Articoli

Albignasego ferma la corsa di Murano e aggancia il quinto posto

Come avevamo già accennato, la terza giornata di ritorno del campionato di Serie C Silver ci metteva di fronte ad un avversario, che veniva da ben cinque vittorie consecutive. Murano, quinto in classifica con 18 punti, è sceso in quel di Albignasego con l’intento di portare a casa il sesto sigillo consecutivo e continuare così la sua striscia positiva. I veneziani avevano vinto con squadre blasonate (in ordine Conegliano, Riese, Roncade, Summano e Litorale Nord), ma hanno dovuto fare i conti con un Albignasego, che già all’andata era andato vicino all’impresa sull’isola.

Noi eravamo ancora privi del nostro capitano Francesco Nanti, in panchina per sostenere i suoi compagni, ma eravamo convinti che anche questa volta l’impresa fosse possibile a patto però di giocare di squadra e da leoni in difesa. Iniziamo, a dire il vero, un po’ contratti e al 2’ il tabellone segna 1-6 per Murano. Poi piano piano, però, cominciamo a giocare e al 7’ mettiamo il naso avanti (10-9). Peccato che nel frangente perdiamo troppi palloni e tiriamo quando non serve, subendo un altro parziale di 1-6. La prima frazione termina così 11-15 per Murano.

Nel secondo periodo l’inerzia è favorevole e grazie ai canestri di Vizzotto e Vigna saliamo sul +7 (27-20). Sembra che tutto fili per il verso giusto, quando invece accusiamo un blackout ritrovandoci in un amen di nuovo sotto dopo un controparziale di 2-13, firmato da Vianello, Causin e Rosada (29-33). Dopo l’intervallo lungo, cerchiamo di recuperare le forze e riordinare le idee, ma purtroppo la musica non cambia e alla fine del terzo quarto dobbiamo ancora rincorrere (43-50).

Il divario non è comunque enorme: un passo alla volta, diventiamo sempre più aggressivi e dopo un calo di alcuni giocatori avversari piazziamo un break (16-4) con Vigna, Marco Nanti, Berto e Livio, che indirizza la gara dalla nostra parte (59-54). Negli ultimi minuti, gli ospiti alzano la difesa per rimontare, ma siamo bravi a gestire e a restare lucidi fino in fondo portando a casa una vittoria importante. Si tratta infatti di due punti molto preziosi, che ci permettono di agganciare proprio i lagunari in quinta posizione.

Massimo Pavan

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 67-58

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 17, Nanti M. 6, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 14, Fabian 2, Berti 2, Gallocchio, Vigna 15, Vizzotto 11. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Toppan Ledo n.e., Zorzi 3, Causin 16, Rosada 15, Ortolan 4, Fortunati n.e., Sperti 4, Utenti 4, Leyba Marine 2, Vianello 10. All. Romanin.

Arbitri: Previatello di Cadoneghe e Rebellato di Crespano del Grappa (Tv).

Note: parziali: 11-15, 18-18, 14-17, 24-8; tiri liberi: Albignasego 15/20, Murano 12/25; tiri da tre: Albignasego 4 (Berto, Vizzotto 3), Murano 6 (Causin, Rosada 3, Vianello 2); falli di squadra: Albignasego 22, Murano 21; fallo antisportivo: Rosada (27’); usciti per 5 falli: Nanti M., Livio e Zorzi.

Albignasego tiene testa alla capolista Verona, ma cede alla maggiore fisicità scaligera

Arriviamo alla seconda giornata certamente non nelle condizioni migliori per affrontare la prima della classe, che andando a memoria in casa resta imbattuta. Noi ci presentiamo con il capitano Francesco Nanti, in panchina per onor di firma (bloccato alla schiena, ernia) e senza Marcello Berti colpito dall’influenza. Però è nei momenti di difficoltà la squadra si compatta sempre di più e fa quadrato e così affrontiamo la capolista a viso aperto, senza nulla da perdere e con l’intento di vendere cara la pelle. E infatti la pelle l’abbiamo venduta a caro prezzo e abbiamo messo in difficoltà i nostri, dimostrando che anche se siamo “feriti” siamo disposti a lottare come leoni.

