Articoli

Albignasego non sbaglia a Resana, il quinto posto è saldo

Terzo successo in quattro giornate per l’Albignasego, che torna a casa con due punti preziosi dalla trasferta di Resana. I gialloneri, che volevano tenere saldo il quinto posto, hanno incrociato una squadra in un momento di difficoltà sia a livello di classifica sia d’infermeria, che andava pertanto presa con le dovute precauzioni. Nel primo periodo vige l’equilibrio, con gli ospiti che terminano comunque sopra di un possesso. Il secondo quarto vede invece Albignasego salire in cattedra dilatando il proprio vantaggio fino al +15, grazie alle giocate di Berto, Marco Nanti, Livio e Vigna.

In avvio di ripresa, Vizzotto e compagni perdono alcuni palloni di troppo e tra il 26’ e 28’ subiscono un parziale trevigiano di 9-0, propiziato da Basso e Pegoraro (47-50). Nella frazione conclusiva, però, i gialloneri tornano a gestire il punteggio, tenendo un margine di vantaggio, che oscillerà tra i quattro e i sei punti. Senza mai perdere il controllo, l’Albignasego incassa dunque i due punti. In ogni caso, la gara non è mai stata messa in discussione. Ottima la gestione di coach Benetollo, che ha permesso alla squadra di non complicarsi mai la vita chiudendo con quattro giocatori in doppia cifra.

Massimo Pavan

 

VIRTUS RESANA – ALBIGNASEGO BASKET 69-76

VIRTUS RESANA: Basso 14, Baldissera 3, Scapinello 13, Campagnaro 12, Pegoraro 7, Peroni n.e., Dainese 6, Olivetto 2, Marcon 5, Bertolo 7. All. Cavalli.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi n.e., Berto 16, Nanti M. 15, Paccagnella n.e., Nanti F. n.e., Livio 16, Fabian, Berti 3, Gallocchio 3, Vigna 18, Vizzotto 5. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Crivellaro di Breganze (Vi) e Azzali di Lazise (Vr).

Note: progressivi: 19-21, 21-43, 37-57; tiri liberi: Resana 12/21, Albignasego 20/24; tiri da tre: Resana 7/25 (Basso 4, Pegoraro 2, Baldissera), Albignasego 4/13 (Berto, Berti, Gallocchio, Vizzotto); rimbalzi: Resana 38 (27+11, Campagnaro 10), Albignasego 29 (24+5, Vigna 7); fallo tecnico: Cavalli (12’); fallo antisportivo: Marcon (37’); uscito per 5 falli: Scapinello.

Albignasego va a 100 all’ora: primo squillo in trasferta con Ponzano

Sul campo di San Vendemiano, Albignasego trova il primo acuto in trasferta toccando quota 100 con Ponzano. Smossa la classifica nel precedente turno di C Silver con la prima affermazione a spese del Resana, i ragazzi di Maurizio Benetollo concedono subito il bis al cospetto della squadra dello “zar” Ivan Gatto (ex Petrarca). Attacchi ispirati e percentuali di tiro generose su ambo i lati del campo, hanno dato vita a una partita spettacolare.

Nella prima frazione, gli ospiti hanno tenuto il naso avanti (25-30), sospinti da Sebastiano Berto, che ha firmato 13 dei suoi 21 punti soltanto nei primi 10’. Prima dell’intervallo lungo, però, la neopromossa formazione trevigiana ha ribaltato il risultato sfruttando alcune ingenuità difensive dei gialloneri (51-47). Con la gara sui binari dell’equilibrio (71-71), sono stati gli esterni dell’Albignasego, ancora privo del play Marco Nanti (spalla), a fare la differenza dal perimetro (11/23 da tre), portando in dote il +9 e vanificando il tentativo di rimonta del Ponzano.

 

PONZANO BASKET – ALBIGNASEGO BASKET 97-100

PONZANO BASKET: Prandini n.e., Lena 14, Pozzebon 14, Alberti 16, Gatto 19, Cappellazzo 4, Ricciardi 2, Alpago 9, Groppo 5, Bet 14. All. Osellame.

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi 2, Berto 21, Nanti M. n.e., Nanti F. 13, Livio 13, Fabian 2, Berti 24, Gallocchio 6, Vigna 10, Vizzotto 9. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Pinna di Salgareda (Tv) e Rebellato di Crespano del Grappa (Tv).

