombe di Marco Nanti, agganciando il +12 del massimo vantaggio (50-38). La reazione del quintetto di Sfriso è immediata: ennesimo controbreak (0-7) e siamo di nuovo a -5 (50-45). Qui, però, i gialloneri sono bravi a reggere l’urto adeguando una difesa a zona, che gli permette di risalire in doppia cifra con i punti preziosissimi di Livio (nella sopra al tiro) e Roin (55-45). I viaggi in lunetta di Mattiello e Francesco Gellera riducono il divario a -7 (59-52 e 61-54), ma ancora due liberi, stavolta a firma Navaglia, valgono il +9 in chiusura di terzo periodo (63-54).

4° QUARTO. I movimenti da manuale sotto canestro di Cinganotto e il piazzato di Marco Bortolini rintuzzano il divario a -5 (65-60). L’Albi tiene testa con Roin (69-62) e rigioca la carta della zona per smorzare l’attacco avversario, ma con una bomba di Milan la Vigor recupera a -2 (69-67). Roin e Francesco Nanti rimettono una luce di 5 punti (72-67). E lo stesso duo albignaseghese subito dopo, con un libero aggiuntivo e una tripla d’importanza capitale, rimette apposto i conti allungando al nuovo +10 (78-68), che pone di fatto fine alle ostilità (81-72).

 

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-VIGOR CONEGLIANO 81-72

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 10, Scarpa 7, Roin 15, Ferro n.e., Nanti F. 13, Livio 13, Fabian n.e., Berti 12, Caraffa 2, Cecchinato, Navaglia 2, Vizzotto 7. All. Benetollo, viceall. Pavan.

VIGOR HESPERIA CONEGLIANO: De Giusti 2, Milan 8, Cescon 11, Bortolini L., Mattiello, Mariani 3, Mutoi 3, Cinganotto 21, Gellera F. 6, Bortolini M. 10, Gellera A. All. Sfriso.

Arbitri: Bernini di Lonigo (Vi) e Dal Bello di Castello di Godego (Tv).

Note: parziali: 23-18, 15-18 (38-36), 25-18 (63-54), 18-18 (81-72); tiri liberi: Albignasego 14/22, Conegliano 23/25; tiri da tre: Albignasego 9 (Nanti M. 2, Scarpa, Roin, Nanti F., Berti 3, Vizzotto), Conegliano 7 (Milan 2, Cescon 2, Cinganotto 3); falli di squadra: Albignasego 24, Conegliano 21; uscito per 5 falli: Livio; fallo tecnico alla panchina della Vigor Conegliano (39’ sul 80-70).

Ad Albignasego la vicecapolista Conegliano

A Cavallino Treporti un Albignasego «generoso» non è bastato a portare a casa il risultato. Per mantenere la quota playoff-salvezza, i ragazzi di “Chuck” Benetollo devono ora raccogliere altri punti utili alla classifica nel fortino amico del Pala San Lorenzo. Sabato, però, alle 18.30, la decima giornata di ritorno riserva un secondo banco di prova consistente: la Vigor Hesperia Conegliano, altra squadra novizia del campionato con ambizioni da promozione legittimate anche dell’attuale secondo posto dietro a Villafranca. Assieme alla capolista veronese, che ha rinunciato alla categoria nazionale qualche anno fa, la formazione trevigiana di Paolo Sfriso è una delle nobili decadute di questa C Regionale, essendo reduce dalla retrocessione dalla DnC della passata stagione.

L’AVVERSARIA. Conegliano ha conservato l’intelaiatura dell’anno scorso con lo zoccolo duro costituito da quattro giocatori, due esterni e due interni, nel pieno della maturità cestistica: Marco Mattiello e Nicolò Mariani, Massimiliano Cinganotto e Stefano Cescon. Attorno a capitan Cinganotto & C., Sfriso ha però plasmato un gruppo con tanti giovani Under 22, che non hanno deluso le aspettative dimostrandosi all’altezza della situazione. Non a caso, sono stati proprio i baby a condurre alla vittoria la Vigor nell’ultima giornata contro Bussolengo (92-69). Fuori causa Mattiello per un risentimento muscolare, si sono fatti largo gli Under 19 Nicola De Giusti e Marco Milan, autori in tandem di quasi un terzo dei punti di squadra.

QUI ALBIGNASEGO. Si preannuncia una gara d’alta intensità e possibilmente spettacolare, in cui Albignasego (nella foto Nicola Navaglia in lunetta) si giocherà le proprie chance di successo attraverso la stessa difesa arcigna, che due settimane fa riuscì a bloccare l’attacco della Virtus Lido.

  • Arbitrano i signori Lorenzo Bernini di Lonigo (Vi) e Giacomo Dal Bello di Castello di Godego (Tv).