Alla fine, abbiamo perso ma siamo usciti dal campo a testa alta: bisogna rivolgere veramente un plauso a tutti i ragazzi specialmente a quei giocatori che magari trovano poco spazio durante l’anno, che invece quando vengono chiamati a fare il loro sono sempre pronti, per l’impegno che ci hanno messo, perché se la fortuna ci avesse baciato un po’ forse il colpaccio lo potevamo mettere a segno.

Adesso ci aspetta una partita casalinga con Murano, reduce da cinque vittorie consecutive, ma che all’andata aveva dovuto sudare le fatidiche sette camicie spuntandola di misura.

Speriamo di recuperare tutti i nostri giocatori e di far valere la legge del Pala Gazzabin.

Massimo Pavan

 

CESTISTICA VERONA – ALBIGNASEGO BASKET 67-61

CESTISTICA VERONA: Bovo 3, Ziliani 5, Croce 16, Fabbian 11, Zenegaglia 2, Lugoboni n.e., Merci n.e., Soave 10, Damiani 15, Bertani 5. All. Zappalà.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 4, Berto 16, Nanti M. 9, Paccagnella, Nanti F. n.e., Livio 2, Fabian 8, Gallocchio 2, Vigna 12, Vizzotto 8. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Marignoni e Pallaoro di Trento.

Note: progressivi: 10-9, 29-29, 49-45; tiri liberi: Verona 12/15, Albignasego 2/3; tiri da tre: Verona 9 (Bovo, Ziliani, Croce 3, Fabbian, Soave 2, Bertani), Albignasego 5 (Nanti M., Fabian 2, Vizzotto 2).

 

Al giro di boa del campionato di C Silver, Albignasego si era imposto nettamente tra le mura amiche sul Cus Trento, scavando un solco profondo nel quarto conclusivo.

 

ALBIGNASEGO BASKET – CUS TRENTO 69-44

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 16, Nanti M., Paccagnella n.e., Nanti F. 7, Livio 12, Fabian, Berti 12, Gallocchio, Vigna 17, Vizzotto 5. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

CUS TRENTO: Bailoni 5, Ricci 1, Bonelli 9, Montanarini, Bertoni 4, Valer 3, Zago 6, Bazzan 7, Ciotoli 6, Agostini 3. All. Eglione

Arbitri: Dian di Scorzè (Ve) e Romito di Este (Pd).

Note: progressivi: 18-7, 33-19, 44-32; tiri liberi: Albignasego 19/24, Trento 7/11; tiri da tre: Albignasego 6 (Berto, Berti 4, Vizzotto), Trento 5 (Bailoni, Bonelli, Valer, Bazzan, Agostini); falli di squadra: Albignasego 17, Trento 22.

Albignasego rimonta, ma non completa l’opera a Murano

Non si muove ancora la classifica dell’Albignasego, sconfitto anche a Murano nella terza giornata del campionato di C Silver. Sull’isola muranese, i gialloneri sono stati ad un passo dal compiere un’autentica impresa: dopo aver rincorso per 40’, la squadra di Benetollo era riuscita a colmare un deficit piuttosto consistente, ma nel finale di gara la rimonta non è andata in porto.

Dopo una prima metà di gioco molto equilibrata (34-29), i padroni di casa sono scappati a inizio ripresa issandosi a +9 alla fine terzo parziale (55-46). Nell’ultima frazione, però, arrivava la reazione degli ospiti, che rosicchiavano punto su punto riportandosi a stretto contatto. Murano, che fino ad allora aveva sempre fatto l’andatura, ha iniziato a vacillare.

Nell’ultimo minuto di gioco, il testa a testa tra le due contendenti veniva deciso da un episodio a soli 11’’ dalla sirena: senza bonus a disposizione, sul 69-68 a favore dei locali, Albignasego era costretto a forzare i tempi, perdendo malamente il possesso. Berti commetteva fallo antisportivo e la mano dei muranesi tremava dalla lunetta tenendo ancora in vita i gialloneri. Da uno scippo da rimessa, però, il cronometro non concedeva più tempo all’ultimo disperato tentativo di Nanti e compagni (nella foto sopra Alberto Livio).