Note: progressivi: 25-30, 51-47, 71-71; tiri liberi: Ponzano 22/28, Albignasego 17/26; tiri da tre: Ponzano 5 (Lena, Pozzebon 2, Gatto, Bet), Albignasego 11 (Berto 3, Nanti F., Berti 3, Gallo 2, Vizzotto 2).

Albignasego vede la luce: prima vittoria in campionato con la Virtus Resana

Dopo tre giornate di campionato, Albignasego muove la propria classifica incamerando i primi due punti della stagione, al termine di un incontro dall’andamento imprevedibile contro la Virtus Resana. Al Pala Gazzabin, la tensione palpabile dei primissimi minuti di gioco ha condizionato entrambe le squadre, che hanno iniziato a basso ritmo segnando praticamente con il contagocce. Il primo break di marca trevigiana (8-18) scuoteva i gialloneri, bravi a ricucire lo strappo nel secondo periodo culminato con il sorpasso in prossimità dell’intervallo lungo (27-26).

Dopo una terza frazione equilibrata (17-15), i padroni di casa prendevano il comando delle operazioni pervenendo al +11. Resana, però, non mollava colmando il gap in un amen. La gara veniva così decisa a 2’ dalla sirena: una spettacolare rimessa a tutto campo di Vizzotto lanciava Berti in un contropiede solitario, che valeva il +5; in seguito, da un recupero difensivo e una difesa compatta di squadra, scaturivano i due liberi di Berto (nella foto di Ilaria Malerba), che blindavano a doppia mandata la prima vittoria dei ragazzi di Maurizio Benetollo.

«È stata una partita molto combattuta – commenta il tecnico giallonero – Nel primo quarto, Resana ha trovato facilmente la via del canestro. Poi però siamo riusciti a mettere i nostri avversari in difficoltà con cambi di difesa, alternando zona e uomo. Avevamo raggiunto la doppia cifra di vantaggio a 5’ dal termine, ma hanno saputo attaccare bene la nostra zona, con un paio di bombe di Peroni e facendo valere anche la fisicità a rimbalzo di Marcon. Nel finale, però, siamo riusciti a costruire dei giochi importanti con Livio, Vizzotto, Vigna e Berti, che ci hanno permesso di rimettere il naso avanti. Vincere era fondamentale. Averlo fatto con una prestazione di squadra e senza Marco Nanti, in una situazione di oggettiva difficoltà dove eravamo corti con le guardie, fa sicuramente morale».

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS RESANA 66-59

ALBIGNASEGO BASKET: Belinazzi, Berto 11, Paccagnella n.e., Nanti F. 12, Livio 11, Fabian n.e., Berti 12, Gallocchio, Vigna 10, Vizzotto 10. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS RESANA: Tessarin 2, Miatello 2, Bisinella, Nalesso 3, Scapinello 20, Campagnaro 3, Pegoraro, Peroni 13, Dainese 4, Olivetto, Marcon 12. All. Cavalli.

Arbitri: Frigo di Montagnana (Pd) e Pallaoro di Trento.

Note: parziali: 12-19, 15-7 (27-26), 17-15 (44-41), 22-18 (66-59); tiri liberi: Albignasego 8/14, Resana 9/14; tiri da tre: Albignasego 6/23 (Vizzotto 3, Berti 2, Nanti F.), Resana 4/22 (Peroni 2, Scapinello 2).

Albignasego spalanca le porte del Pala Gazzabin per la sfida alla Virtus Resana

Alla sua seconda gara casalinga in campionato, sabato, alle 18.30, l’Albignasego (nella foto Cristiano Gallocchio) dovrà portare a compimento l’impresa soltanto sfiorata a Murano per intascare i primi due punti della stagione. A contendere la vittoria al quintetto giallonero questa volta sarà la Virtus Resana. Dopo due battute d’arresto nelle prime due giornate di C Silver, sabato scorso la compagine di Massimo Cavalli ha messo in cascina la prima vittoria stagionale a spese del Litorale Nord (68-57).

Principale artefice dell’affermazione trevigiana è stato senza dubbio Matteo Scapinello, autentico mattatore della sfida con 27 punti a referto e fresco di laurea conseguita in settimana all’Università di Padova. Scapinello è uno dei tanti riconfermati in blocco della società della Marca, che ha operato in maniera oculata sul mercato ripartendo dal nucleo, capace di ben figurare la passata stagione centrando l’accesso ai playoff.