Gialloneri schiantati all’ultimo dal Litorale

Si sapeva che non sarebbe stato facile vincere a Cavallino Treporti con il Litorale Nord. Albignasego, però, ci ha provato per tutta la gara, rincorrendo la vittoria anche nell’ultimo giro di lancetta. Dopo il vantaggio a metà del “guado” (33-37), nella ripresa i veneziani pervenivano al +12 del massimo vantaggio (57-45 al 37’), chiudendo a +11 il terzo periodo (27-12). Albignasego, però, non si dava ancora per vinto e con una giocata da tre punti di Livio (fallo e libero aggiuntivo), un altro canestro di Vizzotto arpionava il -4 (73-69) quando sul cronometro restavano 51’’ da giocare. A quel punto, un fallo antisportivo fischiato a Vizzotto permetteva al Litorale di riallungare a +6 (75-69). Nel tentativo di recuperare il disavanzo, i gialloneri ricorrevano al fallo sistematico, ma la tattica non pagava, producendo il +10 finale dei padroni di casa.

IL COMMENTO. Un risultato forse sin troppo severo per Scarpa (foto) e soci, penalizzati anche da un rettangolo di gioco in formato ristretto. «È stato un confronto molto fisico e duro disputato in un campo un po’ piccolo di 26 metri, davanti a un pubblico caloroso – commenta Maurizio Benetollo – Nel terzo quarto, il Litorale è scappato via, ma nonostante le condizioni di disagio ambientale e la nostra serata opaca in attacco siamo riusciti a rientrare. Qualche fischio dubbio ci ha tolto il ritmo di gioco, ma abbiamo giocato con grande generosità contro una grossa squadra con tre big come Serena, Montino e Agostinetto».

LA CLASSIFICA. Cambia poco ai fini della graduatoria per l’Albignasego Basket: la formazione albignaseghese resta infatti aggrappata ai margini della zona playoff subendo l’aggancio a 24 punti da parte del Mirano, corsaro sabato scorso a Castelfranco Veneto (67-90). In vista della prossima giornata, sabato prossimo (ore 18.30) al Pala San Lorenzo, Albignasego si appresta ad accogliere un’altra matricola terribile del campionato: la vicecapolista Vigor Conegliano.

 

Il tabellino: LITORALE NORD-ALBIGNASEGO BASKET 79-69

LITORALE NORD: Gusso 6, Buratto 2, Codato 3, Toffolo 6, Pravato 11, Milazzo n.e., Montino 18, Costantini, Memo n.e., Agostinetto 12, Serena 21, Casagrande n.e. All. Romanin.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 8, Scarpa 8, Roin 12, Paccagnella n.e., Ferro n.e., Nanti F. 4, Livio 13, Berti, Caraffa, Cecchinato 8, Navaglia 6, Vizzotto 10. All. Benetollo, viceall. Pavan.

Arbitri: Girardi di Venezia e Nati di Vicenza.

Note: parziali: 18-14, 33-37, 60-49; tiri liberi: Litorale Nord 16/22, Albignasego 7/11; tiri da tre: Litorale Nord 7 (Montino 4, Serena 3), Albignasego 4 (Nanti M., Roin 2, Vizzotto); falli di squadra: Litorale Nord 12, Albignasego 20; uscito per 5 falli: Nanti F.; fallo antisportivo: Vizzotto (40’).

Trasferta tosta a Dueville per l’Albignasego

Messi in saccoccia i due punti con Bussolengo, domenica, alle 18, Albignasego se la deve ora vedere in terra berica con lo Sportschool Dueville. La squadra di Andrea Bortoli sta attraversando un momento magico: dopo un avvio di campionato ad handicap con quattro sconfitte consecutive nelle prime quattro giornata, i vicentini hanno trovato il bandolo della matassa chiudendo il girone di ritorno in crescendo e iniziando quello di ritorno nel migliore dei modi. Dueville è infatti reduce da cinque vittorie consecutive con quattro delle formazioni prime della classe: Litorale Nord (70-60), Vigor Conegliano (56-59), Bussolengo (67-64) e Cestistica Verona (72-77).

Alberto De Marco, Federico Benetti (ex Arzignano), Enrico Fontana, Pylyp Shcherbyna e Andrea Trevisan sono stati i principali artefici di questo invidiabile ruolino di marcia, viaggiando sempre a medie da doppia cifra.

È quindi un banco di prova consistente quello che dovranno affrontare i gialloneri, obbligati dalla classifica a racimolare punti anche lontano dal Pala San Lorenzo. In vista di Dueville, coach Benetollo dovrebbe recuperare Nicola Navaglia, tornato ad allenarsi con il resto del gruppo dopo la distorsione alla caviglia.