«Nell’ultimo quarto eravamo entrati dentro la partita – commenta rammaricato Maurizio Benetollo – Peccato perché avevamo l’inerzia dalla nostra parte. Purtroppo non siamo riusciti a concretizzare quell’attacco a 11 secondi dal termine. Pur disputando una buona partita, abbiamo perso troppi palloni e questo è un aspetto sul quale dobbiamo assolutamente migliorare».

 

VIRTUS MURANO – ALBIGNASEGO BASKET 69-68

VIRTUS MURANO: Zorzi 9, Causin 18, Rosada 4, Saoner 4, Sperti 3, Utenti 4, Frison 16, Ragazzi n.e., Fortunati 11, Pavanello n.e., Vianello. All. Romanin.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 2, Berto 11, Nanti M. 12, Nanti F. 13, Livio 13, Fabian, Berti 5, Gallocchio, Vigna, Vizzotto 12. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Tondato di Susegana (Tv) e Corrò di Camponogara (Ve).

Note: parziali: 16-12, 18-17 (34-29), 21-17 (55-46), 14-22 (69-68); tiri liberi: Murano 9/23, Albignasego 7/11; tiri da tre: Murano 5 (Zorzi, Causin 2, Frison 2), Albignasego 5 (Berto, Berti, Vizzotto 3); fallo tecnico: Causin (6’), Romanin (30’); fallo antisportivo: Nanti M. (11’), Rosada (20’), Berti (40’); falli di squadra: Murano 10, Albignasego 18.

Albignasego tenta l’assalto all’isola: domenica, trasferta a Murano per i gialloneri

Dopo le prime due gare senza punti, Albignasego proverà a sbloccarsi visitando il difficile campo della Virtus Murano. Domenica, alle 18.30, i gialloneri calcheranno il parquet della palestra “Leo Perziano”, dove si ritroveranno alle prese con un rettangolo di gioco stretto e un ambiente angusto in un clima surriscaldato dall’appassionatissimo tifo dell’isola muranese. Trasferta lunga e apparentemente proibitiva per la formazione di Maurizio Benetollo (foto), che non ha ancora trovato forma e condizione ottimali. L’impresa, però, non è impossibile. Lo dimostra il fatto che proprio la scorsa stagione nel quarto di finale playoff, Albignasego ribaltò il pronostico della serie espugnando in gara-1 proprio il fortino del Murano.

Di fronte, due squadre che hanno cambiato parzialmente fisionomia durante il mercato estivo. La compagine veneziana ha rinnovato anzitutto in panchina con Alessandro Bettera, che ha ceduto il posto di head coach a Marco Romanin, restando però nelle vesti di assistant, assieme a Lorenzo Torcellan. Allo zoccolo duro dei riconfermati, la società muranese ha poi rinforzato il roster con quattro innesti di indubbio valore per la C Silver.

Primo fra tutti, quello del totem 40enne Alberto Causin (ex Petrarca, oltre a Reyer Venezia e Benetton Treviso tra le tante), subito autore di una prova scintillante (27 punti) all’esordio in campionato con il neopromosso Summano. In prossimità del ferro opereranno anche Luca Utenti e Andrea Fortunati, altre due vecchie conoscenze del basket padovano con brevi trascorsi tra Petrarca e Padova 1931. Tra gli esterni, spicca invece Marco Rosada, decisivo con il suo tiro libero a un’inezia dalla sirena, nello scontro diretto di domenica scorsa contro il Litorale Nord (63-64).