Con il ritorno della guardia Enrico Baldissera dal Mestrino, Resana ha poi completato il roster con due giovani ali da due metri scuola Petrarca: Giovanni Dainese e Giorgio Peroni, figlio di Gigi, ex capitano del Gorena Petrarca negli anni ’70.

C Silver, finale playoff: Albignasego pronto allo scontro con Dueville

Ci siamo, è scoccata l’ora della finalissima per l’Albignasego (nella foto Luca Roin). Domenica, i gialloneri andranno a Dueville per affrontare, alle 18, i padroni di casa in gara-1 delle finali playoff di serie C Silver. È la finale meno attesa e pronosticata dell’ultimo lustro e metterà una di fronte all’altra le due outsider di questi playoff. Durante la stagione regolare, lo Sportschool Dueville ha seguito un andamento a tratti analogo a quello dell’Albignasego, ingaggiando con i ragazzi di Benetollo un serrato duello per la quinta posizione nel girone d’andata. Nella seconda parte del campionato, però, la squadra di Andrea Bortoli ha tenuto il passo d’alta classifica, mentre i gialloneri hanno perso terreno scivolando all’ottavo posto proprio nelle ultime giornate di regular season.

DA DUEVILLE A DUEVILLE. Albignasego torna a scontrarsi con la formazione vicentina dopo aver debuttato in stagione proprio con Dueville. Alla prima giornata d’andata, furono i gialloneri ad aggiudicarsi la posta in palio spuntandola all’overtime (65-58). Nel match di ritorno, invece, toccò ai biancorossi ricambiare il “favore” imponendosi di misura nel corso di un confronto condizionato dal basso punteggio (58-55).

IL CAMMINO PLAYOFF. Dueville ha compiuto percorso netto negli spareggi promozione, eliminando ai quarti Resana (andata 73-48 e ritorno 51-61) e in semifinale la Cestistica Verona, prima testa di serie e principale candidata alla promozione in C Gold (andata 67-72 e ritorno 66-58). Albignasego è approdato in finale estromettendo nel quarto la seconda testa di serie Murano (andata 58-80 e ritorno 76-47) per poi sudarsi la qualificazione alla bella con i giovani della Benetton Treviso.

QUI ALBIGNASEGO. Marco Nanti e Filippo Rizzi non saranno al meglio a causa dei consueti fastidi fisici, che si trascinano già da qualche mese. «È una situazione, che quest’anno abbiamo già vissuto diverse volte – osserva coach Maurizio Benetollo –. Oramai siamo abituati. Siamo consci di giocare contro una squadra, che sta attraversando una fase di grande forma, ma la conosciamo molto bene: è un’avversaria che abbiamo incrociato diverse volte negli ultimi anni. Dovremo giocare con la stessa intensità, che abbiamo messo in campo nel finale di campionato e ai playoff, facendo leva anche sulla nostra forza mentale».

LE FINALI. Dopo la prima sfida, la serie finale si sposterà ad Albignasego, con gara-2 in programma per mercoledì, ore 21, al Pala Gazzabin. L’eventuale bella andrà in scena domenica 5 giugno, alle 18, ancora al palasport di Dueville.

Via ai playoff: Albignasego incrocia ancora Murano

Prende il via nel weekend l’avventura dell’Albignasego nei playoff di serie C Silver. E per uno strano scherzo del destino, l’avversaria nel quarto di finale sarà ancora la Virtus Murano (nella foto Nicola Nanti, mentre viene raddoppiato nel match dell’ultima giornata di campionato). Pur uscendo sconfitta sabato scorso dal Pala Gazzabin (64-56), la squadra di Alessandro Bettera ha chiuso infatti al terzo posto la regular season beneficiando del ko del Litorale Nord (quarto), battuto di misura dalla Cestistica Verona (62-63). La vittoria dei gialloneri, invece, è stata resa vana dai contemporanei successi di Resana e Benetton Treviso, che in caso di arrivo a tre con lo stesso punteggio sarebbero state scavalcate per effetto della classifica avulsa.

Gara-1 verrà disputata domenica, alle 18.30, nell’ostico campo del Pala Perziano sull’isola muranese, mentre il ritorno è fissato per mercoledì 11 maggio, ore 21, ad Albignasego. L’eventuale bella è prevista domenica 15 alle 18.30 ancora in laguna.