C Silver, finale playoff: Albignasego pronto allo scontro con Dueville

Ci siamo, è scoccata l’ora della finalissima per l’Albignasego (nella foto Luca Roin). Domenica, i gialloneri andranno a Dueville per affrontare, alle 18, i padroni di casa in gara-1 delle finali playoff di serie C Silver. È la finale meno attesa e pronosticata dell’ultimo lustro e metterà una di fronte all’altra le due outsider di questi playoff. Durante la stagione regolare, lo Sportschool Dueville ha seguito un andamento a tratti analogo a quello dell’Albignasego, ingaggiando con i ragazzi di Benetollo un serrato duello per la quinta posizione nel girone d’andata. Nella seconda parte del campionato, però, la squadra di Andrea Bortoli ha tenuto il passo d’alta classifica, mentre i gialloneri hanno perso terreno scivolando all’ottavo posto proprio nelle ultime giornate di regular season.

DA DUEVILLE A DUEVILLE. Albignasego torna a scontrarsi con la formazione vicentina dopo aver debuttato in stagione proprio con Dueville. Alla prima giornata d’andata, furono i gialloneri ad aggiudicarsi la posta in palio spuntandola all’overtime (65-58). Nel match di ritorno, invece, toccò ai biancorossi ricambiare il “favore” imponendosi di misura nel corso di un confronto condizionato dal basso punteggio (58-55).

IL CAMMINO PLAYOFF. Dueville ha compiuto percorso netto negli spareggi promozione, eliminando ai quarti Resana (andata 73-48 e ritorno 51-61) e in semifinale la Cestistica Verona, prima testa di serie e principale candidata alla promozione in C Gold (andata 67-72 e ritorno 66-58). Albignasego è approdato in finale estromettendo nel quarto la seconda testa di serie Murano (andata 58-80 e ritorno 76-47) per poi sudarsi la qualificazione alla bella con i giovani della Benetton Treviso.

QUI ALBIGNASEGO. Marco Nanti e Filippo Rizzi non saranno al meglio a causa dei consueti fastidi fisici, che si trascinano già da qualche mese. «È una situazione, che quest’anno abbiamo già vissuto diverse volte – osserva coach Maurizio Benetollo –. Oramai siamo abituati. Siamo consci di giocare contro una squadra, che sta attraversando una fase di grande forma, ma la conosciamo molto bene: è un’avversaria che abbiamo incrociato diverse volte negli ultimi anni. Dovremo giocare con la stessa intensità, che abbiamo messo in campo nel finale di campionato e ai playoff, facendo leva anche sulla nostra forza mentale».

LE FINALI. Dopo la prima sfida, la serie finale si sposterà ad Albignasego, con gara-2 in programma per mercoledì, ore 21, al Pala Gazzabin. L’eventuale bella andrà in scena domenica 5 giugno, alle 18, ancora al palasport di Dueville.

Murano deve arrendersi anche in gara-2, gialloneri in semifinale

Tre vittorie in altrettanti confronti con la Virtus Murano portano dritto l’Albignasego al traguardo delle semifinali playoff di serie C Silver. Il ritorno del quarto di finale in un Pala Gazzabin, insolitamente gremito dai ragazzi delle giovanili del Pool Aviatori (presentate le squadre durante l’intervallo lungo del match), culmina in un lungo assolo dei gialloneri, che conquistano per la quarta volta in poco più di un lustro l’accesso alla semifinale playoff. Un’altra prestazione di spessore per i gialloneri, trascinati da un Francesco Nanti in grande spolvero (miglior realizzatore del match con 25 punti), che ha giocato una partita magistrale registrando il suo record di punti stagionale.

Albignasego ha iniziato subito con grande determinazione, guadagnando un vantaggio da doppia cifra già nei primi minuti dell’incontro (24-8). Per tutta la prima frazione, i gialloneri infatti troveranno facili soluzioni sia nel pitturato che sul perimetro, chiudendo bene gli spazi in difesa (25-12). Murano comincia ad alzare la pressione su palla e linee di passaggio rintuzzando a -10 nel secondo periodo, ma i padroni di casa conservano sempre la lucidità in tutte le zone del parquet, grazie a una circolazione di palla efficace e una difesa solida e coesa. Se il margine non aumenta nel secondo periodo è soltanto a causa di alcune imprecisioni e sbavature al momento della conclusione. Anche quando lo scontro diventa più fisico, con Fabian costretto a uscire per una ferita alla testa dopo una gomitata fortuita, i ragazzi di Benetollo restano in controllo andando al riposo lungo avanti di 13 lunghezze (36-23).

Lo spartito non muta mai. Il pallino del gioco resta saldamente nelle mani dei gialli locali anche in avvio di ripresa. Francesco Nanti raccoglie l’ispirazione, insaccando per due volte di fila dietro la linea dei tre punti (42-24). Ma è la difesa a pagare i suoi dividendi, permettendo al capitano albignaseghese di allungare a +18 con un agevole lay up in contropiede (44-26). Murano esce dal timeout, mettendo grande aggressività e pressione sulla palla, venendo però punita dalle bombe di Berti e Rizzi (52-34 e 55-39).

Nell’ultima frazione il vantaggio dei gialloneri lievita in un amen fino al +29, dopo due triple di Vizzotto (68-39 al 33’). La formazione di coach Bettera è ormai alle corde e nonostante qualche sussulto d’orgoglio non può più impensierire Nanti e soci, che allungano ancora nel finale scavando un solco profondissimo (76-43). Finisce in festa per gli albignaseghesi, che applaudono anche al caloroso pubblico accorso in palazzetto (76-47).

Adesso, bisognerà mantenere alta la concentrazione e attendere l’esito della serie tra Benetton Treviso e Litorale Nord, che stasera (ore 20.30) scenderanno in campo alla Ghirada per gara-2 dell’altro quarto di finale. Intanto, dall’altra parte del tabellone, Dueville ha archiviato anch’essa con un 2-0 il duello con Resana aggiudicandosi anche il ritorno in terra trevigiana (51-61). È tutto rimandato alla bella invece per la prima testa di serie Verona, bloccata un po’ inaspettatamente a Roncade (67-59).

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 76-47

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 6, Nanti N. 6, Roin 6, Paccagnella, Rizzi 7, Nanti F. 25, Livio 6, Fabian 3, Berti 8, Gallocchio, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Zorzi 2, Vianello N. 3, Vian 9, Saoner 2, Pranzo 7, Sartor 1, Parisatti 2, Frison 11, Scancarello 2, Crivellari 2, Vianello M. 6. All. Bettera.

Arbitri: Crivellaro di Breganze (Vi) e Castello di Sarcedo (Vi).

Note: parziali: 25-12, 36-23, 55-39; tiri liberi: Albignasego 11/21, Murano 13/18; tiri da tre: Albignasego 10 (Nanti M., Rizzi, Nanti F. 3, Berti 2, Vizzotto 3), Murano 6 (Pranzo, Frison 3, Vianello N. 2); falli di squadra: Albignasego 25, Murano 23; uscito per 5 falli: Vian; fallo tecnico: Vianello N. (13’ sul 25-18), Parisatti (19’ sul 36-22), Bettera (32’ sul 63-39); espulso: Bettera (32’ sul 63-39).

Albignasego bissa: vittoria anche a Murano in gara-1 dei quarti playoff

Cominciano nel migliore dei modi i playoff dell’Albignasego. Nel primo atto dei quarti di finale, i gialloneri compiono l’impresa sull’ostico campo della Virtus Murano, bissando il successo conseguito tra le mura amiche nell’ultima giornata di regular season. A differenza della scorsa partita, però, Albignasego ha avuto il merito in questo caso di entrare subito in ritmo contro la zona muranese, chiudendo il primo quarto con un vantaggio quasi da doppia cifra (12-21). Nella seconda frazione, i padroni di casa si riportavano sotto (32-38), ma gli ospiti resistevano a tutti i tentativi di rimonta locali anche nel terzo periodo, conservando intatto il margine di 6 lunghezze (45-51).

Murano riproponeva la zona per cercare di offuscare le idee alla squadra giallonera, che nell’ultimo parziale operando bene, sia lungo il perimetro (grazie soprattutto alle 5 triple messe a segno da Vizzotto) che in area, con il duo composto da Francesco Nanti (nella foto) e Livio, piazzava invece l’allungo vincente (13-29) suggellando una prestazione corale con tutti i suoi uomini a referto.