Sarà un’autentica battaglia, ma i ragazzi di coach Benetollo hanno dimostrato di possedere le carte in regola per potersela giocare anche con le big del campionato. I playoff sono sfide molto tese e nervose, dove contano relativamente le gerarchie della stagione regolare e in cui tra i tanti fattori diventa preponderane anche la tenuta fisica e mentale. La formazione, che riuscirà a spuntarla tra Murano e Albignasego, affronterà in semifinale la vincente della serie fra Litorale Nord e Benetton Treviso.

Albignasego doma Murano: ai playoff sarà ancora sfida ai laugnari

Termina con un bel successo la regular season dell’Albignasego: nell’ultima giornata di C Silver, Nanti e compagni impongono lo stop alla terza forza del campionato, chiudendo il proprio bilancio stagionale in perfetta parità con il 50% di vittorie e sconfitte. Già certo dei playoff, Albignasego è sceso in campo con Murano per giocarsi il sesto posto, spuntandola in rimonta nel quarto conclusivo (29-11) dopo aver essere finito sotto in doppia cifra verso il tramonto del terzo periodo (9-21).

Cominciata a rilento con un quarto iniziale, che fatturava appena 19 punti, la gara ha stentato a decollare nel primo tempo. Si è segnato con il contagocce su entrambi i lati del campo: l’unico canestro nei primi 7’ di gioco per i padroni di casa porta la firma di Francesco Nanti (2-8). A dare la stura all’attacco di casa sono Nicola Nanti e Fabian con una tripla (7-12). Lentamente, Albignasego trova il ritmo in attacco (16-14), anche se concede troppi spazi all’offensiva ospite (16-19). Sul parquet, dopo una lunga assenza, si rivede anche Pippo Rizzi. Al suo rientro il numero 10 in giallo si presenta subito con cinque punti consecutivi, che aprono la scatola della difesa veneziana (26-22).

Dall’altra parte, però, Zorzi continua a seminare avversari realizzando in arresto e tiro (26-26). Murano può contare anche sul gigante Leyba Marine nel pitturato (28-31), dove Francesco Nanti e Livio arrivano puntualmente al raddoppio (33-33). Ma sono tre tiri dall’arco di fila griffati Frison (2) e Sartor a creare il primo importante break della partita (35-44).

Al via dell’ultima frazione, i gialloneri ripartono dal -10 (35-45). Qui, altri sette punti consecutivi di Rizzi, frutto anche di un siluro da distanza siderale, restituiscono fiducia ai ragazzi di Benetollo, ricucendo lo strappo al pieno possesso (42-45). È Marco Nanti a salire in cattedra, trovando prima in penetrazione il -1 (44-45) e poi il sorpasso dalla lunetta (46-45). Sempre il play albignaseghese realizza in seguito anche il +5 (50-45). Leyba Marine interrompe un parzialone di 15-0 (50-47), ma il tiro dalla lunga di Vizzotto e ancora Marco Nanti proiettano al +8 (55-47).

Murano resta in piedi grazie al solito Frison, riportandosi a distanza di un possesso (55-52). Si decide tutto nell’ultimo giro di lancette: Marco Nanti mantiene la freddezza dalla linea della carità, riaprendo la forbice sulle 8 lunghezze (61-53), Frison accorcia ancora con una bomba (61-56), ma sul fallo sistematico Marco Nanti conserva ancora la lucidità al tiro da fermo (3/4) chiudendo i conti (64-56).

Si tratta tuttavia di una vittoria di Pirro: le contemporanee affermazioni di Virtus Resana a Cittadella (79-90) e Benetton Treviso con Europa Bolzano (80-54) “retrocedono” infatti l’Albignasego in ottava posizione. Al quarto di finale playoff, l’abbinamento sarà quindi proprio con Murano, seconda testa di serie. Gara-1 verrà disputata il prossimo weekend in casa dei lagunari. Il ritorno è invece previsto nell’infrasettimanale del Pala Gazzabin. L’eventuale bella è in programma nel fine settimana successivo sull’isola muranese.

 

ALBIGNASEGO BASKET – VIRTUS MURANO 64-56

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 16, Nanti N. 7, Roin 2, Paccagnella n.e., Rizzi 12, Nanti F. 9, Livio 12, Fabian 3, Berti, Gallocchio, Vizzotto 3. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

VIRTUS MURANO: Zorzi 10, Ragazzi n.e., Vian 2, Pranzo 6, Sartor 6, Parisatti 2, Frison 17, Leyba Marine 11, Crivellari 2, Vianello, Bottaro n.e. All. Bettera.