Ora, la testa va a gara-2, in programma mercoledì, alle 21, tra le pareti domestiche del Pala Gazzabin, dove l’Albignasego proverà già a chiudere i conti. Sarà un altro match tosto e difficile, ma i ragazzi del tandem BenetolloGabaldo sono determinati a dare ancora il massimo per portare a casa la serie. «Adesso che siamo riusciti a vincere in trasferta dovremo fare di tutto per sfruttare il fattore campo – tiene alta la tensione coach Benetollo – Dobbiamo per forza vincere anche al ritorno».

 

VIRTUS MURANO – ALBIGNASEGO BASKET 58-80

VIRTUS MURANO: Zorzi 16, Vianello N., Ragazzi n.e., Vian 2, Pranzo, Sartor 6, Parisatti 3, Frison 9, Leyba Marine 11, Crivellari 9, Vianello M. 3, Bottaro n.e. All. Bettera.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 8, Nanti N. 8, Roin 3, Paccagnella 2, Rizzi 4, Nanti F. 14, Livio 12, Fabian 2, Berti 3, Gallocchio 3, Vizzotto 21. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Brocca di Martellago (Ve) e Pinna di Salgareda (Tv).

Note: parziali: 12-21, 32-38, 45-51; tiri liberi: Murano 8/15, Albignasego 8/13; tiri da tre: Murano 6 (Zorzi 2, Frison 2, Crivellari, Vianello M.), Albignasego 10 (Nanti N. 2, Nanti F., Berti, Gallocchio, Vizzotto 5); falli di squadra: Murano 15, Albignasego 16; fallo antisportivo: Nanti N. (al 38’, sul 51-72).

Via ai playoff: Albignasego incrocia ancora Murano

Prende il via nel weekend l’avventura dell’Albignasego nei playoff di serie C Silver. E per uno strano scherzo del destino, l’avversaria nel quarto di finale sarà ancora la Virtus Murano (nella foto Nicola Nanti, mentre viene raddoppiato nel match dell’ultima giornata di campionato). Pur uscendo sconfitta sabato scorso dal Pala Gazzabin (64-56), la squadra di Alessandro Bettera ha chiuso infatti al terzo posto la regular season beneficiando del ko del Litorale Nord (quarto), battuto di misura dalla Cestistica Verona (62-63). La vittoria dei gialloneri, invece, è stata resa vana dai contemporanei successi di Resana e Benetton Treviso, che in caso di arrivo a tre con lo stesso punteggio sarebbero state scavalcate per effetto della classifica avulsa.

Gara-1 verrà disputata domenica, alle 18.30, nell’ostico campo del Pala Perziano sull’isola muranese, mentre il ritorno è fissato per mercoledì 11 maggio, ore 21, ad Albignasego. L’eventuale bella è prevista domenica 15 alle 18.30 ancora in laguna.

Sarà un’autentica battaglia, ma i ragazzi di coach Benetollo hanno dimostrato di possedere le carte in regola per potersela giocare anche con le big del campionato. I playoff sono sfide molto tese e nervose, dove contano relativamente le gerarchie della stagione regolare e in cui tra i tanti fattori diventa preponderane anche la tenuta fisica e mentale. La formazione, che riuscirà a spuntarla tra Murano e Albignasego, affronterà in semifinale la vincente della serie fra Litorale Nord e Benetton Treviso.

Albignasego doma Murano: ai playoff sarà ancora sfida ai laugnari

Termina con un bel successo la regular season dell’Albignasego: nell’ultima giornata di C Silver, Nanti e compagni impongono lo stop alla terza forza del campionato, chiudendo il proprio bilancio stagionale in perfetta parità con il 50% di vittorie e sconfitte. Già certo dei playoff, Albignasego è sceso in campo con Murano per giocarsi il sesto posto, spuntandola in rimonta nel quarto conclusivo (29-11) dopo aver essere finito sotto in doppia cifra verso il tramonto del terzo periodo (9-21).

Cominciata a rilento con un quarto iniziale, che fatturava appena 19 punti, la gara ha stentato a decollare nel primo tempo. Si è segnato con il contagocce su entrambi i lati del campo: l’unico canestro nei primi 7’ di gioco per i padroni di casa porta la firma di Francesco Nanti (2-8). A dare la stura all’attacco di casa sono Nicola Nanti e Fabian con una tripla (7-12). Lentamente, Albignasego trova il ritmo in attacco (16-14), anche se concede troppi spazi all’offensiva ospite (16-19). Sul parquet, dopo una lunga assenza, si rivede anche Pippo Rizzi. Al suo rientro il numero 10 in giallo si presenta subito con cinque punti consecutivi, che aprono la scatola della difesa veneziana (26-22).

Dall’altra parte, però, Zorzi continua a seminare avversari realizzando in arresto e tiro (26-26). Murano può contare anche sul gigante Leyba Marine nel pitturato (28-31), dove Francesco Nanti e Livio arrivano puntualmente al raddoppio (33-33). Ma sono tre tiri dall’arco di fila griffati Frison (2) e Sartor a creare il primo importante break della partita (35-44).

Al via dell’ultima frazione, i gialloneri ripartono dal -10 (35-45). Qui, altri sette punti consecutivi di Rizzi, frutto anche di un siluro da distanza siderale, restituiscono fiducia ai ragazzi di Benetollo, ricucendo lo strappo al pieno possesso (42-45). È Marco Nanti a salire in cattedra, trovando prima in penetrazione il -1 (44-45) e poi il sorpasso dalla lunetta (46-45). Sempre il play albignaseghese realizza in seguito anche il +5 (50-45). Leyba Marine interrompe un parzialone di 15-0 (50-47), ma il tiro dalla lunga di Vizzotto e ancora Marco Nanti proiettano al +8 (55-47).

Murano resta in piedi grazie al solito Frison, riportandosi a distanza di un possesso (55-52). Si decide tutto nell’ultimo giro di lancette: Marco Nanti mantiene la freddezza dalla linea della carità, riaprendo la forbice sulle 8 lunghezze (61-53), Frison accorcia ancora con una bomba (61-56), ma sul fallo sistematico Marco Nanti conserva ancora la lucidità al tiro da fermo (3/4) chiudendo i conti (64-56).

Si tratta tuttavia di una vittoria di Pirro: le contemporanee affermazioni di Virtus Resana a Cittadella (79-90) e Benetton Treviso con Europa Bolzano (80-54) “retrocedono” infatti l’Albignasego in ottava posizione. Al quarto di finale playoff, l’abbinamento sarà quindi proprio con Murano, seconda testa di serie. Gara-1 verrà disputata il prossimo weekend in casa dei lagunari. Il ritorno è invece previsto nell’infrasettimanale del Pala Gazzabin. L’eventuale bella è in programma nel fine settimana successivo sull’isola muranese.

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 64-56

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 16, Nanti N. 7, Roin 2, Paccagnella n.e., Rizzi 12, Nanti F. 9, Livio 12, Fabian 3, Berti, Gallocchio, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Zorzi 10, Ragazzi n.e., Vian 2, Pranzo 6, Sartor 6, Parisatti 2, Frison 17, Leyba Marine 11, Crivellari 2, Vianello, Bottaro n.e. All. Bettera.

Arbitri: Parisi di Padova e Montagnoli di Cologna Veneta (Vr).

Note: parziali: 7-12, 26-24, 35-45; tiri liberi: Albignasego 15/17, Murano 5/12; tiri da tre: Albignasego 5 (Rizzi 2, Nanti F., Fabian, Vizzotto), Murano 7 (Pranzo 2, Sartor, Frison 4); falli di squadra: Albignasego 15, Murano 21.