Arbitri: Parisi di Padova e Montagnoli di Cologna Veneta (Vr).

Note: parziali: 7-12, 26-24, 35-45; tiri liberi: Albignasego 15/17, Murano 5/12; tiri da tre: Albignasego 5 (Rizzi 2, Nanti F., Fabian, Vizzotto), Murano 7 (Pranzo 2, Sartor, Frison 4); falli di squadra: Albignasego 15, Murano 21.

Ultima giornata: sabato, alle 20.30, i gialloneri attendono Murano

Giunti all’ultima giornata della stagione regolare di C Silver permane ancora l’incertezza sul tabellone playoff definitivo. Tolto lo Jesolo, promosso in C Gold, e la Cestistica Verona matematicamente certa della piazza d’onore, il gradino più basso del podio se lo contendono Virtus Murano (46) e Litorale Nord (44), mentre lo Sportschool Dueville è ormai sicuro del quinto posto. Resta ancora aperta invece la lotta per la sesta posizione con tre squadre in lizza: Resana (30), Albignasego (28) e Benetton Treviso (28), che nel recupero infrasettimanale ha schiantato la Virtus Lido (86-55) agganciando e al tempo stesso scavalcando i gialloneri per effetto del doppio confronto. La medesima situazione si presenta per la nona casella con il trio formato da Europa Bolzano, Roncade e Cus Trento (tutte a pari merito a quota 24 punti), alla ricerca dell’ultimo pass utile per i playoff.

Come anticipato, le partite del turno conclusivo verranno disputate sabato sera in simultanea alle 20.30, con il match dell Pala Gazzabin, che vedrà i gialloneri opposti al Murano. All’andata, furono i veneziani a imporsi nettamente contro un Albignasego a ranghi ridotti, orfano di Livio, Francesco e Marco Nanti (76-58). «È una delle neopromosse, che ha fatto meglio in questo campionato – sottolinea coach Maurizio Benetollo (foto) – Murano verrà qui ad Albignasego per difendere il terzo posto. Incontreremo un’avversaria dotata di grande qualità e velocità sugli esterni. In cabina di regia può alternare Zorzi e Pranzo, arrivato con il mercatino invernale dal Mirano. Il reparto è completato dagli ex Lido, Frison, Nicolò Vianello e Saoner, giocatore di notevole talento. In area, invece, dispone di un centro di stazza come Leyba Marine, a cui si aggiungono Parisatti e l’esperto ex Roncade Sartor con alle spalle campionati di categoria superiore. Il nostro compito sarà quello di giocare con grande intensità per provare a conquistare la vittoria. Per il sesto posto, però, non dipenderà soltanto da noi».

Albignasego coraggioso: gialloneri vicini al colpo grosso a Jesolo

Impresa soltanto sfiorata per l’Albignasego nel fortino inviolato del Pala Cornaro di Jesolo. I ragazzi di Benetollo accarezzano a lungo il sogno del colpaccio in casa della formazione dominatrice indiscussa del campionato e neopromossa in C Gold, salvo poi cedere alla veemente rimonta jesolana nell’ultimo parziale di gioco (32-14). Supportato da Francesco Nanti, Livio e Berti, Gallocchio (foto) al suo high score stagionale con 12 punti, frutto di 4 tiri dalla lunga, ha illuso i suoi dando fuoco alle polveri nel terzo quarto (9-29).

Erano stati gli ospiti a fare l’andatura anche nei primi minuti dell’incontro pervenendo al +7 con una tripla di Vizzotto e il centro di capitan Nanti (10-17 al 7’). Jesolo risponde con Ruffo e Matteo Maestrello tornando a contatto alla fine del primo periodo (22-23). E proprio in questo frangente, i locali conquistano l’inerzia della gara, ribaltando la prospettiva alla fine del secondo periodo (38-31) per poi andare al riposo lungo con un comodo vantaggio doppia cifra (42-31).

Al rientro dagli spogliatoi, però, la partita cambia fisionomia. I gialloneri serrano le maglie difensive rosicchiando punto su punto fino a ricucire lo strappo al possesso (48-46). Spinto dalle bombe di Gallocchio, Albignasego riesce a sorpassare (48-51) toccando il +9 alla fine della terza frazione con un altro siluro dello stesso Gallocchio (51-60).