Albignasego coraggioso: gialloneri vicini al colpo grosso a Jesolo

Impresa soltanto sfiorata per l’Albignasego nel fortino inviolato del Pala Cornaro di Jesolo. I ragazzi di Benetollo accarezzano a lungo il sogno del colpaccio in casa della formazione dominatrice indiscussa del campionato e neopromossa in C Gold, salvo poi cedere alla veemente rimonta jesolana nell’ultimo parziale di gioco (32-14). Supportato da Francesco Nanti, Livio e Berti, Gallocchio (foto) al suo high score stagionale con 12 punti, frutto di 4 tiri dalla lunga, ha illuso i suoi dando fuoco alle polveri nel terzo quarto (9-29).

Erano stati gli ospiti a fare l’andatura anche nei primi minuti dell’incontro pervenendo al +7 con una tripla di Vizzotto e il centro di capitan Nanti (10-17 al 7’). Jesolo risponde con Ruffo e Matteo Maestrello tornando a contatto alla fine del primo periodo (22-23). E proprio in questo frangente, i locali conquistano l’inerzia della gara, ribaltando la prospettiva alla fine del secondo periodo (38-31) per poi andare al riposo lungo con un comodo vantaggio doppia cifra (42-31).

Al rientro dagli spogliatoi, però, la partita cambia fisionomia. I gialloneri serrano le maglie difensive rosicchiando punto su punto fino a ricucire lo strappo al possesso (48-46). Spinto dalle bombe di Gallocchio, Albignasego riesce a sorpassare (48-51) toccando il +9 alla fine della terza frazione con un altro siluro dello stesso Gallocchio (51-60).

Nanti e compagni devono tuttavia fare i conti con la reazione rabbiosa dei padroni di casa, che nei 10’ finali piazzano un primo break mortifero (14-3), rimettendo il naso avanti a 5’ dallo scadere (65-64). Albignasego trova ancora la forza per controbattere trasformando dalla lunetta con Berti (2/3), dopo un fallo subìto (1/2) e un tecnico fischiato a coach Guerra (68-70). Ma entrati negli ultimi due giri di lancette, i tiri pesanti di Munaretto, Ambrosin e Ruffo spengono definitivamente le velleità giallonere (77-71). Sul fallo sistematico, la mano di Ruffo non trema mai (4/4) e Jesolo può dunque coronare nel migliore dei modi la sua entusiasmante stagione mantenendo anche l’imbattibilità casalinga.

Benetton Treviso permettendo, Albignasego (già sicuro dei playoff) dovrà ora vincere l’ultimo match di regular season della C Silver al Pala Gazzabin contro Murano, ma per accedere agli spareggi promozione da quinta testa di serie dovrà sperare anche in un favore del Cittadella. I cugini gialloviola ospiteranno infatti Resana, che nel frattempo ha battuto Solesino issandosi solitaria al sesto posto. Per esigenze di contemporaneità, tutte le gare verranno disputate alle ore 20.30 di sabato 30 aprile.

 

BASKET CLUB JESOLO – ALBIGNASEGO BASKET 83-74

BASKET CLUB JESOLO: Munaretto 7, Lucchetta 3, Dal Maso 4, Ambrosin 20, Maestrello M. 12, Cia 2, Maestrello N. 9, Di Marzo n.e., Visentin n.e., Ruffo 18, Bassetto n.e., Delle Monache 8. All. Guerra.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M., Nanti N., Roin 4, Paccagnella n.e., Nanti F. 15, Livio 20, Fabian, Berti 18, Gallocchio 12, Vizzotto 5. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Libralesso di Morgano (Tv) e Maculan di Grumolo delle Abbadesse (Vi).

Note: parziali: 22-23, 42-31, 51-60; tiri liberi: Jesolo 15/21, Albignasego 11/22; tiri da tre: Jesolo 7 (Munaretto, Lucchetta, Ambrosin 3, Maestrello M., Ruffo), Albignasego 9 (Nanti F. 2, Berti 2, Gallocchio 4, Vizzotto); falli di squadra: Jesolo 22, Albignasego 20; fallo tecnico: Delle Monache (31’) e Guerra (36’); uscito per 5 falli: Delle Monache.