Nanti e compagni devono tuttavia fare i conti con la reazione rabbiosa dei padroni di casa, che nei 10’ finali piazzano un primo break mortifero (14-3), rimettendo il naso avanti a 5’ dallo scadere (65-64). Albignasego trova ancora la forza per controbattere trasformando dalla lunetta con Berti (2/3), dopo un fallo subìto (1/2) e un tecnico fischiato a coach Guerra (68-70). Ma entrati negli ultimi due giri di lancette, i tiri pesanti di Munaretto, Ambrosin e Ruffo spengono definitivamente le velleità giallonere (77-71). Sul fallo sistematico, la mano di Ruffo non trema mai (4/4) e Jesolo può dunque coronare nel migliore dei modi la sua entusiasmante stagione mantenendo anche l’imbattibilità casalinga.

Benetton Treviso permettendo, Albignasego (già sicuro dei playoff) dovrà ora vincere l’ultimo match di regular season della C Silver al Pala Gazzabin contro Murano, ma per accedere agli spareggi promozione da quinta testa di serie dovrà sperare anche in un favore del Cittadella. I cugini gialloviola ospiteranno infatti Resana, che nel frattempo ha battuto Solesino issandosi solitaria al sesto posto. Per esigenze di contemporaneità, tutte le gare verranno disputate alle ore 20.30 di sabato 30 aprile.

 

BASKET CLUB JESOLO – ALBIGNASEGO BASKET 83-74

BASKET CLUB JESOLO: Munaretto 7, Lucchetta 3, Dal Maso 4, Ambrosin 20, Maestrello M. 12, Cia 2, Maestrello N. 9, Di Marzo n.e., Visentin n.e., Ruffo 18, Bassetto n.e., Delle Monache 8. All. Guerra.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M., Nanti N., Roin 4, Paccagnella n.e., Nanti F. 15, Livio 20, Fabian, Berti 18, Gallocchio 12, Vizzotto 5. All. Benetollo, viceall. Gabaldo.

Arbitri: Libralesso di Morgano (Tv) e Maculan di Grumolo delle Abbadesse (Vi).

Note: parziali: 22-23, 42-31, 51-60; tiri liberi: Jesolo 15/21, Albignasego 11/22; tiri da tre: Jesolo 7 (Munaretto, Lucchetta, Ambrosin 3, Maestrello M., Ruffo), Albignasego 9 (Nanti F. 2, Berti 2, Gallocchio 4, Vizzotto); falli di squadra: Jesolo 22, Albignasego 20; fallo tecnico: Delle Monache (31’) e Guerra (36’); uscito per 5 falli: Delle Monache.

Lotta aperta per il sesto posto playoff: sabato Albignasego è in missione a Jesolo

Dopo aver agganciato aritmeticamente i playoff, Albignasego (nella foto Francesco Nanti) deve ora salvaguardare il sesto posto. Appaiati in classifica a Resana, i gialloneri precedono virtualmente i trevigiani per effetto degli scontri diretti favorevoli, ma il calendario delle ultime due giornate di regular season si presenta decisamente difficile per i ragazzi di Maurizio Benetollo, chiamati ad affrontare una proibitiva trasferta a Jesolo e ospitare infine Murano. Resana riceverà invece un Solesino già retrocesso per poi chiudere a Cittadella. La lotta per la sesta posizione vede coinvolta anche la Benetton Treviso, attardata di 4 lunghezze dal tandem Albignasego-Resana, ma con una partita casalinga da recuperare mercoledì 27 aprile contro la Virtus Lido. Prima e dopo il recupero infrasettimanale, i giovani verdi trevigiani saranno impegnati in questo weekend a Roncade e in seguito alla Ghirada contro Bolzano.

Intanto, sabato sera alle 20.30, Albignasego dovrà compiere una vera e propria impresa per battere la corazzata Jesolo, ancora imbattuta tra le mura amiche del Pala Cornaro. Neopromossa in C Gold, dopo essere stata ammessa in estate dalla D Regionale, la formazione lagunare ha perso soltanto due gare nel corso del suo trionfale campionato. L’ultimo ko è maturato proprio sabato scorso a Mirano (74-71) nella tredicesima giornata di ritorno, interrompendo una lunga serie di vittorie iniziata proprio dalla tredicesima d’andata con i miranesi. In occasione del match con gli albignaseghesi, la società presieduta da Ugo Cavallin ha intenzione di festeggiare ancora una volta la promozione davanti ai propri tifosi. Starà ad Albignasego riuscire nell’intento di guastarle la festa.